Creato da mielealpeperoncino il 24/04/2008

trilogia mentale

Incontro di pensieri, parole e immagini

 

 

« PADRE A 11 ANNI DOPO RAP...MOSSA ANTI-CRISI DELLE L... »

LEI, NUDA; LORO (2 UOMINI), LA GIUDICANO: ECCO BLACHMAN LO SHOW CHE FA DISCUTERE

"Un faro illumina una donna, silenzio in studio, due uomini seduti l'aspettano. Lei con un gesto si slaccia la cintura, lascia cadere la vestaglia e rimane nuda, muta. Le uniche voci sono quelle dei due uomini che commentano il corpo davanti ai loro occhi,  esaminandone ogni dettaglio, senza pudore, senza decenza."

Ecco "Blachman" trasmissione in onda tutti i martedì dalle 22,00 alle 22,30, sulla tv pubblica danese, più precisamente sul canale DR2, che ha suscitato, prima e dopo, un vespaio di polemiche tanto da essere definito il programma più umiliante e sessista della storia. Autore del format  è lo showman danese Thomas Blachman, nonché jazzista e compositore, noto in patria soprattutto per aver fatto da giudice alla versione danese di X Factor il quale, spiega, che l'obiettivo del programma è quello di commentare l'estetica del corpo femminile ad alta voce senza ipocrisia, senza essere politicamente corretti, senza nascondersi. Praticamente un favore alle donne che non vedrebbero l'ora di sapere cosa mai pensano del loro corpo gli uomini. "Ma poi, parliamoci chiaro: parlare delle donne (e dei loro corpi) non è forse quello che noi uomini facciamo per ore e ore? Pare imbarazzante, piuttosto, questo: quando in televisione si giudica una ragazza in costume da bagno, allora lo chiamiamo concorso di bellezza. Se la ragazza lascia vedere quello che più ci interessa e il costume nasconde, allora si scatenano le critiche e i bacchettoni, invocando il fantasma del sessismo", conclude in un'intervista rilasciata al Daily Mail.

Secondo Knud Romer, una della firme più famose della pubblicità in Danimarca, è una specie di "claustrofobico strip club che serve solo a cementare i classici concetti di dominio maschile" mentre la nota blogger e opinionista Lotte Hansen ha dato il via a una compagna per convincere la Danish Broadcasting Corporation a cancellare lo show, dove però, non sentono ragioni: il programma andrà avanti.
"Il corpo della donna ha sete delle parole di un uomo" è il sottotitolo del format, e, pazienza dunque se durante la trasmissione il tono dei commenti scade fino a sottolineare la reattività dei capezzoli della ragazza oggetto o anche di peggio.

E questo gente, non è un format americano, non è un prodotto trash a buon mercato, questo si picca di fare cultura e viene proprio da quell'Europa del nord sempre pronta a dare  lezioni di civiltà, di buona televisione, di buon giornalismo.
Se la tv italiana mandasse in onda all'ora di cena uno spettacolino come questo con due che giudicano una ragazza nuda come fosse un cavallo di razza giustamente si griderebbe allo scandalo. Ma nella civilissima culla della tradizione democratica nord europea, nel paese simbolo della tolleranza, della cosiddetta società libera e avanzata, l'uso offensivo e, consentiteci indecente, della nudità femminile va in onda come se niente fosse.
E' la tv choc dove con la scusa di essere moderni, di non essere bigotti, dove con la scusa di "E che sarà mai?" il limite del lecito si abbassa sempre di più fino a giustificare l'umiliazione indiretta. 
Nonostante la valanga di proteste sull'indecenza di Blachman la produttrice del programma, Sofia Fromberg  sì, una donna, ha già fatto sapere che non ci sarà nessuna marcia indietro, "The Show Must Go On", cantavano i Queen, "lo spettacolo deve continuare".
Possono farlo, è un loro diritto, ma quantomeno per onestà intellettuale sarebbe doveroso riconoscere che tutt'altra cosa è la libertà di espressione e che questo programma, oltre ad essere privo di senso, di un reale perché,  non persegue alcun fine nobile come lasciano sottintendere ma è alquanto misogino facendo chiaramente intendere come l'autostima delle donne dipenda strettamente dall'opinione o, ancor peggio, dalla valutazionie che ne da il sesso forte, dimenticando che molte donne hanno combattuto per secoli e devono purtroppo lottare ancora oggi per estirpare i pregiudizi e le discriminazioni di genere che costituiscono un problema tuttora ampiamente presente nel mondo.

Note: Parte di questo articolo ha per fonte un filmato di Studio Aperto. 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

CONTRO LA PEDOFILIA ON LINE

 CLICCA E SEGNALA

 

PUBBLICATI SU RADIO DGVOICE

 

ULTIMI COMMENTI

Sat24, Sat 24 Pogoda, Prognoza pogody National...
Inviato da: Weather
il 01/08/2018 alle 20:03
 
Sat24, Sat 24 Pogoda, Prognoza pogody National...
Inviato da: Speed Test
il 01/08/2018 alle 20:03
 
Sat24, Sat 24 Pogoda, Prognoza pogody National...
Inviato da: Pogoda
il 01/08/2018 alle 20:02
 
Sat24, Sat 24 Pogoda, Prognoza pogody National...
Inviato da: Sat24
il 01/08/2018 alle 20:02
 
Sat24, Sat 24 Pogoda, Prognoza pogody National...
Inviato da: Speed Test
il 01/08/2018 alle 20:01
 
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

DonovanLlesaminatoresandokan_tigre43beltenebroso66degennaromauroStivMcQueenjanbaAngela_Fenice84danielacurriITALIANOinATTESAtrioperfettomariarosariateniquadrimaronnmariagdeluca
 

"AMORE"

 

 

L'amore è come il mare:

è possibile che si riesca

a vederne l'inizio ma la

fine si perde oltre la linea

dell'orizzonte.

          Rossella.

 

L'amore, quello vero, che fa palpitare.

che regala quel prezioso elisir

che ci permette di sentirci giovani

e vitali anche quando il trascorrere del tempo

vorrebbe impedircelo è fatto, soprattutto

di silenzi, di sguardi lunghi, intensi,

ricchi di significati che le parole non

riuscirebbero mai a comunicare...

AMORE!!!

          Rossella

 

 

 

DALLO SCRIGNO DELLE MIE

FIORI

I fiori sono fragili e muoiono in un sofffio quasi come i giorni della vita.

Ma se sai guardarli, sfiorarli, ammirarli e gioirne,

darai un senso al loro breve vivere.

 

L' ETERNITA' IN UN BACIO

Ricordo, Chiedesti: "Come mi baceresti?"...

Risposi: "In verità non saprei rispondere"...

So solo che per essere analogo alla tua unicità sarà privo di estensione,

senza inizio nè fine, sospeso nel tempo, senza un prima o un dopo.

Il presente ha i suoi limiti nel non averne, e un bacio

fuori dai limiti della estensione e del tempo è semplicemente ed

unicamente eterno.

ATTESA

A volte come una barca alla deriva mi sento,

sembra estenuante l'attesa

ma è l'essenza stessa della vita.

                 Mielealpeperoncino.

 

DALLO SCRIGNO DELLE MIE

ACQUA-TE

Acqua pura e cristallina che sgorga dalla terra, che cade dal cielo;

nutre i suoi frutti, colma fiumi ed oceani.

Acqua fonte di vita dolce e pura, forte e dirompente

come te!

Te che mi disseti con la tua presenza e m'inondi col tuo amore,

consentendomi di nuotare nel tuo mare,

permettendomi di sprofondare in esso

fino a raggiungere gli abissi del tuo mondo,

quel mondo pieno di tesori nascosti, ricco di vita.

Quel mondo in cui vorrei immergermi

e di cui vorrei far parte.

 

SORGENTE DI VITA

Siamo nate insieme tu ed io.

Dolce e serena,

calma e tranquilla,

impetuosa e travolgente acqua.

Ogni tua goccia è vita.

Mielealpeperoncino

 

PRIVA DI TITOLO

Rifessi di luce costante

al calar del tramonto

si nascondono.

Primeggiano le scure ombre

dietro le verdi fronde.

 

Rinascono in un pensiero

triste o felice

purchè vero.

Vestendosi di bianco

passeggiano di fianco.

 

Ritorna il giorno e con esso il sole

ma se fosse pioggia o vento,

alcuno il tormento.

Chi è in natura

alla natura affida 

fragilità e forza

timore e coraggio.

 

Se ne fa scudo, letto e sostegno

non tralasciando il proprio impegno.

Fra immensi giardini, prati ed aiule

si spegne la vita di un fiore. 

          (Mielealpeperoncino)

 

Così in natura...

  Così dal fioraio... 

 

Così nel mio cuore...

Così in casa mia...

 

DALLO SCRIGNO DELLE MIE...

 

 

img134/779/0410071103yt1.jpg

Dialogo tra sguardi

 

Lei: Guardami e parlami

      e mentre mi parli, ascoltami

      perchè è ascoltando che potrai parlarmi

      ed è parlando che potrò ascoltarti

      e ancora guardami!

Lui: Ti guardo, è bello guardarti!

      Ti ascolto, è bello ascoltarti!

      Ti parlo, è bello parlarti!

      Forse ancor più bello sussurrarti!

      Per poi perdermi in quel sussurro

      giungere a te e finalmente

      perdermi in te.

                (Mielealpeperoncino)

 

DEDICATO A PROFUMO DI ROSE E A CATWOMAN

L'amicizia ha qualcosa di misterioso che spinge alla confidenza e all'abbandono più completo. E' una dimensione dell'amore pur non essendo l'amore.

Vi voglio bene ragazze.

L'immagine a seguire ed il pensiero trascritto, mi sono state dedicate da Profumo di rose nel suo Blog. Grazie Profumina sei sempre molto cara e dolce. Spero di non deluderti nel percorso che ci vede unite al di là di quella che è una reale ed abituale frequentazione tra amiche.

Sei come la luce che emana il sole prima di andare a dormire.

Sei come l'acqua che rigenera ogni cosa che tocca.

Sei come il vento che ossigena chiunque.

Sei grande come il mare.

Ti voglio bene Mieluccia. 

 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Settembre 2019 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30            
 
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 61
 

IL MIO MARE UOMO

 

Una poesia a rappresentarmi

Il più bello dei mari è quello che non navigammo.

Il più bello dei nostri figli non è ancora cresciuto.

I più belli dei nostri giorni non li abbiamo ancora vissuti.

E quello che vorrei dirti di più bello

non te l'ho ancora detto.

Nazim Hikmet

IL MIO MARE UOMO

Il mare cos'è per me il mare...

E' il letto sul quale riposare,

la seggiola sulla quale dondolare,

l'avvolgente abbraccio di un compagno,

il tumulto da cui lasciarmi sconfiggere.

Ad esso affido le mie intime confidenze,

talune me le rende, altre le insabbia

nei suoi abissi profondi.

In esso ritrovo le infinite e contradditorie

risposte ad una inassolutà verità

sull'eternità della vita.

Il mare, il mare, cos'è per me il mare

se non l'altare della mia pace.

Mielealpeperoncino.

 

.....METAFORANDO.....

"Glia alberi e le montagne sono il desiderio di cielo che ha la terra." (...)

Le tue mani sono rami dell'albero che sei.

Io vorrei essere la tua terra.

Sei il mio desiderio di cielo,

il mio albatro dei sentimenti,

il portatore sano di "malattie dell'anima",

l'essenza dell'incontro,

l'assenza di ragione,

il vuoto di memoria,

la montagna da scalare e

il pozzo di Talete.

 

Mielealpeperoncino

 

Irrisolto quesito

Quantunque tu in quell'essere io,

quantunque io in quell'essere tu.

Smarrito l'io, smarrito il tu

ritrovarci dovremmo

in quell'essere tu, in quell'essere io.

 

Originato dalla fusione del tu-io-tu,

il mio ed il tuo essere dovrebbero

dare essenza

ad un unico essere…

Vale a dire: “Il nostro essere” o

vale a dire: “Noi”.?

Irrisolto quesito.

 

      

 

 

sessualità