Creato da traggogolone il 14/11/2012

Ada vede

Punti di domanda e qualche risposta su di noi e la società, con un pizzico di umorismo

 

La signorina Eugenetica

Foto di traggogolone

 

- Buongiorno, sono l'eugenetica!
- Ah buongiorno.. scusi chi è lei?
- L'eugenetica: la tizia che ha il merito di spopolare il pianeta, per fare una razza migliore! Pura S-C-I-E-N-Z-A! Sa, andavo tanto di moda verso la fine dell'ottocento, poi per depopolare hanno preferito le guerre alla “ndo cojo cojo..”, tipo la prima e la seconda guerra mondiale.. dice che si fa molto prima..
- ah, bene, non avevo capito.. cioè lei mi sta dicendo che le guerre del secolo scorso erano delle scuse per depopolare il pianeta, così, alla carlona?
- Ma certo, caro, crede che non sia possibile accordarsi in altri modi, tra un pugno di uomini che hanno in mano il potere di una nazione?
- In effetti..
- Ma ora sono tornata di moda io! Non è meglio usare l'eugenetica che le bombe o i fucili? Non è moralmente molto più accettabile?
- Non saprei.. mi sembra che il risultato, alla fine, sia un po' lo stesso..
- Si, può essere, ma vuole mettere l'eleganza di morire per un nobile fine come quello proprio dell'eugenetica!
- Che.. sarebbe a dire? Me lo ripeta, perchè proprio non mi riesce ad entrare nella zucca..
- Morire, depopolare (o depopolarsi da sé), per costruire una razza migliore, di pochi eletti! Ammetta che suona pure bene!
- Si, in effetti, sembra un cosa molto moderna. In tutti i modi, cosa posso fare per lei, signora eugenetica?
- Ma guardi è molto semplice: mi firmi il foglio del consenso informato che il mio amico qui, l'infermiere, le fa subito la punturina di eugenetica: lo chiamano vaccino adesso, ma è una scusa patetica che solo un pirla può ignorare. Guardi, non se ne accorgerà neppure, è una morte postdatata, imprevista ed imprevedibile. Come le dicevo sopra, è pura S-C-I-E-N-Z-A! Non vuole modernizzarsi un po' anche lei? Ecco l'occasione!
- Bò, se è per un fine superiore, forse dovrei.. chiedere a mia moglie.. magari lei è pure d'accordo. D'altra parte, io non sono manco più tanto giovane.
- Vabbè, faccia con comodo, chieda pure a sua moglie, ma si sbrighi, c'ho una lista di clienti che è tipo il vecchio elenco telefonico.. C'ho molto da fare insomma, per portare avanti la mia missione umanitaria.
- Vabbene, ci credo. Facciamo così, lei vada pure dal prossimo, io alla peggio, le mando mia moglie..

 

 

 
 
 

IL PIANO DI DE-POPOLAZIONE MONDIALE IN ATTO - Terza e ultima parte

Foto di traggogolone

 

La terza e ultima parte di questi (assurdi) articoli sulle modalità di de-popolazione in atto, porta con sé un elemento di novità che sicuramente sorprenderà il lettore, ragion per cui può valere la pena arrivare fino in fondo.
Fino a questo momento, alla luce dei due precedenti articoli, dovrebbero essere chiari almeno due punti.
Il primo, è che i vaccini, in particolare quelli a mrna, sono strumenti di morte.
Più in particolare di morte programmata a medio/lungo termine, imposti a seguito del rilascio intenzionale di un virus creato in laboratorio, effettivamente curabile, ma sul quale si è instaurato un regime informativo e sanitario che era ed è funzionale al sistema per le “mosse” successive, che vengono e verranno propinate, il vaccino in primo luogo.
(Non vi sembra che se ne stia parlando appena un po' troppo?..)
Il secondo, è inerente all'approfondimento tecnico (divulgativo) delle modalità e delle altre ragioni con cui agisce ed opera la tecnologia, biologica ed elettromagnetica, specie nelle loro dannose connessioni, applicata all'uomo.
Si riveda o si legga in proposito il secondo articolo sulla de-popolazione in atto.
Veniamo ora al terzo punto.
Con il 2012 trascorso, sembra sia venuta meno la tematica della fine del mondo, per via di qualche catastrofe esogena o endogena al pianeta, che ci piaccia.
Anche i disaster-movie passati sulle tv, sono diminuiti in frequenza di programmazione ed in risorse ad essi destinate dalle case di produzione.
I disastri che sarebbero potuti avvenire o che avverrebbero, sembra che si siano spostati su piani dell'esistenza dell'uomo meno percepibili, più sfumati, oppure anche più rallentati, dilazionati, quando non rimandati a tempo da definire, sugli schermi, piccoli e grandi che siano.
Non so se qualcun altro utente dei film suddetti se n'è accorto e ha fatto le mie medesime considerazioni.
Può essere comunque che io mi sbagli ed invece, nel complesso, l'industria cine-televisiva ci stia ancora investendo molto.
Ciò che è certo invece, è che gli utenti, il pubblico, dopo tanta attesa mal riposta, ha ben pensato, passato l'anno di grazia, il 2012, di rivolgere il proprio interesse ad altri programmi, meno ansiogeni della fine del mondo, in tutte le salse raccontata..
Eppure.
Eppure, da alcune fonti di una certa rilevanza, e da una serie di ulteriori verifiche parziali, la fine del mondo potrebbe non essere affatto un evento da mettere da parte.
Non almeno nel breve e medio periodo.
Queste stesse fonti che non ho autorizzazione a citare – ma anche se le citassi, cambierebbe comunque poco, se ci riflettete – hanno chiarito che le tempistiche per un “reset globale” del pianeta si aggirano, di norma e regola, sui 3600 anni.
E facendo bene i conti, vedendo alla data dell'ultima catastrofe globale, la nostra è l'epoca e la razza che verrà investita dal prossimo reset, di cui sopra.
Questo elemento si coniuga dunque alla perfezione con “il grande reset”economico, proposto a Davos e ora perpetrato di fatto, di cui tanto si parla negli ambienti della contro-informazione e su cui invece, purtroppo, la media della popolazione conserva gli occhi chiusi, volendo mantenere una conoscenza della realtà ancoràta al passato.
Perchè le due cose, dico, andrebbero insieme?
In altre parole, perchè un reset del pianeta, della geologia/geofisica planetaria, andrebbe a braccetto con il piano di depopolazione in atto, di cui stiamo parlando?
Perchè, se è vero che un certo numero di oggetti spaziali sono in viaggio dallo spazio profondo e colpiranno il nostro pianeta nei prossimi 3 o 4 anni, portando sconvolgimenti tettonici, ecc, al termine di questo mostruoso processo di forze geofisiche, occorrerà ripartire da zero, anche con l'uomo, con la ripopolazione del pianeta.
A quel punto, l'elite dominante, visto come è andata a finire l'umanità e la gestione del pianeta prima dell'ultimo reset (mettiamo sarà quello del 2025..), non vorrà compiere gli stessi errori fatti in precedenza – traffico, uso eccessivo delle risorse, guerre, inquinamento, ecc - e mezzo miliardo di persone, o meno, gestibili attraverso la tecnologia, rappresenteranno una massa più che sufficiente: più malleabile, meno problematica, meno afflitta dal malefico libero arbitro, più attenta alle esigenze del pianeta e a quelle della stessa elite che dovranno servire.
Non ci credete?
Forse nemmeno io.
Non ci resta dunque che aspettare, per scoprire se le nostre fantasiose (e fantascientifiche) ipotesi complottiste, di livello planetario, saranno confermate o meno!
Se però saranno vere, mi aspetto che mi paghiate almeno una birra!, diffidenti lettori di Adavede :)
(Si salvi chi può!)

il 1° articolo
il 2° articolo

 

 

 
 
 

Pulsione di autodistruzione + l'unica soluzione praticabile

Foto di traggogolone

E' possibile che, a livello collettivo, il fatto di accettare, passivamente, di farsi vaccinare con un farmaco sperimentale (il quale secondo un certo numero di fonti, ben nascoste dai grandi media, condurrà alla morte molte persone nel medio/lungo termine) nasconda una enorme pulsione di morte, di auto-distruzione, nascosta a livello profondo, nella società, della società?

In altre parole, la gente, è stufa di vivere in questo modo?
Io credo di si: per molta gente, questo tipo di vita equivale ad un purgatorio, ad una morte reiterata in Terra, perchè, profondamente, non ne capiscono il senso.
L'astrologia collettiva su questo punto potrebbe darci qualche risposta illuminante.
Come anche, l'elite al potere, che richiede continue consultazioni agli “astrologi sociali”, visto che devono aver letto in quegli oroscopi sociali che quelle pulsioni di morte stanno animando la società, da tempo, e dunque se ne stanno rendendo interpreti, avendo innescato questo processo malefico, con il quale intendono “vaccinare” la popolazione mondiale, come già detto, con un siero della eutanasia post-datata.
Dinanzi a a questo quadro sconcertante, tutti gli uomini liberi e consapevoli di quanto sta accadendo, devono capire che o si farà insieme una qualche rivoluzione / presad'atto / azione intelligente, per combattere questa oscurità oppure siamo spacciati.
E, in fondo, l'altro lato di ciò che sta accadendo, a livello collettivo, è proprio questo: spingere l'uomo consapevole ad agire insieme, per i suoi diritti più profondi di vivere e di essere libero.
Vi è chiaro ora il “quadretto”?
Una volta liberati da questa mostruosa oscurità, che attanaglia una quota parte enorme dell'umanità, risvegliati a ciò che si può fare insieme - solo dopo il risveglio individuale profondo – comparirà, o meglio, faremo comparire L'ERA DELL'ACQUARIO!
Si, perchè deve esservi ormai chiaro anche che, in un'epoca in cui si va su Marte, i 3 problemi che da sempre hanno infierito sull'umanità, cioè la guerra (intesa in tutte le sue modalità, terrorismo compreso), le epidemie, le carestie (intese anche come crisi economiche), sono cose passate e risolvibili.
Solo esseri poco consapevoli e che vogliono credere ancora a ciò che viene detto loro dalla “etero-direzione generale”possono credere non risolvibili.

Buone pulsioni..

 

 
 
 

IL PIANO DI DE-POPOLAZIONE MONDIALE IN ATTO - parte seconda

 

La "ricetta":
Ecco il modo, specifico, con cui si sta attuando il controllo dell'essere umano, attraverso la tecnologia, in maniera più semplice di quanto si possa immaginare, dato che, al momento, ancora non si può controllare completamente la mente dell'essere umano, in generale.

 

La premessa:

L'uomo ha, da sempre, 2 soli padroni: il dolore e il piacere.

Le azioni dell'uomo sono sempre direzionate, in sostanza, a
1) ricercare il piacere, inteso in senso esteso, in maniera diretta o indiretta, nell'immediato e nel futuro.
2) ad evitare il dolore.

A)

Gli attuali device sono in grado di rilevare, attraverso i sensori di cui sono dotati, i segnali auditivi, visivi e cinestesici della persona.
In altre parole tali device “leggono” come si comporta una persona, dinanzi ad un preciso stimolo: lo registrano e lo memorizzano, di modo che l'intelligenza artificiale o persone/aziende addette, possano avere questi dati e usarli per i loro scopi.
E' ormai una prassi consolidata.

B)
Di solito, i contenuti vengono forniti da grandi media, come tv, giornali, portali internet, ecc, e dinanzi a questi contenuti - a disposizione sui device di cui parlavamo (pc, smart-tv, smartphone, tablet, ecc) - i sensori, di cui sopra, possono acquisire il modo in cui una persona reagisce, dinanzi ad un contenuto x.
In generale, la persona può reagire positivamente, cioè, quel contenuto gli fornisce piacere, o negativamente: viceversa, quella persona è colpita negativamente da quel . contenuto. E questo processo, come suddetto, può essere rilevabile e registrabile da A.I. e da persone/aziende.
Ma non è finita qui, poiché, fino a questo punto, si è ancora soltanto nell'ambito dell'acquisizione dei dati e nella fornitura di contenuti.

C)
Se esiste un sistema tecnologico, con cui io posso influenzare il processo di piacere/dolore dell'uomo, dinanzi ad uno specifico contenuto, ecco che io posso influenzare, a piacere, l'opinione pubblica tutta, su un determinato tema.
Per esempio l'eutanasia, la spesa militare, le tasse, ecc
Ora, si dà il caso che si stiano immettendo nel sistema delle medicine e dei vaccini, che hanno la peculiarità, una volta introdotti nel corpo umano, di essere “sensibili” ad un certo tipo di segnale elettromagnetico, fornito da reti e device.
In altre parole, quando il device decide che la persona debba avere, dinanzi ad un determinato contenuto, una scarica biochimica di piacere, lo colpisce con questo specifico target.
Quando il device – naturalmente controllato da A.I. ed aziende/persone – decide che la persona debba avere, dinanzi ad un determinato contenuto, una scarica biochimica di dolore, lo colpisce con questo specifico target.
Cioè, senza avventurarsi nella complessità della mente, con la sola induzione di frequenze elettromagnetiche, attraverso la connessione ormai attuata e operante di tipo biologico-elettronico, si può agire per influenza la biochimica umana, affinchè essa dia una risposta positiva o negativa ad un preciso contenuto.

Ecco bell'e fatto il controllo delle masse!
Ed ecco perchè esiste una precisa connessione tra i vaccini a rmna e le frequenze 5g.
Ed ecco anche perchè l'intento dei controllori è ottenere che si vaccinino almeno il 50% delle persone: in tal modo, il 50% delle persone sarà sempre dalla loro parte!

Buona lettura e poco felice controllo.. :)

Il 1° articolo

Il 3° articolo

 



 

 
 
 

Critica al signor Odi..

Critica a questo articolo del signor Odifreddi

Premesso che sulla vaccinazione contro il covid, al momento, non c'è un “movimento no vax” compatto, ritengo che sia soltanto il signor Odifreddi ad attribuirgli doti di “pensiero magico”, così come oggi si attribuiscono (ex-media, sopratutto) etichette di complottisti, negazionisti e altre generalizzazioni del genere, a gruppi e persone prese a caso.
Proprio uno scienziato e/o un serio divulgatore, non dovrebbe mai compiere il sacrilegio intellettuale di evitare di transitare per la via del discernimento, e mettersi ad attribuire generici “tag”, a generici gruppi di persone, non riconoscibili di fatto.
I “no-vax” veri invece, si sono mossi, in passato, sui dati scientifici rilevati, inerenti agli effetti collaterali, a volte mortali, di precedenti vaccinazioni, che hanno cagionato dolore e sofferenza a molte persone, e per questi motivi sono sorti, visto che “la scienza” non è un unicum compatto, non è altresì una ortodossia (come oggi la si vuole far passare) e sopratutto non è immune dal virus dell'errore, che ha commesso continuamente e continua indefessa a ripetere.
(E a nascondere, abilmente, peraltro.)
Come è normale che sia, essendo incentrata, la scienza, sui continui tentativi e sulle sperimentazioni, non già sui miracoli, mi pare.
Ma non sia mai ad affermarlo pubblicamente oggi: allora si che sei quanto meno affetto da pensiero magico o attribuito di non si sa bene quale altro tag generalizzante.
Per inciso, è davvero sgradevole tirarlo fuori, ma mi sembra la circostanza adeguata per farlo: anche i nazisti peccarono di generalizzazione, quando si decisero ad etichettare “gli ebrei”, come una razza, ignorando il fatto che non era mai esistita invece una “razza ebraica”, univoca, geneticamente.
Ad oggi è acclarato che fosse una scusa per procedere alla “soluzione finale”: ecco a cosa portano le attribuzioni gratuite di tag generalizzanti.
La generalizzazione è un errore di pensiero grave e ricorrente, insito nel discorso del signor Odifreddi: non so dove lo abbia trovato, ma ancora una volta, generici gruppi no-vax non se ne trovano in circolazione, se si escludono di improbabili sorti dal nulla sui social.
Parlare poi di “operatori e popolazione scientificamente ignorante” è invece tacciabile di arroganza, spiace dirlo, infatti, essere consapevoli che, nel caso specifico degli ultimi vaccini contro il covid, 1) manchi una durata appropriata della sperimentazione, visti tutti i vaccini precedenti 2) che siano stati realizzati con terapie geniche sperimentali, 3) che tali vaccini non siano stati mai incrociati con altri farmaci (e il bugiardino docet), 4) che le case farmaceutiche si siano tutelate legalmente in maniera assoluta, da qualsivoglia effetto negativo possa manifestare un vaccinato, sono argomenti noti, resi evidenti a chiare lettere dalle stesse case farmaceutiche.
Elementi che, da soli, bastano a generare non certo degli asserviti al pensiero magico, di cui blatera il signor Odifreddi, bensì un dissenso intelligente e giustificato da fatti rilevanti, pesantissimi, gravidi di conseguenze, in chi non vuole fare da cavia, per conto terzi, a costo zero.
E per arrivare a queste conclusioni non serve a niente essere degli scienziati, basta leggere quello che sui vaccini è stato (e non è stato mai) pubblicato, per applicare il ragionamento ed il buon senso.
Passando all'esempio che riporta nel suo articolo, Odifreddi, circa il testo di Virginia Wools, sull'ascensore, esso è un mero artifizio retorico (non è neanche un vero argomento), infatti, nessuno sa come funzioni ogni singolo elemento della modernità, ma sa – a differenza degli attuali vaccini sperimentali sul covid – che funzionano e hanno continuato a funzionare per decenni, nella stragrande maggioranza dei casi.
Ed è per questo motivo, empirico ed esperienziale, che si continuano a prendere aerei e ascensori, non certo perchè ogni utente sia a conoscenza della tecnica o della tecnologia dietro a queste invenzioni, e si mette a scartabellare documenti ingegneristici prima di usare queste cose..
Al che la vita diventerebbe si un paradosso, da cartone animato.
O da scienziato ortodosso.
La spiegazione di Odifreddi sul funzionamento dei vaccini anti-covid, poi, non colpisce e non convince nessuno, e non cambia le cose, sopratutto.
La maggior parte di noi infatti, non è in grado di capire fino in fondo la scienza che ha animato la realizzazione di questi vaccini e non sta neanche a noi, persone comuni, capirlo.
Così come non sappiamo come funzioni la turbina di un aereo, eppure, come ho già detto, ci continuiamo a volare su.
Ma sta invece a noi acquisire le informazioni essenziali su queste medicine e capire, anche da soli, che non sono farmaci maturi e sicuri, tali da poter essere adoperati con sicurezza e tranquillità su di noi, i nostri figli ed amici, come avviene invece per molti altri vaccini, sperimentati per decenni.
Sopratutto, concludo, per affrontare un male, dimostratosi ormai curabile, nella stragrande maggioranza dei casi, con medicine già usate, provate, efficaci, e disponibili per tutti.

 

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

FACEBOOK

 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

lyle77traggogoloneverdacquacianca.gilbertoLed_61impasse1234ronnie1976jannarahirene52fanteria61aka8giovannaunialandos1giuseppe1.dino
 

ULTIMI COMMENTI

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: traggogolone
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 53
Prov: RM