Blog
Un blog creato da belatrix61 il 18/12/2013

Library

I miei libri preferiti

 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Giugno 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

Risultati immagini per tiziano terzani lettere contro la guerra foto

 

Risultati immagini per tutte le donne di foto

 

 

« Giambattista Basile e le FiabeGeorge Eliot »

I Promessi Sposi - I personaggi: l'Innominato

Post n°18 pubblicato il 09 Giugno 2015 da belatrix61

 

 

L'Innominato è una delle più potenti creazioni artistiche della nostra letteratura. Scrive il Monticone: "In questa profondità di psicologia, che diventa profondità d'arte, vi è certo un'espereinza personale. Il Manzoni deve aver lavorato sulla propria anima trasfondendola nella vita dell'Innominato " Manzoni aveva a cuore il dilemma umano della fede e  la ricerca di Dio. Ognuno di noi ha dentro di sè una scintilla divina, anche chi non si rende conto. Nel momento in cui si entra in qualche modo in contatto con questa scintilla non si è più gli stessi. Inizia un profondo travaglio interiore che porta ad un percorso di trasformazione di sè e della propria coscienza.

L'Innominato infatti, che per anni ha ignorato la presenza di Dio, ora che sente la morte avvicinarsi, teme per quello che sarà dopo di questa. Uomo di loschi affari e di molti delitti commessi venne ingagiato da Don Rodrigo per organizzare il rapimento di Lucia Mondella. L'incontro con la ragazza cambierà per sempre la sua vita. La prima avvisaglia di cambiamento la ebbe quando assegnato al Nibbio l'incarico del rapimento fisico di Lucia  con la richiesta di condurla poi nel suo castello, Nibbio riferì di avere provato compassione per la ragazza. Sentimento certo che non si addiceva a un lestofante malfattore e questo bastò perchè all'Innominato sorgesse la curiosità di conoscere Lucia  andandola a trovare nella stanza dove era tenuta prigioniera. Nel romanzo I promessi sposi Lucia è un personaggio dotato di una fede molto forte e in tutto il libro non avrà mai un tentennamento, mai un dubbio sull'affidarsi alla volontà di Dio.

L'Innominato entra nella stanza dove Lucia sta ranicchiata e spaventata. Dialogo: " Alzatevi! Alzatevi dunque che non voglio farvi del male e posso farvi del bene. Via fatevi coraggio, v'ho forse fatto nessun male, vi ho minacciato? Alzatevi!

" E perchè mi fate patire le pene dell'inferno. cosa vi ho fatto io, perchè sono stata portata qui...in nome di Dio!"

" Dio, Dio...coloro che non possono difendersi da sè, che non hanno la forza , sempre han questo Dio da mettere in campo come se gli avessero parlato...cosa pretendete con questa vostra parola?

Oh Signore! Pretendere! Cosa posso pretendere io meschina, se non che lei mi usi misericordia? Dio perdona tante cose per un'opera di misericordia! Mi lasci andare; per carità mi lasci andare! Non torna conto a uno che un giorno deve morire di far patir tanto a una povera creatura.

Queste parole toccano profondamente l'Innominato, che esce dalla stanza di Lucia promettendole di rivederla la mattina seguente. La ragazza, ancora molto impaurita, decide di sacrificare tutto quello che le rimane, ossia l'amore per Renzo, in cambio della salvezza; fa quindi un voto alla Madonna e si addormenta di un sonno profondo e tranquillo.

L'Innominato invece comincia una lunga notte insonne, causata dalle parole di Lucia:

Tutto gli appariva cambiato: ciò che altre volte stimolava più fortemente i suoi desideri, ora non aveva più nulla di desiderabile: la passione, come un cavallo divenuto tutt'a un tratto restio per un'ombra, non voleva più andare avanti (...) Quel nuovo lui, che cresciuto terribilmente a un tratto, sorgeva come a giudicare l'antico. (...)] Tutt'a un tratto, gli tornarono in mente parole che aveva udite poche ore prima: Dio perdona tante cose per un'opera di misericordia.

Dopo questo lungo travaglio l'Innominato decide di incontrare, il giorno seguente, il Cardinale Federigo Borromeo: dal dialogo col prelato nasce la definitiva conversione e la conseguente decisione di liberare Lucia.

"Dio perdona tante cose per un'opera di misericordia!". Sono le decisive parole di Lucia, e sembrano parole di Dio. La notte famosa che segue al rapimento è quella in cui Iddio sta per rivelarsi all'uomo nuovo, la cui coscienza dopo una lotta atroce con l'uomo vecchio, si ribella al male e aspira verso il bene. Intanto sorge placida l'alba, mentre lo scampanìo festoso, e la gioia della gente giù nella valle s'intona mirabilmente alla festa della Grazia, che segna il ritorno di quell'anima, e invita l'Innominato a chiedere al cardinale la parola di pace e d'amore. E nel colloquio con Federigo la visione di Dio gli si presenta viva, palpitante, reale, e lo stacca insensibilmente e definitivamente dalle ultime ormai pallide ombre del passato, per riconciliarlo con la vita nuova e sospingerlo nella luce dell'avvenire. L'abbraccio fraterno fra il cardinale e l'Innominato è la più grande prova, che Dio è finalmente tra loro con la sua grazia per guidare l'uomo, ormai redento, il quale giganteggierà nell'esercizio del bene, mantenendo intatta la sua inconfondibile persona

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

alf.cosmosCherryslellyslsbelatrix61licsi35peSeralynforzacloluboposagredo58vololowLolieMiugiovanni80_7Irisblu55adagio.14
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Google Instant non è disponibile. Premi Invio per cercare. Ulteriori informazioni
Google Instant è disattivato a causa della lentezza della connessione. Premi Invio per avviare la ricerca.
Premi Invio per cercare
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

*