Creato da aldebaran_40 il 01/04/2009

Proseguire

C'è chi parte favorito, molti gradini più avanti rispetto ad altri, ma solo chi inizia a salire i gradini e lo fa con costanza arriva in cima.

OGGI SONO IO!

 

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

 

A presto!

Post n°49 pubblicato il 16 Ottobre 2010 da aldebaran_40

Ora basta parlare d'amore, rimbocchiamoci le maniche!

._._._._._._._._._._.

A proposito, chi proprio non potesse fare a meno della mia generosa amicizia, sapete come contattarmi ;-)

A presto!

 
 
 

...

Post n°48 pubblicato il 16 Ottobre 2010 da aldebaran_40

...io sogno lontano da me e forse chi m'invento da sempre non c'è.

 
 
 

...proprio quello che ci vuole!

Post n°47 pubblicato il 27 Settembre 2010 da aldebaran_40

 
 
 

Alla mia età...

Post n°46 pubblicato il 12 Agosto 2010 da aldebaran_40

Ogni volta che ci succede qualcosa, qualunque cosa, c’è sempre un "perché" da ricercare.
La relazione "causa/effetto" sta alla base delle concezioni.
Pertanto, soprattutto alla mia età, quando si è sbiadita la spensieratezza di un tempo, ci sembra di avere la necessità di ricercare sempre un perché.
Ma, a volte, un perché non c’é.
Oppure, in effetti c’è, c’è sempre (relazione causa/effetto), ma è meglio non ricercarlo e, soprattutto, non trovarlo; in altre parole, far finta di niente.
Alla mia età, molte cose iniziano ad impensierirci, ci fanno più paura di una volta.
Si è più prudenti, più circospetti e facciamo bene!
Persino la parola [amare], nobile e auspicato stato d’animo, uno degli argomenti più trattati (se non il più trattato!) all’interno di spazi come questi, inizia a spaventarci.
Allora meglio far finta di niente. In fondo, il niente è niente e non ha la prerogativa di "offendere" in alcun modo.
...ma forse ci stiamo solo voltando dall’altra parte, magari rinunciando. (?)
Oppure, è solo questione di essere più superficiali, senza complicarsi troppo la propria vita, anche se il prezzo, a volte, è passare sulla vita degli altri.
La domanda più antica del mondo: Testa o cuore? Cosa ascoltare?
Magari se ragionassimo un poco di più con la testa (ammesso che dentro ci sia della materia grigia) e facessimo parlare un poco di più il cuore (ammesso di avercelo, non solo come muscolo in movimento), allora...

Troppi perché oggi, meglio rimandare a domani.

(Cosicché, con questa conclusione, anche oggi ti sei dato una "risposta" ai tuoi "perché".)

 
 
 

"Fate il vostro lavoro bene... ma state giù"

Post n°45 pubblicato il 28 Luglio 2010 da aldebaran_40

Considerata la "frivolezza" dei temi trattati, in questo blog non mi sono mai voluto occupare di argomenti impegnati; per non mischiare "il sacro con il profano".

Tuttavia, ultimamente, il mio pensiero corre spesso a tutti i ns. compatrioti, che, a vario titolo, soprattutto militari, sono impegnati nei paesi dove c'è la guerra.
Le notizie sugli attentati diventano sempre più frequenti e parecchi dei nostri restano feriti o cadono valorosamente...

 
 
 

Epilogo

Post n°44 pubblicato il 07 Aprile 2010 da aldebaran_40

Tutte le cose iniziano e finiscono, a volte "purtroppo" altre "meno male".
Si conosce, si condivide, si è d'accordo oppure no, ci si incontra o ci si scontra.
Viene il momento di "voltare pagina", di "guardare oltre".
La sensazione, a volte, è quella di avere "appoggiato" la mano su qualcosa di "appuntito" che, oltre a non sollevarti dalla fatica, perché se ti appoggi vuol dire che sei stanco, ti fa ancora più male.
Allora si va avanti, non ci si ferma ma bisogna "tagliare".
Sì, tagliare.
Anche perché ogni tanto passa una stella dal mio cielo e, come spesso si fa, si esprime un desiderio; faccio finta di non crederci... ...e poi mi fa ancora più male con il rischio di spegnermi ancora un po.
Una cosa non dimenticherò mai: il tuo sguardo.
Spero di non sembrare incoerente ma non mi si può chiedere di cancellare anche questo.
Adesso devo proprio fermarmi qui.

 
 
 

Serenità!

Post n°43 pubblicato il 06 Aprile 2010 da aldebaran_40

Ci sono molte frasi utilizzate per fare gli auguri di Pasqua.
Molte sono di "rito", altre nascono dal cuore.
Però, il sostantivo utilizzato che più colpisce è: "serenità".
Quando leggi o ascolti un augurio così formulato, qualcosa ti si muove dentro.
In quel momento, indipendentemente da chi ti porge questo augurio, speri ardentemente che ciò si avveri.
Permettetemi di fare "la scoperta dell'acqua calda" dicendo che la serenità è la cosa di cui più abbiamo bisogno.
E mi chiedo da dove scaturisca la serenità. Se dalle cose o le persone intorno a noi, se dalle esperienze, se dalla salute, se dal denaro (magari anche poco), se dalla certezza di un lavoro, se dall'amore o dall'amata/o.
Oppure, più "semplicemente (si fa per dire) lo stato di serenità è dentro di noi.
Non saprei dare una risposta, credo siano tutte giuste e tutte valide. Ciascuno sente il proprio bisogno di colmare il vuoto creato dalla mancanza di serenità e in ognuno questa serenità manca per un motivo diverso.
Ci sono momenti "magici" in cui sei stato "sereno"... peccato che durano poco... ma non puoi dimenticare. E se li avessi "raccolti" quei momenti?
Si dice che quando non riesci a "vedere" il futuro, allora ti aiutano i ricordi; forse è vero.
Credo che l'errore più grande che si possa commettere sia di pensare che la serenità si trovi obbligatoriamente in un'unica direzione, cioè quella che abbiamo scelto noi e questa convinzione non ci permette di "abbandonarci" agli eventi.
Indipendentemente, il discorso è piuttosto arduo!
Non vorrei mischiare il sacro e il profano e spero di non sembrare blasfemo, ma sono un credente, anche se lontano dai "cerimoniali liturgici".
Perciò, prego il Cristo risorto, per la moltititudine delle Sue compassioni che non sono esaurite, di donare a ciascuna persona di buoni sentimenti il dono della serenità!
E, per quante cose inspiegabili ci accadono, possa Lui avere compassione di noi e concedere la giusta saggezza alla nostra vita per la nostra serenità.
Possa concedere a ciascuno di discernere quale sia la direzione migliore, dov'è il "luogo" della nostra serenità. E non credo ci si possa riferire solo a "luoghi celesti". I "luoghi" degli uomini sono anche "terreni", fanno parte di quelle caratteristiche insite dell'essere umano, e se un uomo perde il "filo" diventa un solo uomo angosciato.

 
 
 

Ti va un caffé?

Post n°42 pubblicato il 01 Aprile 2010 da aldebaran_40

 
 
 

Dedicata a te!

Post n°41 pubblicato il 11 Marzo 2010 da aldebaran_40

Mani che ci tengono vicini
sogni che ci mandano lontani
Lascia che la vita ci sorprenda
anche se significa dirsi addio
Non c'è mai un'ultima primavera
se si può rinascere, che avventura
e poi quando troverai
l'isola che non c'è
mi basta una cartolina
io sto bene
Ci porterà fortuna
non perderci di vista mai

domani, domani...
dietro la curva c'è il mare e le nuove stagioni del cuore, domani
domani...
ci inventeremo che cosa faremo da grandi domani
domani...
manca la luce un' istante ma niente finisce domani
domani
precipitare ti insegna a volare domani

Vivere per vivere
perchè il mondo finirà
...ma non domani.

Anche se va un attimo via la luna
ogni addio può essere libertà
La realtà moltiplica luci e ombre
ci darà da vivere senza noi
E si può dividersi e non sparire
se è così riabbracciami quando vuoi
e poi non sarà mai tardi
per farci vedere insieme
sicuri di chi ci ama, domani
e ci porterà fortuna
non perderci di vista mai

domani, domani
basta trovare il coraggio, la parte migliore del viaggio è domani
domani...
grandi partenze e speranze di avere ragione domani
domani...
forse sognare è un difetto ma chi lo conosce il domani
domani...
precipitare ti insegna a volare domani

Vivere per vivere
perchè il mondo finirà
...ma non domani...

 

precipitare ti insegna a volare... domani

 
 
 

Quel che non si dice...

Post n°40 pubblicato il 22 Febbraio 2010 da aldebaran_40

Stai dormendo e sto abbracciando il tuo respiro
e ti guardo senza accendere la luce
nella pausa di riposo dell’amore,
ti dirò in silenzio quel che non si dice
per esempio che mi sono innamorato
dal primissimo minuto, non sapendo chi eri tu.
Noi ci siamo presi al volo tra la gente
poi ti ho chiesto andiamo fuori a respirare.
La città sposava il buio con le luci
tu mi hai detto: "non mi offendo se mi baci". 
E io pensai, se questa donna travolgente
mi ha capito in un istante, forse è lei la libertà.
Poi sai che io non apro facilmente il cuore
e che con me a volte non si può parlare
ma, per te, mi giocherei qualunque vita
tu sei tu,
con niente addosso o ben vestita.
Giuro, tu sei per me la prima attrice
ma anche questo non si dice
penseresti a una bugia.
Stai dormendo e sto abbracciando il tuo respiro
la mia testa col mio cuore han fatto pace
non mi son sentito mai così sincero
e non so dirti che cos'hai che non mi piace.
Lo sa il mondo come tu mi hai trasformato
passo passo mi hai insegnato quanto amore c’era in me.
Poi so che tu lo apri facilmente il cuore
e che per me andresti anche a rubare
senza te sarei un’arma carica e smarrita
ma non sai
che in una notte disperata
ero solo, tu non c’eri e ti ho tradita
ma è storia vecchia, acqua passata
non si dice e non lo sai.
Stai dormendo e nel silenzio ti confesso
che avrei voglia di svegliarti e amarti adesso
vorrei dirti tutto quel che non si dice
ma potrei farti del male e mi dispiace.

A volte, è meglio lasciar parlare i poeti...

 
 
 
Successivi »
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

menta_mentegigliodamoreallaricercadiunsognolisa.lisetta3adoro_il_kenyaaldebaran_40semaifosseamorecuoricino57cleopatrasluxlubrilladglstella.cadente1settimocielo2008animasolare2fuoco.e.cenere
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom