Blog
Un blog creato da stevelacaste il 26/11/2011

BALLAQ & STEVE

SCRITTI E DESCRITTI

 
 

AREA PERSONALE

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: stevelacaste
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 51
Prov: EE
 

Per aver bevuto da un pozzo musulmano, in Pakistan, ASIA BIBI una donna cristiana di 45 anni, dal 2009 e segregata e torturata in una cella in attesa di essere condannata a morte, nel novembre di quest'anno. Unica sua colpa aver infettato  l'acqua, essendo una cristiana infedele.

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

In classifica

 

TAG

 

Lo ribadisco: Monti è un capo massone che pensa di risolvere tutto senza pensare a Dio, dunque, presuntuoso ed orgoglioso e pretende di affamare la Chiesa. E'uno strumento di Satana.

     Padre G. Amorth

 

Le mogli dei politici fanno tutte beneficenza. Hanno il senso di colpa per quello che rubano i mariti.  R. BENIGNI

 

Cos'è lo svaligiare una banca rispetto al fondarne una?

BERTOLD  BRECHT

 
Citazioni nei Blog Amici: 13
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Agosto 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

Le leggi sono ragnatele che le mosche grosse sfondono, mentre le piccole ci restano impigliate.   H. de BALZAC

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

 

« BLOGS & LIBERTA' DI ESPRESSIONEPROTAGONISTA O COMPARSA? »

DENTRO NOI STESSI

Post n°112 pubblicato il 17 Luglio 2014 da stevelacaste

Ci guardiamo allo specchio per renderci presentabili, per osservare i danni che il tempo ci procura, per nasconderci dietro apparenze posticce, per fare la guerra agli enestetismi della pelle, per capire come gli altri ci vedono ma mai ci guardiamo per entrare dentro di noi. Abbiamo paura di trovare scheletri non solo dentro gli armadi del nostro vissuto ma dapertutto. Mi sono guardato allo specchio con intensità, ho fissato i miei occhi, la mia bocca e da essa è uscito una parola sommessa, inconprensibile. Che parola poteva mai essere, se non detta da me stesso? La mia bocca la ripetè, ancora, sommessamente, ma, questa volta, riuscii a comprenderne il significato era il mio nome! Perchè il mio nome? Cosa mi stavo chiedendo? Ebbi un leggero sussulto, abbassai lo sguardo, quasi a proteggermi da ciò che avrei voluto dirmi  pronunciando il mio nome. Fissai il mio volto, attentamente, pronunciando ripetutamente nella mia mente, quel nome. Un fiume d'immagini si stagliò dinanzi a me, quand'ero bimbo, adolescente, giovane, uomo...ora! Fotogrammi su fotogrammi, pellicole sbiadite dal tempo, video, chiusi gli occhi ed entrai dentro di me. Cosa mi volevo dire? Ero psicologo o giudice di me stesso? Nulla di tutto questo ero solo io che mi chiedevo che vita stavo vivendo, se fossi felice di quell'esistenza scelta allora, se avessi potuto scegliere diversamente cosa avrei scelto? Ho vissuto od ho trascorso solo tempo? Ho abbracciato la vita totalmente o le ho solo dato la mano, ho assaporato e gustato ogni profumo di esistenza od ho i miei sensi narcotizzati dal ticchettio del tempo? Ho regnato da giusto sovrano sull'impero della mia vita o sono solo un plebeo che ha raccolto avanzi di qualche esistenza che ho incrociato nel mio vagabondare? La risposta può far più male di uno sparo in bocca! Spalancai gli occhi dalla paura di sentirmi rispondere: hai sprecato la tua vita! Si, ho la testa frastornata dal fragoroso ticchettio del tempo, non m'ha mai lasciato un solo istante! Il cuore mi batte all'impazzata, gran parte della mia esistenza è già trascorsa, come rimediare? Come far smettere questo ticchettio, come accorgersi ora del tempo-vita, la mia vita, quella vera, quella che ti fa vivere, quella che non conosco? Avrò il coraggio di guardare in faccia il vero me? Oltre ogni paura, inganno, accomodamento, ci posso essere: io! Si, posso entrare nel mio nuovo essere come un re entra in una città conquistata, da vincitore. Dovrò imparare a dire no o si secondo ciò che sento o desidero, mai assecondare gli altri, mai rinnegarmi per mancanza di stima...io sono io! Tutto facile a parole, ma i fatti sono come il ticchettio sempre più rumoroso!

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

 

a

 

 

blog.libero.it/stevelacaste

 

AGENZIA ANSA

A

 

tibetlibero.gif

 

ULTIMI COMMENTI

Grazie a te, Angi, scusami se non t'ho ringraziato...
Inviato da: stevelacaste
il 20/09/2016 alle 11:12
 
ah, ma ho letto il blog.. i tuoi scritti sono fluidi come...
Inviato da: angi2010
il 25/04/2016 alle 19:55
 
e wow!
Inviato da: angi2010
il 25/04/2016 alle 19:47
 
Molto bella. Un fuoco che è vita. Serena giornata.
Inviato da: gradiva1940
il 16/01/2016 alle 13:09
 
E se provassimo a guardare il lato positivo e, magari,...
Inviato da: amistad.siempre
il 06/06/2015 alle 02:37
 
 

Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero.  (Anonimo)

 

I grandi ladri mettono in prigione i piccoli. D. LAERZIO

 

I politici raramente hanno preteso d'inventare valori morali, ma hanno sempre giustificato e rafforzato quelli immorali.

CARL WILLIAM BROWN

 

Bisogna prendere il denaro dove si trova: presso i poveri. Hanno poco, ma sono in tanti.  E. PETROLINI

 

Il potere ubriaca, ed i migliori, investiti di autorità, diventano pessimi. C. CAFIERO

 

L'empirismo inglese, l'illuminismo francese, il pragmatismo americano, il pressapochismo italiano. D. RISI

 

Le banconote asciugano le lacrime meglio del fazzoletto. A. FOGAZZARO

 

E'un Paese così diviso l'Italia. Così fazioso, così avvelenato dalle sue meschinerie tribali! Si odiano anche all'interno dei partiti, in Italia. Non riescono a stare insieme nemmeno quando hanno lo stesso emblema, lo stesso distintivo. Gelosi, biliosi, vanitosi, piccini, non pensano che ai propri interessi personali. O. FALLACI

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 

I MIEI LINK PREFERITI