Creato da percasopoetessa il 23/08/2009

POETARE

Sentimenti in versi

 

« Un bacioIntaglio »

Virgole di luce

Post n°315 pubblicato il 13 Giugno 2011 da percasopoetessa

Virgole di luce

Virgole di luce

intagliano la corteccia Madre

dalla cui linfa

abbevero l'esistenza.

Frid@

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/POETAREPERCASO/trackback.php?msg=10315458

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
occhi_digatta
occhi_digatta il 13/06/11 alle 20:29 via WEB
Che nulla puņ infrangere,forte essa disseta la vita di ogni luce che incontra.......
 
 
percasopoetessa
percasopoetessa il 13/06/11 alle 20:32 via WEB
Preziosa stilla, da proteggere..ciao cara un bacione
 
coluci
coluci il 13/06/11 alle 21:00 via WEB
Insinuandosi negli anfratti, anche i minimi e meno appariscenti, si puņ lasciarsi invadere da luce vitale, linfa che "abbevera l'esistenza". Anche in pochi versi a volte puņ passare una grande emozione che riesce a smuovere l'abitudinario. Lo stile, come sempre, un punteruolo che incide con dolcezza. Un saluto sincero di stima. Luciano
 
 
percasopoetessa
percasopoetessa il 13/06/11 alle 21:02 via WEB
Grazie Luciano, lusingata dalle tue parole,č sempre un piacere ospitare la tua arte.
 
recreativeminds
recreativeminds il 13/06/11 alle 21:17 via WEB
Fluido che dell'esistere cola per inebriarci di Vita ancora..
 
 
percasopoetessa
percasopoetessa il 13/06/11 alle 21:20 via WEB
Ancora, annegandoci..bentornato Messere
 
psicologiaforense
psicologiaforense il 14/06/11 alle 02:24 via WEB
Auguri spumeggianti per una settimana come tu desideri!
 
isry
isry il 14/06/11 alle 13:00 via WEB
virgole di luce... penso a quella rugiada mista a linfa che attrae tanta vita... e la regala a piene mani!
 
joulelife
joulelife il 14/06/11 alle 19:04 via WEB
Trasparente linfa cui porgere le labbra. Buona serata Frid@, alex
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

 


             

 

DEA

Di sacrali luci s'adorna
il vestimento tuo...
con anfore di cielo è cesellato,
e sugli altari di femminilità offici
la beltà d'anima di Dea.

Irretito dall'aura ch'espandi
m'inchino al maestrale inceder tuo
sui mistici lastrichi di vita.

E nel tempo perduro a contemplare
l'effigie che istori di marmorea scultura
foggiata con lo scalpello del vento.

Donna, d'inarrivabile mistero cinta,
con iridi di stellato amore tracci varchi
di luccicanti sentimenti,
e al mondo doni corolle impollinate

da speme d'eternità.

Grazie Ottavio...

 

 

Rosa che dentro me
non sfiorisci mai..
essenza del mio animo,
primavera delle mie parole,
bellezza da salvare
raccontami l'amore...

Mio cruccio e mio godere
dai petali tuoi nasce
il profumo di ogni dea
che sta nei miei sogni..

il tempo dell'amore
da un vento benevolo
è modellato
spira e fugge l'incuneo
delle logiche ragioni
strizza parole
stillando il mare
e dagli occhi fa sgorgare
stelle lacrimanti
che annegano
i pensieri....

Non lo dimenticherò....

 

 

ULTIMI COMMENTI

Sat24, Sat 24 Pogoda, Prognoza pogody National...
Inviato da: Wetter
il 02/08/2018 alle 11:00
 
Sat24, Sat 24 Pogoda, Prognoza pogody National...
Inviato da: Meteo
il 02/08/2018 alle 10:59
 
Sat24, Sat 24 Pogoda, Prognoza pogody National...
Inviato da: Pogoda
il 02/08/2018 alle 10:59
 
Sat24, Sat 24 Pogoda, Prognoza pogody National...
Inviato da: Sat24
il 02/08/2018 alle 10:58
 
Sat24, Sat 24 Pogoda, Prognoza pogody National...
Inviato da: Speed Test
il 02/08/2018 alle 10:58
 
 


            

 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 27
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

COL BELLETTO
DEL TUO INFINITO

Con un clic hai acceso luce
nella mia vita
e alle sagome della realtà
hai dato un'anima,
mantelli di tenebre hai dissolto
con lingue di sole tra le parole,
e con gli arcobaleni frecce
di giubilo hai scoccato
centrando la mente ch'è esplosa
tra gemmati incantesimi.

Baluginio d'un miraggio nel deserto...
t'ho rincorso spellandomi lo sguardo,
e gli aquiloni con la carta
del pensiero ho ritagliato
aggrappandomi al filo
d'un volo nel tuo cielo.

L'età non ho contato,
ma il tuo tempo ho lasciato
scorrere in me
 come un fiume cangiante
tra i fluidi paesaggi dell'essere.

E le rughe delle stagioni
non hanno la pelle avvizzita,
t'ho immaginato nei miei pori,
durante i dolori,
nelle ascese verso le sospirate
vette del destino,
da ogni piega del vento
ti ho scartocciato e respirato,
e in fondo all'abbraccio
con la morte
un sorridente teschio truccherò
col belletto del tuo infinito.


autoretesti