Blog
Un blog creato da kekerex il 25/03/2011

UOMO NATURA

NATURA UOMO

 
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 
 
 

blog.libero.it/uomonatura

 

registrazione sito

classifica

 

 

« Italiani..... Popolo Di ...Non Si Può Fare Bene sol... »

Il Legame Tra La Francia E La Germania Si Sta Logorando

La Germania è cresciuta sulla crisi finanziaria del perimetro meridionale dell'Europa, ed i media della Grecia, di Cipro, della Spagna e del Portogallo hanno descritto la cancelliera Angela Merkel ed i tedeschi, come le teste dure e menefreghisti, ed a volte anche con un ritorno ai guerrafondai nazisti, per il modo in cui si sono imposti per il loro timbro economico sul resto della zona euro.

Ma quando Partito socialista francese, il partito del presidente François Hollande, su un progetto il 26 aprile ha attaccato la Merkel per la sua "intransigenza egoista" ed ha chiesto un "confronto" con la Germania sulla sua politica, la reazione è stata di sorpresa e dolore. 
La Francia, dopo tutto, è il paese che si alleò, con la Germania nel 1950 per portare avanti il grandioso progetto di una maggiore integrazione europea, ed anche se ci sono state differenze politiche in passato tra i due paesi, non sono mai scese al livello di insulti personali.

Il progetto è stato rapidamente modificato per eliminare i passaggi incriminati, ma il danno è stato fatto.
Nel periodo immediatamente successivo l'incidente, i responsabili e gli analisti politici in Francia, in Germania e altrove, hanno cercato di capire la gravità della frattura, quali sono le sue cause primarie e, soprattutto, che cosa significa per il futuro. Ci sono state interpretazioni diverse, ma il consenso sembra essere che la coesione tra la Francia e la Germania, che è stato così importante per gli ultimi cinque decenni, si sta seriamente logorando.

La divergenza tra Francia e Germania, sia nelle idee che nella pratica politica è cresciuta.
La stessa divergenza è stata evidente nella politica fiscale e di bilancio, la Germania ci tiene a tenere giù la spesa pubblica, mentre la Francia ha permesso alla sua quota di spesa in percentuale di tutta l'economia a salire al 56% del prodotto interno lordo e il suo deficit si è gonfiato, in confronto in Germania, la spesa pubblica è solo il 45% del PIL, ed il bilancio è in attivo.
Il risultato complessivo è un grande e crescente divario tra la competitività tedesca e francese.
Il tasso di disoccupazione in Francia, al 11%, è più del doppio del tasso di 5,4% in Germania, e mentre il deficit commerciale della Francia continua ad allargarsi, colpendo quasi 87,7 miliardi dollari nel 2012, i tedeschi, ancora una volta hanno ottenuto un surplus commerciale di 246.000 milioni dollari.

La debolezza economica francese sta diventando un problema serio per l'Europa. 
Il 29 aprile, il quotidiano economico Handelsblatt ha pubblicato un rapporto interno circa l'economia francese scritto da esperti del ministero dell'Economia tedesco.
La sua conclusione fulminante: "L'industria francese stà sempre più perdendo la sua competitività".

Uno dei problemi è che a Parigi non c'è consenso all'interno del partito di Hollande, o del suo governo, sulla direzione giusta per l'economia europea.
Hollande è stato eletto per promuovere un programma di crescita in Europa, che avrebbe dovuto attenuare l'insistenza della Germania sul rigore di bilancio.
Finora, non è riuscito a fare molto in quel senso, e non hanno preso provvedimenti seri per ridurre la spesa pubblica.

Gli esperti vedono tre possibili scenari. Uno è che Hollande e la sua squadra cercheranno di ricucire i rapporti con la Merkel. La seconda possibilità è che il governo francese attende essenzialmente per vedere cosa succede nelle elezioni nazionali tedesche di questo autunno, sperando che al partito socialdemocratico, attualmente all'opposizione, sarà restituito il governo a Berlino, forse in una coalizione. Il terzo scenario è quello più pauroso per Berlino, che la Francia cade improvvisamente sotto un fuoco di attacchi da parte dei mercati finanziari.
Se questo è il caso, la Germania da sola non può salvare l'euro. Per ora, dice Claire Demesmay, uno specialista francese presso il Consiglio tedesco on Foreign Relations a Berlino, i mercati finanziari sono calmi ed i tassi di interesse francesi sono bassi, ma non si sa per quanto tempo che continuerà.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

In classifica

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

flormentelena.bernardini2haggiesfedericocencigiuliowedoaldo49d140angela.cantoreticla1951OPERA5eles515EsperussimopisaPrimoPianetaattila.domenico
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

TAG CLOUD

Il Bloggatore

SPRINTRADE NETWORK