Creato da ornitorreglia il 01/08/2006

pappagalli

Blog sui pappagalli, ma anche di tutto quello che ci pare!

 

« Smarrito Cane!!!cerca »

Il Vino parte 3░

Post n°103 pubblicato il 06 Giugno 2010 da ornitorreglia
Foto di ornitorreglia

Ecco Amici la terza parte di questo diciamo per così dire corso.
Oggi tratterò l'esame olfattivo del vino.

Ciao e Buona lettura

L’esame olfattivo
Con l'esame olfattivo si deve giudicare:
• La qualità dei profumi: il giudizio sulla qualità dei profumi è forse l'esame più difficile da compiere per i neofiti. Per qualità si intende la presenza di profumi puliti, privi di difetti, fini ed eleganti, sufficientemente complessi, in maniera da fornire una vasta gamma di sensazioni odorifere. Per definire la qualità di un vino si utilizzano i termini: eccellente, molto fine, fine, abbastanza fine, ordinaria, sgradevole.
• L'intensità: riguarda la potenza con la quale gli aromi presenti nel vino si mostrano al naso. Dipende dall'insieme delle sostanze contenute e dalla temperatura a cui il vino viene servito. Per giudicarne il contenuto si utilizzano i termini: molto intenso, intenso, abbastanza intenso, poco intenso, tenue.
• La persistenza: riguarda invece la capacità che ha un profumo di durare nel tempo, nel naso dopo la deglutizione. Per definirla si usano i termini: molto persistente, persistente, abbastanza persistente, poco persistente, sfuggevole.
• Il riconoscimento degli odori percepiti: la descrizione dei profumi è il momento pi… importante dell'esame olfattivo. Si tratta di riconoscere la natura del profumo avvertito, cercando di paragonarla ad un elemento già conosciuto, che ne rende più facile l'identificazione. Molti sono i termini che possono essere utilizzati: impossibile elencare tutta la gamma, ma possibile invece suddividere i profumi avvertibili in gruppi omogenei.
Avremo quindi sensazioni:
• fruttate (richiamano i frutti)
• floreali (richiamano i fiori)
• aromatiche (ricordano l'aroma principale del vitigno)
• fragranti (sensazioni legate a fiori molto profumati o crosta di pane)
• vinose (legate al profumo del mosto in fermentazione)
• eteree (provocate dalla combinazione degli alcoli presenti nel vino)
• vegetali (ricordano erbe aromatiche)
• speziate (collegabili alle spezie)
• tostate (riconducibili al legno, al cuoio)
• animali (collegabili alle sensazioni di pelliccia)
• mentolato-balsamiche (legate alle resine)

 

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

FACEBOOK

 
 

ENTRA NEL FORUM

immagine

 

ULTIMI COMMENTI

AREA PERSONALE

 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

ULTIME VISITE AL BLOG

fabioduinaV.Goreluan99lolitastizzitabribridgl6mariomancino.mwalka07gabribb74goticoruralewandolfRecreationTORRESE78Esyldpaddaclub
 

CHI PUĎ SCRIVERE SUL BLOG

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: ornitorreglia
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
EtÓ: 44
Prov: PD
 
 

 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2023Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963