Creato da: Giuseppe_TV il 19/10/2014
Associazione di Promozione Sociale - email: ilsoledinotte2013@libero.it

I miei link preferiti

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Ultime visite al Blog

carloreomeo0prefazione09ormaliberagenzina0vita.perezGiuseppe_TVsimona_77rmsolitudinesparsaxavier1962FLORESDEUSTADPsy1972lubopoCherryslgipsy.mmVolo_di_porpora
 

Ultimi commenti

Credo che ci eravamo illusi di esserne fuori, invece......
Inviato da: Giuseppe_TV
il 30/06/2020 alle 10:21
 
Purtroppo questo virus fa danni in moltissimi modi,...
Inviato da: Mr.Loto
il 25/06/2020 alle 16:48
 
Grazie. Buona domenica.
Inviato da: Giuseppe_TV
il 17/05/2020 alle 07:15
 
Interessante, la pandemia ha innescato molti nuovi...
Inviato da: Mr.Loto
il 10/05/2020 alle 17:06
 
L'insegnante racconta. Il buon insegnante spiega....
Inviato da: cassetta2
il 08/10/2019 alle 16:12
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 
« PRIMO WEBINAR POL.it: Sa...Salute Mentale: evitiamo... »

Nuovo report mondiale sulla Salute Mentale

Post n°445 pubblicato il 10 Maggio 2020 da Giuseppe_TV
 

A distanza di 20 anni dall'ultima indagine, si punta a fotografare la situazione, anche alla luce della pandemia da Covid-19

Un articolo pubblicato l'8 maggio 2020 da https://www.ilfriuli.it/ 

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, Dipartimento di Salute Mentale e Abuso di Sostanze, ha istituito un Advisory Group che procederà all’elaborazione, a distanza di 20 anni, del nuovo Report mondiale sulla Salute Mentale. Lo studio, sulla base di una valutazione approfondita, e in rapporto ai mutamenti del contesto globale, prima di tutto quello sconvolgente della pandemia, rifletterà i progressi compiuti nel campo e avrà l’obiettivo di aiutare i Paesi a migliorare lo stato della salute mentale in proiezione futura.

Del gruppo di lavoro fa parte anche Roberto Mezzina che, nel suo servizio a Trieste, per 40 anni, è stato impegnato, nel ruolo di Direttore del Dipartimento di Salute Mentale, e in particolare del Centro Collaboratore dell’OMS nell’ultima decade, ad aumentare l’impatto a livello internazionale della fondamentale esperienza maturata dal gruppo di Franco Basaglia, proseguito con Franco Rotelli e Peppe Dell’Acqua. Quello di Trieste è ritenuto oggi il più affermato modello internazionale per la salute mentale di comunità e fu proprio il precedente World Health Report del 2001 a riconoscerne il valore esemplare a livello globale.

Nuovo report mondiale sulla Salute Mentale

"Il momento in cui si svilupperà il documento, insieme con il nuovo Piano d’Azione Globale 2020-2030, è cruciale", spiega Mezzina. "Oltre alla difficile e traumatica situazione attuale determinata dalla pandemia, che ha creato notevoli difficoltà alle persone con disturbo mentale, determinando una contrazione dei servizi, e condizioni di maggior isolamento sociale che stanno avendo un impatto severo sia sulla popolazione generale ma soprattutto sui malati più gravi e in condizioni sociali svantaggiate, si assisterà a una fase in cui cresceranno i disturbi mentali e il tasso di suicidi a causa dello stress, delle esperienze di perdita subite, dei problemi sociali ed economici, dei 'determinanti sociali' di salute e malattia".

"Al momento l’attenzione è focalizzata esclusivamente sulla gestione della pandemia, ma ben presto si imporrà la necessità di assumere provvedimenti atti a realizzare una prevenzione e una serie di interventi efficaci da parte dei servizi pubblici di salute mentale rispetto all’onda lunga che sta arrivando. Attraverso reti e organizzazioni internazionali, e principalmente la World Federation for Mental Health, di cui sono dallo scorso anno Vice Presidente (Regione Europea), ho perorato la causa di un piano d’emergenza straordinario per la salute mentale da parte dei vari Paesi. L’appello è stato raccolto in Italia dalle Associazioni e dai servizi raccolti attorno alla Conferenza Nazionale per la Salute Mentale, e a livello internazionale è stato recepito dall’OMS stessa. Finora il Governo ha messo a disposizione un numero verde nazionale, ma altri provvedimenti dovranno ridefinire nuovi livelli essenziali d’assistenza da garantire in tutto il Paese, che soffre da anni di gravi disuguaglianze nell’offerta di servizi di salute mentale", conclude Mezzina.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Rispondi al commento:
Giuseppe_TV
Giuseppe_TV il 17/05/20 alle 07:15 via WEB
Grazie. Buona domenica.
 
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui: