Blog
Un blog creato da leverup il 30/12/2008

Sviluppo Sostenibile

Qualità Ambiente & Sicurezza per le Imprese

 
 

I MIEI SITI PREFERITI

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

TAG

 

ULTIME VISITE AL BLOG

gigi198000il_ramo_rubatoSEMPLICE.E.DOLCEFicolessoletizia_arcuriLSDtripElemento.ScostanteSolo_Daisycostanzatorrelli46lucebuio0fugadallanimacassetta2prefazione09ciaobettina0amorino11
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
I messaggi sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« La nuova ISO 14001:2015Edizione Settembre 2015 ... »

Nuova edizione ISO 9001:2015

Post n°197 pubblicato il 25 Settembre 2015 da leverup
 

Il giorno 22 settembre 2015 è stata pubblicata la nuova edizione della norma ISO 9001:2015  "Quality Management Systems", in sostituzione della precedente ISO 9001:2008.

Le principali modifiche della nuova versione della norma ISO 9001: 2015 sono sintetizzabili come segue:

1)  High Level Structure: La revisione della ISO 9001 segue una "struttura di alto livello", con lo scopo di rendere compatibili le diverse norme del sistema di gestione per facilitarne l'integrazione e l'impiego da parte delle aziende e delle altre organizzazioni certificate. Le nuove norme avranno una struttura generica comune: avere gli stessi capitoli, gli stessi numeri di articoli, lo stesso titolo di capitoli, di articoli o di clausole, ecc.; i testi introduttivi degli articoli devono essere identici; le esigenze identiche devono essere presentate allo stesso modo; avere un lessico comune di termini e definizioni di base.

2) Approccio per processi: Questo approccio è stato messo a punto per incoraggiare le imprese a focalizzarsi sulla definizione dei processi e sulla verifica se sono presenti e messi in atto sistemi di monitoraggio utili ed efficaci e chiare specifiche per l'attribuzione di ruoli e responsabilità

3) L'analisi dei rischi: il rischio era un concetto implicito nella precedente ISO 9001. Nella nuova versione diviene un obbligo esplicito per sostenere e migliorare la comprensione e l'applicazione dell'approccio per processi. Le aziende devono individuare in ogni processo i fattori di rischio che potrebbero avere un impatto negativo sul risultato desiderato, e sviluppare contromisure per affrontarli, ed allo stesso tempo, attraverso questa analisi, identificare nuove opportunità.

4)  Semplificazione burocratica: minore enfasi sui documenti, che rispecchia una maggiore flessibilità per gli operatori. Le aziende sono libere di scegliere il livello di dettaglio che intendono utilizzare nella loro documentazione scritta: una valutazione che discende dalle esigenze dell'azienda e dalla individuazione a monte dei rischi, dalla complessità dei processi e la competenza del personale. L'eliminazione delle procedure operative standard eviterà la creazione documenti superflui.

5) Enfasi sul contesto organizzativo: Si tratta di un nuovo requisito in base al quale viene  richiesto all'organizzazione di dimostrare la sua conoscenza degli aspetti interni ed esterni che possono influenzare l'orientamento strategico e l'effetto che può avere sul futuro aziendale.

6) Aumento requisiti di leadership: è un requisito che attribuisce al top management maggiore responsabilità ed impegno per l'efficacia del SGQ. Il management deve garantire che la politica e gli obiettivi siano compatibili con le linee strategiche, che la politica sia capita e seguita, promuovere la consapevolezza dell'approccio per processi ed il miglioramento.

7) Maggiore enfasi sul raggiungimento di risultati desiderati, orientamento a fornire costantemente un prodotto conforme per migliorare la soddisfazione  del cliente.

Tutte le aziende già in possesso di certificazione sulla qualità e quelle che vorranno introdurla nella propria organizzazione, saranno tenute ad applicare questo nuovo standard adattando i propri processi organizzativi interni.

Al fine di poter aggiornare il proprio sistema di gestione, è previsto un periodo transitorio della durata di tre anni.

Maggiori informazioni al seguente link:

http://www.accredia.it/news_detail.jsp?ID_NEWS=1962&areaNews=95&GTemplate=default.jsp

 

 

 

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog