Creato da stefs123 il 21/03/2005

Un po' di me.

Cronaca semiseria di una vita alla ricerca.

 

 

« Racconto breveNoi. »

Lui.

Post n°397 pubblicato il 03 Gennaio 2013 da stefs123

....perchè, a dire tutto il vero, non ce l'aveva un sua nota, Pekisch. Incominciava a diventare vecchio, suonava mille strumenti, ne aveva inventati altrettanti, aveva la testa che frullava di suoni infiniti, sapeva vedere il suono, che non è la stessa cosa di sentirlo, sapeva di che colore erano i rumori, uno per uno, sentiva suonare anche un sasso immobile - ma una sua nota, lui non l'aveva. Non era una storia semplice. Aveva troppe note dentro per trovare la sua. E' difficile da spiegare. Era così, e basta. Se l'era ingoiata l'infinito, quella nota, così come il mare si può ingoiare una lacrima....

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

matto7marioneo781leiperluisoloSpartanLXIIIfin_che_ci_sonoInfinito.Abbracciomy_way70angeloal65je_est_un_autresols.kjaerboredman77maghiforeveroneExperience80hrc.rossanoRospoRosso
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31