Creato da sarchiaponiland_news il 01/02/2011

SARCHIAPONILAND NEWS

Fatti e misfatti .. sarchiaponicamente commentati

 

 

ANGELO ROSA

Post n°22 pubblicato il 11 Giugno 2012 da kiwai
 

 

Quando penso a un fotografo professionista l’immaginario varia tra il “paparazzo”da cronaca e da gossip e l’artista a caccia di inquadrature sofisticate … ma la community ha doti impensabili e tra decine di poetastri della domenica, eco-animalisti, compagni duri e puri e un’inflazione di blog glitterati .. ho scoperto una “perla” che voglio segnalarvi:

http://blog.libero.it/angelorosafoto/11355503.html

http://blog.libero.it/angelorosafoto/11365440.html

 

No, non è un mio amico (glielo chiederò) e tantomeno mi paga per questo “spot”… ma ho trovato davvero splendido il suo modo di raccontare, con immagini e poche parole, il terremoto emiliano.

 

In quel paio di post non troverete tesi complottiste, invettive politiche, compiaciuti panegirici della tragedia e nemmeno i solito repertorio di “macerie spettacolari”.. niente “drammi”, niente “eroici pompieri” .. solo i volti e le immagini di semplici grandi italiani ... di una bella realtà.

Credo che difficilmente si possa trovare di meglio.

 

 
 
 

NON TOCCATE L’IMPIEGATO OMBRA !!!

Post n°21 pubblicato il 25 Maggio 2012 da kiwai
 

 

La Fornero:

"Quello dei dipendenti pubblici non è un mercato perché le regole sono diverse, ma auspico che qualcosa di simile a quello che abbiamo fatto per i dipendenti privati relativamente alla possibilità di licenziare sia inserito nella delega al ddl anche per i dipendenti pubblici".

APRITI CIELO !!!

Pensare di l-i-c-e-n-z-i-a-r-e “un’impiagato” assenteista?

Misurare la p-r-o-d-u-t-t-i-v-i-t-à di uno scaldasedie ?

 

NON SIA MAI !!!

Senza nemmeno tentare di guardare in faccia una realtà di un pubblico impiego plasmato sulla perversione burocratica e finalizzato alla sua stessa proliferazione tumorale … attenti solo alla conservazione di un consenso clientelare .. i soliti sindacalisti Paladini dell’indifendibile, sono subito scesi in campo:

"Non si capisce proprio questo furore ideologico sul tema della licenziabilità dei pubblici dipendenti”

“si concentrino sulle misure per creare lavoro, piuttosto che alimentare campagne contro i lavoratori pubblici".

“ .. polveroni mediatici solo per soddisfare le esigenze di chi vuole fomentare strumentalmente divisioni tra lavoratori pubblici e privati.”

 

Certo, loro sono il “prototipo” di quei dipendenti pubblici da licenziare, quelli che non hanno mai “sbrigato una pratica” .. perché troppo impegnati a difendere i loro “diritti” :

il diritto all’informazione, con “un’occhiatina al giornale”…

il diritto alle relazioni sociali, con la pausa caffè e le telefonate alle amiche …

il diritto alla salute, con le “indisposizioni ponte”…

il diritto alla famiglia .. per fare la spesa …

per non parlare del diritto alla “ubiquità”, quello per cui l’impiegato ha diritto di essere contemporaneamente: 

al suo posto “fino a un attimo fa”,

a rapporto col direttore,

fuori sede per servizio,

in ferie,

in malattia …

e comodamente per i cazzi suoi !!!

 

Adesso, che sento di essermi guadagnato l’eterno rancore di tanti, ma ho finalmente detto quello che pensano, ma raramente dicono, tutti quelli che dipendenti pubblici non sono …

adesso mi corre l’obbligo di dire anche, che la risposta non è certamente quella, troppo frequente, di inveire contro il povero cristo che sta dietro lo sportello … nel 99% dei casi è l’unico che sta davvero lavorando!

 

Ma provate, come succede a me, a girare nei santuari della burocrazia per “sfangare” quella pratica che è il frutto del vostro lavoro (che spesso non vi è stato ancora pagato) e che giace tranquilla sul tavolo di uno di questi “sottopagati (dicono loro) nullafacenti (dico io)” …

 

Se osate rivendicare il vostro diritto di cittadino di avere una risposta alla ossequiosa domanda che avete inoltrato al Moloch …

Se solo provate a spiegargli che la legge impone termini e modalità precise per evadere quella pratica ..

Se infine vi incazzate e pretendete di sapere perché quel testa di c…, che gestisce la vostra pratica, non è mai in ufficio …

allora vi sentite rispondere che “loro” sono dei lavoratori mal pagati, ma “che pagano le tasse”!!!

 

Il che, evidentemente, fa di “loro” degli “onesti fannulloni” e di me un “frenetico evasore fiscale” … amen.

 

P.S.

E non venitemi a dire che esistono tanti dipendenti pubblici che lavorano .. lo so benissimo, ma “quelli” nessuno si sogna di licenziarli, ma anzi dovrebbero essere incentivati e premiati per il loro lavoro.

Dirò di più … quasi certamente la pensano come me.

 

 
 
 

COME SE CE NE FOSSE BISOGNO …

Post n°20 pubblicato il 02 Aprile 2012 da kiwai
 

 

Attenzione

Questo post non ha per oggetto il tema dell’articolo cui fa riferimento il link sottostante, l’argomento è:

il copia-incolla, il web e l’uso delle fonti.

 

Primo link:

http://oknotizie.virgilio.it/go.php?us=3891c29896827141

 

La “tecnica della polpetta” funziona sempre ..

abbaiano rabbiosi in coro contro il nemico di sempre, farneticano di sessualità represse, di scheletri di neonati nei cunicoli dei conventi, di omosessualità dei preti e di pedofilia .. c’è chi invoca i manicomi (secondo un vecchio vizio), chi elabora studi pseudoscientifici su “l'omosessualità come confine della pedofilia” (naturalmente dei preti), chi fa professione di ateismo …

insomma tutti a “sbranare” la polpetta … avvelenata …

nessuno che abbia capito che si tratta di un Pesce d’Aprile !!!

Provare per credere:

http://www.irishtribune.eu/news/vatican-will-allow-homosexual-relations-between-priests-655364.html

muovere il mouse sull'articolo ..

 

Anzi, la succinta mutanda rossa, osannata autrice del post-polpetta, sardonicamente avvertita dal “mefistofelico” Ouisted, anziché prendere atto della clamorosa cantonata, rilancia con rinnovato furore giacobino:

“Anche se fosse, nn cambio di una virgola di quello che penso di questo parassiti !!!!”

“.. Io trovo piu' assurdo quello che fanno, vorrei essere una ape e andare dentro a un monastero, sai quanti culi nudi per aria pungerei !!!”

 

E via di nuovo a dirigere il coro ululante …

Ma è così difficile mettere in discussione i propri pregiudizi ???

Evidentemente si … anche di fronte all’evidenza

 

“Nel link che ho messo io, non parla di pesce d'aprile..”

 

Qualcuno mi ha già onorato addirittura di un post per deprecare il mio orrido vizio di “copia-incollare” i commenti altrui .. ma di fronte a tanta proterva ottusità, quale miglior commento di una “citazione integrale” preventivamente verificata ??? 

 
 
 

PRESTITO CON GARANZIA

Post n°19 pubblicato il 29 Febbraio 2012 da kiwai
 
Tag: banche

 

Adesso, a proposito di banche, una storiella … tristemente vera.

Questo articolo è tratto da una rubrica seria di notizie di Washington...

 

Un italiano entra in una banca di New York e chiede di parlare con un impiegato addetto ai prestiti. Dice all'impiegato che deve recarsi in Italia per due settimane e che ha bisogno di un prestito di 5,000 dollari.

Il funzionario gli dice che la banca richiede alcune forme di garanzia per concedere un prestito. Così l'italiano tira fuori le chiave di una nuova Ferrari. La macchina parcheggiata in strada di fronte alla banca. L'italiano consegna anche il libretto di circolazione e i documenti dell'assicurazione. Il funzionario accetta di ricevere l'auto come garanzia collaterale del prestito. Il presidente della banca e i suoi funzionari si fanno quattro risate alle spalle di un italiano che utilizza una Ferrari da 250 mila dollari come garanzia di un prestito di 5mila dollari.

Un impiegato della banca si mette alla guida della Ferrari e la parcheggia nel garage sotterraneo della banca.

 

Fin qui quasi tutto normale (per gli States) … da noi la stessa pratica richiederebbe almeno un mesetto .. un’istruttoria .. tre o quattro passaggi di verifica .. una fidejussoncina e magari un’assicurazione (perché la banca mica può rischiare!) … e ammesso che il cliente apra tempestivamente un “conticino” con almeno il doppio della somma richiesta … si può fare!

Ma la storiella continua …

 

Due settimane piu tardi l'italiano ritorna, restituisce i 5mila dollari e paga gli interessi pari a 15 dollari e 41 centesimi. Il solito funzionario gli chiede:

"Gentile Signore, siamo veramente lieti per averla avuta come cliente e questa operazione è andata molto bene. Però ci deve scusare: siamo un pò confusi. Abbiamo assunto qualche informazione sul suo conto e ci siamo resi conto che lei un multimilionario che sicuramente non aveva bisogno di un prestito così irrisorio e ci chiediamo come mai si sia dato tanta pena a fornire una garanzia così alta per una tale quantità di denaro."

 

Ma come? Le informazioni le hanno assunte dopo il prestito?  INAUDITO !!!

 

L'italiano risponde: "Secondo lei dove posso trovare a New York un posto dove parcheggiare per due settimane la mia Ferrari per soli 15 dollari e 41 centesimi ed essere sicuro di ritrovarla al mio ritorno?"

 

PS.

La ragazzotta però … se l’era portata dietro.

 

 
 
 

SI MUORE DI ETERNIT .. E DI BUROCRAZIA

Post n°18 pubblicato il 18 Febbraio 2012 da kiwai
 

 

Questa l’hanno "smaltita" subito …

Tutti hanno letto della sentenza del processo Eternit, conclusosi a Torino in questi giorni, ma quasi nessuno sa di un vergognoso corollario della vicenda …

 

Sul web si può trovare anche il video con la lunga lettura della sentenza, in cui il giudice ha elencato uno per uno tutti i nomi delle persone cui era dovuto il risarcimento del danno.

 

Bene, si è scoperto che dalla sentenza mancano molti nomi.

 

Si, perché la cancelleria nel trascrivere nel dispositivo della sentenza il lungo elenco dei danneggiati (tutti i nominativi erano stati elencati in un file) ha omesso di riportare alcune pagine !!!

 

Risultato?

I disgraziati che sono stati “omessi” NON HANNO DIRITTO AL RISARCIMENTO !!!

 

Grazie alla “efficienza” della burocrazia giudiziaria, anche se i loro diritti erano stati già verificati e riconosciuti con l’inserimento nell’elenco, poiché i loro nomi non figurano nella “sentenza” non possono essere risarciti …

dovranno fare appello e – non si sa quando – l’errore sarà corretto.

(fonte Radio24.Il sole 24ore)

 

E MENOMALE CHE L’HANNO DEFINITA “UNA SENTENZA ESEMPLARE” !!!

 

 
 
 
Successivi »
 

 

 

 

leggi anche ..

SARCHIAPONILANDSPOT
.. sarchiaponici senza saperlo ..

 

AREA PERSONALE

 

ULTIME VISITE AL BLOG

adeliopval_luxDanny605morello_1950sandraalbiniMITIC0StirrenjaurlodifarfallaLady_Juliettekiwainy.hientegiam41franco.cerimeleEdgard70
 

ULTIMI COMMENTI

Convengo! Ciao, Saverio
Inviato da: saverio.ancona
il 12/06/2012 alle 17:32
 
grazie, questo tuo amico-a-cui-lo-chiederai :) sa dare...
Inviato da: alkimias.alkie
il 11/06/2012 alle 14:03
 
Si Gino, basta pensare a cosa sono stati capaci di...
Inviato da: kiwai
il 26/05/2012 alle 16:46
 
Anni di esperienza non sono ancora riusciti ad...
Inviato da: kiwai
il 26/05/2012 alle 16:44
 
Grazie Saverio, non avevo dubbi, ma fa piacere sapere che...
Inviato da: kiwai
il 26/05/2012 alle 16:41
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom