Vaga_Mente...

GIROVAGANDO TRA LE MIE CONTRADDIZIONI, TRA FOLLIA E NORMALITA'

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 34
 

TRA I PIU' BELLI

 

venuto_al_mondo_copertina

Lettera a Léontine di Raffaello Mastrolonardo

Non ti muovere

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Follia - Patrick McGrath - 938 recensioni su Anobii:

 

.

L'albergo delle donne tristi:

Una donna tra vita pubblica e privata. “L'amore addosso”, il ritorno di Sara Rattaro

 

 

IO

Post n°216 pubblicato il 28 Febbraio 2018 da fuoco.e.cenere

 

 

ADORO QUESTO GELO

 
 
 

PENSO CHE PENSO TROPPO

Post n°215 pubblicato il 30 Gennaio 2018 da fuoco.e.cenere

Adoro il momento in cui mi infilo sotto le coperte, la sensazione delle gambe nude  a contatto con le lenzuola fresche.
Adoro quel momento perché è tutto per me.


Il buio, finalmente il silenzio, nessuna interferenza esterna.
Ci sono io, per me e per nessun altro.


E’  il momento preferito anche per le mie vocine interiori che reclamano attenzioni, stufe di essere state accantonate durante il giorno.
Non mancano mai all’appuntamento.
Posso passare anche ore a chiacchierare con loro prima che mi catturi Morfeo.
Io tengo d’occhio lo scorrere del tempo sul soffitto dove riflette la sveglia;
penso che la mattina dopo sarò in coma per le poche ore di sonno, ma loro se ne fregano e mi tengono lì in ostaggio, non mi mollano, mi obbligano a fare conversazione, a riflettere.


Quanti discorsi!
Rivivo situazioni  e conversazioni,  decido  cosa fare domani, penso a cosa invece non voglio fare più.
Progetti, pensieri, immagini, flash a raffica che mi attraversano la mente e mi confondono.
Passo di palo in frasca, seguo un pensiero e poi se ne aggiungono altri, raramente arrivo ad una conclusione…perché nel frattempo mi sono persa!

Se è vero che la notte porta consiglio, io dovrei svegliarmi illuminata, invece…ho solo tanto, tantissimo sonno.

P.S. Non consigliatemi sonniferi o psico-farmaci...e nemmeno  

 

 

 
 
 

2017

Post n°214 pubblicato il 22 Dicembre 2017 da fuoco.e.cenere

Sono ubriaca e anche un po’ allegra.

E’ vero che ho alzato un po’ il gomito con il prosecco ultimamente, ma non è quello.

Sono frastornata per questo essere trafelata, con il fiato corto, per il troppo lavoro, per il cuore in tumulto.

Ho la sensazione di avere passato questo 2017 sull’altalena.

L’adrenalina di quando sei lassù, con le gambe penzoloni e le mani che toccano il cielo e subito dopo quel buco nello stomaco che ti prende quando scendi. E via così, su e giù, giorno dopo giorno.

Ma è stato un bell’anno, pieno, ricco.

Se lo dovessi definire con una parola direi: INTENSO.

Ecco sì, emotivamente intenso, nel bene e nel male.

Ora però mi devo riposare; non ho mica più il fisico io.

Approfitterò dei prossimi giorni di festa per fare il pieno di energie che mi serviranno per l’anno prossimo.

Obiettivo 2018: fare opera di giardinaggio alla mia vita. Potare i rami secchi, zappare per estrarre qualche sassolino, seminare e aspettare nuovi germogli.

 

Nel frattempo preparo l’attrezzatura, mi riposo…e respiro.

 
 
 

LA VERITA' TI FA MALE LO SO

Post n°213 pubblicato il 04 Ottobre 2017 da fuoco.e.cenere

"Vogliamo sempre sapere la verità. La desideriamo più di ogni altra cosa. Frughiamo nelle tasche e controlliamo umori e telefonate. Lo facciamo perché siamo convinti di poterla affrontare e, se questa sembra sfuggirci, ci intestardiamo come muli senza prendere in considerazione che forse sarebbe meglio non sapere"

(da L'amore addosso)

 

Sono arrivata a questa conclusione:

Le bugie non si dicono, si sa. Ce lo insegnano da piccoli.

Ma se bugia deve essere, ecchecavolo impariamo a dirla!!

E' un' arte pure quella.

 

 

 

 

 
 
 

PAROLE IN PRESTITO

Post n°212 pubblicato il 13 Settembre 2017 da fuoco.e.cenere

E' un periodo strano questo, potrei definirlo "serenamente confuso". Fatico a mettere a fuoco o forse semplicemente non voglio farlo. Convivo con pensieri a cui non voglio dare troppo peso, con la  speranza che ogni  cosa vada dove e come deve andare.

Quindi, in attesa di recuperare la mia lucidità mentale (o anche di perderla del tutto chissà)  ho pensato di rispolverare l'idea che avevo in mente quando ho riaperto il blog, ovvero prendere in prestito quelle frasi che, per un motivo o l' altro, mi hanno colpita e ho sottolineato durante la lettura per   trarne spunto di riflessione, magari anche di discussione con chi mi legge.

Della serie mi impegno poco ma non abbandono il campo ;-)

Oggi trascrivo un passaggio preso da "L'amore addosso" di Sara Rattaro:

"Era questo il confine?
Più ti spogli meno ti riveli?
Più condividi la tua intimità con qualcuno, più questo sarà portato a nasconderti quello che lo rende felice?
L’amante batte la moglie ma l’amica batte tutti?
Come una strana piramide che porta alla base la compagna di una vita e al vertice la tua confidente"

La moglie si sobbarca tutto il peso della piramide, attenta a non esserne travolta.
L'amica è serena. Senza implicazioni amorose è tutto più facile, si sa.
L'amante sta nel mezzo e se la deve vedere con le altre.

Chi se la passa meglio delle tre?

Eppure non è così raro che le nostre confidenze più intime vengano fatte agli amici/amiche, addirittura virtuali, piuttosto che ai nostri compagni/e. 

A me è successo.

Mah...deliri di un mercoledì pomeriggio dove in ufficio ho poco da fare :-)

 

 

 
 
 

...

Post n°211 pubblicato il 02 Settembre 2017 da fuoco.e.cenere

 

 

Avevo scritto qualcosa, ma poi....

No, non mi va.

Cancello tutto.

Ascolto la canzone e stop.

Altro da aggiungere non c'è.

 

 
 
 

CONFUSA E

Post n°210 pubblicato il 24 Luglio 2017 da fuoco.e.cenere

 

FEDELMENTE COERENTE ALLE MIE CONTRADDIZIONI

 

Risultati immagini per Nè LA CONTRADDIZIONE è INDICE

 

SEMPRE PIU' CONFUSA


MI SERVE UNO SEMPRE PIU' BRAVO, MI PARE CHIARO

 
 
 

FUNZIONA COSI'

Post n°209 pubblicato il 29 Giugno 2017 da fuoco.e.cenere

Scritte sui Muri | E lasciamola zoppicare:

 

E c'è solo un modo per non farla zoppicare...

parlare, parlare....volerlo fare soprattutto.

E credere, e fidarsi...affidarsi.

Chi vuole bene lo fa.

 
 
 

OGGI

Post n°208 pubblicato il 23 Giugno 2017 da fuoco.e.cenere

" Il mio desiderio è fuggire.Fuggire da ciò che conosco, fuggire da ciò che è mio, fuggire da ciò che amo.Desidero partire: non verso le Indie impossibili o verso le grandi isole a Sud di tutto,ma verso un luogo qualsiasi, villaggio o eremo,che possegga la virtù di non essere questo luogo.Non voglio più vedere questi volti, queste abitudini e questi giorni"(F. Pessoa)INSOMMA OGGI DESIDERO STARMENE TRA ME E ME....E SIAMO GIA' IN TROPPI.

 
 
 

E POI

Post n°207 pubblicato il 12 Giugno 2017 da fuoco.e.cenere

ci sono giorni in cui conta solo il momento.

 

Non c’è passato e non c’è futuro. Non c’è tempo per pensarci.

 

C’è l’oggi, il presente, l’ora e l’adesso.

 

 

Ed è così intenso che vorresti durasse per sempre.

 
 
 

EPPURE...

Post n°206 pubblicato il 25 Maggio 2017 da fuoco.e.cenere

NON MI SCONFINFERA

(P.S. La parola esiste anche sul dizionario, giuro. Lo so perchè ho controllato!

Risultati immagini per TE LE SENTI. LE COSE LE SENTI

APPUNTO

 PERO' MAGARI SONO SOLO MERE COINCIDENZE,

CONCOMITANZE, FATALITA'...

COME HO FATTO A NON PENSARCI 

DONNA DI POCA FEDE CHE NON SONO ALTRO!

MA SI'...MANDO AL  DIAVOLO BARICCO...

FORSE DOMANI.

OGGI NON MI SCONFINFERA, NO

 

 
 
 

INTERPRETAZIONI

Post n°205 pubblicato il 19 Maggio 2017 da fuoco.e.cenere

 

E PUNTI DI VISTA


 
 
 

DIALOGHI

Post n°204 pubblicato il 27 Aprile 2017 da fuoco.e.cenere

Facciamo due chiacchiere, vuoi? Credo tu abbia bisogno di essere richiamata all’ordine.

Ascoltami bene: ragiona, sii obiettiva e respira.

E poi fammi un piacere, evita che ti si chiuda la vena, che tanto non frega niente a nessuno; sarebbe solo un problema tuo, credimi.

Onestamente, cosa pensi possa accadere oggi, di diverso, rispetto a quello che temi e dubiti già normalmente? Niente, mi pare. Quindi, no panic.

Hai forse paura che si possa spezzare definitivamente quel filo sottilissimo, sospeso a mezz’aria e fatto di non si sa bene cosa, su cui stai camminando? Sì, lo so che ce l’hai, ammettilo, non fare la furba con me.

Il pericolo di piombare di sotto è oggettivo e forse già scritto, ma tu resti lì e sai perché? No? Davvero non lo sai?

Allora te lo dico io, visto che tu fai tanto la saccente, quella convinta di riuscire a  gestire il tutto con il minor investimento emotivo possibile, ma certe volte con la testa proprio non ci stai, cara mia. Sembra quasi che tu ti sia dimenticata tutto, non ho parole!

Ci resti perché ti piace. Ti piace talmente tanto che talvolta guardi in alto concedendoti pure il lusso di distogliere l’attenzione dal filo (sei una pazza incosciente!!) anche se poi basta un soffio di vento contrario e uno dei tuoi piedi lo senti penzolare nel vuoto.

Ma tu hai scelto di sfoggiare le tue doti di equilibrista provetta…se sei contenta, ti lascio fare. Poi però non rompermi le palle ok?

Sentirsi parte di una dimensione sospesa, senza collocazione, senza definizione, ha i suoi pro ed i suoi contro.

Se da  una parte rassicura e giustifica con pieno diritto eventuali mancanze o aspettative disattese reciproche, dall’altra è paralizzante.

E’ un po’ come essere ai blocchi di partenza in attesa dello start. Ma start de che?  Per arrivare dove?

Non è mica una competizione questa, non c’è nessun traguardo da raggiungere, nessun avversario da battere. E’ piuttosto un viaggio e come per ogni bel viaggio che si rispetti il bello sta nel percorso, non nella meta.

Andiamo, su, fa la brava. Vivi il presente senza seghe mentali che anche il tuo umore te ne sarà riconoscente.

E stai serena che se deve accadere qualcosa, quella cosa accadrà. Se non deve accadere non accadrà. Punto.

 

Ok, hai finito il tuo sproloquio? Posso parlare io adesso?

Sarò più sintetica di te, bisbetica che non sei altro, mai una volta che taci.

Hai ragione, ci dovrò lavorare, ma mi hai convinta.

Fortunatamente sono abbastanza presuntuosa per non sminuirmi e per non lasciarmi svalutare soprattutto.

Ce la posso fare.

Tu però fammi un favore, vatti a rintanare in qualche posto dove non ti posso più sentire che per oggi hai già dato.

 

 

 
 
 

...

Post n°203 pubblicato il 15 Aprile 2017 da fuoco.e.cenere

 

 
 
 

SI PUO'

Post n°202 pubblicato il 09 Aprile 2017 da fuoco.e.cenere

Scardinare concezioni radicate, si può.

Realizzare un innocente desiderio che si è sempre ritenuto quasi impossibile, si può.

Rendersi conto che non è stato nemmeno tanto difficile, si può.

Sono fiera di me.

E incredibilmente rigenerata.

 

 

 
 
 

A ME

Post n°201 pubblicato il 29 Marzo 2017 da fuoco.e.cenere

PAROLA D'ORDINE:

 

MINIMIZZARE

 
 
 

STOP AND STARE

Post n°200 pubblicato il 15 Marzo 2017 da fuoco.e.cenere

 

Correva il 2008...da allora niente è più stato lo stesso.

IO non sono più la stessa.

Cambiata in meglio ?

Cambiata in peggio?

Non saprei dire.

Diversa e consapevole...forse questo.

Non è tutto oro quello che luccica.

 

Però questo pezzo lo adoro ancora oggi

 

 

 

 
 
 

IL PRIMA E IL DOPO

Post n°199 pubblicato il 22 Febbraio 2017 da fuoco.e.cenere

Domenica scorsa ho trascorso parte del pomeriggio in libreria. 

Cercavo un paio di titoli in particolare e dopo averli trovati, mi sono guardata un po' intorno. Mi è capitato tra le mani un libricino di poesie che mi ha incuriosita ed ho iniziato a sfogliare. Io non amo  la poesia, fatico ad apprezzarla, è sempre troppo astratta per me, non mi arriva insomma. Ma quelle che ho letto mi sono piaciute tanto...tanto che le ho fotografate ed ho deciso di trascriverle qui per non perderle.

Lui si chiama Marwan, cantautore e poeta e la poesia che trascrivo qui sotto si intitola:

 

IL PRIMA E IL DOPO

Lo sguardo che precede l’amore.

Il bicchiere che precede il bacio.

Il bacio che precede il letto.

Il fuoco che precede la tenerezza.

La tenerezza che va perdendo quota.

I fiori che precedono la spina.

La stanchezza che precede la domanda.

I malintesi che precedono i crolli.

La ferita che precede la rottura.

La rottura che precede la delusione.

La delusione che precede il dolore

Il dolore che precede la maturità.

La maturità che ti apre altre porte,

altri cuori,

e così sempre,

tutto nella vita

in un ciclo inesauribile,

amore e disamore

tutto disposto – soltanto –

perché tu possa crescere.

 
 
 

BUM!

Post n°198 pubblicato il 13 Febbraio 2017 da fuoco.e.cenere

Un inizio d’anno con il botto il mio.

E’ vero che non amo né le mezze misure, né le terre di mezzo, ma Cristo santo…tutto in una volta?

Un missile, dotato di una  precisione degna del miglior cecchino, mi ha investita  in pieno andando  diretto al centro delle mie fragilità, alcune nascoste, altre sotto gli occhi di tutti. Non sono tante, eppure quel bastardo le ha fiutate a distanza, le ha scovate negli angoli più nascosti  e poi ha colpito con una mira infallibile. Accidenti a lui.

Chissà chi l'ha mandato? E perchè?! Qual è il suo messaggio? Che non devo fidarmi più di nessuno, senza distinzione di sorta? Che mi sono illusa? Che il troppo amore mi ha accecata impedendomi di vedere cosa si nasconde dietro al viso che più amo al mondo?

Ora nel mio frullatore ci sono tutti gli ingredienti per perdere la brocca.

Ma no,  non gliela darò vinta. Resisterò, tra sorrisi e lacrime, a questa tempesta.

E farò tutto da sola, come sempre.

La mia estenuante ricerca di un equilibrio continua....

 
 
 

RISVEGLI SOFT

Post n°197 pubblicato il 31 Gennaio 2017 da fuoco.e.cenere

 

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: fuoco.e.cenere
Data di creazione: 05/09/2009
 

STO LEGGENDO

 

 

IN STAND-BY

 La versione di Barney

 

HO LETTO

Risultati immagini per equazione di un amore

Alessandria Post, il blog di Pier Carlo Lava: L’Arminuta: intervista all’autrice.

Foto Cover di Dove la storia finisce, Libro di Alessandro Piperno, edito da Mondadori

Leggere In Silenzio: PRESENTAZIONE BLOGTOUR : La Vita Perfetta di Renée...

 

 

 

Ovunque tu sarai di Fioly Bocca

Paolo Giordano, La solitudine dei numeri primi - I 10 libri da leggere assolutamente - Foto Gallery Studenti.it:

Alessandro D'Avenia.  Ciò che inferno non è.

 

 

ULTIME VISITE AL BLOG

a.crobatasurfinia60fosco6neimieipassispagetifuoco.e.cenerechiarasanyElemento.Scostantezanzibardgl13il.gallo.del.webje_est_un_autreTerzo_Blog.Giuselektraforliving1963piterx0
 

ULTIMI COMMENTI

Vedi la telepatia Carlo??? Sono qui proprio adesso...
Inviato da: fuoco.e.cenere
il 25/06/2018 alle 13:55
 
Ma sei desaparecidas? Ciaooooooooooooo.
Inviato da: fosco6
il 25/06/2018 alle 13:53
 
Le "cose tue" ...tanta roba. Rido.
Inviato da: fuoco.e.cenere
il 23/04/2018 alle 13:53
 
Condivido i tuoi pensieri, per me infilarmi sotto le...
Inviato da: neimieipassi
il 06/04/2018 alle 07:53
 
Ti aggiorno verso fine mese :-))
Inviato da: fuoco.e.cenere
il 05/04/2018 alle 14:26
 
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom