Creato da la_medusa_art il 25/06/2010

ART PASSIONE ESTREMA

*** ARTE PASSIONE ESTREMA ***

 

« GOCCE D'ETERNITA'Ricordi ... »

MAGIA DELL'HANDICAP...

Post n°51 pubblicato il 22 Settembre 2010 da DiariodiRose2
 

Dott.ssa Bianca Maria Tonani 

Quando nasce un bambino che presenta disarmonie, le prime reazioni nei genitori sono: il crollo di tutti i loro sogni, la paura ed il rifiuto.

Chi non sogna, durante l'attesa, un bambino meraviglioso che sia gioia e nuova luce nella famiglia? Chi non immagina progetti per la nuova vita? Ma, di colpo è il buio!

"Come è potuto accadere? Di chi è la colpa? Quali le cause? Perchè proprio a me?"

Per i genitori comincia la strada nella confusione alla ricerca dei medici più qualificati, tra i consigli di amici e parenti, quando non ti abbandonano, ed i piccoli e grandi problemi pratici del quotidiano.

E alla fine ti ritrovi solo e da solo devi risolvere il  tuo problema.

La strada ufficiale è fondata spesso sulle statistiche, su una visione meccanicistica basata su protocolli dati per scontati.

Pochi sono i medici non spaventati dall'handicap che si affiancano ai genitori alla ricerca delle cause e dei possibili miglioramenti e poche sono le persone che ti danno una mano senza critiche e considerazioni scoraggianti. Molto spesso solo l'esperienza vissuta direttamente può dare la comprensione e una risposta con soluzioni nuove ed ottiche diverse.

Quella speranza che gli altri ti hanno tolto, la ritrovi adagio, adagio con tuo figlio che ha in sè la Vita con tutte le caratteristiche della perfettibilità, ha potenziali insospettabili che l'allenamento, la costante attenzione amorosa, la fiducia possono sviluppare.

Ti è stato detto: "Non camminerà mai, ha una tetraparesi spastica! ma lui, poco a poco, muove i suoi arti.

Ti è stato detto: "Dimentica gli occhi di tuo figlio, questa situazione non cambierà mai! ma ti accorgi che, invece, comincia a vedere le ombre.

E, che dire del sorriso un po' stupito e riconoscente di tuo figlio quando ha raggiunto un traguardo, sia pur minimo...?

E' lui che ti prende per mano, è lui che ti guida, lui che ti da la forza per continuare a sperare.

Quando avrai scoperto questo avrai trovato un amico, tuo figlio e, con lui, altri amici, quelli che tu credevi ti avessero abbandonato: eri tu che con il tuo atteggiamento di paura e di sconfitta, li avevi allontanati.

Questa è la magia dell'handicap, scoprire attraverso un' esperienza così difficile che è possibile cambiare la realtà di tuo figlio e, insieme arricchire la tua personalità.

Con questo iniziamo una serie di appunti che raccontano la nostra esperienza umana e medica per un reciproco arricchimento.

Bianca, Claudio, Pino e l'équipe.    

http://www.tonanibianca.org/ 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog