Creato da Praj il 30/11/2005
Riflessioni, meditazioni... la via dell'accettazione come percorso interiore alla scoperta dell'Essenza - ovvero l'originale spiritualità non duale di Claudio Prajnaram

Area personale

 

Ultime visite al Blog

CherryslRoberta_dgl8ormaliberaemma.taoil_tempo_che_verrasoulestasymarinovincenzo1958scalia.mirataRavvedutiIn2eles515AngeloSenzaVelipamflymorisdgl10cassetta2alf.cosmos
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 

Ultimi commenti

grazie.
Inviato da: Roberta_dgl8
il 14/04/2020 alle 15:55
 
Sono nervoso. Se fossi una donna darei la colpa al ciclo,...
Inviato da: cassetta2
il 05/09/2019 alle 20:17
 
ma! chi si loda s imbroda
Inviato da: comelunadinonsolopol
il 27/01/2018 alle 21:28
 
Sono d'accordo con questa affermazione.. Buona...
Inviato da: francoroc0
il 29/06/2016 alle 19:35
 
Di Amore non egoico, narcisistico, s'intende. Se...
Inviato da: Praj
il 24/05/2016 alle 11:46
 
 



 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 155
 

 

 

Disclaimer:

 

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001.
Le immagini pubblicate e i video tutte tratti da internet e quindi valutate di pubblico dominio. Questo vale anche per alcuni brevi estratti di testo presi da alcune pubblicazioni, di cui però è sempre citata la fonte.
Qualora il loro utilizzo violasse i diritti d’autore, lo si comunichi all’autore del blog che provvederà alla loro immediata rimozione.

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

 

« PECCATO ORIGINALEVANITA' »

ESSENZA INTERIORE

Post n°3051 pubblicato il 17 Maggio 2016 da Praj
 

Rincorrere ciò che concerne la mera trasformazione esteriore, declinandola come percorso evolutivo o di elevazione, porta ad inseguire miraggi spirituali che conducono spesso a mancare il punto realizzativo.
Tutto ciò che è soggetto al cambiamento non può mai corrispondere all'Essenza, la quale è per definizione: eterna, immutabile e impersonale. Questo è un basilare principio da comprendere se si aspira a riconoscersi in essa. Ciò che muta è sempre e soltanto il fenomeno transitorio: quel elemento illusorio, frutto di una mente sognante, per nulla essenziale, che l'ego mondano o ancorchè spirituale va a impersonificare. Per cui bisogna dire che l'Essenza è sempre pura e presente e non necessità di alcun miglioramento, perchè è il centro immobile e fonte di ogni periferico mutamento umano.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog