Creato da: spiele il 12/12/2007
informazioni su patologie

ricerche e inform.

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Ultime visite al Blog

carmencat40crirupg.piscitellorenza.pesciniguigiogiologosgraphes.docintochristi17batman.61dareviltonia.fresadadadigimonica.pacciardidick.vintageluigina.peluso
 

Ultimi commenti

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 

Medicine pericolose

Post n°4 pubblicato il 08 Gennaio 2008 da spiele
 

Ragazzi che spesso sono intelligentissimi, svegli capaci di fare più cose contemporaneamente, con capacità intellettive al di sopra della media (chi scrive parla anche per esperienza diretta come docente). Col solito rito del "consenso informato" (basta scrivere come genitori, che si e' informati, per scaricare ogni responsabilita' dalle mani dei medici e dello stato) che come tutti dovrebbero sapere informato non e' per niente: quale genitore informato darebbe a suo figlio un farmaco derivato dalle anfetamine e che puo' sviluppare dipendenze peggiori della cocaina?

Sono fra i 6 e i 7 milioni (Dichiarazione del dottore F. Baughman nell'articolo "Making Sense of Ritalin", di John Pekkanen, Rider's Digest gennaio 2000, pagina 158) solo negli Stati Uniti i bambini trattati con uno psicofarmaco stimolante, il ritalin, e le diagnosi di tale "male" con conseguenti prescrizione di droghe di sintesi sono in aumento in tutto il mondo occidentale (si parla di un raddoppio del numero di diagnosi ogni 3 / 4 anni negli USA e ogni anno in Inghilterra). Adesso addirittura tale disturbo viene diagnosticato a partire dal primo anno di vita, e senza alcuno scrupolo i medici prescrivono a bambini ancora lattanti una droga, il ritalin appunto, che negli anni sessanta era utilizzata da alcune comunità di hippies per 'sballare': "A volte li vedevi completamente immersi in un delirio totale da Ritalin. Non un gesto, non un'occhiata: potevano sedere assorti in qualsiasi cosa - un tombino, le rughe del palmo delle proprie mani - per un tempo indefinito, saltando un pasto dopo l'altro, fino all'insonnia più incoercibile … puro nirvana da metilfenidato." (Tom Wolfe dal suo articolo "Il cervello senz'anima" del 1996).

Dal punto di vista della sua classificazione tossicologica questo farmaco si trova nella stessa tabella di cocaina, anfetamina, oppiacei e barbiturici (categoria degli stupefacenti). È questa la sostanza che va somministrata a bambini disattenti e "ipercinetici" (che si muovono troppo!) per renderli più sopportabili a genitori e maestri (Il Ritalin è un eccitante del sistema nervoso che ha effetto calmante sulla sfera emotiva e comportamentale; probabilmente si tratta di un effetto paradosso simile a quello che può avvenire con altre sostanze come le benzodiazepine: a piccole dosi ha un effetto stimolante, a dosi maggiori un effetto calmante; nei bambini anche una dose che per un adulto è modesta può avere già un effetto calmante). Di queste "malattie", "deficit di attenzione" (ADD) e/o "iperattività/impulsività" (ADHD) secondo psichiatri e neuropsichiatri avrebbero sofferto fra gli altri lo scrittore di favole più famoso del mondo Hans Christian Anderson, l'autore di "Alice nel paese delle meraviglie" Lewis Carroll, tre dei più grandi musicisti di tutti i tempi Ludwig Van Beethoven, Amadeus Mozart e Sergei Rachmaninoff, i grandi pittori spagnoli Salvador Dalì e Pablo Picasso, Leonardo da Vinci e Galileo Galilei, il fondatore della fisica classica Issac Newton, lo scopritore delle leggi dell'elettromagnetismo classico James Clerk Maxwell, il genio della fisica teorica e premio nobel Stephen Hawkins, l'imperatore di Francia Napoleone Bonaparte, il presidente degli USA John F. Kennedy, il cantante e chitarrista dei Nirvana Kurt Cobain (drogato con Ritalin perche' "ipercrativo e ribelle")… Malati o geniali? L'Istituto Nazionale per la Salute Mentale degli USA (NIMH) ha dichiarato nel 1999 che il Ritalin e gli altri stimolati utilizzati per l'ADD "sopprimono i sintomi ma non curano il disturbo". La Food and Drug Administration (FDA), non ha mai approvato la somministrazione di stimolanti per la fascia sotto i sei anni, eppure il Ritalin viene somministrato ora anche ai lattanti. Il Ritalin ormai è diventato la droga più diffusa fra gli adolescenti degli Stati Uniti, e viene utilizzata sia per divertimento che per migliorare prestazioni di studio e lavoro.

Il metilfenidato come effetto a breve termine aumenta le prestazioni di qualsiasi persona, tanto da essere bandito dal Comitato Olimpico Internazionale. A lungo termine invece presenta tutta una serie di effetti nocivi e di complicazioni. In un suo lavoro lo psichiatria Peter Breggin riferisce fra gli altri i seguenti effetti collaterali di Ritalin, Dexedrina, Adderall e altri stimolanti.

Funzioni Cardiovascolari: Palpitazioni - Tachicardia - Ipertensione - Aritmia cardiaca - Dolori al petto - Arresto cardiaco (!)

Funzione cerebrali e mentali: Mania, psicosi, allucinazioni - Agitazione, ansia, nervosismo - Insonnia - Irritabilità, ostilità, aggressione - Depressione, ipersensibilità emozionale, pianto facile, introversione - Riflessi ridotti - Confusione - Perdita di spontaneità emozionale - Convulsioni - Comparsa di tic nervosi

Funzioni gastrointestinali: Anoressia - Nausea, vomito, cattivo gusto in bocca - Mal di stomaco, crampi - Bocca arida - Costipazione, diarrea

Funzioni endocrine e metaboliche: Disfunzione della ghiandola pituitaria, alterazione della produzione dell'ormone della crescita e della prolattina - Perdita di peso - Arresto o ritardo della crescita - Disturbi delle funzioni sessuali

Altre funzioni: Visione sfumata - Mal di testa - Insonnia - Depressione - Iperattività e irritabilità - Peggioramento dei sintomi caratteristici dell' ADHD - Ridotta capacità di comunicare e socializzare - Aumento del gioco solitario e diminuzione del periodo complessivo di gioco - Tendenza ad essere socialmente inibito, passivo e sottomesso - Piattezza emozionale.

D'altronde l'uso del Ritalin per "curare" questi pretesi "sintomi" si era già dimostrato fallimentare, il che fa pensare subito ad un incremento delle diagnosi di ADD/ADHD finalizzata alla vendita di un enorme quantitativo di farmaci inutili e dannosi. In una ricerca del 1971 infatti, si sono analizzati 83 bambini a 2-5 anni di distanza dalla diagnosi di ADD o ADHD, e il
92% di essi era stato trattato con Ritalin. Ecco i risultati:

60% dei bambini erano ancora iperattivi e studiavano poco (la ragione per la quale veniva loro somministrato il Ritalin), ma in più erano diventati ribelli
59% avevano avuto guai con la polizia;
23% erano stati portati ad una caserma di polizia una o più volte;
58% erano stati bocciati almeno una volta;
57% avevano difficoltà di lettura;
44% avevano difficoltà con l'aritmetica;
78% trovavano difficile restare seduti a studiare
59% erano considerati dalla scuola ragazzi con problemi disciplinari;
52% erano distruttivi;
34% avevano minacciato di uccidere i loro genitori;
15% avevano parlato di suicidio o l'avevano tentato.

Bisogna puntualizzare che anche se il Ritalin è il farmaco più usato per "curare" ADD e AHDD esso non è l'unico. C'è tutta una gamma di farmaci stimolanti come destroanfetamina, pemolina, metanfetamina, adderall, e di farmaci non eccitanti (depressori del sistema nervoso centrale ossia calmanti, antidepressivi, neurolettici, ansiolitici) usati per quel 20% di bambini e adolescenti che non rispondono ai farmaci stimolanti: Aloperidolo, Pimozide, Clonidina, Guanfacina, Nortriptilina, Amitriptilina, Imipramina, Deprenil, Clomipramina, Desipramina, Bupropione, Fluoxetina, Nicotina, IMAO, Moclobemide, Carbamazepina, Valproato, Litio, Cloropromazina, Venlafaxina, Buspirone, Benzodiazepine (Mendelson W., Johnson N, Stewart M. A., "Hyperactive children as teenagers: A follow-up study", Journal of Nervous Mental Disorders, vol. 153, 1971).

E veniamo ora alle scoperte fatte sulle relazioni illecite fra psichiatri, governi e case farmaceutiche. Negli Stati Uniti infatti sono attualmente in corso varie in cause legali che coinvolgono l'Associazione Americana degli Psichiatri (APA) e l'Associazione degli utenti CHADD, per collusione con la casa farmaceutica Novartis (ex Ciba-Geigy) che produce il Ritalin.

L'accusa per gli psichiatri è di avere preso soldi dalla multinazionale del farmaco per formulare criteri diagnostici sempre più elastici e inclusivi per favorire la vendita del Ritalin. La "Children and Adults with Attention Deficit/Hyperactivity Disorder" (CHADD) ufficialmente appare come un'associazione di utenti, ma in realtà è un'emanazione dell'ortodossia psichiatrica organicista; supportata da "specialisti" fanatici del Ritalin sostiene che il disturbo dell'attenzione ha una causa biologica (Causa supposta e mai trovata ovviamente, come sempre del resto in psichiatria).

In realtà una causa biologica di certi comportamenti in alcuni casi è nota da tempo, ma la psichiatria non la prende in considerazione perché troppo scomoda. Esistono disfunzioni neurologiche causate dai vaccini al mercurio, dall'assunzione per altra via di metalli pesanti, da contaminanti chimici e additivi vari presenti nei cibi, da una dieta squilibrata che porta alla carenza di alcune vitamine, disfunzione neurologiche connesse alle meningiti causate dai vaccini. Se esiste un'alterazione reale del funzionamento neurologico ciò può dipendere quindi dai veleni che i nostri bambini sono costretti ad ingerire, e alcuni anomalie comportamentali si potrebbero risolvere con una corretta prevenzione. Ma si sa, alle case farmaceutiche la prevenzione ruba solo clienti, e parlare dei danni dei vaccini, dopo che ci hanno inculcato l'idea della loro potenza benefica, è peggio che bestemmiare in una chiesa impossibile, come asserisce il pediatra Mendelson.

Piuttosto che tutelare gli utenti, i rappresentanti dell'associazione CHADD tengono conferenze nelle scuole per pubblicizzare il Ritalin e distribuiscono un opuscolo sul disturbo dell'attenzione stampato a cura della Novartis. Sono questi finti tutori degli utenti della psichiatria che hanno condotto una campagna per derubricare il Ritalin dalla tabella II alla tabella III degli USA, onde eliminare certe limitazioni alla vendita del farmaco ed allargarne il mercato. Quello che fa paura è che tale campagna fu sottoscritta dall'Accademia Americana di Neurologia, dall'Accademia Americana di Pediatria, dall'Associazione Psicologica Americana, dall'Accademia Americana della Psichiatria dell'infanzia e dell'adolescenza. Tutti insieme appassionatamente, dagli psicologi agli psichiatri passando per i neurologi, perché una droga venga considerata un po' meno pericolosa e venduta con maggiore libertà.

Per fortuna prima che la DEA si pronunciasse su tale richiesta un documentario televisivo svelò che la CHADD aveva preso 900.000 dollari dalla Ciba-Geigy, ora Novartis. E tale squallida manovra tangentizia fu citata dalla DEA (Drug Enforcement Administration) nella sua risposta alla richiesta di derubricazione. A queste manovre sembra non sia estranea neanche la FDA.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Artrosi reumatoide

Post n°3 pubblicato il 14 Dicembre 2007 da spiele
 

ARTRITE, ARTRITE REUMATOIDE, ARTRITE PSORIASICA,
ARTROSI, DOLORI ARTICOLARI
CURA NATURALE A BASE DI PIANTE, SUPPLEMENTI NATURALI, PREPARATI ERBORISTICI, ERBE, PIANTE

piante, erbe, preparati di erboristeria, erboristici, utili per la cartilagine, i danni della cartilagine,osteoartrosi,artrite,artrite reumatoide,artrite psoriasica,artrite settica, artrosi,spondilite anchilosante ed erbe,gotta, acidi urici ed erbe,alimentazione naturale e problemi osteo-muscolari e articolari, fitoterapia e artrosi, fitoterapia e artrite, oli essenziali per uso esterno utili nei dolori osteo-asrticolari,fibromialgia, oli essenziali da massaggio, fitoterapia e problemi alla cartilagine e nelle forme dolorose in presenza di artrite, artrosi, reumatismi
cure naturali, olistiche,fitoterapiche,erboristiche,medicina alternativa,
sito ufficiale di www.erboristeriaedaltro.com, consigli gratuiti via e mail

CARTILAGINE
Il sistema muscolo scheletrico oltre che dalle ossa e dai muscoli è formato da tendini, legamenti, cartilagine, la sua funzione principale è quella di sostenre il corpo e di permettere i movimenti e la locomozione. Il sistema è influenzato dal corretto funzionamento degli altri sistemi del nostro corpo.
La cartilagine, che è un tessuto connettivo vivo, che costantemente viene demolito e rimpiazzato, ha la funzione di cuscinetto, infatti tra i due capi ossei abbiamo la membrana sinoviale che contiene il liquido sinoviale che si comporta da lubrificante. La cartilagine funge da frizione e serve ad "ammortizzare" e ridurre l'impatto del movimento delle ossa, rendendolo regolare, morbido, indolore.
In pratica la cartilagine spreme il liquido sinoviale che passa dalla membrana alla capsula, e quando la pressione motoria rallenta la cartilagine come una spugna assorbe questo liquido. Ed è questo regolare flusso e riflusso che si comporta da cuscinetto a permettere la lubrificazione ad ogni movimento che facciamo. Nelle persone sane c'è un equilibrio tra la distruzione del vecchio tessuto cartilagineo e la sintesi del nuovo:
Se le ossa non sono più protette da questi cuscinetti, sfregano le une sulle altre, provocando sia dolore, dovuto alla infiammazione che degenerazione ossea.

DANNI DELLA CARTILAGINE
I danni alla cartilagine possono essere causati da :
- traumi e fratture, con rilascio di istamina, e quando non sono curati in modo adeguato
- lesione dovute a stress da sforzo ( atleti)
- radicali liberi
- deficit del sistema immunitario ( artrite reumatoide)
- sostanze infiammatorie
- alimentazione non equilibrata ( eccessiva acidità del sangue , tra i cui fattori anche un eccesso di assunzione di alimenti del genere Solanacee come:pomodori, peperoni, melanzane, patate, tabacco, eccesso nel consumo di grassi animali saturi, frumento, latte e derivati del latte, eccessivo consumo di zuccheri)
- obesità
- malattie endocrine e dismetaboliche : Diabete
- uricemia, aggregazione di cristalli di pirofosfato di calcio o acido urico, che se presenti in quantità eccessive si depositano a livello articolare, favorendo l'instaurarsi dell'Artrosi
- fattori ereditari ( ereditarietà dell'artrosi, per la struttura chimica alterata del collagene)
- chi pratica sport, in modo intenso
- chi ha problematiche strutturali ossee ( es: scoliosi)


OSTEOARTROSI
Si ha osteoartrosi quando la cartilagine demolita non ha il tempo necessario per essere ricostituita, è una patologia dolorosa e invalidante.
Si ha Osteoatrosi primaria da squilibri della Cartilagine, che peggiora di giorno in giorno
Si ha Osteoartrosi secondaria da lesioni della cartilagine in seguito a traumi, che si instaura spesso negli atleti.

La Osteoartrsi non è una inevitabile malattia dell'invecchiamento, ma può essere migliorata dando all'organismo quelle sostanze di cui ha bisogno per la corretta formazione della cartilagine, esistono dei preparati che possono aiutare e danno sollievo al dolore e alla rigidità, e riparano la cartilagine danneggiata, sono
GLUCOSAMINA CONDROITINA, sono formate direttamente dal nostro organismo, e non si assumono attraverso il cibo, il corpo non è in condizione di crearle, pertanto l'unico modo per averle è quello della assunzione tramite un integratore.
MSM
VITAMINE e MINERALI

ARTRITE- OSTEOARTRITE
E' una malattia infiammatoria degenerativa che colpisce le articolazioni.
Sintomi:
- infiammazione
- dolore
- rigidità delle articolazioni
- nei casi gravi deformazione dell'articolazione colpita

ARTRITE REUMATOIDE
E' una malattia autoimmune, è causata da auto-aggressione, del sistema immunitario ai tessuti del corpo.
E' una infiammazione cronica che affligge l'intero organismo, incluse le membrane sinoviali che circondano il liquido sinoviale.

Le articolazioni più colpite:

- mani
- piedi
- polsi
- caviglie
- ginocchia

Sintomi :
- gonfiori
- rigidità
- dolore
- anemia
- fatica
- perdita di peso
- febbre
- invalidità

Cause:

- predisposizione genetica
- stile di vita
- alimentazione non adeguata
- allergie e intolleranze ad alimenti e microrganismi come virus e batteri
- passaggio di tossine dall'intestino al flusso ematico, per una anomala permeabilità
- indebolimento del sistema immunitario, in parte dovuto dalla infiltrazione di queste tossine

La malattia inizia con un processo infiammatorio della membrana sinoviale, con dolore, rigidità e gonfiore, a sua volta la membrana infiammata, produce enzimi che provocano la rottura della cartilagine, si forma un tessuto fibroso, che calcificando da origine a bozze ossee, che limitano i movimenti. Questa patologia può instaurarsi anche nei giovani. E' caratterizata da noduli reumatoidi di forma rotondeggiante che si formano sotto la cute, vicino alle articolazioni, si possono avere anche problemi di linfonoidi e al cuore.

ARTRITE PSORIASICA
Correlata alla psoriasi

ARTRITE SETTICA
Che deriva dalla infezione di una articolazione ( la gotta/acidi urici, è un tipo di artrite)

ARTROSI - OSTEOARTRITE
E' provocata dall'usura, dall'invecchiamento delle cartilagini, che provoca un indebolimento dei muscoli, dei tendini, dei legamenti che sostengono l'articolazione.E' una malattia degenerativa che colpisce la CARTILAGINE e tutta la struttura articolare, non dovuta necessariamente ai processi di invecchiamento.La lesione della cartilagine, che acquista una struttura irregolare, induce un ispessimento della capsula articolare con la formazione di un anomalo tessuto osseo (osteofiti) , che si deforma, e che va a comprimere nervi e muscoli provocando dolore. Il processo può essere accelerato dal sovrappeso , da lesioni articolari, dieta inadeguata, scarso o inadatto esercizio fisico.
Anche il liquido sinoviale diminuisce ed i movimenti diventano più rigidi, e quando il processo è ormai in uno stato avanzato si avverte dolore ad ogni movimento.
La rigidità articolare si avverte maggiormente dopo il riposo.

SPONDILITE ANCHILOSANTE
E' una malattia autoimmune che colpisce la colonna vertebrale, le vertebre si infiammano e nei casi gravi arrivano a fondersi, può colpire anche le anche.
E' consigliabile la diminuzione dei movimenti.

FIBROMIALGIA
E' di origine sconosciuta ed è caratterizzata da dolore cronco e generalizzato alla muscolatura, si presenta con dolori articolari, rigidità, astenia, parestesie, insonnia, ansia, cefalea e colon irritabile

GOTTA/ ACIDI URICI
E' un tipo di artrite causata da aumento dei livelli di acidi urici nel sangue: L'acido urico favorisce la formazione di cristalli che si depositano nei tessuti ed anche nei reni. Le cause sono l'iperconsumo di prodotti di origine animale, e di alcol che ne impedisce l'eliminazione da parte dei reni.

ALIMENTAZIONE consumare soprattutto alimenti BIO
L'alimentazione riveste un ruolo importante
Alimenti permessi, esclusi quegli alimenti ai quali si sa di essere allergici o intolleranti
- Grassi Omega 3, che si trovano nel tonno, merluzzo, salmone
- Frutta fresca di stagione, specie frutti di bosco e ciliege, in quanto i bioflavonidi proteggono il collagene che si trova nella cartilagine.Limitarne il consumo nei diabetici i quali dovranno seguire le indicazioni del centro medico.
- Fibre
- Verdure sia fresche che cotte
- Semi
- Cereali integrali
- pesce di acqua fredda : salmone
- bere molta acqua per eliminare le tossine dall'organismo
- assumere giornalmente un buo complesso di Vitamine e Minerali naturale ( non di sintesi)
- sembra che le carni bianche (pollo, tacchino, da consumarsi con moderazione ) e i cereali contengano un basso tenore di purine e si possono consumare
- Legumi : fagioli, piselli, ceci, lenticchie, soia

Alimenti evitare
- Solanacee ( patate, pomodori, peperoni, melanzane, tabacco)
- grassi saturi
- fritti
- zuccheri
- cercare di non mangiare alimenti che acidificano l'organismo e che favoriscono l'infiammazione delle articolazioni
- ridurre il consumo delle proteine animali e soprattutto le carni rosse( manzo, maiale, agnello) e gli insaccati ( cibi acidi e tossici)
- alcol
- caffeina
- fegato, rognone, cuore, aringa, sgombro, acciuga

ESERCIZI FISICI
Fare esercizi fisici controllati e delicati, come lo stretching, lo yoga, il taiji, che migliorino il funzionamento articolare senza aggravare la situazione

AROMATERAPIA USO ESTERNO
Impiegare solo olii puri e naturali ( leggere prima le avvertenze su ogni singola scheda)
Aggiungere all'acqua del bagno o all'olio del massaggio i seguenti oli essenziali o un solo olio o in sinergia
- Basilico
- Pepe nero
- Eucalipto
- Mirra
- Rosmarino
- Pino

MASSAGGI
Oli da massaggio, ( leggere prima le avvertenze, vedi le schede)
olio di iperico
olio di Arnica ( vedi per la scheda Arnica)
oli al Capsico ( aumenta il microcircolo, riscalda la cute e allevia il dolore)

NOTA
Fare attenzione all'uso eccessivo ed indiscriminato di farmaci jatrogeni, gli antidolorifici , come i FANS (farmaci non steroidei), cortisonici, aspirina, ..ecc, che alleviano temporaneamente il dolore, ma nel tempo causano danni al fegato, ai reni, ulcere...ecc.con diminuzione dell'appetito, letargia e facile affaticabilità, alterazione dei valori ematici ed urinari, cattiva digestione.Il cortisone (indispensabile nelle urgenze e per brevi periodi, e da usarsi dietro consiglio medico), in particolare, a lungo termine deprime il sistema immunitario, induce ulcera, volto a luna piena ( facies lunare), atrofia muscolare.
I farmaci non steroidei causano ulcere, emorragie intestinali, perforazione del rivestimento dello stomaco, problemi renali, enteriti, diarrea, dolori addominali, fino alle malattie autoimmuni e alle allergie.
Queste terapie tendono oltretutto ad impedire la rigenerazione di nuova cartilagine sana.

FITOTERAPIA
Il primo passo è quello di ripristinare il corretto funzionanmento del sistema immunitario, e seguire una alimentazione sana, naturale, biologica

Aloe vera ( per migliorae il transito intestinale e purificare il sangue e il sistema linfatico)
Composto Aloe
Artiglio del Diavolo ( come antinfiammatorio)
Tè verde
Vite Rossa
Ortica ( Urtica dioica) in Tintura Madre
Betulla in Tintura madre
Uncaria Tomentosa ( una de gato) anche antinfiammatoria
Incenso ( Boswellia serrata) , rimedio della tradizione della medicina Ayurvedica, antinfiammatorio e antidolorifico
Omega 3/6/9 ( olio di semi di Lino, di Enagra e di Borragine) Vanno assunti insieme agli Antiossidanti
Glucosamina Condroitina solfato
Cartilagine di squalo
MSM ( Metilsulfonilmetano, solfuro bioattivo) allevia il dolore e l'infiammazione
Vitamine e Minerali
Antiossidanti: ImmunAce contengono Vitamina A, E, C, Zinco e Selenio
Betacarotene
Oligoelementi : Zinco-Rame-Manganese
Probiotici senza latte Sensidophilus

FIORI DI BACH
Su richiesta informazioni sui Fiori di Bach ( uso interno ed esterno)



questo è il sito originale di
www.erboristeriaedaltro.com

E' SOLO UN SITO INFORMATIVO

MI SCUSO FIN DA ORA SE NON POTRO'
RISPONDERE ALLE RICHIESTE DI CONSIGLI
GRAZIE

LOGO.h1.jpg (10033 byte)

QUESTE NOTE NON INTENDONO SOSTITUIRSI AL PARERE MEDICO
CHE VA CONSULTATO ALL'INSORGENZA DEI PRIMI SINTOMI

Avvertenze
sull'utilizzo delle piante

mappa
del sito

clicca sul link che ti interessa
Accenni Fitoterapia Alimentazione naturale Antibiotici naturali

Artrite, Artrosi
dolori muscolari e articolari


Antiossidanti
Antiradicali liberi Astrologia medica


Acid grassi
Omega 3-6-9


Acidi grassi EPA Aminoacidi Bellezza cosmesi naturale Bibliografia
piante
Chi sono


Cosmesi elenco prodotti


Corsi a Roma

CHIEDI INFO
Capelli Colesterolo Colite Depressione


Enzimi


Erbe preventive
per l'influenza Fiori di Bach Fumo come smettere

Lampade di sale

LAMPADA DI SALE 1.gif (5346 byte)
Lista erbe per dimagrire


Menopausa


Obesità Occhi Oligoelementi Oli essenziali Macerati glicerici


Patologie e erbe curative


Pelle

Piante ordine alfabetico
schede

Aglioselvatico.jpg (28130 byte)
Problematiche sessuali Psoriasi Probiotici - Fermenti


Precisazioni per l'utente


Stitichezza-stipsi Stress Seno e fitoestrogeni Tinture madri Vitamine e minerali


Unghie


Elenco prodotti

chiedi informazioni






LOGO.h1.jpg (10033 byte)

LISTINO PRODOTTI ON LINE
se sei interessato a qualcosa in particolare
chiedi info per sapere i riferimenti su dove acquistare

schede piante officinalis
troverai la descrizione di moltissime piante

visita

www.erboristeriaedaltro.com

www.erboristeriaedaltrodue.com

ALIMENTAZIONE

FIORI DI BACH

ASTROLOGIA MEDICA

HOME
torni alla Home di Erboristeria ed Altro

MAPPA DEL SITO
clicca per vedere tutti gli argomenti del sito
troverai moltissime notizie di medicina olistica
divise per argomento

CORSI

troverai le informazioni sui corsi di Naturopatia, Erboristeria,
Fiori di Bach, Alimentazione ed Intolleranze alimentari ...e tantissimi altri
chiedi info con i tuoi dati : nome cognome e un recapito telefonico o cellulare
sarai messo in contatto direttamente con il
Centro Formazione

e-mail

zellianna@hotmail.com

cellulare

347-8532522

E' SOLO UN SITO INFORMATIVO

MI SCUSO FIN DA ORA SE NON POTRO'
RISPONDERE ALLE RICHIESTE DI CONSIGLI
GRAZIE

SITI AMICI

B&B A ROMA CENTRO ZONA VATICANO SAN PIETRO
DI FRONTE AI MUSEI VATICAN ZONA PRATI
PRESSI PIAZZALE DEGLI EROI ROMA

www.erboristeriaedaltro.com/camereciprobeb

www.romacamerecentrobb.com

B & B, camere in bed and breakfast, case vacanza, situate a Roma centro
vicine a luoghi di interesse culturale e turistico, ben collegate con i mezzi di trasporto,
accoglienza, cordialità, comodità, cortesia, pulizia, e prezzi ottimi

Copyright 2001-2007
erboristeriaedaltro.com
erboristeriaedaltrodue.com
All rights reserved
I testi, le immagini , i contenuti di questi siti appartengono ad
erboristeriaedaltro e ad erboristeriaedaltrodue e ai rispettivi proprietari.

Ne è vietata la riproduzione in qualunque forma, qualsiasi abuso sarà perseguito legalmente

Maggio 2007

web master
Anna Zelli

tutti i diritti riservati

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

ortopedia

Post n°2 pubblicato il 12 Dicembre 2007 da spiele
 
Tag: Menisco

www.orthopedie.com/menisco/index.htm - 29k

Menisco
(disco cartilagineo)
Generalità e sintomi
Il menisco è un disco cartilagineo a forma di semiluna interposto tra femore e tibia e ha la funzione di ammortizzare colpi e urti proteggendo così la cartilagine del ginocchio. Inoltre il menisco provvede ad una migliore distribuzione del "lubrificante delle articolazioni". Il menisco si può lacerare in seguito ad incidenti, a sforzi e anche a causa di un logoramento naturale dovuto all'età. Le lacerazioni del menisco spesso comportano la formazione di frammenti che fluttuano liberamente nell'articolazione: questi frammenti a loro volta possono danneggiare la cartilagine e col tempo provocare l'insorgere -nel peggiore dei casi- di una artrosi. Nei casi acuti, la lacerazione del menisco è caratterizzata da un intenso dolore all'articolazione, la quale non è più flessibile, non può estendersi fino al punto massimo e può addirittura bloccarsi. Il dolore è quasi sempre facilmente localizzabile soprattutto nella zona della cosiddetta fessura dell'articolazione.

Come si cura una lacerazione del menisco?
In linea di massima esistono due possibilità di trattamento per un menisco lacerato. In alcuni casi è possibile una riparazione tramite suturazione con degli speciali punti che si dissolvono dopo qualche settimana: si tratta di una procedura che viene eseguita artroscopicamente (cioè in microchirurgia). Se lo strappo non può essere riparato con questo metodo allora viene rimossa artroscopicamente la parte lacerata e relativi detriti. L'impiego del laser chirurgico -una tecnica relativamente nuova- ha ridotto enormemente il tempo di guarigione dopo questo tipo di interventi. Anche se l'asportazione di una parte del menisco ne riduce leggermente le sue dimensioni globali, ciò comunque è il male minore perché risolve il problema dell'irritazione all'articolazione che è ciò che causa il danno. Inoltre con questa tecnica viene asportata solo una minima porzione del menisco.

Per quanto tempo dovrò rimanere assente dal lavoro?
Se il menisco può venire suturato, è necessario rimanere a casa per circa due o tre settimane: durante questo periodo di tempo bisogna servirsi di stampelle. Pazienti che svolgono un lavoro fisicamente pesante dovranno assentarsi dal lavoro dalle sei alle otto settimane. Nel caso sia stata effettuata solamente un'asportazione parziale, è possibile per chi lavora in ufficio far ritorno alle proprie attività già dopo una settimana; in caso di lavori fisici sono invece necessarie due o tre settimane. A seconda della condizione della cartilagine sono necessarie da una a sei settimane prima che il paziente sia di nuova nella completa normalità funzionale dell'articolazione.

Quando è possibile riprendere l'attività sportiva?
Se la lacerazione del menisco viene individuata abbastanza precocemente, cioè prima che insorgano lesioni alle superfici delle cartilagini, si potrà tornare a praticare sport senza alcuna limitazione. Naturalmente si dovrà osservare un periodo di convalescenza di quattro/sei settimane prima di riprendere lo sport. Nel caso invece in cui la cartilagine presenti delle lesioni, il periodo necessario alla ripresa delle attività sportive non dipende dalla lesione del menisco bensì dalle probabilità di guarigione delle lesioni cartilaginee. In questi casi sarà possibile praticare sport solo entro certi limiti.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Malattia

Post n°1 pubblicato il 12 Dicembre 2007 da spiele
 
Tag: candida

13/05/2005



lo sapevate che....

Che cos'è la Candida? (Domanda posta via messaggeria)

La candida è un fungo lievitiforme, residente normalmente nel nostro organismo come "saprofita", cioè vive dentro noi quasi come un ospite e in genere non da patologia.
La Candida vive normalmente nell'intestino tenue, ma a volte per motivi vari può arrivare in una zona in cui non diventa più un saprofita, ma un agente patogeno, come per esempio a livello vaginale o a livello della mucosa buccale.
Spesso può dare patologia in conseguenza ad una diminuzione delle difese immunitarie (per varie cause), ed esso si accresce notevolmente dando poi gravi quadri patologici.

In particolare a livello della mucosa vaginale femminile, la candidosi, si manifesta con un eccessiva perdita di materiale biancastro caseoso (tipo ricotta), bruciori costanti con aumento dopo aver urinato, e arrossamenti.

Nell'uomo si può manifestare come una balano-postite, con macchie sul glande di tipo rosaceo, a cui si accompagna dolore e prurito.

in genere è possibile che si possa manifestare la candida, quando si assumono farmaci che tendono ad abbassare le difese immunitarie, o farmaci in genere che aiutano la proliferazione della stessa, come antibiotici, cortisonici, o nel diabete, addirittura anche nelle terapie contraccettive. in ogni caso c'è sempre una diminuizione delle difese dell'organismo.

Inoltre anche un alimentazione ricca di di carboidrati (zuccheri) favorisce la proliferazione del micete, dato che esso si nutre essenzialmente di zuccheri semplici.

Una volta diagnosticata la Candica occorre stabilire un piano terapeutico, a base essenzialmente di farmaci antimicotici ad azione locale o anche sistemica dipende da caso a caso.

La candidosi è trasmissibile sessualmente!


http://it.wikipedia.org/wiki/Candida_(funghi)

http://www.automedicazione.it/default.aspx?idPage=8011

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso