HistoryRedLine

storia e letteratura

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 

VITA E POESIA

Mi piace scrivere poesie e racconti. Mi sento a volte come Salgàri "un forzato della penna" (volontariamente s'intende e ad anni luce dal suo genio).

Se i miei versi e i miei racconti, riuscissero ad alleviare per un solo istante le sofferenze delle persone o a suscitare un'emozione, allora sarà valsa la pena di scrivere..........e di vivere.

BY SANVASS

 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

LACRIME E RICORDI (CANTO PRIMO) BY SANVASS

LACRIME E RICORDI

   CANTO PRIMO

Non ho più lacrime da versare

le ho consumate tutte

sono lacrime assai amare

per due vite, ahimè distrutte.

Ho sbagliato in gioventù

rinunciando al grande amore

Quando un giorno sarò lassù

presenterò il mio dolore.

Qualcuno mi dirà sereno:

avevi cotanta grazia

perchè bevesti quel veleno

che il cor ancor ti strazia?

Un angelo celeste adirato

mi aspetterà al varco

potrà capir il mio stato?

In amor son stato parco.

Ed Hei a me, cosa ti spinse

a rinunciar a nobil dama

se amor a lei t'avvinse

e forse ancor ti ama?

Non so cosa mi prese

quel dì che ancor non spiego

Rispuosi no alle pretese

dissi no, e non lo nego!

Potessi tornare indietro

Ah! potessi ma non si puote

il diman non sarebbe tetro

e le mani d'amore vuote.

E' facile dirlo adesso

direi SI, e tal parola

me la ripeto spesso

ma ciò non mi consola.

(SANVASS)

 

IL BACIO (ISPIRATO DAL QUADRO FI F. HAYEZ)

IL BACIO

Ti bacio, amor gentile

e non è l'ultimo te lo giuro

parto per terra ostile

difendo te, il tuo futuro.

Non piangere mio tesoro

oh bianca mia colomba

i soldati, già sento il coro

e lo squillar di tromba!

Tornerò, te lo prometto

e sarà mio l'amore virginale

al nemico offrirò il petto

a te il talamo nuziale.

Ti penserò notte e giorno

tra fumo, terra e fango

in attesa del mio ritorno

piangerò, come adesso piango.

(by Sanvass)

 

 

POESIA : FIORE DI PRIMAVERA (BY SANVASS)

FIORE DI PIMAVERA

fiore di primavera

doni amore a chi t'ispira

fresca brezza della sera

la tua grazia già m'attira

Doni amor a chi ti ama

donna bella e forestiera

il mio cuore a te brama

nel tuo SI esso spera

Nel tuo cuore mi riposo

come farfalla nella rosa

t'amo d'amor focoso

e sopra ogni cosa.

(By Sanvass)

 

 

Prima Guerra Mondiale

Post n°1977 pubblicato il 10 Novembre 2023 da sanvass
 

Alle ore 11 dell'11 novembre 1918 cessavano le ostilità anche sul fronte occidentale. La Prima Guerra Mondiale era davvero finita.

Milioni di caduti tra i soldati, milioni di feriti e mutilati. Una strage immane.

Molti feriti moriranno giorni dopo, settimane dopo e alcuni anche anni dopo l'armistizio.

Edera soltanto il primo round.

Il secondo sarebbe iniziato nel 1939.

 
 
 

Medioevo e la strage dei gatti

Post n°1976 pubblicato il 01 Novembre 2023 da sanvass
 

Forse non c'é mai stata una vera e propria strage di gatti nel periodo medevale.

Però, forse a causa di una incomprensione della bolla papale (papa Gregorio) l'avversione verso i gatti si alimentò e in qualche caso divenne una vera e propria persecuzione.

Il gatto nero associato al diavolo finì per stuzzicare gli animi più deboli e più superstiziosi.

Nel frattemmpo, dall'oriente arrivò la peste, un flagello che fece nel corso di vari secoli centinaia di milioni di morti.

Nell'epoca medievale la malattia era considerata una "punizione divina" (in qualche caso anche oggi alcuni la pensdano così, un retaggio medievale difficile da sradicare).

Gatto e streghe nel medioevo venivano associate e mescolate.

C'era una città dove i poverini felini venivano buttati giù (vivi) da un campanile.

Usanza ricorrente ancora oggi, solo che si buttano (fortunatamente) gatti di pezza.

Il fanatismo religioso é un pericolo, per sé e per gli altri.

Purtroppo, nel mondo il fanatismo religioso é presente, e la cronaca di questi giorni, drammatici, lo conferma.

Buon Ognissanti a tutti.

 
 
 

Far west : la strage dei bisonti

Post n°1975 pubblicato il 29 Ottobre 2023 da sanvass
 

Si calcola che i bisonti del Nuovo Mondo fossero prima dell'arrivo di Colombo nel numero di circa 100.000.000 di esemplari.

A fine guerre indiane (1890) ne rimaneva circa 500 (cinquecento).

Molti furono uccisi per sfamare i coloni e gli operai delle Ferrovie. Ma la maggior parte morì di malattie trasmesse durante gli incroci con animali portati dalla vecchia Europa.

Poveri bisonti, anche loro pagarono il prezzo della civiltà portata dall'uomo bianco.

E non si difesero neppure. Cosa potevano fare controi potenti fucili dei cacciatori?

E niente potevano fare contro le malattie.

Circa 100 anni dopo il numero di bisonti é aumentato ma ancora a numero irrisori (circa 500.000) e protetti nelle Riserve (anche loro come gli Indiani).

 

 
 
 

Genetliaco del blog History Red Line

Post n°1974 pubblicato il 10 Ottobre 2023 da sanvass
 

Ci siamo. Tra qualche giorno questo blog spegnerà 11 candeline. Un risultato eccezionale in quanto l'aggiornamento é stato continuo nel tempo con pochi periodi di stasi (soprattutto per sistemare e rassettare il blog stesso).

Siamo soddisfatti perché questo blog ha trattato i più disparati argomenti : dall'astronomia alla storia, dalla poesia alla letteratura italiana e straniera.

Questo blog é un caleidoscopio multicolore e multiculturale in quanto si occupa di tutto lo scibile umano (ovviamente con i limiti e le difficoltà stante le tante materie trattate.

Ci siamo occupati anche di gossip, di disegno e sport, perché tytto rientra nel sapere culturale generale.

Insomma, il nostro é un Blog "Onnivoro", c'é di tutto e di più, anche gastronomia e culinaria.

Il sapere é formato da una catena ininterrotta di elementi (materie) e più sono gli anelli del sapere che la comprendono e più aumenta il sapere.

Ma c'é di più : il sapere deve esempre essere alimentato da nuova conoscenza e nuovi approfondimenti giacché non bisogna mai smettere di imparare.

Gli auguri al blog li faremo ovviamente alla data del genetliaco.

 
 
 

Trapani : giornata della memoria

Post n°1973 pubblicato il 05 Aprile 2023 da sanvass
 

Trapani fu bombardata a partire dal giugno del 1940. Il territorio dotato di porto e aeroporti era soggetto a continui bombardamenti.

La furia alleata si riversò sulla città prima e durante lo sbarco in Sicilia (Aprile-luglio 1943).

La zona più colpita quella del porto e zone adiacenti.

Anche gli aeroporti militari di Milo e Chinisia furono bombardati.

Molta gente era sfollata e si salvò dalle bombe. Chi rimase in città, spesso i più poveri furono più sfortunati e rimasero sepolti dalle macerie e dai crolli.

Quella città vecchia oggi non esiste più e al suo posto strade e abitazioni nuove.

Il ricordo però deve rimanere vivo sempre per quella gente (molti erano bambini e ragazzini di una scuola) che visse in un periodo di guerra.

 

 
 
 

Ricorrenza Aeronautica Militare Italiana

Post n°1972 pubblicato il 28 Marzo 2023 da sanvass
 

Oggi si celebra il centenario della fondazione della Aeronautica Militare Italiana, costituita il 28 marzo 1923 con Regio Decreto.

Allora si chiamava REGIA AERONAUTICA, poi scissa in due tronconi durante la seconda guerra mondiale (Aeronautica cobelligerante e Aeronautica della RSI).

Nel 1946, finita la guerra viene costituita l'Aeronautica Militare Italiana.

 
 
 

Fiction Makari

Post n°1971 pubblicato il 21 Marzo 2023 da sanvass
 

Ad aprile iniziano le riprese delle nuove puntate della Fiction Makari, che saranno girate nel nostro meraviglioso territorio che non ha nulla da invidiare alle più rinomate località turistiche mondiali.

Qui da noi c'é tutto (quasi, a parte il lavoro) mare, sole, clima bellissimo, é sempre estate praticamente e anche d'inverno le temperature sono accettabili.

In questo periodo ci sono tra i 18 e i 20°, come alle hawaii.

Insomma, il paradiso é qui a Makari!

 
 
 

Astronomia : Equinozio di Primavera

Post n°1970 pubblicato il 14 Marzo 2023 da sanvass
 

L'equinozio di Primavera quest'anno cadrà alle ore 21:24 del 20 marzo prossimo futuro.

L'anno scorso la Primavera era iniziata alle ore 15:33 sempre del 20 marzo.

Poiché l'anno tropico dura un pò di più dell'anno civile (365 giorni) ed esattamente 5 ore, 48 minuti e 45 secondi in più.

Quindi, se aggiungiamo alle ore dell'anno scorso 15:33+5 ore e 48 minuti = mumble mumble = 21:22. Occorre aggiungerei secondi relativi all'annoscorso che non so.

L'equinozio del 2024 (che sarà un anno bisestile) cadra alle ore 21:24+5 ore e 48 minuti = 3:12 a.m. del 20 marzo 2024.

Ormai tutti gli equinozi a venire cadranno sempre il 20 marzo, ma convenzionalmente noi tutti usiamo la dtaa di entrata della primavera il 21 marzo.

ANNO BISESTILE : si dice bisestile l'anno ogni 4 in cui si aggiunge 1 giorno per riallineare anno civile e anno tropico).

Gli antichi Romani aggiungevano 1 giorno dopo il 23 febbraio che era detto ante diem sextum kalindae martias e quindi = giorno 23 bis veniva detto ante diem bis-sextum kalindae martias.

 
 
 

Roma Anbtica : Festa della Matronalia

Post n°1969 pubblicato il 02 Marzo 2023 da sanvass
 

Era celebrata il 1° di marzo di ogni anno. Era la festa delle "Matrone" (e quidi delle donne).

Le Matrone avevano grande influenza sul marito e la famiglia, anche se di diritto subordinate al marito di fatto erano loro che comandavano a casa (e anche fuori se volevano).

Non deve stupire quindi se anche oggigiorni la festa della donna viene celebrata 8 marzo, dato che per gli antichi Romani la settimana durava 8 giorni; si contava infatti anche il giorno iniziale. Noi oggi diciamo (esempio) "ci vediamo tra 7 giorni"; loro I Romani dicevano (esempio) : "ci vediamo 8 giorni oggi".

VESTALI : Erano il consesso religioso più influente femminile dell'antica Roma e anche il Pontifex Maximus doveva sottostare in particolari casi al volere delle Vestali, che erano addette allapreparazione degli ingredienti sacri per le cerimonie (solo loro potevano farlo).

DIRITTO DI GRAZIA : Le Vestali potevano uscire (non erano suore di clausura) e se durante il tragitto avessero incontrato un condannato a morte, esse potevano "graziarlo". La Grazia come si sa spetta sempre alla massima autorità statale.

1° di marzo : Era il capodanno Romano, e presso l'Aedes Vestae (Tempio di Vesta), nel sacro Atrium, il fuoco sacro veniva spenta (solo 1 volta all'anno), però un tizzone rimaneva acceso per riattizzare il fuco nel braciere sacro.

La fiamma quindi si spegneva (ma solo virtualmente) e la si riaccendeva con un tizzone ardente, sombologia della rinascita dell'anno nuovo addiveniente.

 

 
 
 

Roma Antica : Festa di Capodanno

Post n°1968 pubblicato il 01 Marzo 2023 da sanvass
 

Lo so che lo sapete, però é necessaria una ulteriore riflessione in merito.

I mesi erano dieci al tempo degli antichi Romani e il primo mese iniziava a marzo e quindi a Primavera possiamo dire. Anche per i nativi americani era così conteggiato il tempo annuale, anche se i Nativi Ameriicani non conoscevano la scrittura a differenza dei Romani

Il Primo Marzo quindi era festa (il primo giorno del mese di solito era festivo anche allora).

FUOCO SACRO DI VESTA : In quel giorno le VESTALI consacravano il fuoco del braciere eterno presso il Tempio di Vesta (Rinnovavano il fuoco).

Il fuoco é rimasto acceso per circa mille anni e fu spento dall'Imperatore Teodosio (dopo il suo editto) nel 391 d.C.

Circa 20 anni dopo ci sarebbe stato il "sacco di Roma" da parte di Alarico, poi il pericolo portato da Attila ed infine la deposizione di Romolo Augustolo nel 476 d.C. e quindi la fine dell'Impero Romano d'Occidente.

Per la verità, Giustiniano tentò di unificare i due Imperi e c'era quasi riuscito ma poi tutto degenerò e i due imperi rimasero nuovamente staccati (Impresa di Belisario).

La Roma dei Cesari era finita per sempre e stava per nascere il Sacro Romano Impero.

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: sanvass
Data di creazione: 15/10/2012
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Nannyalckmikdevitacielostellepianetisanvassstufissimoassaialf.cosmoscassetta2Rameorobluemagdalene57anna_Lazzaribismassimostellina_del_mattinoletizia_arcuriCherrysl
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Nannyalckmikdevitacielostellepianetisanvassstufissimoassaialf.cosmoscassetta2Rameorobluemagdalene57anna_Lazzaribismassimostellina_del_mattinoletizia_arcuriCherrysl
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

CHI SONO?

Chi sono? sono quello che vedete, non ho nulla da nascondere. Nè doppi o tripli nick o profili o blogs. Le mie foto, visibili, atletico, sportivo, longilineo.Cerco amicizia, vera e sincera, senza secondi fini. Penso che la differenza di età non sia un problema nell'amicizia, anzi integra e completa le conoscenze dell'uno e dell'altro.Mi piace scrivere e dialogare, per scambio vicendevole di esperienza, per arricchire la propria interiorità.amo la storia e la letteratura; mi piace il mio territorio perchè lo ritengo prescelto dal "Fato". Luogo prediletto per storia e mitologia che qui si sono realizzate e sviluppate.Un territorio dalle potenzialità immense, a volte misconosciuto, e trascurato anche dai politici che ne dovrebbero avere la cura.Il colore del mare, i raggi solari, le isole e la vegetazione che qui cresce, sono unici.Prodotti della terra (sale, vino, tonno, formaggi etc.) e tanto altro.

 

 

DREPANO E IL SUO PORTO (BY SANVASS)

Drepano e il suo porto

nel mito le radici affonda

volle il fato fosse sorto

ove falce smarrì dea bionda.

Di qui passò l'eroe mesto

dopo che foco il greco produsse

ad Ilio e tal funesto gesto

la natia città distrusse.

E per donna nomata Didone

che fu regina di cartagine

l'Eroe troiano mosse il timone

scrivendo d'amor meravigliose pagine.

Dido disse : eroe mio resta!

ma Enea spezzò le sue catene

e preso il mare, fu tempesta

presso Drepano gettò gomene.

Di territorio sì fecondo

il fascino ne suibì il prode Enea

progenitor di Silvuia Rea

e di Roma, capital del mondo.
Ove che arse del padre la pira

il divin guerriero udito Anchise

guardossi intorno ove vento spira

per lidi latini le vele mise.

Ma pria che a settentrione

volgesse lo sguardo e la prua

nel mar di Drepano rivolse l'attenzione

del padre Anchise, in memoria sua

indire volle gioco solenne

di cesti, di vele e di cavalli

e mar di Drepano divenne

arena fino ad Erice e le sue valli.

Drepano, ti celebrò Virgilio

latin poeta d'eccellenza

gesta cantò dell'eroe d'Ilio

che Drepano onorò con sua presenza.

(by sanvass)

p.s. versi ispiratimi dalla mia città che amo tantissimo.

 

SOSPIR D'AMORE (POESIA ISPIRATAMI DA UN PROFILO)

Oh Dea dell'Olimpo

Oh Musa, tra le sette la più bella

che al sopir t'accingi

sospir d'amore

riempi il vuoto

del cuore mio solingo

che da tempo immemore

niuna ha mai colmato.

(sanvass, 2012)

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Marzo 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963