Creato da parsival51 il 19/02/2009
briganti o rivoluzionari

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
31            
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 6
 

Ultime visite al Blog

giricarloaragorn_65pasqualetucciariellonerinarestellimareinburrasca_Fdirettoreangelojose.chpetrillosalvalarosabluettefrancesco_petraccadiopaolavorasicuroalexmax4crazyinlove_2008parsival51
 

Chi pu˛ scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

I miei link preferiti

 

Ultimi Commenti


 
oceanyasky
oceanyasky il 19/03/11 alle 15:14 via WEB
ogni atrocitÓ viene coperta se non c'Ŕ interesse a metterla in evidenza...si interviene e ci si giustifica in virt¨ di un obiettivo da raggiungere ..come sempre la veritÓ e la giustizia sono relegate a ombre incatenate..ben venga chi ne Ŕ a conoscenza e ne parla...sempre...un abbraccio Anna

 
lavorasicuro
lavorasicuro il 21/06/10 alle 00:22 via WEB
Mi sembra giusto, che ora, dopo ci hanno uniti con la forza e spremuti con cura, ci mettino da parte col "federalismo".

 
insorgente
insorgente il 23/03/10 alle 15:43 via WEB
onore ai caduti.... non li dimenticheremo

 
mareinburrasca_F
mareinburrasca_F il 28/01/10 alle 10:56 via WEB
.. in occasione dello ShoÓ, Ŕ stato detto che "IL MALE E' BANALE", non ha colore, non ha odore, non Ŕ mai singolo...

 
valeria.61
valeria.61 il 25/01/10 alle 19:04 via WEB
Ci sostengano almeno le voci del dissenso di allora, come il deputato federalista e democratico Giuseppe Ferrari, il quale, in una seduta parlamentare del 1862, affermava: ┬źNon potete negare che intere famiglie vengono arrestate senza il minimo pretesto; che vi sono, in quelle province, degli uomini assolti dai giudici e che sono ancora in carcere. Si ├Ę introdotta una nuova legge in base alla quale ogni uomo preso con le armi in pugno viene fucilato. Questa si chiama guerra barbarica, guerra senza quartiere. Se la vostra coscienza non vi dice che state sguazzando nel sangue, non so pi├╣ come esprimermi.┬╗ Credo che queste parole di allora, valgano ancora molti commenti...

 
parsival51
parsival51 il 11/01/10 alle 15:35 via WEB
Ŕ lo spirito di questo blog...un cenacolo di discussione grazie

 
fantasy_forever
fantasy_forever il 11/01/10 alle 15:14 via WEB
...non avevo queste informazioni e non perche' non mi sia mai interessata alla questione, ma perche', chi nel momento in cui non avevo gli strumenti per capire da sola e doveva guidarmi nell'apprendere, invece di spiegarci cosa realmente e' stata questa cosa, ci parlava dei furti di grano e di galline dalle masserie. Di certo sono molto piu' interessanti e utili le guerre puniche. Sto parlando da meridionale, cresciuta nel meridione.

 
larosabluette
larosabluette il 09/01/10 alle 20:05 via WEB
......nel meridione Ŕ cambiato poco da 150 anni fa........oggi vengono sfruttati i migranti nel lavoro dei campi e i caporali, spesso legati ad associazioni mafiose o camorristiche sovrintendono e gestiscono questa abominevole situazione. Come allora oggi a Rosarno si ha una rivolta e come allora si seda con l'oppressione.

 
valeria.61
valeria.61 il 08/01/10 alle 22:21 via WEB
Credo che ┬źil fine giustifica i mezzi┬╗, famosa massima del Machiavelli, decontestualizzata, ha percorso per secoli la storia. E che devono averla pensata anche i sostenitori del governo Minghetti, consentendo simili atrocit├á. Sono quelle che non ci insegnano a scuola... come i lager sabaudi. Uno per tutti, Fenestrelle, dove a migliaia morirono di stenti, fame e freddo, e i cui corpi vennero gettati nella calce viva. Come a dire: non lasciamo traccia dei nostri misfatti, non diamo un volto, non diamo onore ai soldati e ai civili incarcerati, spesso senza processo. Ancora oggi, entrando a Fenestrelle, su un muro ├Ę visibile l'iscrizione: ┬źOgnuno vale non in quanto ├Ę ma in quanto produce┬╗. Ricorda tanto l'┬źArbeit macht frei┬╗, ┬źil lavoro rende liberi┬╗ dei campi di concentramento nazisti... il passo ├Ę breve. Ma le atrocit├á sono sempre, e ovunque, tragicamente uguali.

 
mareinburrasca_F
mareinburrasca_F il 08/01/10 alle 14:14 via WEB
.. la guerra non ha mai nŔ vinti , nŔ vincitori.... ma ne deve rimanere la memoria per evitarla ..
 
« Precedenti Successivi »