Creato da biangege il 29/12/2009

Bian e Gege

I diari di viaggio di due mototuristi

 

« 10 marzo 2012: due ruote...17 marzo 2012: ancora un... »

11 marzo 2012: dunque, il 10023 passa da Malnate alle 9.33...

Post n°37 pubblicato il 11 Marzo 2012 da biangege
 

Prendete una carta stradale europea, scala 1:800.000, e guardate il Belgio: non fa paura con quella rete fitta come un sistema circolatorio?. Adesso togliete un ordine di grandezza e date un'occhiata alla carta dei dintorni Varese... a me fa la stessa impressione. Avendo ospitato i mondiali di ciclismo del 2008, la Provincia ha rifatto il look alla viabilità (che in effetti era insufficiente) ma ora, con la realizzazione dell'autostrada Pedemontana, si sta davvero asfaltando di tutto, e vi giuro che con tutte quelle rotonde e raccordi anche i miei neuroni-bussola vanno in crisi, meno male che la Svizzera è sempre a Nord...

Trovare un punto di osservazione del viadotto di Malnate, uscendo dall'autostrada a Castronno, ha richiesto in effetti qualche circonvoluzione, ma alla fine il 10023 l'ho fotografato, anche se sparisce nell'imponenza dell'elegante manufatto che risale al 1928... eh sì, anche oggi un'uscita in moto con la "scusa" delle foto ferroviarie mi ha portato da queste parti per ridiscendere la Valle Olona, dove correva la cessata linea Castellanza-Mendrisio delle FNM, da poco più di una decina d'anni recuperata prima dal lato svizzero e poi anche da quell italiano fino a Vedano Olona a cura di un club di appassionati. La linea aveva in passato la sua ragion d'essere per via dei numerosi opifici, specialmente filande e cartiere, della valle del fiume che a Milano è sinonimo di cloaca, ma che oggi scorre abbastanza limpido, almeno in questo tratto. TUtta la valle porta ancora i segni del passato sotto forma di archeologie industriali, e presso la ex stazione di Castiglione è stata restaurata una pesa per carri merce.

Castiglione Olona merita la passeggiata: è un piccolo borgo le cui origini si perdono nel passato e che si è meritato, per le architetture, l'appellativo di "angolo di Toscana in Lombardia". Da qui verso sud la sede della ferrovia è stata trasformata in un sentiero ciclopedonale molto frequentato da esursionisti, perchè attraversa luoghi con interessanti esponenze storiche, come il Monastero di Torba e il sito archeologico di Castelseprio. Per noi motociclisti, ma ancor più per i ciclisti, l'aspetto interessante è il Piccolo Stelvio: se volete far esercitazione di guida montana venite qui: 120 metri di dislivello in 1700 metri di strada, con sei tornanti secchi dalla cui sommità si vede il paese di Castiglione.

E così, anche oggi, mi sono goduto 140 km mattutini...

La galleria fotografica

Tutti gli itinerari

 
 
 
Vai alla Home Page del blog
 

ULTIMI COMMENTI

ULTIME VISITE AL BLOG

costanzatorrelli46DeaDelleOmbreScurelucebuio0francesca632xunfioreinunastanzaamorino11Coralie.frmerig2IrrequietaDacer.250vita.perezmauricirododendrotempestadamore_1967Lisa20141gryllo73
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Ottobre 2018 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30 31        
 
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK