Creato da perla03_nera il 06/04/2014
 

No alla Violeza...

Contro il Femminicidio E' La Violenza Sui Bambini.

 

 

« Il Messaggero › Roma › ...Il Messaggero › Società... »

Il Messaggero › Roma › Cronaca › Ponte Galeria, segni di percosse sulla...

Post n°299 pubblicato il 20 Agosto 2014 da perla03_nera

Giallo a Ponte Galeria, segni di percosse
sulla donna trovata mummificata

Nessun segno di arma da taglio, nè di arma da fuoco, ma un graffio sulla guancia destra e un grosso livido sulla gamba, compatibili, a prima vista, con i segni lasciati da una caduta o da un'azione violenta.

Per capire quali siano le cause della morte della donna trovata in stato di mummificazione, abbandonata in un terreno incolto in via Malnome, a Ponte Galeria, sarà necessario attendere i risultati dell'autopsia, che verrà effettuata questa mattina. Ma per il momento il pm Nadia Plastina indaga per omicidio e i pochi dettagli che man mano si apprendono, se confermati dagli accertamenti medico legali, potrebbero confermare questa ipotesi. E anche se emergesse che la donna fosse morta a causa di un malore, sarebbero comunque tante le domande per cui cercare risposta: era sola? Com'è arrivata in un campo abbandonato? Nessuno l'ha vista? E, soprattutto: chi era?

IL GIALLO
A distanza di giorni, infatti, l'identità della vittima rimane ancora un'incognita. Nessuno ha denunciato la sua scomparsa. Nessuno la cerca, nessuno chiede di lei. Resta solo un corpo senza vita e senza nome, abbandonato, in evidente stato di decomposizione. Una donna bionda, sulla quarantina. Occhi azzurri, la pagina di una rivista in lingua tedesca stropicciata in tasca insieme a poche banconote e ad un coltellino multiuso. Qualche bottone slacciato nei pantaloni, sterpaglie infilate tra i sandali e le piante dei piedi, come se avesse camminato scalza e fosse poi stata rivestita. Nulla di più. L'assenza di documenti, del cellulare e, almeno per il momento, la mancanza di legami familiari, amicizie e affetti, spingono gli investigatori a sospettare che la quarantenne fosse una clochard.

UNA DELUSIONE
Alcuni dettagli macroscopici cozzano però con quest'ipotesi: l'aspetto del viso sembra curato, le unghie delle mani sono tagliate e limate, i denti puliti. Forse, spiegano gli inquirenti, aveva scelto da poco di vivere per strada. Forse, una delusione sentimentale o problemi economici l'avevano spinta a cambiare vita. Oppure: era uno spirito libero avvezzo ad affrontare le giornate all'avventura. Anche perché i senzatetto, solitamente, vivono di abitudini: costruiscono rifugi di fortuna in luoghi fissi e sono ben noti agli abitanti dei quartieri che li ospitano. In questo caso, invece, a Ponte Galeria nessuno avrebbe riconosciuto la donna. Solo le telecamere di un esercizio commerciale in via della Muratella potrebbero avere ripreso una clochard che le somiglierebbe, almeno per quanto riguarda l'abbigliamento: pantaloni, giubbotto di jeans e sandali bassi. Ed è proprio all'identificazione che ora punta chi indaga: in questi giorni i carabinieri stanno ascoltando a ritmo serrato chiunque abiti nell'area del ritrovamento del cadavere. E questa mattina, insieme all'autopsia, il dottor Nicola Silvestri, medico legale del Policlinico Gemelli, procederà anche e al rilevamento delle impronte digitali e all'estrazione del dna. Per iniziare gli accertamenti da un nome. Per ricostruire una storia.
Mercoledì 20 Agosto 2014 - 08:14

Corpo di donna mummificato trovato a Ponte Galeria. Si indaga su possibile omicidio



di Adelaide Pierucci


Era abbandonata tra sterpaglie e rovi nella zona di Ponte Galeria, la stessa dove generalmente si prostituiscono giovani nigeriane: una donna sui quarant’anni, bionda e con gli occhi azzurri. Era come mummificata, lasciata lì al caldo da poco meno di una settimana. Un vero e proprio giallo di Ferragosto, che ha già impegnato i carabinieri di zona e il pm di turno, Nadia Plastina. Le indagini sono appena cominciate ma già qualcuno degli investigatori lascia intravedere che possa trattarsi di un omicidio. Uno strano omicidio, perché la donna non aveva segni evidenti di violenza, tantomeno ferite da arma da taglio o da pistola. Eppure, sono diversi gli elementi che sembrano escludere un malore o un suicidio. «È come se la vittima fosse stata rivestita - dice a mezza bocca chi indaga - Soprattutto le scarpe, sembrano messe dopo la morte».

L’ALLARME
Ad accorgersi del cadavere è stato un abitante della zona. Ha telefonato al 112 e ha urlato: «Venite, è una cosa terribile». I militari sono arrivati sul posto e hanno potuto solo constatare il decesso. Il corpo era in avanzato stato di decomposizione, in posizione prona, come se qualcuno avesse voluto liberarsene, abbandonandola in tutta fretta. Era bionda, però, questo si vedeva. E aveva gli occhi azzurri, una corporatura snella, vestita come potrebbe essere qualsiasi turista straniera di passaggio a Roma. Chi l’ha lasciata lì non voleva far capire di chi si trattava: nessuna borsa, né documenti, e neanche un telefono cellulare, o delle chiavi, che potessero fornire qualche indizio utile. Le uniche cose che le sono state ritrovate addosso sono una settantina di euro e un coltellino. E anche un pezzo di carta con su scritto qualcosa in tedesco. Forse un elemento dal quale risalire per poter trovare una traccia.
Già in passato Ponte Galeria era stata scenario di un dramma. Era il 2008 quando una coppia di turisti olandesi è finita nelle grinfie di due pastori romeni, poi individuati e arrestati. I turisti si trovavano a sostare nella zona quando la donna è stata bloccata e stuprata e il marito picchiato selvaggiamente. Per quell’orribile vicenda che ha fatto il giro del mondo, sono stati arrestati Paul Petre, 32 anni, e Andrei Vasile Bohus, 20 anni. Per colpire le vittime avevano usato le mazze con le quali governavano il gregge.

L’AUTOPSIA
Ora questo nuovo giallo. Mentre i carabinieri stanno continuando a cercare in zona indicazioni utili, la prima vera risposta arriverà soltanto con l’autopsia, che verrà effettuata domani dopo il conferimento dell’incarico da parte del pm al medico legale Nicola Silvestri del Policlinico Gemelli. Solo allora si potrà sapere cosa ha realmente ucciso la misteriosa donna bionda. E se qualcuno l’ha trascinata su quelle sterpaglie e l’ha abbandonata come un fagotto.
A una prima analisi gli investigatori sembrano anche escludere che possa essersi trattato di overdose. Non ci sono tracce di siringhe o evidenti segni sul corpo. A meno che abbia consumato la droga in compagnia, in qualche altro luogo, e a quel punto chi era con lei abbia avuto paura di essere coinvolto e l’abbia abbandonata tra le sterpaglie. I militari stanno anche verificando le ultime segnalazioni di donne scomparse, ma nessuna, al momento, coinciderebbe con quella della vittima.
Domenica 17 Agosto 2014 - 09:24
Ultimo aggiornamento: Lunedì 18 Agosto - 15:44

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/Perla03Nera/trackback.php?msg=12928104

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

OROLOGIO CON SFONDO DEL MARE

     Aphrodite's Child -       It's Five O Clock

 

IL RUMORE DEL MARE

letteratura


 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

ULTIME VISITE AL BLOG

M.Pintacudamlfaloiatiamare7arangiomirellafrancescadambraelenadagneseNika125annamarsico_1983valerian988richardsexy2telepatia2007iaso90davide.boldrini2013PERSEASTORMlaurar2006
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 
Template creato da STELLINACADENTE20