Creato da blogtecaolivelli il 04/03/2012

blogtecaolivelli

blog informazione e cultura della biblioteca Olivelli

 

 

Buone nuove per gli studenti...

Post n°3180 pubblicato il 15 Luglio 2020 da blogtecaolivelli

Le riflessioni di Blogteca....

Buongiorno,

per gli studenti ci sono buone nuove in arrivo: 

finalmente, dopo millenni, la formula matematica

va in soffitta. Nel post di seguito la lieta novella,

ovviamente la cosa darà un grande dispiacere

ai docenti di matematica che, conservatori come 

sono, vivranno la cosa come un affronto ad un grande

del passato e della Grecia classica ed alla loro materia,

in aggiunta.

Si sa che i secoli ed i millenni passano e gli avveni-

menti mandano in soffitta anche le cariatidi dei templi

famosi ed Archimede è ed è rimasto per secoli una 

cariatide del sacro tempio della matematica e delle 

scienze. Per fortuna, nel secondo millennio D.C., il 

nostro sta facendo le valigie per sbaraccare dalla vetusta

scuola italiana, ma ci vorrà ancora qualche secoletto

prima che al Miur prendano atto dell'avvenuta partenza

e decidano di comportarsi di conseguenza, visto che 

nella formazione del governo c'è anche il Ministro della

semplificazione e l'auspicato provvedimento sarebbe assai

gradito agli amati studenti del Ministro Azzolina che li ha

veramente presi a cuore. Una scoperta ed un provvedimento

meritevoli di essere annunciati in tutto il mondo.

Speriamo in bene, che la cosa avvenga presto......

 
 
 

La formula matematica di Archimede va in soffitta...

Post n°3179 pubblicato il 15 Luglio 2020 da blogtecaolivelli

Fonte: articolo riportato dall'Internet

Home » Scienza

Il liceale di Monfalcone che ha creato una

formula matematica in grado di superare

Archimede

Di Giovanni Macchi

InstagramFrancesco Bulli è un liceale di

Monfalcone che è riuscito a scoprire una

formula matematica che permette di risolvere

determinati problemi in maniera più veloce

rispetto al teorema di Archimede.

Il sedicenne ha spiegato al Corriere della Sera

la sua intuizione: "Archimede dice che l'area

di un segmento di parabola equivale ai 4/3

dell'area del triangolo iscritto a esso, cioè ai 2/3

dell'area del parallelogramma circoscritto, ma

per trovarla il procedimento era lunghissimo.

Così sono partito dall'unico dato noto che avevo,

i coefficienti della parabola e della retta, e ho

ottenuto il risultato con una formula algebrica

applicabile direttamente a tutti i problemi dello

stesso tipo".

Il liceale, che gioca a calcio nelle giovanili della

Triestina e suona il violino con ottimi risultati,

ha scoperto una formula matematica sconosciuta

e capace di competere con Archimede.

La sua professoressa, Caterina Vicentini, l'ha infatti

segnalata a due delle più importanti riviste del settore.

Al Corriere Michel Roelens, editore di Uitwiskeling -

una delle due riviste - ha spiegato: "Per gli allievi

più grandi l'area del segmento parabolico è un

problema da risolvere con l'uso degli integrali ma

Francesco, in terza, ancora non li conosce.

La sua è una formula originale.

È eccezionale che a scoprirla sia stato un ragazzo

così giovane e in maniera spontanea.

Al Corriere parla anche l'insegnante che spiega come

Francesco domini la materia in modo intuitivo e

spiega come all'interno del compito:

"Di errori non ce n'erano. Ho verificato io stessa.

Dava sempre il risultato corretto. Il primo brivido

per la schiena l'ho avuto allora". 

 
 
 

Altra bufala sulle borracce di acciaio...

Post n°3178 pubblicato il 15 Luglio 2020 da blogtecaolivelli

Fonte: articolo ripportato dall'Internet

Home » Scienza

Le borracce di acciaio e alluminio rilasciano

metalli pericolosi nell'acqua:

lo studio

Di Giulia AngelettiPubblicato il 6 Giu. 2020 

Uno studio condotto dal Dipartimento di

Sanità Pubblica e Malattie Infettive dell'Università

 La Sapienza di Roma, promosso da Fondazione

Acqua, dimostra che le borracce di acciaio e alluminio

rilasciano quantità di metalli ai limiti di legge nell'acqua.

La ricerca, condotta su 20 tipologie di borracce

comuni di diversi materiali che sono state riempite

e svuotate di acqua per quattro settimane, ha infatti

rilevato che su 40 elementi metallici, semimetallici

e non metallici "tutte le borracce analizzate ne hanno

rilasciati un po' ma con risultati molto variabili da

borraccia a borraccia e spesso caratterizzati da cessioni

multielemento anche di alluminio, cromo, piombo,

nichel, manganese, rame, cobalto".

A spiegare i risultati del nuovo studio, che arriva in un

momento storico in cui l'utilizzo di questo tipo di

borracce ha visto un grande incremento per via delle

battaglie condotte per ridurre e disincentivare

l'utilizzo della plastica, il professor Matteo Vitali al

 Corriere.

Le sostanze sarebbero rilasciate "in maggior quantità

da borracce metalliche e in maniera molto più ridotta

da quelle di plastica".

"Per quest'ultime - spiega Vitali

- abbiamo anche cercato gli ftalati e il bifenolo A,

composti chimici usati come eccipienti dei materiali

plastici normalmente ricercati perché hanno un profilo

di tossicità.

Dalla nostra ricerca, che ha permesso di ottenere più

di 24.000 risultati analitici, non ne abbiamo trovato

traccia".

L'acqua utilizzata ai fini della ricerca è stata

opportunamente demineralizzata, in modo tale da

permettere agli studiosi di intercettare il rilascio di

sostanze; la quantità di metalli rilasciati, comunque,

non andrebbe a superare "i parametri imposti per

legge".

Il problema, però, è che "queste cessioni si sommano

ai metalli spesso presenti nell'acqua potabile di rubinetto

con il rischio, per chi usa abitualmente le borracce, di

oltrepassare facilmente le soglie considerate sicure

per la salute".

La quantità di elementi chimici rilasciati, secondo lo studio,

è comunque "da attribuire sia alla qualità del materiale

di fabbricazione che alle modalità di lavorazione".

Se acquistiamo una borraccia di acciaio o alluminio,

dunque, dobbiamo fare attenzione nel controllare se

questa "è identificata con il marchio Ce o il simbolo per

uso alimentare", oltre che verificarne la rintracciabilità

"e quindi vedere se ha il numero di lotto che consente

di risalire a chi l'ha prodotta". "L'interno di una borraccia

- spiega sempre il professore - dovrebbe essere liscio

e il più possibile privo di saldature.

Io consiglio anche di annusarle, alcune hanno un odore

terribile. Vietatissimo, poi, l'uso di acqua gassata e di

bibite".

 
 
 

Buon ascolto delle top 15th

Post n°3177 pubblicato il 14 Luglio 2020 da blogtecaolivelli

Canzoni del momento: la classifica delle canzoni più ascoltate
Le canzoni del momento 2020. Lista aggiornata per ascoltare le canzoni dell’anno da Youtube, italiane e straniere.

Le canzoni più belle e più ascoltate al momento. Le conoscete tutte? Forse alcune sì ma altre no. Ecco la nostra playlist con la classifica delle hit e dei brani di successo dell’anno. Ovvero, le canzoni del 2020. Buon ascolto!

Classifica canzoni del momento in Italia, luglio 2020:
  1. Boomdabash & Alessandra Amoroso – Karaoke
  2. The Weeknd – In your eyes
  3. Tiziano Ferro e Jovanotti – Balla per me
  4. Elodie – Guaranà
  5. Irama – Mediterranea
  6. Lady Gaga – Stupid Love
  7. Giusy Ferreri & Elettra Lamborghini – La Isla
  8. Billie Eilish – ilomilo
  9. Achille Lauro – Bam Bam Twist
  10. Dua Lipa – Break my heart
  11. Gaia – Chega
  12. Shiva – Auto Blu feat Eiffel 65 Prod. Adam11
  13. Francesco Gabbani – Il sudore ci appicica
  14. J-Ax – Una voglia assurda
  15. Ghali – Good Times

 
 
 

Alcune riflessioni...

Post n°3176 pubblicato il 14 Luglio 2020 da blogtecaolivelli

Le riflessioni di Blogteca

Di seguito sono riportati alcuni post sulla Siberia,

un'area enorme e pochissimo abitata a causa del

clima freddissimo.

Una cosa che non è positiva per l'antropizzazione

della regione, ovvero l'insediamento umano permanente

ma che è positivissimo per le specie animali che non sono

a rischio di estinzione, come risulta dai contenuti degli articolini

pubblicati. Meno male.

Infatti, è risaputo che le specie animali sono necessarie per 

mantenere intatti l'equilibrio ambientale e la catena alimentare

che più sono intatti e maggiore è la garanzia della salute per

l'uomo e le future generazioni cui consegneremo un pianeta

malato e, forse, invivibile, per il cattivo uso che l'uomo fa delle

risorse naturali e dei doni che il pianeta ci fa: l'acqua pulita

da bere delle falde freatiche, l'aria buona e respirabile, il cibo

rigorosamente bio, sono doni del pianeta e anche del duro

lavoro umano e non sono affatto dovuti, ma doni del pianeta

da rispettare.

E' questa la tremenda lezione da imparare e mettere a frutto

della pandemia causata dal Covid19 e dal conseguente lockdown

che saranno a loro volta le cause dirette della tremenda crisi 

economica che si prospetta nei prossimi anni.

Tuttavia, neanche la Siberia è esente dalle conseguenze dello

inquinamento ambientale planetario.

infatti, negli anni passati ci sono stati dei giorni di estate in cui

la temperatura era di 30 gradi centigradi e la gente di alcune

aree siberiane ha potuto fare il bagno nell'oceano artico.

E non sono barzellette, sono notizieriportate dalla cronaca

meteo di quei giorni. Sono le conseguenze del riscaldamento

globale. 

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Luglio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

ULTIME VISITE AL BLOG

blogtecaolivelliraffaelpianolachettoneellistar2012nisa8stefanoschifildist1dagoberto_83giovanni.puggionigilberto.pratidon.francobellepimetalsncomvalerio.palma7
 

CHI PUŅ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I messaggi e i commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova