Creato da simona_77rm il 08/10/2008

IL MIO MONDO BLOG

Fatti, curiosità e varia umanita'

 

Covid: Macron, 'romperò le scatole ai non vaccinati!'

emmanuel-macron

"Di solito cerco di non rompere mai le scatole ai francesi. Invece, con i non vaccinati, ho tanta voglia di rompere le scatole! E quindi continueremo a farlo, fino alla fine. Questa è la strategia": lo ha detto il presidente francese, Emmanuel Macron, rispondendo a una domanda in un'intervista che sarà pubblicata domani sul quotidiano Le Parisien.


"In democrazia il nemico peggiore sono la menzogna e la stupidità. Sui non vaccinati facciamo pressione limitando loro, per quanto possibile, l'accesso alle attività della vita sociale - dice Macron - "D'altra parte, la quasi totalità delle persone, oltre il 90%, hanno aderito alla campagna vaccinale. E' una piccolissima minoranza che è refrattaria."


E come si fa a ridurre questi refrattari? "La si riduce, scusate l'espressione, rompendogli ancora di più le scatole Non li metterò in carcere, non li vaccinerò a forza. Diciamo loro: a partire dal 15 gennaio, non potrete più andare al ristorante, non potrete più andare a bere un bicchiere di vino, un caffè, non potrete più andare a teatro né al cinema...Limiterò loro, per quanto mi sarà possibile, la vita sociale."


Emmanuel Macron forte e volitivo come Napoleone Bonaparte? Certamente decisione e grinta sono indispensabili per conquistare una vittoria. La Francia, d'altra parte, è ormai prossima alla elezione del futuro Presidente della Repubblica e Macron tenterà ad ogni costo la sua scalata all'Eliseo: vuole essere rieletto dai francesi...

 

Certo, Bonaparte fallì proprio nell'ultima campagna, quella di Russia, ma per Macron sarà tutta un'altra storia: romperà le scatole solo ai francesi...

 
 
 

Arriva la mascherina che cambia colore quando è da sostituire: l'idea di uno studente marchigiano

 mascherina-anticovid-cambiacolore

La mascherina che cambia colore. Il 19enne, Viorel Ionut Bohotici, brillante studente di ingegneria del prestigioso "Istituto Galilei" di Jesi (nelle Marche), ha brevettato un microchip in grado di far cambiare colore alla mascherina anticovid (che sia FFP2 o chirurgica) quando perde la sua efficacia, indicando così alle persone quando sostituirla.


L'idea è nata nel giovane scienziato dopo aver letto che il 72% di un campione di utilizzatori di mascherine utilizzava il dispositivo così a lungo che diventava inefficace per fare da barriera al virus. "Con la necessità (e l'obbligo) di utilizzare le mascherine ovunque il micro-sensore all'interno della mascherina diventerebbe essenziale" - ha spiegato lo studente - "Se il dispositivo filtrante non fosse più efficace la mascherina cambierebbe colore diventando arancione" e sarebbe il segnale evidente che la mascherina non protegge più. La reazione colorata si basa sulla presenza di particolari enzimi che agiscono sul cambiamento di colore. 


Ma il sistema è valido anche per altri utilizzi: "Potrebbe avere largo impiego in campo alimentare" - spiega Bohotici - "Il cambio di colore indicherebbe eventuali cattive conservazioni degli alimenti e segnalare anche la loro scadenza: dando una semplice occhiata all'indicatore si potrebbe capire se l'alimento è scaduto o meno" evitando dunque infezioni alimentari o possibili sprechi".

mascherina-che-cambia-colore

"Una volta sul mercato, il dispositivo costerebbe un centesimo per mascherina". Utilizzare questo dispositivo su ogni mascherina consentirebbe di "ridurre ulteriormente la possibilità di contagio e questo vale per tutte le malattie che si trasmettono via aria, con un conseguente impatto positivo sull'intero sistema sanitario nazionale".


E' certamente un'ottima scoperta. Il prototipo di questa nuova mascherina sarà presentato all'Expo di Dubai il prossimo 18 febbraio.

 
 
 

Due fratelli si scambiano allegramente lo stesso regalo di Natale da più di tre decenni!

pacco-natalizio

 

Perchè due fratelli del New Hampshire, Stati Uniti, hanno adottato questa incredibile tradizione natalizia: regalarsi la stessa scatola di caramelle ogni anno, da più di trent'anni?


Tutto era iniziato nel lontano Natale 1987. Stando a quanto riporta il Mattino.it, Ryan Wasson aveva deciso di fare uno scherzo a suo fratello Eric regalandogli dei dolci, però proprio quelli che non erano di suo gradimento. «Non li ho mangiati», ha raccontato Eric ai media locali. «Quindi ho detto a me stesso: penso proprio che al prossimo Natale, per ricambiare lo scherzetto, gli restituirò lo stesso pacco di caramelle in regalo! Sono sicuro che non se ne ricorderà mai». Ryan invece, dopo un anno, aveva riconosciuto la confezione ed ha aspettato a sua volta il Natale successivo per rispedirlo di nuovo al mittente, aprendo così la strada ad una tradizione originale ormai attesa con curiosità da tutta la comunità, da ben oltre trent'anni! ....e sta continuando ancora oggi.


Ogni anno infatti i Wasson si sforzano di restituirsi questo pacco di caramelle nel modo più creativo possibile. Ormai è diventata una vicenda a cui partecipa l'intera cittadina del New Hampshire. Ad esempio, un anno i dolci sono stati presentati da un cameriere di ristorante su un vassoio d'argento, in un'altra occasione è stato un agente di polizia a consegnarli alla porta. L'altro anno i dolci sono stati rifilati ancora, nascosti in un orsacchiotto di peluche.


Questo Natale 2021, Ryan si è rivolto a un gruppo Facebook in cerca di suggerimenti e nuove proposte. Gli utenti hanno consigliato di consegnare il pacco tramite un gruppetto di "zampognari" che avrebbero dovuto intonare cori natalizi davanti alla porta mentre adempivano al compito di consegnare le ormai famose caramelle.

 

Pare che anche stavolta la "tradizionale consegna" sia stata espletata con successo!

 
 
 

Coppia perde 1.300 euro, marocchino li raccoglie e li riconsegna (rifiutando la ricompensa)

marocchino-yassine-ballouki-consegna-soldi-ritrovati

Ventisei banconote da 50 euro: erano sparse a terra, dalla strada fin sotto il bancomat, come le bricioline di pane che Hänsel e Gretel avevano sparso nel bosco per ritrovare la strada. Milletrecento euro, tutti su un colpo. Praticamente uno stipendio, che di questi tempi farebbe "gola" a chiunque. A scoprire, il giorno della Vigilia di Natale, questo "sentiero" di denaro è stato Yassine Ballouki, 28enne marocchino, in Italia da 12 anni e in possesso di regolare permesso di soggiorno, come scrive il mattino.


"Quando ha visto la prima banconota sull'asfalto l'ha raccolta. Poi un'altra. E un'altra ancora. Ventisei in totale, 1.300 euro, tondi tondi." Un gruzzolo di tutto rispetto. Eppure, il marocchino Yassine non ci ha pensato un secondo. Ha raccolto tutte le banconote sparse a terra, ne ha fatto un bel mazzetto e l'ha portato subito alla stazione dei carabinieri di Padova Principale.


Sono scattate così le ricerche degli sbadati proprietari del gruzzoletto. Le riprese della videosorveglianza del bancomat dell'Unicredit sono state fondamentali per risalire a chi aveva smarrito le banconote. Potete immaginare il sollievo della coppia quando dall'altro capo del telefono ha sentito: «Pronto, carabinieri. Abbiamo trovato il denaro che avete perso». Con il cuore gonfio di gioia, marito e moglie sono corsi in Caserma ad hanno incontrato il giovane marocchino.


I due coniugi erano pronti con una bella ricompensa tra le mani, ma Yassine ha rifiutato. «Non ho fatto niente di speciale, solo quello che dovevo. Quei soldi non erano miei e i carabinieri potevano rintracciare il loro vero proprietario. Quindi, grazie, grazie mille, ma non voglio nulla». Un'onestà e una dignità che hanno lasciato a bocca aperta i due imprenditori.


Yassine Ballouki ha raccontato loro di essere in Italia da 12 anni, con permesso di soggiorno, di aver sempre lavorato onestamente, fin dal primo giorno in cui aveva messo piede nel nostro Paese e aveva in cuore da tempo una grande speranza: «Vorrei tanto ottenere la cittadinanza italiana, qui mi sento a casa».


Un bella storia che apre con buoni auspici il "2022"
.

 
 
 

BUON ANNO 2022!

Post n°1592 pubblicato il 31 Dicembre 2021 da simona_77rm
 

happy-new-year-2022


L'anno che ci sta lasciando è stato pieno di piccole gioie e anche di grandi amarezze, vittorie e sconfitte, ma lo stiamo superando... Voglio ringraziare chi mi ha compreso, chi mi ha dato un'altra possibilità, chi tendendo la mano mi ha sostenuta. Voglio ringraziare tutte quelle persone che hanno reso la mia vita migliore. Vi auguro di accogliere questo nuovo anno con lo spirito giusto, con tanti sogni nel cuore e tanta speranza nell'anima. Auguri per un anno più sereno, più felice e più sincero.


Buon Anno 2022 amici!
...con tanto affetto!

 
 
 
Successivi »
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: simona_77rm
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 43
Prov: RM
 

FB E TWITTER

 

AREA PERSONALE

 

LINK PREFERITI

- QUOTIDIANI.net
- Radio italiane streaming

 

FACEBOOK

 
 

CITAZIONI FAMOSE

 
Citazioni nei Blog Amici: 204
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

LIVE TRAFFIC FEED

motori di ricerca

 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom