Creato da ndraca1950 il 08/11/2008

il mondo

a colori

 

 

x tutte le mamme del mondo..

Post n°86 pubblicato il 14 Maggio 2017 da ndraca1950

L'immagine può contenere: pianta, fiore, natura e spazio all'aperto

Quandu na mamma arridi
è comu o suli..
è comu nu giardinu 
i rosi e jiuri..
un paradisu n'terra
pe figghioli.

Ogni angulu da casa
è focularu..
ti scarda, t'accarizza
e ti cunzula.

Na mamma leggi u cori,
ti faci riccu sulu chi paroli
e si ti benidici
è mamma d'oru...
ogni jiornata nzemi
è mundu novu!

 
 
 

xxx

Post n°85 pubblicato il 30 Aprile 2017 da ndraca1950

L'immagine può contenere: cielo e spazio all'aperto

 
 
 

La natura si diverte ..questo e un cedro..

Post n°84 pubblicato il 30 Marzo 2017 da ndraca1950

L'immagine può contenere: pianta e cibo

 
 
 

x tutti Auguri..

Post n°83 pubblicato il 14 Dicembre 2016 da ndraca1950

Immagine correlata

 
 
 

mm

Post n°82 pubblicato il 13 Novembre 2016 da ndraca1950

 
 
 

xx

Post n°81 pubblicato il 02 Novembre 2016 da ndraca1950

 
 
 

...

Post n°80 pubblicato il 19 Ottobre 2016 da ndraca1950

 
 
 

X tutti i visitatori felice serata..

Post n°78 pubblicato il 15 Agosto 2016 da ndraca1950

 
 
 

CIAOOO..

Post n°77 pubblicato il 02 Giugno 2016 da ndraca1950

 
 
 

vvvvv

Post n°76 pubblicato il 10 Maggio 2016 da ndraca1950

 
 
 

vero..

Post n°75 pubblicato il 25 Aprile 2016 da ndraca1950

 
 
 

il mare ionio oggi

Post n°74 pubblicato il 29 Febbraio 2016 da ndraca1950

 
 
 

xxxx

Post n°73 pubblicato il 12 Febbraio 2016 da ndraca1950

Un uomo era stanco e arrabbiato per il fatto di dover lavorare duramente ogni giorno mentre sua moglie stava beatamente a casa.Un giorno, arrivato al limite della sopportazione, si mise a pregare: “Caro Signore, io mi sacrifico ogni giorno per il mio duro lavoro, mentre mia moglie se ne sta tranquilla a casa. Voglio che lei sappia quello che io sto passando, ti chiedo di scambiare i nostri corpi almeno per un giorno.”Dio, nella sua infinita saggezza, concesse il desiderio dell’uomo. La mattina successiva, l’uomo si svegliò dentro il corpo della moglie, mentre la donna si svegliò dentro il corpo del marito.
Iniziò così una normale giornata di routine quotidiana ma a ruoli invertiti.
La moglie uscì presto di casa per andare a lavoro, mentre l’uomo iniziò a sbrigare le faccende di casa:• Preparare la colazione per il compagno,
• Svegliare i bambini, lavarli e prepararli per la scuola.
• Preparare la colazione e la merenda per i bambini.
• Accompagnare i bambini a scuola.
• Portare alcuni vestiti in una lavasecco.
• Passare alle Poste per pagare alcune bollette.
• Fare la spesa.
• Rientrare a casa e sistemare la spesa.
• Sistemare i letti.
• Pulire la lettiera del gatto e fare il bagno al cane.Tra una cosa e l’altra è quasi ora di pranzo, bisogna affrettarsi nelle varie faccende di casa:• Fare il bucato.
• Passare l’aspirapolvere, spolverare e lavare il pavimento della cucina.
• Correre a scuola per ritirare i bambini, che nel frattempo litigano come dei pazzi tra di loro.
• Preparare il pranzo.
• Aiutare i bambini con i compiti per casa.
• Preparare la merenda per i bambini.
• Preparare l’asse da stiro e guardare la tv mentre si stira il bucato.Il pomeriggio è volato, bisogna preparare la cena:• Pelare le patate, impanare le braciole di maiale, pulire la verdura.
• Dopo cena bisogna pulire la cucina e lavare i piatti.
• Fare il bagno ai bambini e metterli a letto.Sono le 22 di sera e l’uomo (sempre nel corpo della moglie) è esausto. Prima di dormire bisogna adempiere ad uno dei più importanti doveri coniugali: FARE L’AMORE.Il mattino seguente l’uomo si sveglia e immediatamente s’inginocchia per pregare:
“Oh mio Signore, non so cosa mi sia passato per la mente. Mi sono sbagliato, non dovevo invidiare mia moglie per il fatto che lei stesse in casa a non far niente. Ti prego, fammi rientrare nel mio corpo! Amen.”Dio, nella sua infinita saggezza, disse all’uomo:
“Figlio mio, vedo che hai imparato la lezione. Sarò felice di far ritornare le cose com’erano prima, ma dovrai aspettare 9 mesi…Perché ieri sera sei rimasto INCINTA.”

 

 
 
 

meraviglia di colori..

Post n°72 pubblicato il 24 Ottobre 2015 da ndraca1950

 
 
 

x tutti i figli..

Post n°71 pubblicato il 18 Ottobre 2015 da ndraca1950

Figlio/a mio abbi pazienza...Se un giorno mi vedrai vecchio, perdonamise mi sporco quando mangio e non riesco a vestirmi … abbi pazienza,Se quando parlo con te ripeto sempre le stesse cose … abbi pazienza…per favore ascoltami,Quando non voglio lavarmi non biasimarmi e non farmi vergognare … abbi pazienza e dammi il tempo necessario e non guardarmi con quel sorrisetto ironico ; quando ad un certo punto non riesco a ricordare o perdo il filo del discorso … abbi pazienza e dammi il tempo necessario per ricordare e se non ci riesco non ti innervosire ….. la cosa piu’ importante non e’ quello che dico ma il mio bisogno di essere con te ed averti li che mi ascolti. Quando le mie gambe stanche non mi consentono di tenere il tuo passo non trattarmi come fossi un peso, abbi pazienza e vieni verso di me con le tue mani forti . Quando dico che vorrei essere morto … non arrabbiarti abbi pazienza un giorno comprenderai che cosa mi spinge a dirlo. Cerca di capire che alla mia età non si vive, spesso si sopravvive. Un giorno scoprirai che nonostante i miei errori ho sempre voluto il meglio per te, ho tentato, tentato di spianarti la strada. Dammi un po’ del tuo tempo, dammi un po’ della tua pazienza, dammi una spalla su cui poggiare la testa . Aiutami a camminare, aiutami a finire i miei giorni con amore e pazienza in cambio io ti darò un sorriso e l’immenso amore che ho sempre avuto per te. Abbi pazienza ti amo figlio/a mio...(dal web)

 
 
 

xxxxxxxxxxxxxxx

Post n°70 pubblicato il 07 Ottobre 2015 da ndraca1950

 
 
 

xx

Post n°69 pubblicato il 01 Luglio 2015 da ndraca1950


Un'anziana donna cinese aveva due grandi vasi, ciascuno
 sospeso all'estremità di un palo che lei portava sulle spalle. Uno dei vasi aveva una crepa, mentre l'altro era perfetto ed era sempre pieno d'acqua alla fine della lunga camminata dal ruscello a casa, mentre quello crepato arrivava mezzo vuoto. Per due anni interi andò avanti così, con la donna che portava a casa solo un vaso e mezzo d'acqua. Naturalmente, il vaso perfetto era orgoglioso dei propri risultati. Ma il povero vaso crepato si vergognava del proprio difetto, ed era avvilito di saper fare solo la metà di ciò per cui era stato fatto. Dopo due anni che si rendeva conto del proprio amaro fallimento, un giorno parlò alla donna lungo il cammino: “Mi vergogno di me stesso, perché questa crepa nel mio fianco fa sì che l'acqua fuoriesca lungo tutta la strada verso la vostra casa”. La vecchia sorrise: “Ti sei accorto che ci sono dei fiori dalla tua parte del sentiero, ma non dalla parte dell'altro vaso? È perché io ho sempre saputo del tuo difetto, perciò ho piantato semi di fiori dal tuo lato del sentiero ed ogni giorno, mentre tornavamo, tu li innaffiavi. Per due anni ho potuto raccogliere quei bei fiori per decorare la tavola. Se tu non fossi stato come sei, non avrei avuto quelle bellezze per ingentilire la casa”. 
Ognuno di noi ha il proprio specifico difetto. Ma sono la crepa e il difetto che ognuno ha a far sì che la nostra convivenza sia interessante e gratificante. Bisogna prendere ciascuno per quello che è e vedere ciò che c’è di buono in lui. -  

 
 
 

La libertà

Post n°68 pubblicato il 26 Giugno 2015 da ndraca1950

 
 
 

Lettera di una mamma alla figlia

Post n°67 pubblicato il 31 Maggio 2015 da ndraca1950


Un giorno, all’improvviso mentre ti starai pettinando, in silenzio o mentre ti infilerai una calza ti verrà in mente un mio gesto e ti ritroverai a sorridere pensandomi. Un giorno, all’improvviso pedalando veloce sotto le prime gocce di una calda pioggia di settembre sentirai un odore arrivarti al naso e risvegliare un ricordo di mestoli e tegami e mi vedrai davanti al fuoco, per un attimo. Un giorno, all’improvviso farai qualcosa che facevo anch’io proprio allo stesso modo in cui la facevo io e te ne meraviglierai moltissimo perché non avresti mai pensato di potermi somigliare così tanto. Un giorno, all’improvviso ti guarderai il dorso delle mani e con il pollice e l’indice ti pizzicherai la pelle , sollevandola e conterai il tempo che impiega a stendersi pensando a quando lo facevi alle mie mani Un giorno, all’improvviso ti ritroverai stanca, ad abbracciare un figlio mi chiederai scusa per le volte che ho pianto sapendo già che ti son state tutte perdonate. E ti mancherò da fare male Ma sarò con te in ogni gesto o nel muoversi delle foglie nel frusciare di un gatto nel giardino o nelle orme di un pettirosso sulla neve come solo l’eterna presenza di una madre lo può. (C. Turroni)  

 
 
 

xx

Post n°66 pubblicato il 21 Maggio 2015 da ndraca1950

 
 
 
Successivi »
 

 POESIA DI NATALE

Danza di bianche farfalle

nell'aria immota, la sera;

luce del cuor che dispera,

speranza di vita che muor.

Festa di ceppo che brucia,

soffia, scoppietta, sfavilla;

gioia di bronzo che squilla

in note che parlan d'amor.

Sogno di azzurro abissale

vivo di mille diamanti;

volo del cuore sui canti

che l'alma rivolge al Signor.

Natale:dono di amore

del Padre ai figli smarriti;

notte che è luce e calore,

sollievo all'umano dolor.

Salvatore Ruffo,

Caraffa del Bianco, Natale 194

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 Image and video hosting by TinyPic

 

 

 Mostra immagine a dimensione intera

Una signora si reca ogni giorno al cimitero a trovare il marito (che non fa il becchino ma e` crepato). Mentre sta sulla tomba a pregare vede un'altra vedova che arriva alla tomba vicino alla sua, ci piscia sopra e se ne va. La stessa cosa succede per svariati giorni al che ad un certo punto decide di fermarla e chiederle se in questo modo non le sembrava di mancare di rispetto al marito. La vedova risponde: "Forse ha ragione ma io piango da dove mi manca!".

 

 

 

 Vostro onore, quanto dice mia moglie e' ridicolo: tutte le donne vorrebbero che il loro marito fosse cosi' cavaliere da aprire loro la portiera dell'auto... e il mio era un gesto di cavalleria nei suoi confronti". "Signore" replica il giudice "devo dare ragione a sua moglie, che chiede il divorzio. Non credo fosse stata la cavalleria a spingerla ad aprire la portiera mentre guidava ai 150 km orari"

 

 

 

 

 

Che ne dici di uno spiedino?Mi sto mantenendo in forma per le feste

Maniaco di Thanksgivingcin-cinScappando dal cuocoOggi mi sento sul cotto...

 
  •  

    O SIGNORE

    Questa sera, o Signore,

    le ombre che invadono il mondo

    d'oscura e struggente un'angoscia

    avvolgono pure il mio cuore.

    Solo e sperduto,

    in questo povero borgo lontano,

    al mio tetto natìo

    col vento che sibila e corre

    per valli selvagge e per forre

    rivolgo accorato richiamo.

    E sento

    che sotto l'immobile cielo,

    immobile anch'esso è il tempo.

    Nessuno che al cuore sussurri

    un'amica parola, un accento,

    se l'urlo vicino del fiume

    m'incute un ignoto sgomento.

    Soltanto le tremule stelle

    in queste gelide notti d'Avvento

    mi stanno vicine, e le sento

    parlarmi di fede e speranza,

    la sera,

    pur quando dal vecchio abituro,

    aperto alla pioggia e al vento,

    ti innalzo l'usata preghiera.

    La tua luce, Signore,

    risplenda nel buio mio cuore

    ovunque e in ogni momento;

    e al babbo e fratelli

    sian sempre benigne le stelle.

    Salvatore Ruffo,

    Persico, dicembre 1937

  • layout for myspaceGrafici di scintillio
 

Image and video hosting by TinyPic

 

LLBALLERINA DI FLAMENCO

 

LLL

  • FriendsterMySpace
 

MICIO BALLERINO




 

 

VI PIACE IL MIO BAllo!!!

 




 

CHE TENERO

Yorkie.gif Yorkie picture by animal_guardian

 

NUVOLETTA L

 

GRANDE

 

BUGIE LLLLL

 

TAG

 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 

ULTIME VISITE AL BLOG

solitudinesparsaapungi1950ndraca1950cicrettafante.59moelektraforliving1963r.11.11.11anima_on_lineSky_Eagleali.555lacky.procinosymphony.1sparusolacile54lancillotta0
 

ULTIMI COMMENTI

Che bella invenzione la mamma :) ID
Inviato da: IrrequietaD
il 16/12/2016 alle 18:04
 
Ciaoooooo....
Inviato da: rudy51_2016
il 28/06/2016 alle 17:53
 
 

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

PAUL ANK DIANA