Creato da cmax26 il 24/08/2007

Il mondo di cmax26

...tra le montagne russe delle emozioni contrastanti.

 

 

Ricordi...

Post n°47 pubblicato il 23 Gennaio 2009 da cmax26
 


L'aria fredda che pian piano lascia il posto a quella tiepida,
la luce fioca che diventa più intensa,
si muove, illumina, danza su di noi.

Non ti vedo ma sento il tuo respiro
caldo, si appoggia sul collo per abbracciare l'orecchio
e correre giù lungo la schiena insieme ai miei brividi.

Mi abbandono al tuo forte abbraccio.
E'dolce il calore che ne viene fuori.
Visto da lì, il mondo ha tutto un altro sapore.

Chiudo gli occhi,
seguo i tuoi movimenti
immaginandoti,
ascoltandoti.
Tutt'intorno il mio ed il tuo respiro e...silenzio.

E'una notte, solo una notte.
Riempio la mia mente di ogni attimo
Dovrei farmeli bastare fino al tuo ritorno
ma so già che Lunedì ne rimarrò senza.

Mi addormento così,
tra la tristezza del domani e la felicità di quel momento perfetto
dipinto come fosse quadro d'autore.
lasciandomi coprire e riscaldare dal tuo corpo.

 
 
 

...perché così, leggendo i tuoi versi, ritrovo il buonumore...

Post n°46 pubblicato il 21 Gennaio 2009 da cmax26
 

In quest'assenza buia,
Cantano dal basso
Con le bianche stelle
Le luci di Dicembre.
Immobili.
Quasi che il freddo
Abbia congelato anch'esse.
Ferme nel firmamento,
Posano in attesa di un pennello.
Tra tutte, vanitose,
Sembra mancarne una:
La mia.
Ella vive senza vanità,
Stella tra stelle.
Ma tale che io solo riconosco
E tale che io l'amo.
E adesso che, rapita
E ignara del mio pensiero,
Ella Mi manca,
Voglio addormentarmi così:
Alzandomi nel cielo,
Alla volta della più piccola
Stella di Diamante,
Per potermi avvolgere caldo
Nella Sua Luce
E quindi incidere in ella le
lettere del mio grande amore.
Ti amo.

 
 
 

Amicizia...realtà o utopia?

Post n°44 pubblicato il 13 Maggio 2008 da cmax26
 

E' un po' che ci penso, è un po' che me la sono posta questa domanda, ma credetemi, di uno straccio di risposta neppure l'ombra!!!

Girovagando tra i blog ho notato come l'argomento sia di grande attualità  così come di grande attualità e sempre al passo con i tempi siano le "fregature" legate a questo sentimento.

Dopo un periodo molto faticoso della mia vita ho ricominciato a vivere grazie a loro, gli amici, ma soprattutto grazie a Lei. In realtà la conoscevo già da un bel po' ma i nostri incontri si limitavano ad un caffè quando avevamo l'opportunità di incontrarci da qualche parte.
Io stavo vivendo una situazione già non semplice di suo, facendo la spola tra ospedali e lavoro per via della sua malattia che non me lo ha più restituito, e lei dal canto suo raccoglieva i cocci di una convivenza finita male.

E così, tra il raccontare ed il raccontarci, abbiamo finito per stringere e concretizzare questo rapporto di amicizia fino a poco tempo fa privo di forma. Grazie a lei ho imparato a gioire di nuovo delle passeggiate, del piacere di passare una serata in compagnia di amici, della sensazione di benessere che solo un sorriso può donarti...
ed io che non mi risparmio in quanto a sentimenti, ho fatto mio il suo dolore (forse anche perché stanca di pensare al mio che mi logorava l'anima) ed ho cercato in tutti i modi di aiutarla a concentrarsi su altro, ad alleviarle il peso di questo inaspettato stravolgimento di vita, ad aiutarla nelle piccole cose affinché non si sentisse sola, ad ascoltarla di cuore cercando di dare ottimi consigli senza però influenzarla,senza prendere decisioni al suo posto e senza espormi con giudizi poco legittimi.

Ma come spesso accade, il trascorrere del tempo e l'abitudine alla vicinanza di qualcuno che è sempre lì pronto ad aiutarti senza fartelo pesare e senza rinfacciartelo, hanno portato questo nostro rapporto a perdere, ai miei occhi, l'importanza che aveva un tempo e l'unicità che lo aveva contraddistinto. Ho cominciato a sentirmi un "mezzo" necessario al raggiungimento della felicità, la "bambola" di compagnia, l'"oggetto" utilizzato ad uso e consumo nei momenti più opportuni.

Dopo tante batoste non vi nego che in fondo me l'aspettavo, ho imparato a leggere tra le righe dei comportamenti umani e ad andare oltre la bellezza apparente delle parole pronunciate ma non ho mai imparato ad evitare di restarci male e chissà se mai l'imparerò.

 
 
 

Lettera aperta a te....invertebrato senza attributi.

Post n°43 pubblicato il 12 Maggio 2008 da cmax26
 

A te che frughi nelle mie cose per colpirmi dove ti è più semplice farmi male...

A te che rispondi al mio saluto con quel senso di superiorità che non ti appartiene perché vali meno di zero..

A te che credi di essere il "capo" solo perché sei "uomo" ma poi ti nascondi dietro un dito perché non hai gli "attributi" per dirmi ciò che pensi guardandomi in faccia..

A te che non sai dove sta di casa il "rispetto", la "professionalità", il "senso del dovere" e spari cavolate su di me credendoti il più forte, solo perché hai qualcuno che ti ascolta...

A te che sei talmente "stupido" da non aver creduto alle mie parole, da non averle neppure verificate perché avrebbe richiesto un'immane dispendio di energie...

A te che per l'ennesima volta mia hai fregata con il tuo buonismo ed il tuo finto perbenismo del bip....

....sappi che non ci sarò mai più a raccogliere i cocci della tua squallida vita, a tenerli insieme con amore fraterno solo per il rispetto verso quel sentimento importante che in passato ci ha tenuti legati, ad aiutarti a rialzarti ed a ricostruirti una dignità calpestando la mia, a proteggerti e a difenderti come si fa con i bambini, ad essere sempre dalla tua parte, ad aiutarti a risolvere gli inconvenienti di percorso.

Non ci sarò più perché sono stanca di giustificare i tuoi comportamenti immaturi ed infantili, egoistici, maschilisti. Potrei andare aventi per ore ma mi limito a finirla qui, prendendo atto della grandissima delusione che sei stato e rimproverandomi di non essere riuscita ad aprirli prima questi occhi, almeno così mi sarei risparmiata fatiche che non mi spettavano!!!

Ma di una cosa posso esserne fiera, di essere riuscita a capire chi sei e di essermi liberata della spazzatura in tempo....in giro ce n'è così tanta che non mi sembra il caso di aggiungerne altra.

Credo sia arrivata davvero l'ora di TORNARE a vivere lasciandomi alle spalle preoccupazioni inutili per persone che non lo meritano affatto.

 
 
 

Arriva, arriva.... fate largo!!

Post n°42 pubblicato il 09 Maggio 2008 da cmax26
 

Ragazzi non ce la faccio più, mi sembra di impazzire dalla gioia , il tempo non passa mai ed io non vedo l'ora che il mio bel nipotino venga alla luce..

Nascerà intorno alla prima settimana di Settembre ma io non sto già più nella pelle. Sarà un bel maschietto che porterà il nome di Domenico. Vi rendete conto?? Io zia di una creaturina minuscola...da tenere tra le braccia e strapazzarla di coccole!!!!

E visto che non sono tipo da mezze misure....ho già cominciato a riempirlo di regali... tutine, calzini, scarpine, copertine, accappatoio, bavaglie, acqua di colonia, shampoo, bagnoschiuma, ecc.. insomma, lo stretto necessario!!
N
on immaginavo ruotasse un così vasto mondo attorno ai pulcini!!!!

Mia sorella non fa altro che ripetermi che sono la solita esagerata ma io non demordo...quando passo da lei a trovarla, faccio sempre due chiacchiere con il mio cucciolo di uomo prima di andare.
Ho letto che è molto utile parlare con loro durante la gravidanza perché così comincia già ad instaurarsi un primo rapporto tra mamma e bimbo.... non si sa mai, potrebbe funzionare anche con zia e nipote, no?

 
 
 
Successivi »
 

L'ANGOLO DELLA POESIA

Più di un Gobbo Trionfo di Ferro  di Robb11 

Scatole danzanti, che sorridete a fare?
Il cielo cupo d'abitudine è monotono
E il sole ancora da distante
E' incapace di creare lunghe ombre.

Vivono i vicoli di artifici,
Vampiri, sono loro re della notte,
Vegliano oniricamente su di me.
Dominano, ma non mi minano.

I miei occhi chiusi tornano
Laddove la favola ebbe inizio,
Ove la principessa apparve.

Commenti al cioccolato,
Passi ritrosi verso cavalli d'herba,
Chianche, luci, ombre, lettere,
Abbracci, carezze, baci, battiti,
Brividi di caldo ghiaccio,
Abbracci incastrati,
In sella alla Senna,
E il mio cuore ti innalza
Più di un Gobbo Trionfo di Ferro.

 

PENSIERI & PAROLE

Il coraggio assume
varie forme.
C'è il coraggio morale,
e poi ne esiste uno
ancora più nobile:
il coraggio di affrontare
il dolore,
di convivere con esso
senza farlo sapere agli altri
e tuttavia trovare gioia
nella vita,
alzarsi ogni mattina
con l'entusiasmo
per la nuova giornata.

                          H.Cosell

 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: cmax26
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
Età: 41
Prov: BA
 

AREA PERSONALE

 

CHI C'È ON LINE

site statistics
 

FACEBOOK

 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

Lupettodolceo_splendidosognochiaracarboni90mummiabiancaSonoTerencediCandycmax26delfina_rosamilionidieurostrega_infuocata
 

LE COSE CHE AMO

1. La Bolognese
2. Sorprendere ed essere sorpresa
3. Le cene romantiche
4. Ballare salsa
5. Viaggiare
6. Dormire abbracciata
7. Sorridere

 

LE COSE CHE ODIO

1. La lasagna
2. La routine
3. La banalità
4. L'arroganza
5. La gente egoista
6. La gente falsa
7. I vanitosi irrecuperabili
8. L'indifferenza
9. La gelosia esagerata

 

ULTIMI COMMENTI

Ho una voglia matta di dolci al cioccolato!!
Inviato da: chiaracarboni90
il 04/07/2011 alle 10:07
 
T'amo, t'amo e poi ancora... t'amo.
Inviato da: Robb
il 17/03/2009 alle 11:39
 
Uff! E sono due oggi!Ok, ok, ok, pagherò la mia sconfitta!...
Inviato da: Anonimo
il 23/01/2009 alle 09:57
 
Ti Amo Tanto Anche Io? Quanti anni ho guadagnato adesso?
Inviato da: Anonimo
il 23/01/2009 alle 09:44
 
Mi hai scoperto, uff!!! :) T.a.t.a.i.! P.S. Dai su...
Inviato da: cmax26
il 23/01/2009 alle 09:15
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 
 

 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.