Creato da goblins76 il 23/07/2006

STRISCE BIANCONERE

notizie e commenti sul mondo del calcio e dello sport in generale

 

« Stop...and Go?Juve vs Roma continua... »

Calciopoli 2: regia di Adriano Galliani

Post n°362 pubblicato il 16 Novembre 2010 da goblins76
 

"Ho fatto slittare il turno di campionato così recuperiamo Kaká e Shevchenko: non dormo mica, io...". E' quanto rivela, orgogliosamente, Adriano Galliani all'allora addetto agli arbitri per il Milan, Leonardo Meani, in un'intercettazione dell'aprile 2005.

A riportare intercettazioni bollenti è Tuttosport, quotidiano torinese sempre molto "attivo" nel vigilare sugli strascichi di Calciopoli. Il tutto contriuisce così ad acuire lo scontro tra Juventus e Milan, in atto da sempre, incendiatosi nel 2006 e proseguito (manco a dirlo...) ieri, con il battibecco Marotta-Galliani. Intercettazioni importanti per la difesa, per Luciano Moggi, che vogliono dimostrare la maggiore influenza di Galliani, per quanto riguarda la gestione del calendario.

Davvero pesante, e forse importante ai fini processuali, sentire l’allo­ra presidente di Lega e ad milanista, Galliani, assu­mersi i meriti del rin­vio del turno di campio­nato per la morte di Papa Wojtyla. Il tutto per permettere un migliore recupero dei sudamericani e di Shevchenko, appena tornati dalle Nazionali.

Di seguito, il contenuto delle intercettazioni riportate da Tuttosport.

Il 3 aprile 2005 ore 12.07, Silvano Ramaccioni, Leonardo Meani e Adriano Galliani parlano dello slittamento per la mor­te del Papa.


Meani: "Ciao Silvano ( Ramaccioni, il team manager, ndr) sono Leonar­do. Allora cosa han fatto? Hanno fatto slittare il campionato, allora, praticamente".

Ramaccioni: "Sì, Sì Se vuoi ti pas­so il presidente, te lo passo. E’ sli­ttato".

Galliani: "Leonardo?"

M: "Dottore?"

G. "Allora abbiamo slittato, giochia­mo sabato alle 20.30, anzi alle 18 col Brescia, poi domenica andiamo Siena".

M. "Senza Kakà senza l’altro".

G. "Ma secondo lei io dormo?"

M. "No"

G. "Lei pensa che io dormo, ma por­ca troia. Anche perché quel figlio di puttana di Moggi, le racconto: Mog­gi, che è un figlio di puttana, faccio sentire anche a Costacurta così si carica. Ha pure chiamato Preziosi (e gli ha detto) Adriano l’ha fatto ap­posta così recupera i sudamerica­ni, c’hanno Shevchenko che sta meglio, hanno spostato di una set­timana. Con l’Inter ce l’abbiamo già. Dopo pensiamo a quelli di Torino l’abbiamo già sistemata perché l’ac­coppiata Moggi- Capello è...?"

M. : "E’ micidiale?"

G. : "Come Capello- Sensi, via Ca­pello, Sensi è tornato amico. L’ab­biamo purgato già l’anno scorso ( la Roma di Capello perse lo sprint scudetto col Milan, ndr), lo purghia­mo anche quest’anno ( allenando la Juve, ndr). Fa niente ( ride). Capito Leonardo. E’ pieno di uccelli padu-l­i, se non tiri le corde, non capisco­no?"

M: "Anche se ho visto che nel sor­teggio gli è saltato fuori Collina ( ar­bitrerà Fiorentina- Juve 3- 3 del 10 aprile 2005, ndr): e ciò è positivo".

G. : "Tranquillo, vigilare su tutto".

Dopo Siena-Milan 1-2 (già agli atti), Galliani si lancia in previsioni "da Nostradamus" sul futuro della Can.

Galliani: "Ha parlato con qualcuno dei due ex designatori?"

Meani: "Dio bono, altro che parlato. Non ha visto che in macchina c’era Ancelotti e gli bestemmiavo paro­lacce, e Ancelotti mi fa: ma che co­sa gli dici".

G "A chi?"

M. "A Bergamo e Mazzei, perché Pairetto è in Germania".

G. : "E che dicono questi signori?"

M. : "Si cagano addosso: frasi di cir­costanza? “ chi va a pensare un er­rore del genere da uno così ( Baglio­ni, ndr)”. Con una squadra come il Milan a un minimo dubbio si sta giù con la bandiera, non si va su a van­vera. Questa è gente che non è pre­parata psicologicamente. Cosa vi preoccupate più del Palermo? Ha visto la designazione? Ci mandano persino Puglisi ( amicissimo di Mea­ni, ndr). Adesso, gli ho detto, vieta­to sbagliare e vietato sbagliare dal­l’altra parte ( della Juve, ndr), nel senso contrario però. Questo è un periodo pericolosissimo".

G. : "Lo so, lo so".

M.: "Anche perché lui mi fa: siete an­dati in vantaggio lo stesso? (dopo l’annullamento del gol di Sheva, il Milan segnerà con Crespo l’ 1- 0, ndr). Gli ho detto: comincia a darmi il mio gol. Dottore, ha parlato ieri con Collina ( con cui doveva parlare segretamente per un futuro da desi­gnatore: ricordiamo che allora per la scelta del designatore serviva il placet del presidente di Lega, Gal­liani, ndr)? La cercava".

G. : "No".

M. : "Guardi che la chiamerà".

G. : "Adesso, lo cerco io".

(goal.com)

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

JUVENTUS - LAZIO 2- 1

 

UNA NUOVA ERA

 

 

 

 

Oasis frend

Del Piero punisce

 

 

AREA PERSONALE

 

DEL PIERO STORY

Fattore Krasic

 

 

 

 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 18
 

ULTIME VISITE AL BLOG

francesco.ienzilagreca.valentinosonny15Danydarkjj2Annad26alessandropinatoyakkamattuni72pieroceloriaGiorgio.Bascherinineweletricvindiesel72lucaberardi2000chiccatweetyhimmlischcreacofranco
 
 

LE ROI

 

 

Tributo ad Alex

 

 

 

 

 Del Piero vs Nakamura by Adidas

 

 

Essenzialmente Alex

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CAMPIONI

 

 

 

DIVIN CODINO

immagine

immagine

immagine

immagine

immagine

 

PRIMO GOAL

Eri poco più di un ragazzo quando ti buttarono dentro al tuo primo campo di calcio di serie A.

In quel momento, quando il Trap ti disse:"Dai, scaldati che tocca a te", tu non sapevi che pensare, un groppo in gola, le gambe che tremavano, ma ti facesti coraggio.

Alzarsi dalla panchina e iniziare il riscaldamento, una corsa verso l'ignoto.

Pensasti a tuo padre, a tua madre, al fratello che ti aveva sempre sostenuto, ai tuoi amici più cari ai quali sarebbe venuto un'infarto nel vederti entrare in campo, ma  dopo c'era solo l'ignoto.

Non sapevi a cosa seresti andato in contro dentro quel campo da calcio, eppure il terreno di gioco l'avevi calpestato migliaia di volte, in quel momento ti sembrava fosse la prima volta che ti capitava di giocare...

Pensare a cosa fare, a come doverlo fare, pianificando tutto nei minimi dettagli, e  poi l'arbitro fischiò…toccava a te.

Baggio ti sorrise e  strizzò l'occhio, Moeller ti guardò impassibile, Ravanelli ti battè il 5..:"e adesso?.....cosa ne sarà di me", ti chiedesti?...Dribbling di Julio Cesar, palla a Marocchi che dà subito a Baggio,il quale lancia la palla in profondità, sui tuoi piedi..Goal..si Goal...non sapevi cosa fosse...gioia, emozione...cuore gonfio di sentimenti che passano veloci confusi nella mente e nell'animo che sembra poter volare

 

immagine

 

LA STORIA SIAMO NOI

immagine 

immagine

immagine

 

 

 

 

 

ULTIMI COMMENTI

Juventus is the best team ever.I want Italy to be next...
Inviato da: Juveman
il 16/11/2017 alle 15:37
 
non credo che la juventus intenda invesire su un campionato...
Inviato da: goblins
il 07/12/2010 alle 20:44
 
LA JUVE COMPRERà CASSANO ??? ...
Inviato da: 1carinodolce
il 30/11/2010 alle 13:40
 
"l'unico vero investi­mento economico della...
Inviato da: hopper
il 19/08/2010 alle 19:38
 
Queste intercettazioni si commentano da sole... che altro...
Inviato da: goblins76
il 02/04/2010 alle 21:44