Ambarabà

Ma lascia andare

Creato da scorpione.scorpione il 08/02/2011

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Gennaio 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 4
 

 

« Noi meccaniciDonne, zoccole e brave ragazze »

Quasi buio, come quasi totale assenza di luce

Post n°37 pubblicato il 16 Maggio 2012 da scorpione.scorpione

E' passato un anno da che ho avuto il mio ultimo incontro al buio.

Non che io abbia in continuazione incontri al buio, ne ho avuti tre, i primi due le avevo sollecitati io, l'ultimo no, una signora, poi rivelatasi una graziosa signora, leggendo il mio vecchio blog ormai cancellato, dove descrivevo uno di questi incontri, con un uso cauto e dolce delle parole, mi ha praticamente chiesto di ripetere l'esperienza con lei.

Ho accettato, sperando in bene ed ho avuto fortuna: è stato un bellissimo pomeriggio.

Anche per lei, che scriveva:

...ho ancora l'odore di noi addosso. quasi quasi non mi lavo e così tutti capiscono che ho passato un pomeriggio a letto con S.
Serse? Sergio? (io preferisco Serse, tanto so che non mi dai soddisfazione!)
Ripenso a quello che ho fatto e non ho il minimo rimorso; mi hai chiesto se mi sentivo puttana, no è stato troppo bello, sei un uomo dolcissimo ti sei preso cura di me in modo così gentile, se non stavo ferma è che quando tu ti riposavi eri dentro di me e al minimo movimento io provavo piacere.

Dovremmo stabilire se io sono stretta per la carenza di sesso o sei tu che  mi riempi tutta; la seconda ipotesi è la più valida anche in bocca non ci stava.

(ci stava, ci stava, oh se ci stava...)

(Ho anche pensato: meglio con me dato che non le accadrà nulla di male, con altri potrebbe cacciarsi nei guai).

Tutti noi abbiamo delle fantasie, la mia fantasia era quella di incontrare una donna della quale non sapevo né il nome né il viso, non dirle nulla di me, né chiederle nulla della sua vita.

Volevo che la comunicazione in quell'incontro fosse solo fisica, anche se non può essere perché il corpo trasmette emozioni e sensazioni.

Volevo che fossimo come gli ultimi due esseri rimasti sulla terra, senza passato né futuro, né memoria né progetto, con una storia limitata a noi due nel buio della stanza, con una conoscenza solo tattile e non visiva, limitata al corpo ed alla voce.

Come se fossimo nati quel pomeriggio in quell'albergo e non avessimo altro futuro che il ricordo.

Non volevo sapere che aveva marito e figli, non mi interessava il suo lavoro né cosa fosse la sua vita.

Volevo fare sesso con la donna fisica, reale, tangibile fra le mie mani e completata dalla mia e dalla sua fantasia.

Lei invece non ha voluto.

Lei voleva conoscere l'uomo e la sua vita.

Però è stato bello.

Allo scadere dell'anno mi piacerebbe incontrarla nuovamente.

Un revival o l'amante da una volta l'anno?

E che fantasia sarà, dato che di lei so più di quanto non vorrei?

So persino il nome.

Lei vorrebbe...

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

angelosavelliofficina_filosofiperpetuapierluigiAquilablu59scorpione.scorpionedykydaffy74sweet_creaturetanksgodisfridayrolling_hearttempestadamore_1967arte1245lumil_0lacky.procinomakavelika
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom