Creato da demiurgo.galte il 04/02/2007

Nell'antico borgo...

qualcosa possiamo cambiare

 

 

« La via Nazionale come il...Galtellì. Via libera per... »

Galtellì. Le alluvioni non faranno più paura

Post n°103 pubblicato il 09 Settembre 2008 da demiurgo.galte

Di Angelo Fontanesi, su "La NuovaSardegna" di oggi martedì 9 settembre 2008

Galtellì. Il progetto per la messa in sicurezza del paese diventerà esecutivo

GALTELLÌ. Argomenti di grande interesse all’ordine del giorno della riunione di consiglio comunale convocata oggi in municipio alle 18,30. L’assemblea consiliare è chiamata infatti ad esprimersi sul progetto preliminare per i lavori di messa in sicurezza del centro abitato da eventi alluvionali presentato dal Consorzio di Bonifica della Sardegna Centrale, ente incaricato di progettare e realizzare l’opera con finanziamento regionale di 4 milioni e 800mila euro. Un progetto che si basa sulla realizzazione di un rilevato in terra a sezione collinare di altezza variabile tra i 2,5 e 3 metri di altezza che sul lato destro del Cedrino correrà per tutta l’estensione dell’abitato sino all’intersezione con la statale 129, mentre sul versante opposto seguirà il tracciato dello stradello dell’argine sino alla località di Fenuti. Nelle more di questo progetto però, l’attuale amministrazione intende avviare, in una azione sinergica con gli altri comuni della Valle del Cedrino, l’iter progettuale per sfruttare un tratto del nuovo rilevato come circonvallazione escludendo così il centro abitato dal caotico e pericoloso traffico causato in gran parte dal transito dei mezzi pesanti. Un progetto per il quale che la Regione pare abbia già espresso un favorevole parere di massima anche sotto l’aspetto del suo finanziamento. Le opere a salvaguardia del centro abitato di Galtellì tornano dunque in consiglio comunale dopo esservi già passate nel dicembre scorso. Allora l’ipotesi progettuale presentata dal Consorzio di Bonifica aveva sollevato non poche perplessità tra gli amministratori locali che avevano chiesto al Consorzio di rivedere pi progetto prendendo in considerazione l’ipotesi di utilizzare, rafforzandolo, il muro di cemento armato già esistente sui lati del fiume. Una richiesta che però gli organai tecnici regionali competenti hanno definitivamente cassato perché non più conforme alle attuale normative urbanistiche e ambientali in vigore su tutto il territorio nazionale. Le maggiori perplessità sollevate dagli amministratori riguardavano la fascia di esproprio per la realizzazione dell’opera che pur non essendo di grande estensione va ad interessare 40 piccoli proprietari terrieri. Ora però pare sembrano esserci le condizioni perché il progetto possa finalmente entrare nella fase esecutiva. (a.f.)

La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/amogalte/trackback.php?msg=5393052

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
Nessun trackback

 
Commenti al Post:
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 09/09/08 alle 15:36 via WEB
In Italia c'è chi si è battuto per ridare libertà e dignità ad una nazione (i partigiani, i 600.000 militari deportati nei campi di concentrmento nazisti, le truppe angloamericane) e chi per riaffermare un dominio assoluto e criminale, ricorse anche a stragi civili innocenti e deportazioni, cui parteciparono attivamente i militari della Repubblica di Salò. Il Ministro La Russa e il Sindaco Alemanno dovrebbero vergognarsi per le esternazioni dei giorni scorsi.
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 09/09/08 alle 20:44 via WEB
Ma c'eri anche tu che combattevi? Lo sai per certo o te lo hanno raccontato i libri. Continua a dormire che è meglio. Oppure se vuoi parlare, capire che una guerra civile non ha ne vincitori ne vinti, ma lascia per terra solo tanto sangue... prova ad iniziare a leggere i libri di Pansa, che è tutto tranne che di destra. Ancora prova a capire il termine revisionismo e a conoscere uno storico che ne ha fatto il fine della sua missione: Renzo De Felice! Arriviamoci alle cose.
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 10/09/08 alle 23:50 via WEB
che orrore leggere certi commenti..... non è necessario aver partecipato allo sbarco di Anzio per vedere gli orrori prodotti dalla dittatura nazifascista. perdonami ma la reazione di un popolo non può essere vellutata se deve difendersi da belve sanguinarie. Pansa non è nè di destra nè di sinistra, ma nello scrivere scorda che i fascisti hanno commesso atrocità immani e la reazione di chi ha vissuto sulla propria pelle quelle atrocità non poteva essere di certo "porgi l'altra guancia" .Chi ha vissuto stragi come le fosse ardeatine marzabotto sant'anna di stazzema non credo sia disposto a pensare che dopo la guerra civile non ci poteva essere un vincitore. E' evidente i vinti erano i fascisti con la loro barbarie, ricordati che se tu puoi scrivere su questo blog lo devi solo al coraggio dei vincitori, cioè di quelli che hanno lottato (non senza spargimento di sangue) per la libertà e per la democrazia. La memoria corta purtroppo rende possibile il ripetersi degli autoritarismi. Rifletti.....
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 13/09/08 alle 14:31 via WEB
troppo comodo dire che Pansa non è, ne di destra ne di sinistra. queste cose le puoi dire a chi vuoi ma non a me. stessa cosa vale per Giorgio Bocca, tutti adulatori del Fascio, poi come sono cambiate le cose è stato facile per loro modificare di qualche centimetro i loro ideali. Per carità. ripeto una guerra civile non è ne di destra ne di sinistra. Porta solo sciagure e sangue. Dopo oltre 60 anni credo sia giusto metterci una pietra sopra e pensare che sia stata solo una brutta pagina della nostra storia. sino al giorno in cui non ci sarà reciproca assunzione di responsabilità non ci sarà mai pace, L'Italia non sarà mai patria e soprattutto noi italiani non saremo mai un popolo. Detto questo credo di non avere altro da aggiungere. Cadere in una polemica infruttuosa, su tale argomento, come fanno i nostri meravigliosi esponenti politici, di destra e di sinistra non mi interessa.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 10/09/08 alle 10:03 via WEB
Buongiorno a tutti, leggo su Galtellì tante cose interessanti, non sto a giudicare belle o brutte, la cosa che mi lascia perplessa che nonostante io non ho richieste particolari da fare non vedo in giro tutto questo gran parlare, partendo dall' insegnamento che ho ricevuto mi è stato sempre detto a muso duro meglio un uovo oggi che una gallina domani, ora analizzando le cose, che io in prima persona vedo, sicuramente passi da gigante sono stati fatti, la cosa che non vedo e continuità nel fare le cose è sopratutto una programmazione che segua un calendario settimanale, attenzione gli sviluppi interni sono esclusi, come dire apro un bar e sto creando economia, no, per economia VER intendo soldi che arrvano da fuori è restano a Galtellì, esclusi naturalmente tutti gli imprenditori edili,falegnami,fabri,geometri,dolci etc etc a quelli il plauso va diretto diretto a loro personale per la loro personalissima volontà e coraggio che non dipend certo dalle istituzioni locali, attendo risposte grazie
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 10/09/08 alle 15:42 via WEB
Eccoti caro anonimo i dati di fatto http://galtelliborgoospitale.com/ http://www.parcograziadeleddagaltelli.it/ Associazioni Pro-loco - Museo Etnografico - Casa Marras Riferimento: Marras Salvatore Sede: via Garibaldi, snc Recapiti: 078490472 Ass.ne Culturale Sos Cantores de Garteddi Riferimento: Angelo Pisanu Sede: Vico Cavour, 6 Recapiti: 0784.90258 / 347.1828110 Email: soscantores.garteddi@tiscali.it A.V.S Associazione Volontariato Soccorso Riferimento: Pier Giuseppe Cosseddu Sede: Castello Genio Civile Recapiti: 347.8244195 Coop. Sociale A.R.L "ITRIA" Riferimento: Cosseddu Anna Grazia Sede: via Nazionale, snc Recapiti: 0784.90052 Ass.ne Culturale Voches e Ammentos Riferimento: Giovanni Vacca Sede: Piazza Savoia, snc Recapiti: 3479353416 Ass.ne Culturale Civitas Galtellina Riferimento: Luigi Carai Sede: Recapiti: 347.0790954 Comp. Barracellare Riferimento: Comandante compagnia Giuseppe Rojch Sede: via Grazia Deledda, snc Recapiti: 0784.909022 Associazione Disizzos et Sognos Riferimento: Burrai Mario Sede: Via Tuttavista Recapiti: Gruppo Folk Tradizioni Popolari Riferimento: Zola Francesco Sede: via Cavalier A. Soro Recapiti: 3288134356 - 3282034408 Società US Tuttavista Riferimento: Salvatore Corraine Sede: Recapiti: 32007995 Associazione Volley Riferimento: Michele Mastio Sede: via Oristano Recapiti: 329.4605300 AVIS Riferimento: Zola Francesco Sede: Palazzina Genio Civile Recapiti: 0784. 90174 Ass. CICLISMO Galtellì Riferimento: Monne Monica Sede: Via Venezia Recapiti: 0784 416000 Sito Web: Gruppo Folk Riferimento: Pira Luciano Sede: Loc. Taddore Recapiti: 328-9244585 Consulta -Giovanile Riferimento: Pina Solinas Sede: c/o Comune Recapiti: Sito Web: Consulta Associazioni Riferimento: Giovanni Puddu Sede: c/o Comune Recapiti: 328-0207322 0784-90005 Sito Web: Coop. Elios Riferimento: Marco Giobbe Sede: Via Mannironi Recapiti: 0784 90052 Sito Web:
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 10/09/08 alle 20:15 via WEB
Sinceramente non trovo in tutti questi recapiti, un elemento che crei economia. Mi fa piacere che ci siano, in paese, diverse associazioni e gruppi che si riuniscono per mandare avanti progetti e idee che valorizzano il territorio, ma money niente.
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 10/09/08 alle 22:34 via WEB
Vabbe !!!! come siamo venali, sono comunque belle idee. batute apparte onore e merito alle persone sicuramente, ma fare impresa vuol dire altro.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 11/09/08 alle 17:44 via WEB
L'elenco delle associazioni che a vario titolo operano nel contesto galtellinese, sicuramente non è sufficiente a creare quell'indotto economico di cui abbiamo bisogno. Fare impresa e far girare l'economia vuol dire ben altro. Anzi, per il fatto che principalmente le associazioni sono senza scopo di lucro, abbisognano di ulteriori finanziamenti comunali, senza i quali non riuscirebbero a garantirsi la sopravvivenza neanche per un mese. Ricordo che per poter essere nelle condizioni di creare valore economico occorre una totale indipendenza da qualsiasi forma di sussidio statale, e in paese sono veramente poche le associazioni che riescono a sopravvivere dalle proprie entrate.
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 13/09/08 alle 07:54 via WEB
Vorrei dire la mia per quel che riguarda le associazioni di Galtelli che indubbiamente sono una ricchezza del paese ma in futuro dovranno essere meglio gestite. Alla fine di ogni anno sociale non sarebbe male infatti conoscere il rendiconto e il bilancio della spese comunali a riguardo dei finanziamenti per sostenere le varie associazioni che a Galtelli, stanno crescendo in modo esponenziale. Non voglio fare l’avvocato delle cause perse ma mi pare che a cavallo delle elezioni comunale ne siano sorte almeno quattro o cinque (cavalli, complesso, tennis, basket, tenore, etc). Ben vengano indubbiamente, ma se ogni associazione alla fine chiede cinquemila euro all’anno per poter andare avanti più spese varie, iniziano a diventare cifre di un certo peso, che andranno scontate dal bilancio comunale e da altre possibile attività. Mi chiedo è giusto ? Come mai questi argomenti a Galtelli sembrano tabù. Perché non esiste un organo che controlla tutto questo? A quello che so io decide tutto Renzo. O sbaglio. Eppure la cosa più semplice da fare sarebbe quella che a decidere fossero le stesse associazioni con un direttivo ristretto. Cosi eviteremmo male lingue e pettegolezzi forse infondati? Non lo so. Saluti Trasparenza
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 13/09/08 alle 18:12 via WEB
TRASPARENZA ? Non credo che il nostro sindaco abbia qualcosa incontrario, anzi è un dato di fatto poichè lo stesso Renzo è a favore di cio, poiche in questa proposta di un idea forum Renzo stesso ha lodato l' iniziativa. http://blog.libero.it/contos/
 
     
demiurgo.galte
demiurgo.galte il 13/09/08 alle 18:47 via WEB
La trasparenza non si fa con le parole, ma solo con i fatti e qui di fatti non se ne vedono! e la cosa ridicola è che qui c'è chi ha il potere di fare le cose ma non la volontà! la trasparenza rimane quindi un desiderio non appagato! forum sul sito del comune? bilanci on-line? chi li ha mai visti? gli imbonitori di folle non ci sono mai piaciuti, quelli che dicono sempre di si per non rivelare il proprio pensiero! quindi scordatevi qualsiasi iniziativa in tal senso da parte del comune! ci siamo rotti (perdonateci) di vedere gli interventi centellinati del nostro sindaco solo a suo uso e consumo, solo quando scrivere fa comodo e stare in silenzio tal volta lo è ancora di più!!! l'autoreferenzialità che ci circonda ha ormai raggiunto livelli impensabili ma questo strumento è dei galtellinesi non della politica fagocitante che tento di controllare tutto. Se proprio vogliamo dirla tutta, ci sembra che una mano invisibile si muova per dividere e creare confusione, altrimenti non si spiegherebbe la nascita di tutti questi blog dopo l'avvento di "AMOGALTE". Siamo disponibili a rinunciare al compito che ci siamo autoassegnati, ma ci deve essere chiesto espressamente. Se il blog non svolge più la sua funzione basta un clic per spegnerlo e godere del nostro tempo libero diversamente. Saluti. I demiurghi.
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 13/09/08 alle 19:20 via WEB
Cari demiurghi, non prendetevela male, se le cose non vanno come ve le eravate immaginate. non ce n'è proprio motivo. siamo a galtellì. tutto è possibile, siamo nel paese degli eccessi. dove tutto è il contrario di tutto: dove si millanta un'economia da far paura al famigerato nord-est italiano; ove si continua a dire che da noi non c'è emergenza economica, anzi si vive di impresa e di cultura. la prima è data dai soldini delle pensioni delle mamme e l'altra dai soldi dei contribuenti; nel luogo dove ogni notte si compino misfatti, vengono rapinati e vessati gli anziani, si incendiano macchine, vengono razziate le campagne sia del bestiame che degli ortaggi. si continua a dire però che va tutto bene. che chi compie simili atti sono quattro facinorosi sconsiderati, che però qualcuno invece di isolarli li consola e li adula. meglio tenerseli buoni. eppure i crimini vengono compiuti con una frequenza impressionante. Va tutto bene cari Demiurghi. E... voi volete mollare, volete spegnere la consolle. Non fatelo. fareste solo un favore a chi non ama Galtellì. Galte è solo un sogno che vive nelle pagine di una ragazzina nuorese morta tanti anni fa. Non mollate, qualche politico locale potrebbe pensare:"finalmente". non date loro questa soddisfazione. non vi conosco, ma posso immaginare come vivete la vostre esistenze. siete persone di cultura e buon senso. fatevi ispirare da questi pensieri. E... dall'amore per Galtellì. a presto............
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 14/09/08 alle 00:09 via WEB
E pensare che ero convinto che a pensarla cosi ero solo, si carissimo anonimo delle 19.20 a galte se non fai parte dei don sei considerato una merda, se non fai parte dei leccaculo sei delinquente, se no la pensi come loro sei scemo, se saluti la gente povera sei povero, se passi a testa bassa e saluti i poveri sei un idiota, eppure qualcuno ora che ha la poltrona grazie alle famiglie allargate si crede di avere il potere in mano, ma chi cazzo credi di essere lo sai che esiste la giustizia anche per te ? lo sai che sei li per volonta delle tue promesse ? lo sai che non sei nessuno? percarità non fanno, anzi fanno i loro porci comodi e si credono anche, zente bamba lecca mutande senza fegato poveri i nostri avi che vedono leccapiedi con la testa di legno che per anni facevano la fame e ora sono li a fare i saggi e comandare un paese, attenti che la giustizia no ha colori e ne bandiere quando arrivano fanno piazza pulita !!! diomentiavo vanno daccordo altrimenti domani siete nessuno poveri zero senza dignita di MASCHIO
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 13/09/08 alle 19:35 via WEB
Scusate se mi intrometto, Antica Galte non è un blog, ma la simulazione di un ipotetico forum che mi piacerebbe vedere nel sito del comune, un idea come un altra per far capire che servono idee e fatti concreti per portare economia,giustizia e trasparenza alla nostra Galte, tutto qui, ecco il mio compito finisce qui, nulla piu, seguita da una provocaione di Charlie Chaplin dedicata a quelli che fanno finta di FARE PER CONVENIENZA POLITICA e criticano chi fa davvero, giusto perchè sono ......... !!! SALUTI BINU59
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 14/09/08 alle 12:55 via WEB
Calma Demiurghi. non fatte il gioco di colui o coloro che voglio annientare quelli che riescono ancora a ragionare con la propria zucca. Non possiamo arrenderci tutti come molti hanno fatto. Il servilismo di talune persone verso il sindaco e dannosissimo verso il paese, e disgustoso e nauseante e da biasimare senza si e senza ma. Il mio invito e di altri amici che seguono il Nostro AMOGALTE e quello che dovette continuare senza tentennamenti. Gli altri blog che parlano di Galtelli hanno dimostrato finora incapacità incompetenza e mancanza di continuità, e molte volte linguaggi poco corretti. Per quanto riguarda il blog di Marco Camedda è una cosa diciamo così,, diversa dal vostro blog, più che altro la definirei una bella vetrina, devo dire sotto certi aspetti ben curata da Marco. Con il limite che quando vengono affrontati in maniera profonda determinati argomenti importanti il padrone di casa diventa buonista con tutti, e questo non sempre va bene. Il termine giusto direi è troppo “mieleloso”. (mmm. mm spero marco no se la prenda) ma tanto tempo fa queste cose le ho scritte nel suo blog. Per finire cari Demiurghi non mollate la presa. A presto Ciao garteddesu.
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 14/09/08 alle 20:49 via WEB
Credo che il servilismo non è da imputare a un blog a un altro ma alla triste situazione di certi personaggi Galtellinesi, gia usano il loro apparente comportamento di signiorilità e poi sotto sotto sono delle serpi, sono i cosidetti personaggi che si credono arrivati, certo la politica oltre a fargli guadagnare soldi ti apre qualsiasi porta traendone benifico in primis economico e secondo per poter fare terra bruciata a chiunque gli muove delle accuse di abbuso o critiche sul suo operato, nel vedere certe scene c'è da ridere per giorni ( se Berlusconi gli passa davanti neanche lo vedono per colpa della loro presunzione hi hi hi hi ) ma la risata finisce presto se pensiamo che il loro potere viene usato a danno del piu debole, il punto è che se fai un nome intoccabile passi dalla parte del torto se uno invece ha le palle per tenerli muso duro allora e pazzo, questa e galte, certo tu illuso che leggi lo sai che sei un idiota ? be ora lo sai !!!!!!!!!!!
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 13/09/08 alle 11:15 via WEB
Non prendetela male se occupo il vostro spazio, ed invio un commento che ho copiato al blog valle del cedrino, che mi ha colpito positivamente, ................. a Gino Derosas, Renzo Soro, Vincenzo Secci, Giovanni Porcu e Giovanni Branchitta. Sindaci componenti l’Unione dei Comuni della Valle del Cedrino, Vi invito a prendere in considerazione e realizzare un “Progetto della pace ed educazione alla legalità” per approfondire l'importanza dell'impegno per la pace come aspirazione di giustizia e di riscatto dell’intera comunità baroniese. Cercando di comprendere ed interpretare i processi di cambiamento sociale baroniese con forte incidenza al malessere diffuso. Un progetto da sviluppare in base all'esigenza di educare al rispetto della persona umana ed al senso di responsabilità, coinvolgendo tutte le componenti educative (famiglia, scuola, associazioni, media, extrascuola, forze dell’ordine) per una crescita della cultura alla pace come educazione. Offrire alle famiglie, un percorso educativo, un nuovo tipo di rapporto e un approccio che stimoli l'educazione alla legalità, non solamente in termini moralistici, i principi essenziali dell'educazione alla pace devono essere: il dialogo, la solidarietà, la tolleranza e l'interculturalità, il rispetto ambientale e anche l’educazione stradale.
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 22/09/08 alle 20:02 via WEB
E pensare che si diceva che la Regione bloccava qualsiasi progetto per la messa in sicurezza del dell'argine del Cedrino, senza parlare poi della circonvallazione mai attuata, le menti saggie dicevano "è tutta colpa di Soru, del PPR, non ci lascia fare la circonvallazione". Ora probabilmente l'eterna incompiuta vedrà la luce proprio con l'intervento della Regione, destino beffardo!! E' un pò come il vincolo di inedificabilità entro i 100 metri da particolari siti d'interesse storico e religioso descritto nel PPR, dove bastava leggersi bene il testo per capire che erano i comuni a dover redigere quali siti includere in questi vincoli che alla fine non sono così rigidi come molti prospettavano. A proposito, informatevi, pare esista una nota esplicativa della Regione dove spiega proprio l'applicazione di tali norme, dove è spiegato che il vincolo dei 100 metri è solo se la costruzione che si intende porre in essere blocca o impedisce la visuale del sito sottoposto a vincolo. Praticamente si può costruire nei dovuti modi ed anche ristrutturare, basta informarsi bene. Tattaliu.
 
 
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 23/09/08 alle 10:24 via WEB
finalmente un commento brillante, questa tua affermazione sui cento metri io l'avevo capita già da quando la nota esplicativa è stata pubblicata sul sito della regione. un solo probblema: vai tu a spiegarla all'ufficio tecnico perchè da parte loro sembra che tale nota o non esista oppure a loro non interessi.
 
   
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 23/09/08 alle 20:41 via WEB
Buona la seconda, probabilmente è più facile rispondere che non si può e basta. Tattaliu.
 
     
Utente non iscritto alla Community di Libero
Anonimo il 24/09/08 alle 08:55 via WEB
io invece risponderei seriamente visto i tanti interventi edilizi nel centro storico in attesa che coinvolgono tanti cittadini, ma se l'ufficio tecnico non ha tempo almeno ci dia risposte l'assessore competente o il sindaco, e che per una buona volta venga stretto bene questo ufficio tecnico
 
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.
 

SARDEGNA COLLEGIO UNICO EUROPEO! FIRMA!

Firma la petizione per chiedere la costituzione di un un nuovo collegio costituito dalla sola Sardegna! essere rappresentati al parlamento europeo è un nostro diritto che oggi, con l'attuale collegio Sardegna-Sicilia ci è negato! per maggiori informazioni e per firmare clicca qui... http://www.firmiamo.it/sardegnacollegiounicoeuropeo
 

VIDEO

 

VIDEO

 
immagine
 

AREA PERSONALE

 

PROSSIMI EVENTI TRA LE "CANNE AL VENTO"

Sabato 23 e Domenica 24 Giugno

"Cortes Apertas"

Scoprite le magiche ambientazioni di "Canne al Vento".

 

ULTIMI COMMENTI

demiurghi dove siete finiti..............
Inviato da: Anonimo
il 25/08/2009 alle 23:09
 
Carissimi demiurghi, volevo scrivervi da tanto ma non...
Inviato da: Anonimo
il 21/08/2009 alle 20:43
 
siete vivi?
Inviato da: Anonimo
il 21/08/2009 alle 10:30
 
Sono Sardo e vivo a Verona. La Sardegna è sempre nel mio...
Inviato da: Anonimo
il 21/06/2009 alle 19:43
 
NO AI TAGLI SULLA SICUREZZA – NO ALLE RONDE VOLANTINAGGIO...
Inviato da: Anonimo
il 30/03/2009 alle 15:07
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2022 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30 31  
 
 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

I MIEI BLOG AMICI

Citazioni nei Blog Amici: 2
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

DALL'ANTICO BORGO