Creato da ceronte_rinox il 05/10/2009

IL MONDO A COLORI

Questo è un blog di immagini prese ovunque.

 

Afghanistan way of life

Post n°13 pubblicato il 24 Gennaio 2010 da ceronte_rinox
 

 
 
 

FORGIVENESS - ELISA FEAT ANTONY HEGARTY

Post n°12 pubblicato il 23 Gennaio 2010 da ceronte_rinox
 

(traduzione)
Mi sono persa. E ho paura di guardare in faccia questa vita.
Eppure ho sempre creduto che sarei stata forte.
Questa rabbia, questa zona dombra che non voglio vedere, se ne sta là se ne sta là laggiù dentro di me, ferma sul fondo, smarrita come un bambino. Eppure so che mi appartiene.
Abbiamo solo bisogno di Perdono.
La sola nostra chiave di accesso al mondo.
Perdono. Quello che temo di meritarmi.
Perdono tutto quello di cui abbiamo bisogno.
Perdono che non sono certa di conoscere.
E stato l'amore non insegnato. Intrappolato nella tua mente che non ne voleva sapere di me.
Una pietra silenziosa che mi ha spezzato il cuore mentre cercavo disperatamente un segno. Un tuo segno. Hai provato dolore e hai provato paura.
Ma hai deciso di non guardarla negli occhi. Ci hai costruito il tuo destino.
Non è forse questo il tempo per il perdono?
Perché abbiamo pagato.
Perdono, la sola nostra chiave di accesso al mondo.
Perdono, per l'amore che non ci hanno insegnato.
Perdono, che sono pronta ad aspettare.
Perdono, perché abbiamo pagato.
Perdono, la sola nostra chiave di accesso al mondo.
Perdono, per l'amore che non ci hanno insegnato.
Perdono, che sono pronta ad aspettare.

 
 
 

IMMAGINI DI DANNI COLLATERALI IN GUERRA

Post n°11 pubblicato il 15 Dicembre 2009 da ceronte_rinox
 

Gergo militare che ha dato anche il titolo ad un film del 2002 di Andrew Davis.
Secondo il settimanale "Time", l'espressione "danni collaterali", usata per le prime volte durante la guerra del Golfo per indicare i morti civili causati dalle bombe "intelligenti", sta ad indicare «quei civili morti o feriti che avrebbero dovuto scegliersi un quartiere più sicuro».
La colpa quindi è delle vittime.
Con grande sforzo di fantasia ed un po' di rincoglionimento possiamo anche crederci.
Tutte le certezze però svaniscono d'incanto quando le vittime sono alte 1 metro e venti circa...

Martedì 8 dicembre a Kabul.
Una giovane vittima dell'esplosione di una mina, attende un intervento presso il Centro Medico Si riabilitazione della Croce Rossa a
Kabul, in Afganistan.(Majid Saeedi/Getty Images)


Martedì 8 dicembre a Baghdad.
Due sorelle aspettano un intervento di primo soccorso nell'ospedale di Baghdad dopo essere rimaste ferite a seguito di un attacco suicida.
Durante tutta la giornata, sono morte circa 120 persone. (Foto Stringers/Reuters)

 
 
 

SPUNTI PER UNA LIBERA RIFLESSIONE

Post n°10 pubblicato il 10 Dicembre 2009 da ceronte_rinox
 
Foto di ceronte_rinox

Najaf, Iraq. Majid Hassan, 37 anni, piange sulla bara della propria moglie prima della sepoltura. Lei è una delle 127 vittime uccise in diversi attacchi terroristici avvenuti il 3 dicembre a Bagdad.
(Alaa al-Marjani/Associated Press)



Lacrime per papà.
Londra: Victoria Chant piange guardando la bara di suo padre, il soldato Dorien Chant, ucciso il 3 novembre durante un attacco terroristico in Afghanistan.
(Toby Melville / Reuters)

 
 
 

SPIRITO DI ADATTAMENTO...

Post n°9 pubblicato il 17 Novembre 2009 da ceronte_rinox
 

FORAGING FOR FOOD
Mucche al pascolo a Makassar, Indonesia.
(Yusuf Ahmad/Reuters)

 
 
 
Successivi »
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

FACEBOOK

 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom