Creato da: pettiross il 12/03/2006
tutto cio che mi incuriosisce

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Agosto 2023 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30 31      
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 12
 

Ultime visite al Blog

pettirossnoctis_imagorenzom2008cassetta2s61porrowhiskynsodaunuomoirrequieto.rmsenzarimpianti59manodipietrasolerosso_52occhineri_970marabertowPrincipessa_LellaTorxOriginaleOgniGiornoRingrazio
 

Chi può scrivere sul blog

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi e commenti in questo Blog.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

Messaggi di Agosto 2023

 

.........

Post n°2363 pubblicato il 29 Agosto 2023 da pettiross

Soffia forte il maestrale, il mare è agitato , il vento soffia e fischia come se fosse la fine del mondo. E' stata un estate molto calda, come lo scorso anno del resto, solo che quella attuale sembra sempre più calda. ho appena finito di leggere un bel libro di Paolo Rumiz( E' oriente) Mi ci sono ritrovata in tante sue osservazione, un viaggio molto interessante. Ora sto leggendo un vecchio libro di Pier Vittorio Tondelli ( Altri libertini), un libro tosto, che parla di droga e di vite ai margini. Fatico a leggerlo perchè mi riesce difficile oggi sopportare la violenza , la devastazione che l'eroina, ma tutte le droghe pesanti generano. Negli anni 70 ero un adolescente e la droga iniziava a mietere le sue giovani vittime. Mi ha sempre fatto paura, lavorando nella farmacia di Torvaianica, li vedevo arrivare a comprare siringhe e acqua distillata, o quando erano in rota a cercare di farsi dare il Roipnol dal farmacista, ad un certo punto lo togliemmo dal suo posto e lo chiudemmo in un armadietto dove si teneva anche la morfina.Ma a dire il vero la violenza non mi è mai piaciuta, ne l'arroganza, e oggi ne vedo più che nel mio tempo della gioventù. I giorni scorrono, e per fortuna questo posto si sta liberando dai vacanzieri chiassosi e zozzoni, torna la pace. Posso ascoltare il mare, il vento, i silenzi . Spero di andarmene da qui, e non sarà facile, ci sono capitata per uscire da un matrimonio difficile, ho comprato una tana che non sarà facile rivendere, ma la speranza è di andare via.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

Poesia

Post n°2362 pubblicato il 08 Agosto 2023 da pettiross

     Dal fondo, la poesia dei marginali

 

 Passeranno

questi giorni di traverso.

L'alleato è solo un foglio bianco

e sogni  nel letto rosso

onde sottili.

davanti a un tavolo di magnolia

chiedere al mio silenzio

come rompere il meccanismo.

Lo sguardo è lontano.

Antica, vicina,quasi

nuovo, trasparente moneta.

Mai una pietra di luna.

Notti e giorni. Forse.

L'incantesimo delle lucertole:

è il tempo giusto.

Questo lo dice lo stregone:

le streghe 

sue sorelle tacciono.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963