gocce di gioia

...Sembra che non piova mai....poi all'improvviso dalle nuvole cominciano a cadere sottili e fresche...sono gocce di gioia per la terra arsa dal sole.............

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 
Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità . Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001. L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy. Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.
 
.
 

FORBIDDEN COLOURS FURYO

 

 

 

dedicato a mia figlia ed a tutte le figlie che diventeranno mamme.....

Post n°32 pubblicato il 20 Aprile 2020 da Yusiko
Foto di Yusiko

SONO INCINTA!!! 

... Comincia così, con  diversi tipi di decibel  di intonazione, più o meno presenza di lacrime, e un mare di emozioni, sia nel caso  si sia cercata e voluta, sia nel caso che la gravidanza sia “ un’eventualità mai presa in considerazione”.

Di solito ambedue le esperienze “derivano” dallo stesso atto di accoppiamento, ma questo  è un dettaglio assolutamente senza importanza.  Ci sono molte persone – come  la sottoscritta -  che madre di tre gemelli grazie alla ‘tecnica FIVET ‘  per la seconda gravidanza ha praticamente “saltato”  la parte  “interessante e altamente divertente” del percorso. Ciò non toglie che la ‘fatidica frase’  l’abbia pronunciata anche io.

Desideravo molto diventare madre, lo sognavo fin da piccola, dividendo i miei sogni tra - diventare una “etoile” della danza classica  e i nomi che già sognavo avrebbero avuto i miei 4 ‘cuccioli’ -  ( si ne volevo già da allora 4) .

La prima gravidanza  è stata purtroppo un’esperienza non piacevole, che solo l’immenso amore per il mio bellissimo  bambino ha in parte ‘sanato’. Tutto è andato storto, fin dalle prime settimane, ed ha continuato  così fino al parto…  Una notte poi è nato  ed io pensavo che da allora in poi “ sarebbe andato tutto meglio”… NIENTE DI PIU’ SBAGLIATO. La prima volta che l’ho attaccato al seno lui cercava di succhiare ma  il dolore era assurdo. Il seno era duro come un sasso. Mi riempirono di borse calde sul seno… insopportabili…! L’infermiera si è presentata con il latte in polvere dicendomi soltanto “ Se non ce la fa…”  Avevo 20 anni,  e tutto il mondo mi è crollato addosso. Mi sentivo inappropriata, incapace  e soprattutto addolorata di non riuscire a nutrire il mio bambino… Lo tenevo in braccio e lo guardavo tra le lacrime… Avevo letto tanto! Sapevo quanto era importante per lui il mio latte.. e allora ho stretto i denti e ci ho riprovato… L’ultimo ricordo che ho di quel momento sono io che urlo… Mio marito mi  raccontò poi che  svenni dal dolore. Nei giorni successivi il mio “Bebo” succhiava sangue e latte perché i capezzoli si spaccarono  e le continue poppate non permettevano la loro guarigione. Qualcuno mi consigliò di integrare con il latte artificiale così oltre a nutrirlo ‘meglio’ – per varie ragioni il latte era poco – avrei dato modo al seno di guarire. Peccato che nessuno mi avesse detto che per l’allattamento “misto” esiste una serie “diversa” di biberon e tettarelle, atte ad evitare quello che successe a noi: “Bebo” si accorse che dal biberon il latte arrivava “ prima e meglio” e cominciò a ‘disdegnare’ con urla e strepiti l’offerta del mio seno.

Il mio seno si offese molto.

 Si indurì e dovetti ricorrere ancora alle tremende borse calde…

 “Bebo” era un bambino bellissimo che dormiva tutta la notte  e mi ha insegnato tante cose, cose che quando sono nati i suoi fratellini mi sono state utili anche se nel frattempo le cose erano un po’ cambiate nella mia vita: ero diventata una educatrice di nido e anche questo è stata la mia salvezza!!

La prima gravidanza   e l’esperienza acquisita “ sul campo” hanno fatto in modo che quando sono nati i tre gemelli le cose sono andate moooolto diversamente. Certo, loro hanno avuto una mamma che sicuramente  - per tanti motivi – ha giocato di meno con loro, ma hanno avuto una mamma più consapevole e soprattutto

 

                                      SONO SOPRAVISSUTA.

Non fare errori è impossibile. Quello che si deve cercare di fare è provare a  farne il meno possibile.  Riuscire ad essere una “mamma sufficiente” (- come diceva  una delle mie docenti  ai corsi di aggiornamento obbligatorio che dovevamo seguire, la Dott.ssa Lucia Trevisan ( ciao Lucia! )…. ) -  è il traguardo a cui aspirare.

 Il livello successivo, di solito, è la messa in lizza per la “bolla di santità”.

 Mi sono chiesta spesso se avessi  potuto fare di più per il mio Bebo…

 Avrei potuto  chiedere di più. Questo mi avrebbe fatto capire che non dovevo vergognarmi di non riuscire. Mi avrebbe aiutato a non sentirmi  inadatta, inappropriata…  Io ero sola, in un paese che non era il mio, senza amiche  con cui confrontarmi o appoggiarmi emotivamente, a contatto con persone i miei suoceri,      - adesso lo so – che mi amavano come e più di una figlia.  Ma io ero troppo sola, troppo “piccola” rispetto ad un’esperienza del genere,  , troppo preoccupata per un matrimonio che non decollava, troppo infelice.

 In seguito, col passare degli anni e lavorando nei Nidi,  ho imparato che ogni mamma ed ogni bambino è un mondo “ unico” la stessa mamma non sarà la stessa mamma con gli altri suoi figli…  Per dirla come una saggia mamma mi disse un  giorno  i figli sono come le dita di una mano: sono tutti diversi ma fanno tutti ugualmente male”. Questo per dire che non si deve pretendere di essere sempre uguali o di fare sempre le stesse cose per tutti i vostri figli… Ogni bambino è a sé e per ognuno di loro ci si deve  ‘modulare’ . I miei stessi gemelli non erano “ uguali” e volevano ‘cose diverse’ e comportamenti “ diversi”…

Agire con coscienza e con amore, e se non ci si riesce in qualcosa,  chiedere, chiedere chiedere.  Non bisogna vergognarsi di chiedere aiuto. Informarsi, domandare, chiedere. Sono piccoli ma sono in grado di distruggervi.

Chiedere aiuto non vi farà soccombere.

Questa piccola ‘prefazione’ finisce qui (altrimenti che prefazione sarebbe?). Ormai i figli sono grandi: Sono sopravvissuta  ai figli “degli altri” al nido, alle notti insonni, alle marachelle, agli ” incidenti” , alla  varicella e all’ adolescenza  dei miei.

Adesso mi occupo dello zoo di casa, ma se volete chiedermi qualcosa a proposito del vostro bambino o avete una curiosità,  chiedete, chiedete pure: SICURAMENTE mi è capitato.

                                                                                                           Un bacio 

P.S. "lui" è la prima foto del mio nipotino.......

 

 
 
 

. ..E' successo!!

Post n°31 pubblicato il 20 Aprile 2020 da Yusiko

beh... è successo... Confesso che mi ha preso un pò alla sprovvista, che proprio non me lo aspettavo ..Ma  è successo.. DIVENTO NONNA ...

Dal momento che li metti al mondo questa è un'evenienza possibile e quando erano piccoli speravo che un giorno sarebbe successo, ma sopratutto speravo che non avrebbero avuto tutte le difficoltà che ho avuto io per diventare mamma. 

 Se devo essere sincera però... ANCORA NON CI CREDO... Certo, ho visto ecografie, la pancia della mia bambina che cresce, ho visto il mio nipotino scalciare come un forsennato ma la verità è che ancora non ci credo. Non è servito a nulla preparare il corredino e neanche  " rispolverare" le mie conoscenze lavorative.... Ancora non ci credo.... probabilmente quando lo vedrò per la prima volta allora forse ... Allora forse ci crederò che questo miracolo è avvenuto, che questa gioia è toccata anche a me... Che è vero come diceva Tagore , che " se i bambini nascono allora Dio non è stanco degli uomini "....

 
 
 

il tempo e il silenzio

Post n°30 pubblicato il 30 Maggio 2019 da Yusiko
Foto di Yusiko

... tanto tempo che non vengo qui. Mi sento come se fossi entrata in una stanza , la mia stanza , dove non venivo più da tempo. Tutto è coperto di polvere, tutto è color polvere. E poi il silenzio... E' proprio vero che che ci sono silenzi assordanti! Lo so che non c'è nessuno qui con me, ma nella testa sento un rumore assordante fatto di mille silenzi.  

 
 
 

a proposito di Lady D..

Post n°29 pubblicato il 31 Agosto 2017 da Yusiko
Foto di Yusiko

Mi è capitato di leggere in qualcuno degli  articoli che si susseguono nell’anniversario della morte di lady D dello stato in cui versa la sua tomba,  tomba abbandonata alla natura, ricoperta di foglie e di erba.”  Ho letto anche che si tratterebbe  non di incuria, ma della scelta consapevole,  anche se per qualcuno discutibile , della famiglia Spencer.

Beh, a me l’idea è piaciuta. Mi ha fatto venire in mente il film del 2014  La bella e la bestia (La Belle et la Bête), scritto e diretto da Christophe Gans, con protagonisti Vincent Cassel e Léa SeydouxNel film la tomba della sfortunata principessa  è  come  parte integrante  della vegetazione del parco.  Quante similitudini con il film!

Pare che l’idea della famiglia sia quella  di far in modo che la tomba venisse come inghiottita dalla natura, quasi fosse un elemento di essa. Fiori e foglie cresciuti intorno al sepolcro senza essere mai stati tagliati, perché l’intento è quello di proteggere quel luogo di riposo e far sì che diventi parte del paesaggio”.

 

” Proteggere quel luogo”, dare finalmente pace  a chi non l’ha conosciuta  ma che ha avuto il grande merito di farsi amare da tutti ( da tutto il mondo tranne da chi doveva amarla). Mi piace pensare  che la tomba di Lady D abbia la stessa rosa della principessa del film a vegliare il suo sonno…

 

 
 
 

mai dire "ormai"...

Post n°28 pubblicato il 07 Agosto 2017 da Yusiko
Foto di Yusiko

.....Tanti giorni sono passati da questo post e mi è capitato che qualcuno aggiungesse un "ormai"... ma che significa "ormai"? Non  c'è un tempo prestabilito per ricostruirsi dopo  che ti hanno mandato in pezzi...  Si cerca di raccogliere  da terra tutti i cocci che puoi, prendi una buona colla fatta dai tuoi interessi, dai pochi amici rimasti, da quelli nuovi e.. ricominci,sperando che questa "colla" tenga. Ogni tanto qualche " pezzo" cade, e allora prontamente lo riattacchi ,  e con il passare del tempo speri che siano sempre di meno, che le ferite si rimargino anche se sono profonde, tanto profonde.  Capita che tu ti senta poi come dopo una sbornia con il mal di testa, con qualche ricordo che affiora e tu che ti chiedi se eri tu  oppure no, con la voglia di ricominciare ma con la paura che ti prende.

 "Ormai" .. come odio questa parola... ormai che significa? Non ditemi "ormai". Arrivare qui è costato fatica, dolore e lacrime. Alle volte mi guardo allo specchio e mi stupisco di essere ancora viva. Non ditemi "ormai" :Rinascere è doloroso e faticoso  ma lo sto facendo,  utilizzando tutte le risorse a mia disposizione...  " da ora in poi" ditemi così: da ora in poi: Per ritrovare fiducia nell'altro, per ritrovare la gioia di vivere e la felicità di sorridere ancora. Da ora in poi: con persone nuove che quando vedono le cicatrici sull'anima non dicono " ormai"ma sorridono e vedono la nuova me che sta nascendo...  

 
 
 
Successivi »
 
 
 

INFO


Un blog di: Yusiko
Data di creazione: 30/08/2009
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

OliverSacksvita.perezloredana_popaStratocoverstempestadamore_1967amore_nelcuore1prefazione09surfinia60angi2010mariomancino.mbarbara20200carloreomeo0Yuliviitantiriccirossigiovanni80_7
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom