Creato da: grandedrago il 21/10/2004
Meravigliosa/ Luna, a notte fonda/ mi siede accanto.

***

A tarda sera

coi gusci

di noce disegnavamo

stelle più luminose.

La tv era spenta,

ma trasmetteva

un Sogno lieve,

una voce nella notte

che animava

i quadri,

le rose del lenzuolo

gonfio appena

d'un alito

di quiete.

 

Nel cassetto,

ieri, ho ritrovato

il tuo sguardo,

un piccolo

veliero,

questo guscio

nascosto

sopra un raggio

di vecchia Luna.

***

 

Scusa se ho

osato sognarti

ma la mia mente

sai, non m'appartiene più

 

come la barca

del pescatore

in tempesta

 

come il petalo

ghermito dal vento

all'Anemone

 

trasvola

i flutti

del sogno

estatico.

 

 

Carlo Bramanti

 

 

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 8
 

Ultime visite al Blog

grandedragoborsa.lauraUn_vagabondo01apungi1950sheenIOeMR.PARKINSONpuoidirloquihold72alda.vincinicla.sannamiciona540shantiom0Stolen_wordsalbachiara.bkrylle
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
I commenti sono moderati dall'autore del blog, verranno verificati e pubblicati a sua discrezione.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 

 

Ho avuto in dono una porzione di cielo,
ci ho messo dentro i pensieri più neri
e ora aspetterò che diventino stelle.

 

***

 

Dimentica

il desiderio,

domande e risposte.

Dimentica

le persone e il mondo.

Sii l'attimo illuminato,

la rosa

che nessuno coglie.

 

 

Carlo Bramanti

 

 

 
« Bando di concorso Natale...Tu che hai reso deserto ... »

Il sorriso è la crepa nel muro

Post n°86 pubblicato il 07 Settembre 2019 da grandedrago
 

Poesie, haiku e tanka in nome della vita.
A dispetto del dolore fisico, quello interiore viene spesso ignorato, non capito, nonostante esso il più delle volte si riveli determinante almeno quanto il primo. Quando si ammalano anima e sogni, si va incontro a un logoramento interiore che sfocia in un vicolo cieco, cieco come occhi che lo guardano ma non riescono o non vogliono vederlo. Questo corpus poetico, che attinge in maniera diretta alla letteratura orientale, vuole essere una via di fuga al dolore celato, una speranza condivisa per chi ha smarrito la luce del proprio io.

"Il sorriso è la crepa nel muro"
#carlobramanti
Carlo Bramanti

(www.amazon.it)

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
La URL per il Trackback di questo messaggio è:
https://blog.libero.it/carlobramanti/trackback.php?msg=14583398

I blog che hanno inviato un Trackback a questo messaggio:
 
Nessun Trackback
 
Commenti al Post:
Nessun Commento