.. E se domani

e sottolineo SE... non si fa Niente non cambia Niente..

 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

FREE TIBET, SCRIVI ALL,ONU.

Free Tibet
 

+ DI PIETRO

 

FORZA CLEMENTINA

                       Nessuno tocchi Clementina
 

ANTI GENTILONI DIVIDE

 

CLEMENTINA FACCI SOGNARE

clementinafaccisognare

 

SCARICHIAMOLI

immagine
 

ORGOGLIONE

immagine
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

 

GRANDE GIOCCHINO GENCHI

Post n°36 pubblicato il 02 Marzo 2009 da valeriony

 
 
 

Post N° 34

Post n°34 pubblicato il 08 Febbraio 2008 da solista54

Pubblico questo post tratto dal blog di Stefano Montanari perche' lo ritengo indispensabile x poter scegliere chi votare alle prossime elezione che ci hanno imposto, senza aver modificato prima la legge eletterole.
Elezioni fai da te
IL BLOG DI STEFANO MONTANARI - venerdì 08 febbraio 2008

Articolo di Antonietta M. Gatti

Dissoltasi quest’ultima legislatura nata moribonda, il 13 e 14 aprile saremo richiamati a scegliere i membri del nuovo governo con una legge non rispondente alle esigenze di un paese che abbia qualche pretesa di democrazia. Io voterò, ma questa volta cercherò di non farmi gabbare di nuovo. Dal momento che l’ideologia, già nucleo portante di ogni partito, si è persa, non posso votare per un concetto, un principio che non c’è più neanche nella bandiera. Dovrò votare per le persone. Purtroppo lo scenario presenta sempre le stesse facce, vecchie, rugose, bavose per le continue liti che hanno subìto o intavolato loro stesse nel corso degli anni. Non potrò, tuttavia, scegliere gli uomini uno ad uno, ma mi si obbligherà a votare un raggruppamento già preconfezionato, già premasticato: precotto, insomma. Questo è quanto l’ennesimo attentato alla Costituzione, ormai ridotta ad un ectoplasma con buona pace dei discorsi tronfi per il suo sessantesimo compleanno, costringe me e tutti a fare. Ma io voglio essere parte attiva nelle elezioni pur in questa situazione.Così ho stilato per mio uso un vademecum che seguirò per identificare il raggruppamento che meno peggio (ma da oggi pretendo di dire meglio) mi rappresenterà al governo. Allora seguirò i seguenti criteri: 

1- Non voterò per il raggruppamento che avrà persone che hanno già avuto una sentenza di colpevolezza o che risultano inquisite dalla magistratura. Valuterò il curriculum vitae della persona e dei suoi famigliari con i criteri in uso nel corpo dei Carabinieri: integrità morale fino alla terza generazione. E se il curriculum non è disponibile e chiaro, niente voto.

2- Non voterò per il raggruppamento che abbia in lista persone che hanno in atto un conflitto d’interessi, palese o mascherato che sia.

3- Non voterò per il raggruppamento che abbia in lista persone che in passato hanno dato esibizione pubblica di litigiosità, di gesti offensivi, che siano maleducati e denigratori verso i colleghi. Chi dà triste spettacolo di sé e dell’Italia nelle TV di tutto il mondo come è accaduto anche pochi giorni fa, è opportuno che resti a casa.

4- Non voterò per il raggruppamento che abbia in lista persone che abbiano incarichi governatavi o, comunque, pubblici in contrasto con il mandato che chiedono e che abbiano usufruito di raccomandazioni.

5- Voterò solo per il raggruppamento che comprenda al suo interno persone di riconosciuta capacità, amministrativa, sociale,

sanitaria, economica, ambientale, legale o artistica che sia, e che abbiano una visione dei problemi almeno europea e non solo di paese, per non dire di casa propria.

6- Spulcerò senza pietà tutti gli atti anche di politica locale che ogni raggruppamento, ogni partito e ogni persona in lista ha compiuto nei riguardi dell’ambiente, comprese le dichiarazioni programmatiche, ricordando che se distruggi l’ambiente in cui vivi, smetti di vivere. Questo, almeno, è quanto c’insegnano i biologi.

Dunque, chi attenta in qualsiasi modo all’ambiente, non avrà il mio voto. Ammesso che ci sia in giro ancora gente onesta e incorruttibile e che ci sia qualcuno così intelligente da allestire un tipo di lista per bene, a quel punto la mia scelta andrà al programma che 

1- metterà al primo posto (il secondo non m’interessa più) il cittadino e la sua salute e garantirà la salubrità dell’aria, del territorio e del cibo.

2- Farà un piano di risollevamento della nostra economia basato su capacità esistenti e innovazione e non su sogni irrealizzabili o, peggio, sulla devastazione dell’ambiente. Nel programma devono sin da ora essere indicati con precisione i meccanismi per conseguire gli obiettivi proposti.

3- Farà un programma che indicherà strategie economiche ragionevolmente realizzabili o, almeno, già adottate con vantaggio da alcuni paesi europei come, ad esempio, Spagna ed Irlanda. Copiare da chi ha già avuto successo è indice d’intelligenza.

4- Farà un programma che troverà soluzioni per la corruzione dilagante, dai denari sfilati dalle tasche dei contribuenti al nepotismo con tutte le sue sfumature nei vari enti, e proporrà un codice morale che contenga anche le conseguenze (negative) e le sanzioni (certe) per chi non lo osserva.

5- Farà un programma che proporrà degli indicatori per la valutazione dell’operato degli eletti lungo tutto il mandato. E se gli indicatori sono al di sotto dell’aspettato gli eletti dovranno essere licenziati come succede agli allenatori di calcio o, meglio, autolocenziarsi. 

Io sono convinta che se ognuno seguisse questi semplici criteri, e basterebbe farlo tutti per le elezioni del prossimo aprile, chi tiene le redini di partiti e alleanze non avrà altra scelta che fare bene le sue scelte se vorrà mantenere la poltrona o ottenerne una. Se i partiti non dovessero rispondere, allora la mia sarà una scheda bianca senza temere l’ingenua accusa di qualunquismo.

 
 
 

LETTERA AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA ITALIANA

Post n°33 pubblicato il 20 Dicembre 2007 da solista54

Ill.mo Sig Presidente della Repubblica Italiana, nonche' Presidente della Corte Suprema della Magistratura,
Le scrivo queste poche righe, per dirle che sia il giudice Forleo che il giudice De magistris, come Lei ben sa "stavano" indagando su alcuni componenti della classe politica Italiana, che nel mondo purtroppo non e' certo annoverata ne fra le piu' attive, ne fra le piu' oneste., pero' ritengo che non tutta la classe politica Italiana sia cosi' per come si dice in giro per il mondo, ma che come in tutti i panieri, anche da noi esistono le mele marce, e se esistono, onde evitare che tutto il paniere marcisca, e' bene che il buon padre di famiglia ogni tanto lo pulisca o lo faccia ripulire, lasciando nel cesto solo quelle buone, (se La fa ridere potrei aggiungere: "nessuna".)
                                              PREMESSO
1) che personalmente sono daccordo sulla tesi che il parlamento debba essere composto, essendo i rappresentanti dei Candidati, esclusivamente da gente candida, alle quali persone "Candide" si puo' poi successivamente dar loro il titolo di "Onorevoli" essendo queste, le persone piu' competenti ed oneste a svolgere la funzione di governanti dello Stato, sia che si trovino nella coalizione di maggioranza che in quella dell'opposizione,
2) che da come stanno andando le cose con i magistrati scomodi, in Italia, si ha l'apparenza che questa Magistratura stia perdendo quella base che le e' essenziale per poter svolgere bene il proprio lavoro,  e cioe' "L'Autonomia".
3) che, se i politici coinvolti non avessero veramente nulla da temere, si lasciarebbero tranquillamente processare, e sempre se e' vero, come tutti affermano che "sono sereno"  non sia solo una frase atta a riempire le prime pagine dei giornali piuttosto che il loro vero stato d'animo, o peggio, la consapevolezza di poter fermare questo o quell'altro giudice, solo perche' si e' in possesso dei poteri per farlo.
4) che i cittadini Italiani in Italia, mostrano una certa insofferenza davanti alla "Giustizia uguale per tutti, tranne che per i politici (quei famosi "Candidi")
5 ) che i cittadini Italiani all'estero sono e desiderano ardentemente continuare ad essere orgogliosi della loro Patria, che ha dato i piu' grandi geni della storia dell'umanita', che ha una storia che nessuna altra Nazione ha, che puo' vantarsi di tante cose buone, fatte in Italia e nel Mondo, ma che in un momento storico come questo, la classe politica, in modo obbiettivo non rapprasenta nessuna delle cose finora citate, in quanto non ci sono geni tra loro," almeno in bene" non hanno nessuna storia, o se ce l'hanno e' meglio dimenticarla, e di cose buone fatte in Italia e nel mondo, non ce ne sono o ce ne sono talmente poche che non si vedono..
6) che mio padre quando era in vita mi insegno' il seguente detto popolare: "il pesce puzza dalla testa", e siccome io ritengo che questo mio "paese pesce" ha una testa che non puzza, ecco che sono qui a rivolgermi a Lei,come un figlio, ed in quanto tale ad aiutarLa ed a sostenerLa nel tentativo di pulire il paniere dalle mele marce, o fare in modo che gli addetti ai lavori, Nel caso in specie come da oggetto, i magistarti Forleo e De Magistris, possano farlo, in nome e per conto di quella vera "Giustizia Uguale Per Tutti" nessuno escluso.
Con cordialita'
Valerio
P.s.: colgo l'occasione per porgerLe infiniti Auguri di Buon Natale, ed un sereno e felice Anno Nuovo.
        lo stesso che vorrei poter Augurare ad ogni singolo cittadino Italiano in Italia e nel mondo.

 
 
 

L'ONESTA' E' UNA CULTURA

Post n°32 pubblicato il 06 Dicembre 2007 da solista54

COSI' HO RISPOSTO AD UN COMMENTO SUL POST DI GRILLO DI OGGI 6 DIC. 2007

IL POST:

L’Italia versa alla UE circa 12/13 miliardi di euro ogni anno. I miliardi finiscono in un fondo comune che viene ripartito a favore delle aree in via di sviluppo. A noi tornano indietro circa 8/9 miliardi. Dove vanno? Quasi tutti a tre regioni: Campania, Calabria, Sicilia. I fondi europei, che sono soldi pagati con le nostre tasse, fanno quindi il viaggio Roma-Bruxelles-Napoli (o Palermo o Catanzaro). Un viaggio di sola andata senza responsabilità politiche di un singolo ministro della Repubblica. Infatti le decisioni sono prese a Bruxelles e la firma la mette uno sconosciuto funzionario.
Le regioni del Sud, grazie alla politica comunitaria e alle decine di miliardi di euro ricevuti nel tempo, si sono sviluppate. La criminalità organizzata e le lobby politiche si sono evolute in società multinazionali integrate.
Ma che fine fanno i 4/5 miliardi di euro di differenza non utilizzati per l’Italia? Vanno alle nazioni “povere”, di solito i nuovi ingressi nella UE. Come ad esempio la Romania che nel 2007/2013 riceverà 28/30 miliardi di euro per il suo sviluppo. E chi contribuisce al suo sviluppo? I baldi imprenditori italiani! L’Italia ha 22.000 imprese in Romania, è il primo partner commerciale. Un’impresa italiana che si stabilisce in Romania ha degli indubbi vantaggi: basso costo del lavoro, tassazione favorevole e accesso ai finanziamenti europei. Poi, magari, il prodotto lo rivende come “Made in Italy” guadagnando più di prima. Il presidente rumeno Calin Tariceanu ha spiegato che l’Europa non deve temere flussi incontrollati dal suo Paese perchè “La Romania ha uno dei tassi di disoccupazione più bassi di Europa” (vedi intervista). E’ un mondo alla rovescia. Chi rimane in Italia è tartassato, paga le tasse in anticipo, non ha finanziamenti dallo Stato. E allora va all’estero, in Romania. Con i soldi degli italiani. Quelli che sono avanzati dall’elemosina al nostro Sud da parte della nuova Cassa del Mezzogiorno che oggi si chiama UE.

LA RISPOSTA AL COMMENTO:

quando affideranno l'italia ad una delegazione di politici finnico/norvegesi per tentare la ricostruzione di questo stato di merda?

paolo alessandrini 06.12.07 16:46 |

Quando capiranno che gli italiani saranno diventati di mentaliata' finnico/norvegese, ad eccezione dei politici, dei grandi imprenditori(con i soldi dello stato) o dei banchieri e finanzieri tipo Geronzi,giudicati e condannati in via definitiva per bancarotta preferenziale e messi a capo di Istituti di credito.
Egr. Paolo i panni sporchi si lavano in casa perche' solo noi sappiamo di cosa sono sporchi effettivamente, e poi, non devono essere gli altri a insegnarci come comportarci o come fare comportare i nostri politici, perche' se' e' vero che questi politici non li abbiamo votati noi direttamente, sappi che rappresentano purtruppo una buona percentuale degli Italiani, cosi' se Mastella rappresenta il politico meridionale inciuciato con la mafia (lo sono anche io meridionale) Bossi rappresenta un altra categoria di persone, che parla male male dei meridionali e poi appena va al potere prende le tangenti Enimont, Berlusconi rappresenta la classe di imprenditori del nord che si salva il culo con i politici e con la politica facendo lui stesso leggi ad personam,cosi' come il grande magnate Agnelli ha mandato avanti la sua fabbrichetta Fiat con i soldi delle tasse degli Italiani, allora perche' dovrebbero venire i Norvegesi a salvarci da questa gente? Tutta questa gente siamo noi, ognuno di noi nel nostro piccolo e' ognuno di queste persone, e quando prenderemo coscienza che non e' bene fare agli altri quello che non vorremmo fosse fatto a noi, allora e solo allora senza l'aiuto dei Norvegesi, potremmo riformare L'Italia, ognuno nel nostro piccolo. L'onesta' e' una cultura, e non si insegna solo a scuola, ma nella vita di tutti i giorni dando per primi l'esempio ad ogni piu' piccola occasione, e l'esempio ce l'hanno dato persone del calibro di Falcone e Borsellino perdendo la loro vita.

Solista54

 
 
 

SOLUZIONI PER SOPRAVVIVERE AL MUTUO.

Post n°31 pubblicato il 05 Dicembre 2007 da solista54

RIPORTO  COME NOTIZIA DI UNA CERTA IMPORTANZA DA DIFFONDERE PER MAGGIORE CONOSCENZA DI CHIUNQUE NE AVESSE BISOGNO, QUANTO SEGUE, CONSIGLIANDO A CHIUNQUE NE HA LA POSSIBILITA' DI FARE ALTRETTANTO DIFFONDENDO QUESTA UTILE INFORMAZIONE DAL BLOG

http://onemorechoice.wordpress.com/2007/12/05/soluzioni-per-sopravvivere-al-mutuo/

Il mutuo sta diventando il peggior incubo di ogni italiano, senza limitazioni. Il prossimo Natale sembra sempre più essere all’insegna della ristrettezza economica, anche per colpa delle rate dei mutui che aumentano sempre più.

Il tasso Euribor ad un mese, quello su cui sono indicizzati la maggior parte dei mutui a tasso variabile, compie nuovi record, raggiungendo i massimi toccati nel maggio 2001. Il valore del tasso, infatti, è salito fino al 4,848%, una cifra che significa rincari immediati nelle tasche di coloro che hanno sottoscritto un mutuo variabile, a volte spinti anche dagli istituti di credito eroganti. Banche che non sono del tutto esenti da critiche, per colpa dello spread, ovvero la maggiorazione sul tasso nominale, che applicano sui finanziamenti concessi. Valore che spesso contribuisce a far superare quota 5%, ed in alcuni casi limite, il 6%. E dato che la rata mensile viene calcolata, nella maggior parte dei casi, in base all’Euribor nell’ultimo giorno del mese precedente, siamo di fronte ad una vera e propria scommessa su quanto sarà la cifra da sborsare. La conseguenza è che sono sempre maggiori i malumori in tutte le categorie di cittadini che vedono pendere sulla loro testa la spada di Damocle rappresentata dal mutuo. Questo dissidio si avverte anche nella vita quotidiana, per la strada, nei bar, dovunque. Esistono dei modi, tuttavia, per evitare che si debba veramente scegliere fra una fetta di panettone e la rata del mutuo. Si, perché è la conoscenza che rende liberi, come diceva qualcuno. Gli istituti di credito, troppo spesso, a dir la verità, giocano sulle negligenze e sull’ignoranza delle persone per poter fare un piccolo guadagno in più. Lungi dall’affermare che le banche siano disoneste, qualche volta fanno davvero finta di nulla, come faremmo probabilmente anche noi, se fossimo nella loro posizione. Nel nostro caso, chiudere un occhio significa non aiutare il cliente in difficoltà, perché dei modi per alleviare la sofferenza mensile del mutuo esistono.
Un esempio è la rinegoziazione del finanziamento stesso. Prendiamo un classico: famiglia giovane di tre individui, un solo lavoratore, stipendio di 1500 euro, mutuo trentennale di 160mila euro a tasso variabile, le spese che sono sempre maggiori. Cosa si può fare? Andare in banca e chiedere di rinegoziare le condizioni e lo spread applicato, adeguandolo alla situazione di mercato ora vigente. La banca farà certamente dei problemi, ma non bisogna perdersi d’animo, considerato che quello che state facendo è legale. Se il direttore di banca non ne vuole sapere di darvi una mano, potete sempre minacciare la portabilità del mutuo. Si, avete capito bene, come quello che funziona per i numeri telefonici, modello con cui voi siete i primi agenti di voi stessi e potete contrattare con le altre banche di portare il mutuo da loro, se vi fanno delle condizioni maggiormente favorevoli. Con il decreto Bersani sulle liberalizzazioni, molte novità interessanti per i consumatori sono state introdotte, fra cui le due appena elencate. Si deve tener conto che un istituto di credito non può bloccarvi nella richiesta di trasferire il vostro finanziamento presso una banca più conveniente e, se lo fate davvero, ha perso un cliente molto importante, che gli garantisce un’entrata mensile. Si può annunciare che ora sono i clienti ad avere il coltello dalla parte del manico, anche se ancora non lo sanno. Questo perché non conviene molto che si conoscano queste norme. Le file di fronte alle banche sarebbero molto più ampie di quello che non sono. E molta gente potrebbe essere meno subissata dall’altalena dei mercati, anche perché in alcuni casi il solo spread è del 2,4%, a cui va aggiunto il tasso Euribor, che fa raggiungere cifre mensili ai limiti dello strozzinaggio.

Informazione. Tutto risiede in questa parola, senza la quale, non si ha la consapevolezza della propria forza. In questo caso, non esitate a far valere i vostri diritti, per un mercato migliore, più concorrenziale e meno oligopolistico.

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: solista54
Data di creazione: 24/04/2007
 

NUCLEARE? NO GRAZIE.

 

V DAY2 IO CI SARO'

Vday
 

VAFFANCULO DAY

Iscriviti al Vaffanculo Day
 

PRO DE MAGISTRIS

Appello per la Giustizia - Per De Magistris
 

RICERCA IMBAVAGLIATA CRM 197

immagine
 

PARLAMENTO PULITO

Basta! Parlamento pulito
 

ARCOIRIS LA TV "LIBERA" SUL WEB SENZA CENSURA

 

COMITA NO VESPA

Comitato No Vespa
 

CERTIFICATO DEL BLOG

immagine
 

SONO AMMASTELLATO

 

ULTIME VISITE AL BLOG

alsespavecchia_gallina0fata_diboscomilionidieurovalerionyvall.frafranca1964fsolista54panpanpiSogniSullaLuna
 

ULTIMI COMMENTI

BEN FATTO PUBBLICATE E DIFFONDETE.
Inviato da: valeriony
il 02/03/2009 alle 01:19
 
gia'
Inviato da: ninaciminelli
il 14/11/2007 alle 22:02
 
Scusa Stuntman2, potresti spiegarti meglio? o...
Inviato da: solista54
il 10/11/2007 alle 02:44
 
daccordissimo con te, infatti invece del wimax ci butterei...
Inviato da: solista54
il 10/11/2007 alle 02:34
 
Beh...una cosa forse sarebbe da dimenticare: la sua...
Inviato da: stuntman2
il 08/11/2007 alle 20:02
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom