« ONESTA'PENSIERO »

POLITICA

Post n°775 pubblicato il 18 Giugno 2014 da giusedoria0

E’ in atto una politica sicuramente disseminata di errori e manchevolezze con un rimpianto, oggi, più forte che mai. Perchè? E’ nel cuore della stessa triste storia del Mezzogiorno, che, da decenni – dopo l’azione della “Cassa” – si è visto costretto a pascere i suoi bisogni e le sue attese nell’arida prateria di abbondanti, sofisticate “filosofie” intonate all’inerzia e al nulla, “silos” zeppi di parole e di cifre cancellate. La coperta, si dice, è stretta per ogni “premier” che, però, è sempre pronto a tirarsela a suo agio.

Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/GIUSDO/trackback.php?msg=12854177

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
ormalibera
ormalibera il 18/06/14 alle 08:17 via WEB
La coperta se la prendono solo i furbi e quelli già ricchi. Caste, clero, ladri, banche, agli altri il compito di continuare a....fornire lana perché a "loro" non basta mai. E' corta per noi ma per loro è sempre disponibile a più strati e se noi viviamo di stenti non frega un cavolino. Smettere di sostenerli è il primo passo.
(Rispondi)
giusedoria0
giusedoria0 il 21/06/14 alle 07:43 via WEB
Sovrasta una società sempre più chiusa, vogliosa di tutto e stanca di tutto, lanciata a metabolizzare le vecchie e nuove povertà. Ne consegue una miscredenza globale con un carico di ignavia, di squilibri, di disgusto nell’agire, di violenza e di trascuranza nel rendere ascolto alla voce del prossimo. Quale auspicio avanzare? Almeno uno: conquistare, con i relativi doveri, il semplice diritto ad una società normale, in cui un po’ di contentezza abbia ospitalità anche negli anfratti delle ambasce per resistere e vincere quanto scolpisce il lamento poetico, particolarmente realistico, di fra’ David Maria Turoldo. “La terra si fa più orrenda/ il tempo è malato/ i fanciulli non giocano più/ le ragazze non hanno più occhi/ che splendano a sera/. E anche gli amori non si cantano più/ le speranze non hanno più voce/ è il tempo di tornare poveri/ per ritrovare il sapore del pane/ per reggere alla luce del sole/ per varcare sereni la notte./ E la gente l’umile gente abbia ancora chi l’ascolta/ e trovino udienza le preghiere/. E non chiedere nulla”.
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 
 
 
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Ottobre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I miei Blog Amici

Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Ultime visite al Blog

giuseppedoria2010and.poddajaneaire.misciagnaemacecmichelafornaciariadriana.crocelucia.dacida.acidogiusedoria0YOSURRcasalauracilentoenrico505restart.live
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom