**TEST**
Creato da martingore0 il 31/05/2009

Viaggi per il mondo

Racconti di viaggio tra Europa, Africa ed Asia e non solo

 

 

Altre Afriche di Andrea De Georgio

Post n°57 pubblicato il 08 Maggio 2018 da martingore0

Splendido libro. 5 storie tra Senegal, Mali, Burkina fasu, Niger e Costa d'Avorio che raccontano sia i personaggii principali ma soprattutto il contesto sociale cin anche cenni di geopolitica, immigrazione e storia dei 5 Paesi. Molto scorrevole e super interessante visto anche l'attualità dell'argomento migranti qui da noi. Inoltre, il fatto che sia residente stabilmente in un dei paesi citati  fà dell' autore un'indiscutibile fonte preziosissima.Invito caldamente alla lettura di questa opera letteraria eccellente.

 
 
 

il coraggio di Francesca

Post n°56 pubblicato il 05 Maggio 2017 da martingore0

 La giornalista di Matrix Francesca Parisella gira di sera intorno alla Stazione Termini di Roma per un collegamento live.
Ammetto di non avere grande entusiasmo per la trasmissione ma apprezzo molto Francesca per la sua qualità lavorativa su Radio2 e per la sua disponibilità, quando possibile, di concedermi qualche messaggio su fb (cosa non ovvia tra giornalisti, conduttori di radio o tv italiani).
Magari qualcuno potrebbe malignamente dire che in fondo è il rischio del suo mestiere: se vai in giro di sera alla Stazione sai che può capitare. Questa logica a me non convince affatto in quanto, in un Paese civile, chiunque ha il sacrosanto diritto di camminare sereno la sera per strada indipendentemente dal suo mestiere.
Un grande abbraccio a lei con la speranza di riprendersi al più presto ed archiviare questo spiacevolissimo episodio.

 
 
 

Lettere di italiani dal mondo di Medici senza Frontiere

Post n°55 pubblicato il 13 Aprile 2017 da martingore0

Fare il giro del mondo in un pomeriggio non è semplice,ma grazie al bellissimo libro “Noi non restiamo a guardare” nel quale sono raccolte molte lettere del personale operativo di MSF nonché di alcune riflessioni fatte da Dacia Maraini, Renata Pisu ed altri ti permette anche questo. Se poi anche tu, nel tuo piccolo, hai fatto  qualche anno tra Africa ed Asia, per motivi diversissimi, queste persone, i loro ragionamenti ed i loro sentimenti ti risultano famigliari in quanto ti ricordano altre persone incontrate che rimandano alla tua vita laggiù.

Molte persone girano quei continenti: imprenditori, operatori umanitari, missionari, avventurieri, semplici viaggiatori e con tutti loro è sempre stato molto interessante e curioso ascoltarne riflessioni, dubbi, paure, convinzioni più o meno condivisibili ma sempre e comunque non banali.

Qualcuno dice che non necessariamente bisogna rispettare le opinioni degli altri ma sempre bisogna rispettare l'altro in quanto persona..
Queste lettere mi hanno ricordato “Lettere contro la guerra” di Tiziano Terzani, uno dei libri che, oggettivamente, mi hanno formato. Un tratto in comune hanno, secondo me, questi due libri: l'amore per la gente del posto ed una capacità di essere curiosi senza giudicare l'altro ascoltandolo e riflettendo su quello che tu vedi e senti quando sei laggiù.

Personalmente ho conosciuto solo il Kenya e l'India tra i tanti Paesi stranieri descritti in queste lettere. Colpiscono per la profonda empatia che senti uscire dalle parole di questi operatori. A volte  mi hanno commosso ma altre volte, lo ammetto, mi hanno lasciato perplesso,ma mai indifferente. Dopo tutto sono storie di vita vissuta in situazioni sicuramente non proprio simili al nostro quotidiano qui nel Bel Paese.
Ogni storia meriterebbe di essere descritta. Personalmente mi hanno colpito moltissimo le  lettere dal Sud Italia di Federica Bacciu, Daniela Rossini Oliva e Giordano Ruini in quanto quella è casa mia, anche se risiedo a Milano. La cura di provare ad alleviare sofferenze psicologiche e non solo quelle materiali, ad esempio, è segno di una grande intuizione che non è affatto scontata visto che si potrebbe erroneamente pensare che servirebbe molto più un pediatra che uno psicologo. Ed invece non è così. Così come rifletter legando i racconti di Etiopia e Niger dove Jennifer Luscombe, Giuseppe Pichierri e Mari Guttilla hanno un problema logistico simile che nel Niger si risolve mentre in Etiopia no causando la morte di un bimbo che necessitava di ventilazione dal macchinario che va a corrente. Non credo sia possibile immedesimarsi nell'angoscia delle persone che decisero, a malincuore, di interrompere la ventilazione a mezzanotte.

Un' altro tratto a me noto che riscontrai anche nelle persone conosciute laggiù è questa storia delle persone “normali”. Io mi sono sempre acceso moltissimo quando sentivo dir loro che stavano facendo solamente il loro lavoro. Mah, in Paesi difficili, magari tra guerriglieri, colpi di stato, crisi umanitarie. Come fosse normale fare lo psicologo, il chirurgo, l'ingegnere in quelle condizioni piuttosto che in un contesto milanese, romano o comunque occidentale, in termini di sicurezza personale e condizioni di lavoro standardizzate qui da noi.

 
 
 

Generazioni a braccetto

Post n°54 pubblicato il 02 Dicembre 2016 da martingore0

In Spagna la cultura del paese porta la gente ad avere contatti fisici con estrema naturalezza. Non è difficile vedere giovani portare a braccetto genitori e nonni. In Italia non ricordo molto scene simili. In Spagna queste situazioni son quotidiane e, da vedere, molto tenere e dolci. Forse nell' Italia del sud è più facile, ma qui a Milano non credo.

 
 
 

Cadice ieri ed oggi

Post n°53 pubblicato il 02 Dicembre 2016 da martingore0

Quando entri nel centro storico ti rendi conto subito del fascino che ha questa città. Senti addosso la sua Storia che trasuda da edifici, piazze e strade. Anche il clima mite aiuta molto a farti apprezzare Cadice: sole, vento e luce la fanno da padroni. Se si aggiunte la gente locale, socievole e sorridente, capisci in fretta la fama più che giustificata.
Purtroppo Siviglia, Malaga, Cordoba e Granada hanno recentemente deciso di fare sistema escludendo Cadice in un tour ideale dell' Andalusia. Un vero peccato.

 
 
 

La caleta di Cadice

Post n°52 pubblicato il 02 Dicembre 2016 da martingore0

Lei era giovane, bella, solare,sorridente. Sapeva di esserlo, sapeva di avere grande potere sull'uomo latino. Era anche intelligente e sapeva scegliere le persone con cui stare. Amici e compagni. Poi, un giorno, scopre una persona un po' diversa da quelle dell'ambiente universitario. Non era come lei: non era bello ne giovane, ma aveva una energia vitale molto buona. Le sue attenzioni erano chiare e gentili. Lei apprezzava il suo modo di approcciarsi. Come lui sparì dalla sua vita e dal luogo dove si incontrarono a lei non importò molto. Ma fu felice di condividere quei momenti felici con lui. Un buon ricordo.

 
 
 

La vita in libertà

Post n°51 pubblicato il 02 Dicembre 2016 da martingore0

Nel mezzo della spiaggia cittadina di Cadice durante l'inverno stazionano una ventina di senzatetto tollerati dalla polizia locale in quanto il numero di turisti è bassissimo. Chiaramente in Estate non potrebbero starci. Nessuno spagnolo, un australiano ed il resto tutti europei. Che fanno? Che pensano? Perchè stanno li? Il loro passato? Conosco Josef, 60 anni dei quali 20 in strada tra Germania, Francia, Italia e Spagna e da 2 anni a Cadice. Pare la perfetta descrizione del barbone di Enzo Jannacci. Barba e capelli lunghissimi e veramente sporco. Mi dice che l'aiuto dei servizi sociali spagnoli e tedeschi non gli interessa. La sua libertà non ha prezzo. Mi racconta che qui a Cadice si trova molto cibo nella spazzatura e loro se lo prendono tranquillamente. Beve Coca Cola ma ha anche della birra per la notte fredda. Ceto a Berlino è a casa sua ma qui il clima invernale è molto migliore. Quando ha bisogno di denaro si mette a strimpellare una chitarra poiché non gli piace elemosinare. Dei 3 figli e della moglie non gli importa nulla e li considera come morti. Così sia.

 
 
 

Luce d'Andalusia

Post n°50 pubblicato il 01 Dicembre 2016 da martingore0

Saggi questi arabi che diedero a questa terra il nome di Andalusia, terra della luce. Anche risalendo la costa spagnola, francese ed italiana la luce è intensa agli occhi di un milanese. L'ingresso in Andalusia da sud-est ti catapulta in un posto molto particolare, magico ed inquietante allo stesso tempo: Cabo de Gata. Parco naturale dalla conformazione rocciosa che ricorda molto il paesaggio lunare con piccoli paesini sulla costa dove regna la tranquillità. Le emozioni più forti in Spagna le ho avute qui.

 
 
 

La Francia guarda a destra

Post n°49 pubblicato il 01 Dicembre 2016 da martingore0

Nelle elezioni regionali a doppio turno, dopo la prima Domenica la macchia nera legata al FN era effettivamente grande e minacciosa. Per fortuna al secondo turno il FN è stato ridimensionato. Comunque la deriva a destra dei francesi averebbe allarmato parecchio. Mi è molto piaciuta la reazione , la compattezza del popolo francese di fronte a tanti concittadini che, per vari motivi, hanno pensato che Le Pen fosse la soluzione ai loro problemi.

 
 
 

Da Castellon de la Plana al mondo

Post n°48 pubblicato il 01 Dicembre 2016 da martingore0

Vengo ospitato per 4 notti da una famiglia composta da madre e figlia. La mamma ama le lingue, incluso l'italiano, che mi chiede di parlare durante il mio tempo passato con lei per poterlo migliorare. Mi racconta che fa lo stesso con un suo amico inglese che a volte ospita per poter anche conversare con lui. Molto bella l'idea di coinvolgere la figlia facendole frequentare un corso di arabo. Una persona molto decisa a voler conoscere e fra conoscere alla figlia altre lingue straniere aprendo anche la porta di casa sua per qualche giorno ed ospitare persone straniere.

 
 
 

Blogger come un giornalista?

Post n°47 pubblicato il 20 Ottobre 2016 da martingore0

Una meravigliosa sentenza del Tribunale di Roma sostanzialmente equipara chi cura un blog ad una persona che svolge un lavoro giornalistico. Finalmente si riconosce una dignità lavorativa anche per noi. Vediamo se questo porterà ad avere una maggiore considerazione da parte di case editrici, riviste, giornali per un blogger che li contatta

 
 
 

Uomini e donne del Sud Europa

Post n°46 pubblicato il 19 Ottobre 2016 da martingore0

Anno nuovo, storie vecchie. Ricomincia il conteggio dei femminicidi causati da ex mariti ex fidanzati. A volte l'uomo, dopo il folle gesto, si suicida. Storie vecchie in quanto i femminicidi sono sempre esistiti ma, negli ultimi anni, anche in Sud Europa, il monitoraggio e le denunce vengono a galla. Sebbene la differenza tra Nord e Sud Europa, Italia e Spagna sia ancora elevata il tema viene finalmente affrontato. Purtroppo ci sono ancora culture maciste che sono dure a scomparire e che vedono le donne come solo buone a lavare cucinare e fare sesso. La donna che pensa e decide della propria vita in modo indipendente è un concetto molto difficile per molti maschi nelle nostre società. Certo che Milano e Barcellona sono popolati da maschi diversi da quelli di Palermo o Murcia, cosi come i paesi scandinavi hanno uomini molto differenti da quelli dei paesi mediterranei. Questo è un dato di fatto. Se vieni educato sin da piccolo a considerare l'altra persona come pensante ed uguale a te e non inferiore in quanto femmina, questo concetto te lo porti dietro anche da adulto. Chiaro e semplice, almeno in teoria. In Scandinavia le donne hanno un potere politico ed economico che in Sud Europa ce lo sogniamo. Credo ci vorranno 2 generazioni prima che in Italia si arrivi a quei livelli di rispetto per la donna.

 
 
 

Migranti dietro casa

Post n°45 pubblicato il 05 Ottobre 2016 da martingore0

A Cusano Milanino, paese a pochi chilometri a nord ovest di Milano, la cittadinanza attende con curiosità e forse qualche preoccupazione l'eventuale arrivo di un piccolo gruppo di migranti che probabilmente andrebbero sistemati in uno stabile di Via Azalee, a stretto contato con il centro diurno che ospita da tempo persone del territorio. In un articolo del giornale locale “Il punto notizie” ,a firma Elisa Pessina, un portavoce dei famigliari che hanno i loro cari ospitati nel centro ha spiegato la loro contrarietà all'arrivo dei migranti specificando che non c'è alcun motivo razzista, ma solo una eventuale incompatibilità tra i loro cari e i nuovi eventuali arrivi.
In una mia conversazione telefonica con uno dei responsabili dei servizi sociali sembra che, in generale, questo eventuale arrivo non sia stato accolto con grande entusiasmo dalla cittadinanza.
Peccato perché invece, a mio avviso, sarebbe una interessante situazione che potrebbe portare anche un incontro molto positivo tra cittadini cusanesi e persone che arrivano da altre culture tanto diverse.
Ad esempio si potrebbe chiedere la disponibilità ai migranti di mettersi a disposizione della cittadinanza poter conversare 1 o 2 ore al giorno in inglese o francese con i cusanesi che avessero voglia di migliorare queste due lingue. Oppure si potrebbe chiedere ai migranti di insegnare, a chi lo desidera, a cucinare piatti tipici del loro paese. Sono solo 2 esempi di come questo eventuale arrivo possa essere visto come una opportunità e non come un fastidio partendo dal fatto che, secondo la mia opinione, in generale i cusanesi non sono affatto persone intolleranti, razziste o timorose verso lo straniero.

 
 
 

Tarifa, vento d'Africa

Post n°44 pubblicato il 23 Settembre 2016 da martingore0

Arrivo in città la sera, piove ed essendo piuttosto stanco vado a dormire presto dopo breve giro. Il giorno dopo la situazione meteo è molto migliorata La cittadina mi piace ma l'attrazione maggiore è per le sue spiagge famose per il grande vento e regno dello skysurf. La giornata passa molto velocemente ed in modo piacevolissimo avendo passato tutto il tempo a guardare le evoluzioni in acqua ed in aria delle tante persone presenti oggi. Molta invidia da parte mia in quanto mai avrei coraggio di praticare questo sport, ma assicuro che anche solo guardare è bellissimo.

 
 
 

Festival Internazionale dell'aquilone

Post n°43 pubblicato il 13 Settembre 2016 da martingore0

Onestamente non pensavo che un festival del genere potesse darmi emozioni così forti. Due giorni dopo aver letto di ipotetici attacchi terroristici contro le spiagge italiane la visione di una marea di adulti e bambini che fanno volare centinaia di aquiloni è stato semplicemente fantastico. Il cielo azzurro, tanti aquiloni colorati, le voci delle persone... tutto questo mi ha trasmesso un senso di pace e serenità molto forte. Mi ha vagamente ricordato un'atmosfera hippy, molto coinvolgente.

 
 
 

L'altra Europa

Post n°42 pubblicato il 10 Settembre 2016 da martingore0

Oggi ho sentito l'ennesimo luogo comune circa il privilegio per chi viaggia in bici. Come se viaggiare in moto, auto, camper o a piedi rendesse il viaggio meno bello e ricco.
Mi è spiaciuto molto che questo luogo comune arrivi da una bella trasmissione in onda al Sabato su Radio24 vista la qualità dei programmi trasmessi abitualmente.
Basta con queste distinzioni assurde tra viaggiatori di serie A, B ,C a seconda del mezzo di trasporto. Secondo la mia opinione, non ha logica e non ha alcun senso.

 
 
 

Il muro inglese

Post n°41 pubblicato il 08 Settembre 2016 da martingore0

Segnalo tre articoli con analisi piuttosto diverse ma ugualmente interessanti inerenti al nuovo muro dal Sole24ore e il Giornale.
Non bastavano già quelli esistenti? La Storia di questo continente non ha insegnato nulla? Tra le presunte buone ragioni del muro l'editoriale del Giornale poteva forse non ricordarci la presunta invasione dei migranti? Certo la “giungla” a Calais, che conterebbe circa 7mla migranti non aiuta.
Illuminante, a mio avviso, l'articolo del Dott. Parsi che, al solito, propone le sue riflessioni senza pregiudizi ideologico-politici.

 
 
 

Premio Ilaria Alpi a Riccione

Post n°39 pubblicato il 06 Settembre 2016 da martingore0

Ancora una volta una delle esperienze più interessanti è arrivata per caso.Davanti alla stazione scopro la sede del premio. C'è l'archivio dedicato alla giornalista ed ai partecipanti delle edizioni passate. Molto interessanti le tematiche trattate, sia italiane che straniere. Una piacevole sorpresa. Ottimo anche l'aiuto ricevuto dal personale che mi ha accolto.

 
 
 

Gente di Romagna

Post n°38 pubblicato il 06 Settembre 2016 da martingore0

Non si smentiscono mai questi romagnoli. Contrariamente ad altre popolazioni, sono sempre accoglienti al di là del tuo ruolo di cliente. L'opposto dei liguri, spesso un filo respingenti. Il mare ed i prezzi non sono il massimo ma la gente cordialissima si fa apprezzare. Indimenticabili i tris di primi piatti, un'esperienza che da sola vale il viaggio. Onore anche per il personale, splendido, delle biblioteche....altre gemme eccellenti.

 
 
 

Quando MIlano mi ricorda Calcutta

Post n°37 pubblicato il 05 Settembre 2016 da martingore0

Nelle ore in cui la gloria di Madre Teresa viene celebrata da 120mila persone a Roma mi trovo a passeggiare nella parte di Via Padova, a Milano, che mi ricorda la città di Calcutta, da me visitata nel 1997 e che mi impressionò, purtroppo, per la sporcizia e l'odore sgradevolissimo. Più tardi lessi che Tiziano Terzani, ironizzando sul titolo di un libro di Pasolini intitolato “L'odore dell'India” parlò di...odore di merda.
Certo che alle 9 di Domenica mattina la parte della via che va da Piazzale Loreto al ponte ferroviario pare imbarazzante e deprimente.
Molti extracomunitari e qualche italiano bivaccano fuori da qualche bar oppure sulle panchine di un giardinetto dando l'idea di un pezzo di città che definire degradata è dir poco. Non voglio nemmeno pensare a cosa si possa vedere la sera. Pensare che non ho mai creduto ai racconti dei miei parenti che da decenni abitano la parte finale della via, molto più vivibile.
Ammetto che le proteste di qualche politico milanese inerenti il degrado in questa ed altre aree della città sono, purtroppo, tristemente reali. Chissà che direbbe il nuovo sindaco.

 
 
 
Successivi »
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Aprile 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30      
 
 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

ULTIME VISITE AL BLOG

martingore0Sky_Eaglesymphony.1cile54moseserussimoschettiere62blumannaropsico_craziaanima_on_linelacky.procinosurfinia60il_pablopsyche.dgl0IltuocognatinoSoloDaisy
 

ULTIMI COMMENTI

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom