Creato da RadioBlogAustralia il 15/06/2008
La prima radio online che trasmette dall'Australia in italiano. Trasmettiamo settimanalmente - Stay tuned!

Melbourne: tempo e ora

 
 web stats
 
 
RadioBlogAustralia
 

Tutti i video di Radio Blog Australia

Cerca in questo Blog

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

Area personale

 

FACEBOOK

 
 
 

Ultimi commenti

 

Ultime visite al Blog

bimbayokom.patituccimax_6_66Narciso_AleFabioPagniveruska87lucianabrunoJuly007lfv2006justerysersianlazarsfrancesca_borrierojonnysechi
 

Tag

 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 
 
 
 
 

 

« La settimana piu' calda...E' arrivato il cool change... »

La sua prima volta sotto le stelle

Post n°70 pubblicato il 30 Gennaio 2009 da RadioBlogAustralia

notte cielo stellato

Continua il caldo da record a Melbourne. Da 3 giorni ormai la temperatura supera tranquillamente i 40 (picco 43.5 all'ombra) e la notte scende solo di pochissimo sotto i 30 (29 la minima ieri). Confesso che durante il giorno se ne risente poco, lavorando in ufficio con l’aria condizionata, salvo svenire quando si esce per il pranzo. Ieri ad esempio mi sono dovuta infilare la maglia che tengo in ufficio per coprirmi le braccia perche’ anche se camminavo all’ombra, il vento caldo mi bruciava la pelle.

 

In tutto questo turbinio di temperature il pargolo sembra non accorgersi di niente: continua a strofinarsi addosso a me e al padre, abbracciandoci forte e sedendosi vicio-vicino-vicino a noi. Lo vedo saltellare mentre noi ci trasciniamo a stento. Gli chiedo “ma non hai caldo?” e lui “si’” – ma continua allegramente a saltellare.

 

Ieri notte ho deciso: non volevo trascorrere un’altra notte insonne a rigirarmi per il caldo. Ho gonfiato il materassino del campeggio e ho proposto di dormire in giardino. Non ricordo piu’ quando e’  stata l’ultima volta che ho dormito sotto le stelle (mi vengono in mente i mitici campeggi a Tiscali e a Cala Gonone). Sicuramente molti anni fa.

 

E’ stato fantastico! E il piccolo non stava nella pelle dalla felicita’. Ogni tanto mi guardava (“Dormi! – gli dicevo – dormi!”) e mi chiedeva “Mammina, stiamo qua fino a quando fa luce?” – abbiamo dormito magnificamente, con quel tanto di brezza giusta. Siamo rientrati verso le 5, quando il sole minacciava di venire fuori. A colazione il piccolo continuava a cinguettare “Possiamo dormire ancora sotto le stelle?”

 

Guardiamo le cose dal lato positivo: il gran caldo insopportabile ci ha portato a dormire in giardino, sotto le stelle... e quando mai l'avremmo fatto altrimenti?

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog