IlColoreDeiPensieri

Immagini,Pensieri,Emozioni

Creato da fasor il 29/09/2011

Seminari di Reiki

    Sono aperte le iscrizioni

per i Seminari di I° e II° Livello di Reiki

(Antico Lignaggio)

Per informazioni e/o prenotazioni scrivere alla e-mail: fasor@libero.it
oppure telefonare al numero 3348916905 .
Reiki Master: Fabrizio

 

REIKI

Usui System of Natural Healing
La parola Reiki e’ formata dall’unione di due termini giapponesi: Rei & Ki.
Rei e’ l’energia Universale che viene espressa nel mondo attraverso l’aria e
la luce del sole, mentre il Ki e’ la manifestazione di tale energia all’interno
di ogni essere vivente. Scoperto e codificato dal monaco cristiano giapponese
Mikao Usui , da antichi sutra buddisti risalenti al 5° secolo a.C., il Reiki e’
un trattamento di riequilibrio energetico che permette l’avvio di un processo
di guarigione naturale psicofisico. Attraverso l’imposizione delle mani sul corpo
si innescano dei processi di disintossicazione : le tossine vecchie e nuove,
fisiche e psichiche, vengono rimesse in circolo per essere poi espulse in
maniera definitiva.  Il Reiki riattiva energie sopite,allevia il dolore acuto e
cronico, rivitalizza il sistema cardiocircolatorio, nervoso e neurovegetativo,
rafforzando il sistema immunitario,ripristinando l’equilibrio generale di tutto
l’organismo,contrastando gli effetti legati allo stress e ad errata alimentazione.
Riporta Armonia tra CORPO-MENTE-EMOZIONI-SPIRITO.
 

FACEBOOK

 
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

 

Gregorian - Arrival - Abba

Post n°71 pubblicato il 04 Gennaio 2013 da fasor

 
 
 

AUGURI

Post n°70 pubblicato il 23 Dicembre 2012 da fasor

Buone Feste con il Cuore

Che siano di PACE E SERENITA'

                            

            

         Buon Anno-Happy New Year

             

 
 
 

22 e 28 dicembre - International Performance Art Festival a Roma - Mutazioni Humane e Pensiero

Post n°69 pubblicato il 12 Dicembre 2012 da fasor

22 DICEMBRE PRESSO LA GALLERIA MONDRIAN SUITE via dei Piceni 39, 00185 Roma
IL 28 DICEMBRE PRESSO LA FONDERIA 900 Via Assisi, 33 00181 Roma

Con il Patrocinio dell'Ambasciata del Cile

Il progetto "Mutazioni Humane e Pensiero" è un festival di Performance Art con ospiti di rilievo della scena performativa contemporanea internazionale dal Cile, la Germania e l'Italia che hanno svolto un ruolo importante nella diffusione di questo linguaggio nel loro paese di origine.

La Performance art ha origine negli Stati Uniti D’America negli anni ’60. E' una particolare forma artistica dove l'azione di un individuo o di un gruppo, in un luogo particolare e in un momento particolare costituiscono l'opera. Performance Art significa che è dal vivo e che è arte, non teatro. Gli anni ’70 hanno anche visto l’apogeo della "Body Art" dove la carne dell’artista è la tela, usando e modificando il proprio corpo come se fosse una forma di scultura, di scultura sul vivente.

Il governo cileno, sostiene i propri artisti e consente loro di partecipare a questo festival totalmente indipendente.
Tra gli artisti Gonzalo Rabanal, performer e curatore della Biennale Deformes, con le sue azioni in memoria della dittatura subita durante il periodo di Pinochet è un importante punto di riferimento artistico nel suo paese. Dal Cile anche Pamela Navarro e Alperoa, coppia nell'arte e nella vita, come lo sono anche VestAndPage (Germania-Italia), Verena Stenke e Andrea Pagnes, curatori dell?international Performance Art Week di Venezia e autori di un progetto tra performance e cinematografia, promettono di coinvolgere il pubblico in un lavoro sul fallimento e l'amore estremamente poetico e struggente. Tra gli italiani Angelo Pretolani, il Collettivo Cercle, Marco Fioramanti e Monica Melani. Curatrici dell'evento le artiste italiane Kyrahm e Julius Kaiser, che nel loro percorso artistico sono state portavoce di un messaggio politico contro la discriminazione e la violenza di genere.

Attualmente l'arte contemporanea ricorre sempre più spesso alla tecnologia, divenedo tecnocultura, spesso manipolazione della natura e straordinario controllo di forze naturali. Nascono le tendenze degli artisti attuali ad usare e modificare il proprio corpo come se fosse una forma di scultura, di scultura sul vivente.

Se negli anni 80 e 90 l'attenzione all'intelligenza artificiale, al cyborg e alla biomeccanica era tale da indurci a parlare di postumano, in questo affacciarsi al secondo decennio del 2000 non possiamo più non prendere in considerazione l'invisibile, la sostanza delle emozioni, la fisica del pensiero e la memoria dei corpi.

Per questo gli artisti saranno invitati ad elaborare delle performance che riflettano la necessità di una estensione ulteriore tra arte e scienza e filosofia.

L'EVENTO SI SVOLGERà il 22 DICEMBRE PRESSO LA GALLERIA MONDRIAN SUITE via dei Piceni 39, 00185 Roma

IL 28 DICEMBRE PRESSO LA FONDERIA 900 Via Assisi, 33 00181 Roma

Kyrahm e Julius Kaiser

è consigliata la prenotazione via mail al seguente indirizzo:
humaninstallations[at]gmail.com

programma e informazioni
http://www.mutazionihumane.blogspot.com/
http://www.mutazionihumane.it/

 

 
 
 

Sorridi

Post n°68 pubblicato il 11 Dicembre 2012 da fasor

Sorridi anche se il tuo sorriso è triste, perchè più triste di un sorriso triste c'è la tristezza di non saper sorridere.
Jim Morrison

 
 
 

Talmud

Post n°67 pubblicato il 19 Settembre 2012 da fasor

"Noi non vediamo le cose come sono,
le vediamo come siamo"

 
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
 

Ultime visite al Blog

antonella.2009puoidirloquifasorsolosorrisoteoteti.mchiarasatanassiemanuel.rockyalfredo.job90n.partipilo0elenadibitopsicologiaforenseSky_Eaglesarettaroyggianni_2011orkydea75
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

I miei link preferiti

Ultimi commenti

Ricette

COUS COUS

Piatto tipico della cucina araba, il cous cous è un piatto tipico del Nord Africa, molto legato alle tradizioni religiose di questa terra. Ha avuto un grande successo in tutto il mondo grazie alle sue caratteristiche inconfondibili, come l’aroma straordinario e il sapore intenso. Nasce in tempi antichissimi: si ritiene fosse già  presente presso le tribù dei Berberi, un popolo autoctono delle zone maghrebine che lo preparava mescolando ai cereali che coltivava dell’acqua o del latte; col passare del tempo si è arrivati alla ricetta tradizionale conosciuta oggi che prevede la cottura della semola al vapore e l`aggiunta di verdure e carni miste.

Oltre alle zone nord africane, il cous cous si è diffuso anche in Francia, in Italia meridionale , in Giordania, in Libano e in Israele.

La preparazione della semola di cous cous è molto lunga e complicata; in passato veniva effettuata dalle donne africane che, per ottenere grandi quantità  di questo prodotto dovevano riunirsi in gruppi e lavorare per diversi giorni.

Oggi ovviamente la produzione è stata meccanizzata e si vendono in tutto il mondo grandi quantità  di questo alimento.

La cottura tradizionale del cous cous è quella al vapore che prevede l’uso di una pentola particolare chiamata in lingua berbera taseksut o più comunemente conosciuta come cuscussiera.

La cuscussiera si compone di due recipienti: uno inferiore in cui si cuociono le verdure e la carne e uno ad esso sovrapposto in cui il cous cous si cuoce col vapore del preparato sottostante, acquistando un sapore unico e speciale.

Questo pasto viene servito tipicamente in un unico piatto rotondo, da cui si cibano tutti i commensali; i più esperti possono mangiarlo addirittura con le mani ma di solito si usa un cucchiaio per servirsi (simile alla polenta).

Per preparare un buon cous cous abbiamo bisogno di:

  • cous cous di semola
  • pomodori
  • cipolle
  • ceci ammollati
  • zucchine
  • verza
  • carote
  • patate
  • carne di montone ( ma è ottima anche quella di agnello o di manzo)
  • pepe
  • cumino
  • coriandolo macinato

 

 

Ricette

Torta di burro e cioccolato

250 gr. burro (meglio 225/230)
250 cioccolato fondente al 70%
200 gr. zucchero
5 uova
(un cucchiaio raso di farina).

Sciogliere a bagnomaria il burro e il cioccolato e unirli allo zucchero.

Aggiungere le Uova uno alla volta mescolando bene.

Versare il composto in un tegame basso e largo in modo che il livello

arrivi più o meno a metà bordo (o poco più).

Mettere in forno pre-riscaldato a 180 gradi circa per 20/25 minuti.

Si può anche mettere nei pirottini.

Mangiato caldo è tipo i "cuore caldo", ma può essere mangiato

anche a temperatura ambiente o messo in frigo per farlo solidificare.

Di solito si accompagna con panna montata o, se è freddo da frigo,

si può guarnire con zucchero a velo o un filo di marmellata d'arancia.

Ricetta fornita gentilmente da Sabrina

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom