Creato da ditantestelle il 31/05/2010

r i s o n a n z e

.

 

 

Scatti

Post n°143 pubblicato il 19 Maggio 2019 da ditantestelle

 

 

 

 

 

 

 

Il Giro rosa è iniziato. E non è più quello di un tempo, non è nemmeno più quello tuo, quello dove c’erano giorni passati a costruire, a realizzare, a progettare, ancora e a riprendere da dove la Vita ti sgualciva.

Tu che insistevi, che a provarci, pensavi, ci riescono tutti. Manchi ancora .. e ogni volta fa male. Vittima di un sistema, d’una sfida in un mondo che non aspetta nulla e nessuno. Nulla è nessuno, Pirata, nemmeno tu che sei riuscito ad esplodere leggero nei cuori non smettendo di soffrire per la fine. Tra i raggi a correre col potere e l’ansito raccolto di un amore che meritavi. E moltiplichi, lo ardi il tuo talento, veloce in solitaria, colla pioggia e il vento a sbatterti.

Quella è passione, non calcolo, altro è il cinismo di chi non ce l’ha fatta. Le tue rose rosse appassirono in Febbraio, in quel giorno tanto strano per morire. 

.. .

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Hermosa

Post n°142 pubblicato il 18 Maggio 2019 da ditantestelle

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Rovi

Post n°141 pubblicato il 16 Maggio 2019 da ditantestelle

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Scadiamo.

E non è questione di tempo, ma di ridicolo.

 

 

 

 



 
 
 

Stargate

Post n°140 pubblicato il 14 Maggio 2019 da ditantestelle

 

 

 

 

 

 

 

Come prima più di prima. No. Ché ogni tanto un briciolo d'autocritica non ci starebbe male. I predicatori. I ricreativi. Quelli che con perfetta assoluta tranquillità, si son stabiliti al di sopra delle parti. Quelli del prima che si sono stabiliti nel dopo. Quelli che hanno continuato a prosperare nelle camere, nelle anticamere, nei salotti. Ma anche tra i teatri, tra le cattedre, nelle redazioni, negli uffici ... quelli che si permettono di fare autocritica ai pochi che nel corso degli anni, hanno cercato di osservare e conservare un atteggiamento vigilante e critico, prudente nel confronto di tutti i Poteri Mondiali.

 

Quante teste son cadute nel frattempo. Quante davvero. In questa epoca dove le responsabilità si vanno a far benedire e in una società dove si è andata via via, degenerando e le sue istituzioni, corrompendo. Dove è stata, nel frattempo tutta quella che s'è professata 'gente di cultura'? Niente, li rivedi dopo un po' di tempo tutti vergini e puri per definizione, anzi, per autoinvestitura, a ricavare spazi dentro nuove combinazioni.

 

I reincarnati. Quelli, che vivono nel e del vuoto di cui si sconta di non averlo voluto riempire al momento giusto per quieto vivere o per interesse. E non parlo solo del nostro bel territorio italico. Gli stessi 'so.tutto.io' li trovi ovunque a continuare, predicare, amministrare. I registi, i cantanti a cantar canzoni, che proprio per questo, non possono essere mai nuove. Un concerto di per sè non stonato, tanto il fondo melodico è ben noto a tutti: strenui conformismi cammuffati da reticenti individualismi.  

 

Come prima più di prima? .. no. Si ha troppo bisogno - e come non mai - di una lucidità, di una leale riflessione, di un progetto a largo raggio pla.ne.ta.rio. Cosa vuoi proporre, altri errori del passato? Avete poche cartucce a disposizione? Beh, fatevele bastare. E proprio in un momento dove c'è chi ne sente ancor più il bisogno.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
 
 

Cardini

Post n°139 pubblicato il 07 Maggio 2019 da ditantestelle

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

..

Chissà fino a che numero sono arrivati a contare

tutti quelli a cui hai detto: "contaci"

 

 

 

.. .

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 
 
 
Successivi »