Creato da iamnobody2011 il 04/06/2011

Nessuno RossoBlù

Tutto sulla Pieralisi Volley Jesi

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: iamnobody2011
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
EtÓ: 30
Prov: AN
 

CHI SONO?

Sono un semplice tifoso della Pieralisi Volley, la squadra di pallavolo femminile di Jesi, la mia città; quella che una volta era chiamata Monte Schiavo e giocava in serie A1. Altri tempi ma la passione per questi colori e per queste ragazze è rimasta la stessa. In questo scalcinato blog cerco di raccontare la mia passione per le "prilline" (così venivano chiamate ai tempi dell'A1) e le loro imprese. Perché il nome "Nessuno Rossoblù"? Perché una volta qualcuno disse che nessuno seguiva la Pieralisi. Buona lettura! Nessuno

 

LA PIERALISI JESI 2023/24

1.Sofia Belen QUINTEROS S '05 <- da Volley Modena (B1)

2. Glenda GIRINI L '06

3. Benedetta CECCONI L '96

8. Agnese PEPA P '06

9. Erica PAOLUCCI S '00

10. Ilenia PERETTI P '97 

11. Alessia CASTELLUCCI S '96 <- da Trevi (B1)

12. Valeria MARCELLI C '03 <- da Pomezia (B1)

13. Caterina MIECCHI S '01 <- da Abano Terme (B2)

15. Alessia POMILI C '00 <- da Offanengo (A2)

16. TALITA MILLETTI C '02

17. Sofia MORETTO O '95 <- da Imola (B1)

Allenatore: Luciano SABBATINI

Vice Allenatori: Elisabetta BONCI e Tommaso VALERI

 

I MIEI LINK PREFERITI

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
 
 

TAG

 

AREA PERSONALE

 

Messaggi del 29/05/2024

Un PalaTriccoli bellissimo

Post n°3276 pubblicato il 29 Maggio 2024 da iamnobody2011
 

Alla fine è mancato solo il risultato, che in un play-off non è mai un fatto secondario, però l'ultimo sabato di campionato al PalaTriccoli è stato davvero bellissimo, è stato davvero una grande festa rossoblù, come avevo scritto alla vigilia del match con Fasano. E pazienza se Paolucci & co non sono riuscite a salutare tutti i tifosi, grandi e piccoli, con un successo, cosa che avrebbe resto ancor più magica l'ultima gara casalinga; il colpo d'occhio che hanno offerto le tribune è stato magnifico, la giusta conclusione di una stagione incredibile che ha riportato la Pieralisi a lottare per la promozione in serie A2 grazie ad un girone di ritorno eccezionale. E questa bellissima cavalcata delle prilline ha avuto come effetto più evidente, un ritrovato coinvolgimento ed un ritrovato amore verso la squadra. pieralisi - fasano 2023/24Nelle utlime tre partite poi, c'è stato un crescendo di passione e di entusiasmo, grazie alle bambine del settore giovanile; in particolare, le trascinatrici sono state le ragazze dell'under 12, che non si sono perse un appuntamento: c'erano nel "derby della Vallesina", c'erano contro Capannori nella partita che ha blindato il secondo posto della Pieralisi e non sono mancate ovviamente, sabato pomeriggio con tanto di striscione appeso in curva: "Voi con la maglia, noi con il cuore".

E dire che le giovanissime rossoblù allenate da Luca De Gregorio sono in un periodo della stagione fitto di impegni, tra la preparazione delle finali provinciali conquistate lo scorso 20 maggio, e la qualificazione alle finali nazionali del volley S3 di categoria. Ma loro ci volevano essere, a tutti i costi per incitare le loro beniamine. La loro presenza, i loro cori - uniti ai tamburi del ragazzi della curva - hanno reso ancor più bella l'atmosfera dentro il PalaTriccoli, che per un pomeriggio (in realtà sono tre sabati, dal "derby della Vallesina") è tornato indietro di quindici anni, quando c'era il taraflex e sulle maglie il mitico sponsor Monte Schiavo Banca Marche. Come una vera festa, sono arrivate tante ex giocatrici che negli anni recenti hanno indossato la maglia della Pieralisi. C'era ovviamente la "first lady", cioé Lorena Diaz, accanto ad una sua ex compagna negli anni post Decisione, Valentina Pomili, che ha tremato per sua sorella e la sua coscia "impacchettata". E' tornata da Cerignola, dove ha disputato un ottimo campionato in B2, Beatrice Pettinari. Lei a dire il vero, era un po' divisa, perchè conosceva anche diverse ragazze de Il Podio ma il suo cuore non poteva non battere per la sua Jesi (dove meriterebbe di tornare). C'erano Elena Foresi, Nicol Giombini e Francesca Moretti, che erano nella Pieralisi del 2021, l'ultima a giocare un play-off. C'era pure Giammarco Tamberi, grande amico di Coach Luciano ma più amante del basket che del volley. Tante presenze che hanno reso la partita di sabato una vera festa, che mi auguro diventi un punto di partenza e non un punto di arrivo. Qualunque sia la categoria in cui giocherà la Pieralisi nella prossima stagione. FORZA JESI!!! NRB. 

 
 
 

NÚ deluso nÚ arrabbiato

Post n°3275 pubblicato il 29 Maggio 2024 da iamnobody2011
 

Si può essere arrabbiati o delusi dopo una sconfitta? Credo sia un sentimento normale. Ma Pieralisi-Fasano, la prima partita delle rossoblù in questi strani play-off per la promozione in serie A2, di normale non ha avuto nulla a partire proprio dai miei sentimenti del post gara. Non ero né deluso né tantomeno arrabbiato, cosa che raramente mi è capitata in tanti anni che seguo le prilline. Sabato sera no. Ci ho pensato molto, mentre cenavo a casa alle 21.30, ed anche il giorno dopo, mentre camminavo verso il PalaTriccoli per sgranchirmi un po' le gambe ed in pensieri. Cosa potevano fare di più Paolucci & co per battere Fasano? Dove hanno sbagliato? Domande più che lecite dopo una sconfitta, che magari si sarà fatto anche Coach Luciano per stimolare ancora di più un gruppo andato forse, al di là dei propri limiti. Il fatto è che quando perdi tre set come li hanno persi le jesine, con quei parziali lì - 25-27, 25-27 e 13-15 - non si può parlare di errori tecnici o tattici ma di semplici dettagli, di un'azione giocata con meno concentrazione, rispetto ad un'altra ed anche, perché è giusto dirlo, di sviste arbitrali, perché in Pieralisi-Fasano ci sono state pure quelle. E purtroppo, visto come è andata, quelle hanno pesato sul risultato.

pieralisi - fasano 2023/24Certe volte si dice che non si capisce dove finiscono i meriti dei vincitori e dove iniziano i demeriti degli sconfitti. E' una massima che può spiegare bene la gara di sabato. Fasano ha dimostrato di essere una signora squadra, fortissima in difesa e sempre presente a muro, con la stellina Di Diego protagonista dappertuttuo, in battuta, in difesa ed anche in attacco, con il muro jesino mai in grado di fermarla. Oltre all'ex Teramo in rosa c'erano tante "vecchie volpi" del volley di serie B, che in gare come quella di sabato sapevano cosa fare. Gente come Valentina Barbolini (dopo suo padre, che al PalaTriccoli vinse una Coppa Italia nel 2003 ed uno scudetto nel 2017, anche lei ora ha un bel ricordo di Jesi), Adelaide Soleti o la centrale Antonaci non hanno minimamente sentito la pressione; non si può dire lo stesso delle prilline, mancate drammaticamente nel finale del secondo e terzo set, due frazioni che avevano in pugno ma che si sono viste sfuggire per errori banali e per una maggiore esperienza delle avversarie. Riguardando mentalmente la partita trovo impossibile dimenticare i due errori di Alessia Pomili nel terzo set; due appoggi abbastanza facili che forse, con una condizione fisica migliore sarebbero diventati dei punti per Jesi ed invece, hanno favorito le ospiti.

Proprio la gestione della centrale di Potenza Picina, che non si era allenata per tutta la settimana a causa di un problema muscolare alla coscia, è forse l'unica cosa che posso rimproverare a Coach Luciano. Ma il paradosso è che non ne sono del tutto sicuro, perché alla fine, puntare su Marcelli in una partita di questa importanza dopo una stagione da spettatrice poteva essere un rischio troppo grande. Guardando i numeri, il dato più evidente è quello dei muri: 14 a 8 per Fasano, segno che coach Totaro ed il suo staff avevano studiato molto bene la Pieralisi e la sua fase offensiva. Ed il piano partita di Fasano, fatto anche di grande presenza in difesa, stava pagando, perché la Pieralisi di inizio quarto set sembrava davvero stremata, consumata da quello sforzo immane. Ma proprio in quel momento, quando tutto sembrava oramai perduto, è venuta fuori la grande determinazione di Paolucci & co, quella voglia di non arrendersi che tante volte in questo campionato è emersa ed ha risolto situazioni disperate. Non c'era tanto da ragionare: o si vinceva il quarto set oppure i play-off rossoblù finivano. Castellucci si è accesa, Moretto ha continuato a picchiare e pian piano tutta la squadra ha ritrovato convinzione e nel tripudio generale è arrivatoo il 2-2 che tiene la Pieralisi ancora in corsa per la A2. Sabato pomeriggio al PalaTriccoli c'era anche Giandomenico, il tecnico di Altino. Cosa avrà scritto sul suo bloc notes? Di sicuro, dirà alle sue ragazze che la Pieralisi è una squadra che non molla mai. FORZA JESI!!! NRB. 

 
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

CHI PU˛ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore pu˛ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 

IL CALENDARIO DELLE ROSSOBL¨

 

NON CI SONO

PARTITE IN 

PROGRAMMA

 

 

NESSUNO ROSSOBL¨ ON FACEBOOK

Nessuno Rossoblù

 

 

 

 

Visita la mia pagina Facebook "Nessuno Rossoblu"!

 

ULTIME VISITE AL BLOG

iamnobody2011mritio86queenmadan180monellaccio19EasyTouchcassetta2sakukoivu11kalikaampiero540mauro.morandini.itAmanteScalzaShahriar98Ksoloeliosilviodanese
 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963