Creato da nina.monamour il 11/06/2010
 

Il Diavolo in Corpo

Di tutto e di piu'.....

 

 

Ti ho inseguito..

Post n°8490 pubblicato il 19 Agosto 2018 da nina.monamour




Dimmi di te, chi sei, dimmi che fai, spiegami i tuoi movimenti fra le tue cose, nella tua casa, spiegami quel che posso solo immaginare.
E parlami di quelle strane imperfezioni che ci rendono unici, alleate di pensieri immensi, nati in sordina per farsi riconoscere.
Mi piacerebbe incontrarti non soltanto conoscerti.
Incontrarti nei bisogni, incontrarti nei pensieri, incontrarti in parole vissute e non solo pronunciate.
Ti ho inseguita da lontano solo per guardarti da vicino.
Non so tener ferma l’anima e per questo cammino.
Quando mi affido all’incoscienza dei sogni mi sento più responsabile.
Riesco ancora a visualizzare certe magie, troppo leggere per esser viste da chi vuol toccare con mani pesanti quello a cui non crede.
Chiudimi accanto e donami la capacità di arrivare sano e salvo ad un nuovo inizio.
Voglio scriverti una lettera ogni giorno.
Voglio scriverti lettere d’amore, e poi viverle.


 

 
 
 

Tutta la Penisola si associa al dolore dei Genovesi..

Post n°8488 pubblicato il 18 Agosto 2018 da nina.monamour

 

 

 

"Solo due entità ti uccidono
e poi ti donano funerali regali:
La mafia e lo Stato"

Genova

 

 
 
 

Un banco di prova per l'amore..

Post n°8487 pubblicato il 17 Agosto 2018 da nina.monamour


Risultati immagini per in vacanza la coppia scoppia



Le tante aspirate ferie sono un banco di prova per l'amore, possono mandare in fumo anche i legami più consolidati oppure regalare nuova linfa ad un rappporto un po' traballante.

Belle le vacanze, bellissime, però adesso per un pò basta! C'erano tante aspettative, tanta attesa, avete investito tempo e soldi per organizzarle. E, sotto sotto, tu speravi potessero essere un toccasana per piccoli problemi nati tra vi due, incomprensioni, battibecchi, una certa stanchezza anche sul piano intimo.

Invece le ferie sono state un disastro, non avete quasi fatto altro che litigare, fra musi lunghi, tante ore separati, ripicche. 
E anche delle sognate notti di fuoco non se ne è fatto (quasi) nulla, specialmente chi è in coppia confida sempre che le vacanze abbiano un potere taumaturgico, sorprendente, straordinario, in grado di guarire quasi magicamente tensioni e dissapori.


Risultati immagini per in vacanza la coppia scoppia


In realtà di impegnarsi a salvare o quantomeno rimettere sulla strada giusta la via a due, ciascuno di noi è ormai una riserva di energia e deve riconquistare smalto e ritemprarsi dopo un intero anno di lavoro, non a caso, spesso è proprio all'inizio delle ferie capita di ammalarsi.
Quindi le risorse fisiche e mentali, almeno all'inizio, saranno limitate e così anche la disponibilità al cambiamento. Ecco perchè chi si immagina le vacanze come un momento di lotta ed impegno alla riconquista dell'armonia di coppia, spesso resterà delusa, da lì all'impennata del tasso di litigiosità è breve.

Il più delle volte, invece di essere immersi in un clima paradisiaco di serenità e disimpegno, accade proprio il contrario e le ferie finiscono col diventare un campo di battaglia. Magari ci sono difficoltà di lunga data, per esempio problemi economici, e il conto da cardipalma di quel ristorantino così trendy sul mare riaccende la miccia di un fuoco, comunque già in agguato sotto la cenere.


Immagine correlata


Magari uno dei due non era d'accordo sul tipo di ferie (mari, monti, viaggio in camper), spesso la scelta degli amici con cui condividere il viaggio si rivela infelice, oppure quel mese intero in campagna dai suoceri finisce per affossare del tutto l'intesa a due.

Abbozza, cerca di goderti comunque le settimane di ferie, se possibile sfodera tutte le tue doti di mediazione e pazienza, stringi i denti, dopotutto le vacanze sono come il mal di pancia, durano un po' ma poi passano!


 
 
 

"Mi sa" che ci troviamo proprio bene…

Post n°8486 pubblicato il 15 Agosto 2018 da nina.monamour

 

 

Siamo arrivate negli anni Sessanta, sedute composte sul sedile posteriore dell'auto di papà, quando l’autostrada iniziava dal Sud e il casello di ...XXXX era lontanuccio. A ripensarla adesso, non era altro che una strada abbastanza normale, se non fosse stato per tutti quei viadotti sospesi come sul nulla e quelle gallerie con i nomi buffi che giocavamo a ricordare anno dopo anno.

Erano gli anni del boom, dei condomìni che salivano uno accanto all'altro nelle vie dai nomi strani tanto per non lasciare dubbi sulla provenienza di chi qui avrebbe acquistato la seconda casa.

Siamo diventate grandi e poi abbiamo cresciuto i nostri figli sulle spiagge della costa sorrentina affezionandoci alla sabbia un po’ polverosa e piena di sassetti che bucano i piedi quando ci si avvicina alla riva.

Felici di quel senso di tranquillità tutto campano del ritrovare le stesse facce anno dopo anno per non sentire troppo la nostalgia di casa e per non dover dare confidenza ai vicini di ombrellone oltre a quella imposta dalla buona educazione, abbiamo importato le nostre tradizioni e il nostro modo di parlare fatto di “e” strette e strane frasi.

I campani insieme al tedesco e al francese che serviva per capire i turisti portati sulla costa dalle prime agenzie, si sono impadroniti perfettamente del nostro slang fatto di espressioni un po' arzigogolate come "solo più", "mi sa" o "facciamo che", e non è raro ormai sentire qualche negoziante che le usa con estrema proprietà, “Signora mi spiace, ma la focaccia c’è solo più con le cipolle!”.

Per non parlare del limoncello, che fino a qualche anno fa ce lo dovevamo portare da casa a inizio stagione e che ora si trova in qualsiasi negozio e in tutti i bar che ci tengono alla clientela.

Abbiamo imparato a sostituire gli amati maccheroni con la loro versione estiva, i ravioli di borragine. Ma non siamo esenti da crisi d'astinenza perciò, quando ci prende la nostalgia dei menu di casa, fosse pure il 15 di agosto, un buon piatto di maccheroni col sugo della salsiccia, non ce lo leva nessuno.

La realtà è che, come direbbe Antonello Venditti, “certi amori non finiscono, fanno dei giri immensi e poi ritornano”, anche noi che negli anni abbiamo provato altre sabbie, da quella low cost di Sharm el Sheik, a quella snob della Sardegna, da quella corallina bianchissima delle Maldive a quella sintetica delle finte isole di Dubai, abbiamo sempre voglia di ritornare qui, dove si comincia a vedere il mare a 125 chilometri di autostrada

"Mi sa" che ci troviamo proprio bene…

 

 

 
 
 

Nel mezzo del cammin della "mia" vita..

Post n°8485 pubblicato il 13 Agosto 2018 da nina.monamour

 

 

Ho tre amiche indispensabili...

Lascia stà, non ce pensà e tira a campà.

Loro si che m'aiutano nei momenti di bisogno..

Ahahahahahahahhhhh

colorato Ferragosto

Un bacio a tutti ed un abbraccio

 

 

 
 
 
Successivi »
 

ULTIME VISITE AL BLOG

rudy51_2016prolocoserdianatanmiklucre611chiarasanynina.monamouraligi4ninograg1cbmeccanica2015volami_nel_cuore33e_d_e_l_w_e_i_s_sErMejoPiacioneelcondor52eric.trigance
 
Citazioni nei Blog Amici: 179
 
 

BUONGIORNO

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

ULTIMI COMMENTI

             

 

 

 

 

 

 

         

 

 

 

 

           

 

AREA PERSONALE

 

 

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

 Immagine precedente  Immagine successiva  Pagina indice

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20