Creato da perpoche1 il 31/07/2011

MOMENTI COSI'

IO

 

 

« IL MATRIMONIO...IL BACIO... »

I VERI NEMICI DELLE DONNE...

Post n°56 pubblicato il 04 Novembre 2012 da perpoche1

I VERI NEMICI DELLE DONNE...

Ci sono state nel tempo varie lotte per affermare la parità delle donne e dell'uomo.
Specialmente dal secondo dopoguerra si è avuto in alcune nazioni europee un vero e proprio risveglio da parte delle donne per affermare i propri diritti.
Pensate che in alcune nazioni le donne hanno cominciato a lavorare in massa nelle industrie, proprio nei periodi di guerra.
In gran Bretagna, per esempio, durante la prima guerra mondiale e poi durante la seconda, erano loro a portare avanti l'economia interna di quel paese.
Infatti nella stragrande maggioranza dei casi erano le donne ad essere utilizzate per lavorare nelle fabbriche, essendo gli uomini chiamati nell'esercito.
Eppure il gentil sesso ha sempre dovuto combattere per veder affermare i propri diritti. Ancora adesso, il pensiero dell'uomo in generale, tende a vedere le donne come esseri di secondo ordine rispetto al maschio dominante.
E quindi: nei partiti politici, ai vertici di alcune aziende o nella guida di alcune realtà economiche, le donne vengono sempre bistrattate. E questo nonostante dimostrazioni pratiche delle loro capacità o acume spiccato per certe mansioni.
Ma come mai si avverte questa avversione nei confronti delle femminucce?
Perchè gli ometti osteggiano l'inserimento delle donne in alcuni ambienti di responsabilità o di dirigenza?
Credo che tutte le lotte che sono state portate avanti contro sistemi politici da parte delle donne non servano a niente.
E' come se avendo la febbre si prendesse qualcosa contro il mal di testa.
Come se si incolpasse chi da il meteo del brutto tempo o del sole cocente...
Il vero ostacolo esiste nella mente delle persone (donne incluse).
L'ostacolo è stato generato dalle religioni che hanno sempre ritenuto le donne le nemiche dell'uomo.
Sapete che in alcuni monasteri cattolici non è permesso a delle donne di entrare? Anche se si trattasse di una bambina di sei mesi non può entrare: porterebbe impurità.
Il grande Confucio, conosciuto per la sua elevata saggezza, espressa in tante massime, insegnava che un uomo può uccidere la moglie per potersene liberare, perchè ritenuta un oggetto di cui dopo un po' ci si possa disfare eliminandola. I governi cinesi per secoli hanno appoggiato questa idea e ancora adesso, quando in una famiglia nasce una femminuccia possono decidere di ucciderla.
Maometto ha sempre insegnato a disdegnare le donne "utilizzandole" solo per portare avanti il nome del marito.
Nei paesi di estrazione musulmana, se un uomo si ferma a parlare in pubblico con una donna, questa viene ritenuta una prostituta.
Le donne non entrano nelle moschee per pregare, almeno non quando sono presenti degli uomini.
Nella loro cultura è implicito che la donna si copra il volto, perchè altrimenti è una poco di buono.
Buddha aveva giurato che non avrebbe mai iniziato una donna, perchè ritenuta un pericolo per la sua religione.
Gesù scelse 12 uomini come apostoli, anche se quando morente sulla croce tutti questi lo abbandonarono e solo tre donne restarono.
I vangeli dicono che insegnava in privato solo con uomini mentre le donne lo servivano.
Non esistono preti donna e nemmeno vescovi.
Mai è stata presa in considerazione la possibilità che una donna potesse diventare papa. Anzi, fino al 19° secolo per la chiesa cattolica e/o protestante, le donne non avevano neppure un'anima ed erano ritenute impure come spesso si legge nella bibbia: un libro prettamente maschilista sciovinista.
Quindi, a quale conclusione si può pervenire?
Come può una donna ritenersi emancipata e cercare una parità nella società in cui si sta sempre più affermando a causa delle sue riconosciute capacità, se essa stessa si ritiene religiosa?
Se essa stessa si abbassa ad entrare in edifici dove tutto l'apparato dottrinale storico è contro le donne, come può pensare di raggiungere gli stessi livelli dell'uomo?
Non serve a niente tentare di abbattere il pensiero politico se quello che influisce è il maschilismo religioso dell'uomo che viene inculcato sin dalla primissima infanzia a livello mondiale da leader religiosi che sono contro le donne, essendo dei repressi sessuali e ignavi Uomini...
Ma è solo un pio parere...

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 10
 

ULTIME VISITE AL BLOG

luca6119cassetta2ormaliberaCherryslperpoche1Saledizuccherohurricane201MinistradelCaossssirene.mantovavivianacarlimaristella0109alexxia_74NonnoRenzo0emozioni.a.colori
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom