CUORE APERTO

parlando al mio cuore..ascolto..e spero..

 
immagine
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ULTIME VISITE AL BLOG

nuccio.san08PERLAZZIURRA68hamed6diana_89mariomancino.munamamma1luigi.michelonilfantasya64Robertaaubiwcoccodrilo2merydiegoAlidellaSperanzaPsicoOfabry97.2vivi64vt
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

« Messaggio #57Messaggio #59 »

Post N° 58

Post n°58 pubblicato il 13 Novembre 2006 da AlidellaSperanza

 Cari amici,
Mi piacerebbe avere il vostro commento su un qualcosa che mi ha portato a ricredermi su una possibile apertura del mondo cattolico, che invece non trovo.

Qualche giorno fa mi sono visto con un mio amico. Questi frequenta da anni un gruppo cattolico, con il quale avevo anche trascorso (sempre con lui) un capodanno anni fa. Il mio amico mi ha parlato di suo fratello che andrà a convivere con la sua compagna a breve. Ma mi ha anche detto, se dovessi vedere qualcuno del suo gruppo, di non farlo sapere. Infatti, qui, la convivenza fuori dal matrimonio non è ben vista, e lui non vuole far sapere di avere un familiare che convive al di fuori del matrimonio.

Questa cosa mi ha davvero lasciato stupito in negativo. Infatti, avevo avuto modo di conoscere ed apprezzare il suo gruppo, che mi è sembrato aperto, e dove la gente appariva (sacerdoti compresi) comunicativa, aperta al dialogo, e dotata di una piacevole carica umana e di accettazione. Questa sua affermazione mi ha lasciato piuttosto stupito. Infatti, il suo gruppo è di certo aperto. Non avrei di certo creduto di trovare una simile situazione, ancora, nel suo gruppo. E' un gruppo dove, a parte ovvie divergenze di opinioni (parlando con un sacerdote del Gruppo di reincarnazione, questi mi era sembrato piuttosto negativo in proposito), avevo sentito anche una certa positività.

Questo però va a confermarmi una cosa, che purtroppo non avrei voluto trovare ancora: il mondo cattolico, a differenza di quello buddhista, è ancora ancorato a schemi e preconcetti molto forti. Come quello della convivenza. Fattivamente, il tal modo, le persone si privano, se non vi è un contratto alle spalle (il matrimonio), di una vita comune. Per poi, magari, andare a scoprire che, una volta conviventi dopo il matrimonio, la vita assieme non li soddisfa. Infatti, e l'ho notato spesso, vivere a distanza è una cosa, mentre convivere è una cosa completamente differente. Se non si vive assieme, come si fa a sapere che si vivrà assieme in modo positivo? In tal modo, si impedisce ad una coppia la possibilità di conoscersi davvero! O si dà per scontato che andranno d'accordo. Ma è un altro "dogma"!

Purtroppo questo mi va a convincere che, mentre il Mondo Buddhista è avanti, spesso, rispetto alla Società, il Mondo Cattolico tira indietro in modo deciso. Due esempi in merito: Leggendo di recente il bellissimo "L'universo in un singolo atomo" del Dala Lama (ve lo consiglio di certo!) ho visto come, nella visione del Mondo, il buddhismo sia sovente stato avanti alla Scienza, e l'abbia precorsa. Pensiamo, ad esempio, a come la filosofia orientale abbia precorso i molti casi la Meccanica Quantistica. Leggevo invece anni fa, sul sempre molto bello "Da Big Bang ai Buchi Neri", di Stephen Hawking (altro libro che vi consiglio), come, ad un convegno di scienziati, il Papa Giovanni Paolo II abbia detto loro di studiare quanto accaduto all'universo dopo il Big Bang, ma di non indagare i segreti del Big Bang. Qui, infatti, secondo lui, vi è l'atto creatore di Dio. Se pensiamo ad altre questioni, quali la negazione della fecondazione artificiale e, qualche secolo fa, il caso di Galileo, vediamo come questa struttura abbia sempre tirato indietro, bloccato lo sviluppo scientifico, imponendo cose che "non si devono indagare".

E' tipico di tutte le filosofie religiose in cui le cose devono essere "fermamente credute". Se leggiamo ad esempio il documento "Dominus Jesus", del 6 agosto 2000, firmato tra l'altro dall'attuale Papa, possiamo vedere quante volte questa frase va a ripetersi (Se vi interessa il documento potete trovarlo a:
www.vatican. va/roman_ curia/congregati ons/cfaith/ documents/ rc_con_cfaith_ doc_20000806_ dominus-iesus_ it.html
.

Per la cronaca, la Congregazione in questione è la prosecuzione dalla famigerata Santa Inquisizione di una volta (infatti, prima si Chiamava "Congregazione del Sant'Uffizio" e prima ancora " Santa Inquisizione" ). Altri episodi, quali la negazione degli scritti di De Mello (su ogni libro se ne può trovare la dicitura. Se volete conoscere il testo della dichiarazione, esso è disponibile in inglese all'indirizzo:
www.vatican. va/roman_ curia/congregati ons/cfaith/ documents/ rc_con_cfaith_ doc_19980624_ demello_en. html. Ne esiste anche una copia in spagnolo ed una in portoghese) fanno capire quanto la Chiesa Cattolica tiri davvero indietro su ogni cosa che è sentita mirante il suo potere. Un episodio di qualche anno fa a me successo, quando collaboravo con un cineforum di ispirazione cattolica. Ricordo il bellissimo "L'ora di Religione" di Marco Bellocchio. Questo film è stato ritenuto "Inammissibile" dalla Commissione Pastorale. Questo giudizio implica che il film non può essere proiettato in nessuna sala cattolica. Era stata concessa la proiezione ai Cineforum nelle sale cattoliche. Ma solo con la presenza di una personalità autorevole della Curia, come è stato in quello in cui io presentavo. Anche il film "Magdalele", di Peter Mullan era stato visto in modo molto negativo dalla Chiesa, in quanto mostrava quanto la Chiesa faceva in Irlanda, sino a non molti anni fa, portando via alle ragazze madri i figli non nati nel matrimonio, e costringendo queste in collegi di suore, dove venivano sottoposte ad ogni genere di violenza, psichica ma anche fisica (queste ragazze erano dette "Le sorelle della Maddalena"). Ma questo comunque non è stato "vietato".

Questi sono solo episodi. Ne potremmo trovare moltissimi, anche ben più gravi.

Tuttavia, pensavo che una certa apertura ci fosse, almeno da Gruppo dai quali avevo ricavato impressioni decisamente positive (impressioni che vglo comunque conservare in me: alcune persone che ho conosciuto, infatti, in quel Gruppo, sono davvero positive!).

Non era così, a quanto pare. E sinceramente mi dispiace davvero! Soprattutto per i fratelli cattolici, sovente loro stessi vittime di idee sbagliate e preconcette, che non permettono loro la vita piena che potrebbero avere altrimenti. Nel caso del mio amico, questo porterà ad un rapporto basato sulla non verità, sul nascondere una cosa per paura di essere mal visto. Tutto in perfetto stile convenzione sociale. Al contrario di una Spiritualità che dovrebbe invece perseguire la verità e il non nascondere.

Ma il fenomeno, sempre più diffuso, del Cristianesimo Buddhista, con personalità di spicco anche in Italia, quali Padre Antonio Gentili e Padre Luciano Mazzocchi (vedasi il sito della sua Comunità:
www.lastelladelmatt ino.org), fanno pensare ad un'apertura sempre maggiore. Le cose, spesso, avvengono dall'interno. Sarà, secondo me, il caso anche del cattolicesimo. L'avvento sempre maggiore di altre spiritualità e la fusione delle medesime, quali il buddhismo (trasformista in senso positivo per definizione, e portato a fondersi con quanto già esistente, come lo stesso Sumana Siri, figura contemporanea di spicco nel mondo buddhista), porteranno, inevitabilmente, il cattolicesimo a modificare le sue vedute. C'era chi diceva che questa Chiesa finirà, e vi sarà la vera Chiesa di Cristo. E' possibile, e di certo una trasformazione sarà verosimile. Ed almeno sperabile. Forse anche dall'interno, per azione di idee e spinte dall'esterno. Forse sarà la fine di qualcosa, o forse soltanto la sua trasformazione. Non lo sappiamo, e solo il tempo dirà cosa accadrà. Oggi è comunque facile conoscere la verità sulle cose. E mantenere vivi dogmi e preconcetti di questo tipo sarà sempre più difficile. Fortunatamente.

Aspetto i vostri commenti.

Un saluto a tutti con un soffio di Musica bellissima che vi porti armonia e gioia.

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 
 

INFO


Un blog di: AlidellaSperanza
Data di creazione: 17/07/2005