Creato da avvocatoxTE il 27/09/2007
...un avvocato per amico...
 

CARI AMICI...

rivolgetevi a questo blog come fareste ad un'amica o ad un amico!!!

se avete dubbi ...perplessità nel campo di diritto di famiglia, del lavoro, dei contratti, della casa e del condominio, della società e del lavoratore, dei diritti del consumatore, del recupero crediti, dei risarcimenti danni, della responsabilità contrattuale ed extracontrattuale, domandate pure...

lo StaffdiAvvocatoxTE è pronto ad aiutarvi con competenza e professionalità

Scrivici una mail a: avvocato.xte@libero.it

 

Area personale

 

per i tuoi Diritti in Vacanza consulta con fiducia

avvocatoXTE

@scrivici a avvocato.xte@libero.it

 

FACEBOOK

 
 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
            1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31          
 
 

Tag

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Un aiuto prezioso per conoscere i tuoi diritti,

tutelare i tuoi interessi

ed anche quelli di chi ti è caro...

Per avere informazioni manda una mail

senza impegno e con fiducia a:

avvocato.xte@libero.it

siamo al tuo servizio per soddisfarti con chiarezza!

 
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

UTENTI ON LINE

 

 
 
 
 

DISCLAIMER

I commenti, gli articoli, le risposte a domande degli utenti e visitatori, presenti nel blog non costituiscono assolutamente erogazione di consulenza professionale, ma solo un prodotto di taglio editoriale e giornalistico contenente osservazioni su argomenti giuridici ritenuti di interesse generale, mentre qualsiasi singola posizione  deve essere attentamente verificata e vagliata con lassistenza di un legale di fiducia. Non ci si assume alcuna responsabilità circa i contenuti del blog e le conseguenze verificatesi in capo a chi asserisce di averli seguiti in tutto o in parte. Qualsiasi argomentazione sostenuta in questo blog ha come presupposto il fatto che che noi non siamo i vostri avvocati e voi non siete i nostri clienti.

 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

CHI SIAMO

L’ Avvocato Laura Di Masullo (Iscriz.Ordine Avvocati di Milano N. 9365) ha conseguito la laurea in giurisprudenza presso l’Università Statale di Milano nel 1990 discutendo una tesi in diritto costituzionale con il Prof. V. Onida. E' iscritta all'albo dell'Ordine degli avvocati dal gennaio 1996. E' Commissario d'Esame di Avvocato (2008-2009). E' nella lista degli Avvocati addetti al Gratuito Patrocinio. E' nella lista degli Avvocati addetti allo "Sportello del Cittadino- Piacere Avvocato" istituito presso il Consiglio dell'Ordine di Milano.Con la sua particolare filosofia di lavoro, esercita con molta passione l’attività forense garantendo al cliente competenza ed aggiornamento, aspetti imprescindibili nella scelta del professionista e, grazie alla sua personale inclinazione a mediare ed alla sua profonda comprensione delle esigenze dell’assistito, riesce ad arrivare alla soluzione vincente nelle vertenze legali affidatele.

 

Un "AvvocatoxTe" nasce per aiutarTi ad affrontare la Tua separazione o il Tuo divorzio o le situazioni di incompatibilità che si verificano all'interno del rapporto di coppia.
Se ne hai necessità, potrai avere anche l'assistenza legale contenziosa prestata da uno studio legale in Milano gestito da avvocati specializzati e con esperienza ultra decennale nel settore ed aggiornati professionalmente. Puoi anche ricevere privatamente consulenza ed assistenza legale personalizzata su ogni controversia in materia di diritto di famiglia, successioni e tutela dei diritti della personalità.

Se ci contatterai potrai ricevere tutte le informazioni necessarie :

avvocato.xte@libero.it

 
 

PER VOI CARI AMICI LA MASSIMA DEL GIORNO...

Sabato, 29/09/2007

"Ad impossibilia nemo tenetur."
All'impossibile non è tenuto nessuno

Domenica, 30/09/2007

"Chiunque si pone come arbitro in materia di conoscenza, è destinato a naufragare nella risata degli dei."

Albert Einstein

Lunedì, 01/10/2007

"Fai in modo che il tuo discorso sia migliore del tuo silenzio"

Dionigi il vecchio

 

Martedì, 02/10/2007

"Dobbiamo imparare bene le regole in modo da infrangerle nel modo giusto."

Dalai Lama

Mercoledì, 03/10/2007

"Non sempre ciò che vien dopo è progresso."

Alessandro Manzoni

Giovedì, 04/10/2007

"Ei incumbit probatio qui dicit, non qui negat"

La prova è a carico di chi afferma, non già di chi nega.

Venerdì, 05/10/2007

"Gli uomini condannano l'ingiustizia perchè temono di poterne essere vittime, non perchè aborrano di commetterla."

Platone

Weekend, 06-07/10/2007

"Tutti i nostri sogni possono diventare realtà, se abbiamo il coraggio di perseguirli."

Walt Disney

Lunedì, 08/10/2007

"Melius est rem habere, quam verba"

E' meglio avere la cosa che accontentarsi di promesse.

 Martedì, 09/10/2007

"Non dovremmo mai credere a una donna che dica la sua vera età. Colei che la rivela è pronta a raccontare tutto."

Oscar Wilde

 
Mercoledì, 10/10/2007

"Per il momento riguardo alla morale, so soltanto che è morale ciò che mi fa sentir bene, e immorale ciò che mi fa sentir male dopo che l'ho fatto."

Hernest Hemingway

Giovedì, 11/10/2007 

"All'avvocato bisogna contare le cose chiare; a lui poi tocca di imbrogliarle."

Alessandro Manzoni

Venerdì, 12/10/2007 

"Cuis commoda, eius et incommoda."

Di chi sono i vantaggi sono pure gli svantaggi.

Weekend 13-14 ottobre 2007

"Chi apprezza il gusto, non beve più vino, ma assapora segreti."

Salvador Dalì

Lunedì, 15 ottobre 2007

"Dormientibus leges (vei iura) non succurrunt."

Le leggi non soccorrono i dormienti.

 

Martedì, 16 ottobre 2007

"Actore non probante, reus absolvitur."Se l'attore non prova, il convenuto viene assolto.

Mercoledì, 17 ottobre 2007

"Per i nemici le leggi si applicano, per gli amici si interpretano."

 Giovanni Giolitti

 Giovedì, 18 ottobre 2007

"Quando gli elefanti combattono è sempre l'erba a rimanere schiacciata." Proverbio africano

Venerdì, 19 ottobre 2007 (Santa Laura)

"Se ami qualcosa lasciala andare via, solo se torna sarà veramente tua." Jim Morrison

Weekend 20-21 ottobre 2007

"La puntualità è il ladro del tempo." Oscar Wilde

Lunedì, 22 ottobre 2007

"Ne quid nimis." Non esagerare in nulla.(Da una sentenza greca)

Martedì, 23 ottobre 2007

"Non est versum si non durat versum." Non c'è arricchimento, se l'arricchimento non perdura.

Mercoledì, 23 ottobre 2007

"L'intelligenza è forse l'unica ricchezza ad essere stata distribuita equamente. Infatti nessuno si lamenta di averne meno degli altri!" Proverbio spagnolo

Giovedì, 24 ottobre 2007

"Ius est ars boni et aequi."  Il diritto è l'arte di quanto è giusto ed equo.

 

 

 

« VAI IN VACANZA CON L'AU...Auguri »

VIAGGI IN TRAGHETTO E LE CONDIZIONI METEO PEGGIORANO?

Post n°76 pubblicato il 18 Dicembre 2008 da avvocatoxTE
 

E’ stata davvero un’odissea quella vissuta dai passeggeri di un traghetto, nella tratta da Bari alle isole, che sono stati costretti, a causa di peggioramento metereologico, ad un pernottamento di fortuna in condizioni precarie.

TI SPETTA IL RISARCIMENTO SE…

Se ne è occupata la Corte di Cassazione sez.III civile che, con la sentenza 15/02/2007 n. 3462 , ha confermato la sentenza del Giudice di Pace di Bari specificando che la società proprietaria della motonave è tenuta a risarcire il danno esistenziale ai passeggeri, “sottolineando che la fattispecie realizza anche il cosiddetto danno esistenziale, inteso come peggioramento della sfera personale determinato da alterazione, ad opera del fatto illecito di un terzo, delle normali attività quotidiane, quali le attività familiari, sociali, di svago, di riposo, di relax, cui ciascun soggetto ha diritto, e che incidono nella sfera psichica del soggetto leso in relazione alla diversa sensibilità individuale e struttura della personalità“.
Ma cosa è accaduto?

Nonostante le condizioni metereologiche erano previste in peggioramento con prevedibile impossibilità del viaggio di ritorno, il comandante della motonove ha preferito affrontare il viaggio per le isole con 360 passeggeri a bordo piuttosto che desistere o dirottare le persone su altra motonave più adeguata per non rimetterci i soldi dei biglietti già pagati dai passeggeri.

Dai bollettini meteo erano, infatti, previste precipitazioni temporalesche, che localmente avrebbero potuto assumere carattere di forte intensità e che in effetti si manifestarono con una violenza ancora maggiore del previsto con una tromba d’aria. Considerato che la motonave in questione non aveva la capacità di affrontare il mare mosso con un carico di 360 passeggeri con il vento forza 7, il viaggio non doveva essere intrapreso affatto. Tuttavia, la tratta fu intrapresa ed essendo impossibile il rientro i passeggeri furono lasciati in condizioni disagiate e precarie 24 ore su un’isola ” costretti a trascorrere la notte presso un museo e una chiesa, con giacigli di fortuna sul pavimento e coperte fornite dai Carabinieri, dal Sindaco e dalla protezione civile, in condizioni igieniche facilmente intuibili sia perchè i passeggeri non avevano previsto la permanenza alle (OMISSIS) fino al giorno dopo, e sia per la mancanza di alberghi alle (OMISSIS)”. Tutto ciò, a detta della Suprema Corte , basta per configurare appieno la responsabilità per fatto colposo della società proprietaria della motonave, ai sensi dell’art. 2043 c.c., ” per l’ingiusto danno procurato ai passeggeri. A questo danno si aggiunge che i passeggeri furono privati della possibilità di provvedere alle loro normali occupazioni per tutto il giorno successivo a quello che doveva essere una gita di piacere“.
La società, che ha ricorso in Cassazione contro la sentenza del Giudice di Pace di Bari a propria discolpa ha dedotto che ” diversamente da quanto ritenuto nell’impugnata sentenza, l’evento che ha causato il permanere sulle (OMISSIS) dei passeggeri della motonave (OMISSIS) è da qualificarsi come assolutamente imprevedibile ed eccezionale e non dovuto a colpa del vettore“.

La Cassazione ha aggiunto che “queste previsioni non potevano e non dovevano essere ignorate dalla XXXX, stante da un lato la modesta stazza delle proprie navi abilitate a navigare solo in condizioni meteomarine favorevoli, e dall’altro la pesantissima responsabilità che la XXXX si assumeva col trasporto di 300 persone non solo per il viaggio da (OMISSIS) alle (OMISSIS) alle (OMISSIS), ma anche dovendo provvedere al ritorno alle ore (OMISSIS) dello stesso giorno. E che l’aver ignorato queste chiare previsioni meteo costituisce colpa grave della convenuta, specie in ragione dell’esercizio professionale dell’attività da essa svolta, violando l’obbligo di particolare diligenza richiesto dall’art. 1176 c.c. comma 2. “. “Comportamento espressamente indicato come non conforme all’adeguata diligenza dovuta in relazione alle circostanze concrete del caso nell’adempimento dell’obbligazione contrattuale assunta, e in particolare alla diligenza qualificata di cui all’ art. 1176 c.c. comma 2 che come questa Corte ha già avuto modo di precisare si estrinseca (sia il debitore professionista o imprenditore) nell’adeguato sforzo tecnico, con impiego delle energie e dei mezzi normalmente ed obiettivamente necessari od utili, in relazione alla natura dell’attività esercitata, volto all’adempimento della prestazione dovuta ed al soddisfacimento dell’interesse creditorio, nonchè ad evitare possibili eventi dannosi “.
Avv. Laura Di Masullo

(Foro di Milano)

 
 
 
Vai alla Home Page del blog