Creato da don_backy il 19/01/2006
PIACERE DI STARE INSIEME, DISCUSSIONI, CONSIGLI, PARERI, INIZIATIVE, Per poter partecipare attivamente alla vita artistica di Don Backy. Varie ed eventuali.

Area personale

 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 2
 

Ultime visite al Blog

roberto.rapAmico_53robertosuperchielio231947cpg59infosatinfosatalessandro_rocasaralei1sergio21253ferrucciogualdistefano0579stefania_dragogiusepppiraCinciallegra7regina56
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

CANZONE

Nel più bel sogno, ci sei solamente tu sei come un'ombra che non tornerà mai più tristi sono le rondini nel cielo mentre ...

 

 

« LE TRE VERITA'

NEWS

Post n°3 pubblicato il 27 Gennaio 2006 da don_backy

LA MUSICA IN TRIBUNALE

Tg2 Dossier Storie 

sabato 25 febbraio, ore 23.50   

Ciao Michele. Ho seguito la trasmissione TG2 dossier, di questa notte, sabato 25 Feb. 06 e devo dirti subito che - per quanto riguarda la mia partecipazione alla stessa - sono rimasto davvero annichilito. E ti dirò perchè. Tu sai che sono un tipo franco e dico sempre quel che penso, specie se considero persone serie (quale tu sei) i miei interlocutori. Dunque:
1) Mi hai fatto un'intervista sottoponendomi diverse domande, le cui risposte sono state tagliate, rendendo così la stessa, incompleta (so che il tempo in Tv è tiranno, ma l'argomento è talmente serio e delicato, che avresti dovuto dirmi di questa possibilità).
2) Hai dato - giustamente - la replica anche a Detto Mariano, il quale ha sbandierato addirittura 2 sentenze per dire che quanto affermo non risponde a verità.
3) Visto che lo hai fatto parlare per secondo, avrei - quanto meno - avuto il diritto di controreplicare. In questo caso, avrei potuto dire che le sentenze - per quanto siano da rispettare - non contengono sempre la verità VERA, che può essere comprovata solo analizzando TUTTE le prove sulla effettiva paternità delle canzoni, e non stabilendola semplicemente rifacendosi al documento ufficiale (bollettino Siae depositato), come hanno fatto i giudici nel mio caso. A parte il fatto che siamo in attesa della decisione sul mio ricorso in Cassazione, dal momento che in entrambi i gradi di giudizio fin qui discussi, non mi sono state concesse le determinanti prove testimoniali (grazie alle quali non avrebbe scampo). Se la Cassazione riterrà di dovermele concedere - dal momento che sono intervenuti nuovi documenti cartacei (vedi nuovi bollettini di dichiarazione, come dirò più avanti), solo allora sapremo come finirà questa causa (che col suo modo di fare, sembra aver già vinto). So che nel giudizio civile è quasi impossibile contestare un documento, con le sole prove testimoniali (ora però ci sono nuovi bollettini), ma io sono un don Chisciotte da sempre e lottare contro i mulini a vento per ottenere giustizia, non mi spaventa, nè lo ritengo inutile (per me stesso e la mia dignità di persona). Avrei quindi chiesto all'esimio maestro, per quale motivo egli 15 anni fa, mi ha concesso di firmare nuovi bollettini di dichiarazione, alla Siae (questi i nuovi documenti) e di entrare così a far parte - quale coautore - di tutti quei successi, se davvero li ha scritti lui. E se invece li ha scritti insieme a me, come mai precedentemente non portavano la mia firma? (per fortuna - in studio - l'avv. Assumma, ha riconosciuto della truffa che veniva perpetrata nei confronti dei non iscritti). Gli avrei chiesto - al Detto Mariano - di spiegarmi l'assegno (di cui ho fotocopia, allegata agli atti), da lui compilato a mio nome - contenente la stessa cifra dei diritti d'autore, sbloccati dalla Siae per Casa Bianca. Una mezza scivolata su una buccia di banana freudiana (quasi a mettere le mani avanti), l'ha avuta quando ha dichiarato che l'arrangiatore porta un "robusto contributo" alla canzone, pertanto deve essere riconosciuto quale "socio" coautore della stessa, al pari di chi ha creato la melodia (per fortuna che Gino Paoli, ha ribadito l'esatto parere contrario). Significa quindi che la melodia la scrivevo io e lui portava solo un "robusto contributo" con l'arrangiamento? Qui gli avrei chiesto come mai allora non ha firmato anche i brani di Battisti - dal momento che per un periodo glieli ha arrangiati lui - come faceva con me? Non era - anche in quel caso - chiaro il suo "robusto contributo" attraverso gli arrangiamenti? E meno male che il "robusto contributo" non lo porta anche all'Aida o alla Butterfly, altrimenti pretenderebbe di diventare coautore con Verdi e Puccini (ma diamo tempo al tempo.....). E tante altre cose gli avrei chiesto. Invece ho visto che hai tagliato anche la mia versione dei fatti sul brano "Don't play that song" ("Tu vedrai" - seguito di "Pregherò", delle quali sono l'autore), per lasciare la sua testimonianza, che ha saputo ben mascherare dietro una mezza verità (per non passare da quello che è), sostenendo che "Stand by me", contava due versioni con autori diversi (il che è vero) e che fu questo il motivo per il quale se ne appropriarono (lui e Gianco), credendola di dominio pubblico. Gli avrei chiesto di dirmi - allora - quante versioni c'erano e quanti autori erano riportati sotto le stesse, nel brano "Don't play that song"? E per quale motivo se ne appropriarono lo stesso? (sempre lui e Gianco). Per quale motivo - pur essendo io l'autore del brano "Tu vedrai" - non ho mai percepito diritti? Ecco perchè non sono contento caro Michele. Certamente involontariamente, ma mi hai messo in condizione di scoprire il fianco, in modo che lui potesse cacciarci una spada apparentemente vera. Perderò - forse - definitivamente la causa con quel signore, a onta anche delle testimonianze (mai rese purtroppo, perchè non ammesse fino a ora), di integerrimi funzionari Siae (dott. Proja e rag. Fiocco, presso i quali ci recammo una mattina di 15 anni fa, per trovare una soluzione (che lui non accettò), affinchè potesse restituirmi le canzoni (che gli richiedevo già dal 1974 - come testimoniano le mie lettere - anno in cui la Siae concesse anche ai "melodisti" di riscuotere l'intera percentuale). Nonchè quelle di quasi tutti i componenti del Clan, rese attraverso lettere autografe a suffragio della MIA paternità su quelle canzoni). Eh sì - caro Michele - sono delusissimo. Mi servirà da lezione. La prossima volta starò più attento a concedere interviste che trattino argomenti così delicati, sulle quali - successivamente - si possono apportare "tagli" e creare "montaggi", che ne inficino la validità (in buona fede, spero).
Con la franchezza che mi contraddistingue - usata per difendere i miei diritti - per la quale mi si è creata intorno la fama di "polemico". Cordialmente. Don Backy. 
 
 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Commenti al Post:
aristofanes
aristofanes il 27/01/06 alle 12:27 via WEB
Ciao Don. Mi sono iscritto stamattina dopo la lettera che ti ho mandato ieri (e alla quale mi hai gentilmente subito risposto). Io non ho visto la trasmissione ma ho letto a proposito della polemica su Sanremo e la ventilata partecipazione. Secondo me il problema è uno solo. Sanremo non rappresenta il "gusto" musicale degli italiani bensì il gusto e l'interesse privato dei discografici. E' un vero peccato, soprattutto considerando il fatto che se il mercato dei dischi è andato a scatafascio la colpa è soltanto dei discografici e delle loro scelte sbagliata. Ricordo, nel periodo intorno alla fine degli anni ottanta, che i negozi di dischi erano pieni di gente. Poi hanno mandato in pensione il vinile preferendogli il CD e i negozi si sono svuotati. Io ho ascoltato le tue cose, più e meno recenti, e ultimamente hai fatto un disco decisamente buono nel quale si ritrovano melodie accattivanti e parole intelligenti. Non è poco... Penso che si dovrebbe trovare il modo di togliere a questa gente, in primis agli incompetenti che stanno mandando a casa gli operai dell'industria discografica, il potere decisionale che sempre conserva nonostante tutto... Ma penso anche che questa gente non dovrebbe essere sostituita da Tony Renis, bensì da qualcuno che ben conosca il gusto degli italiani a cui piace la musica e che non ritenga soltanto di buttare sul palco il DJ Francesco e l'esponente dell'ultima tendenza...
(Rispondi)
 
friend2dgl
friend2dgl il 27/01/06 alle 16:33 via WEB
Ciao Don e ciao Aristofane.... Purtroppo son convinto che gli italiani non abbiano un vero e proprio gusto musicale personale.La massa ascolta in maniera spugnosa tutto lo schifo che le viene proposto.Se io un anno fa proponevo ad amici di ascoltare swing mi avrebbero deriso,dopo esser stati bombardati dai media con Michael Boublè invece ora tutti ascoltano swing.Mi è capitato di far ascoltare musica non ancora in classifica ed è passata innosservata per poi dopo un bel bombardamento via radio e via tv,sentirmi chiedere se avevo quella canzone e pensare che l'avevano a casa loro per una settimana.Potere dei media e atteggiamento da pecoroni dell'essere umano.Un saluto affettuoso a tutti.
(Rispondi)
aristofanes
aristofanes il 27/01/06 alle 21:58 via WEB
Ogni epoca ha avuto i suoi idoli musicali. Negli anni sessanta c'è stato il momento d'oro di Don Backy. Il decennio successivo sono venuti di moda Drupi e il "Daniel Sentacruz Ensemble". Oggi è il momento del DJ Francesco e dei "Flaminio Maphia", oppure di Michael Bublè e del revival dello swing, che sembrano maggiormente rispondere alle esigenze del pubblico. Però se noi stiamo qui a scrivere nel blog di Don Backy questo deve pur significare qualcosa e cioè che Don Backy ha lasciato, grazie alla sua presenza e alle sue creazioni, un segno che va al di là delle epoche e dei gusti del momento. Questo è un fatto del quale secondo me, quando si tratta di elaborare la lista dei cantanti che partecipano a un festival, bisogna pur tenere conto. Ciò detto naturalmente emergono altre considerazioni. Chi crea l'attuale interesse per Michael Bublè? Sicuramente un discografico, uno che magari dispone anche delle edizioni degli "standard" eseguiti dallo stesso Bublè. Auguro a questo cantante di rimanere sulla cresta dell'onda per tutta la vita, ma ho seri dubbi che il prossimo discografico glielo faccia fare... Intorno alla metà degli anni ottanta, lo ricorderete senz'altro, abbiamo potuto assistere alla "resistibile" ascesa di Mango. Il quale, mediante i buoni uffici dei propri discografici, ha partecipato a tutti i festival del mondo nel tentativo d'imporre uno stile canoro e compositivo indubbiamente non facile nè di immediato riscontro commerciale. Ebbene io credo che se Mango non avesse beneficiato di passaggi festivalieri e favori dei discografici a quest'ora il nostro se ne starebbe a Lagonegro provincia di Potenza a fare un altro mestiere. Insomma, voglio dire, se tu sei un cantautore e vuoi avere successo forse non ti basta il fatto di aver scritto "L'immensità" o "Casa bianca" o qualche altro capolavoro assoluto ma ti serve qualcos'altro. Sono i discografici i veri responsabili. Ed è colpa loro se i dischi non si vendono e non c'è interesse intorno alla musica...
(Rispondi)
 
friend2dgl
friend2dgl il 29/01/06 alle 16:20 via WEB
Praticamente dici ciò che ho affermato io.I discografici decidono cosa la gente deve ascoltare e cosa al popolo deve "piacere".Noi siamo la piccola conferma che qualcuno ragiona ancora con la propria testa e ricerca ciò che piace davvero e non si fa impippare la testa con mode e cantanti che non valgono nulla.Qualitativamente la musica italiana è andata sempre più giu!Ci rendiamo conto dei vari:"jovannotti,dj francesco e cantanti rap"come si fa a chiamar cantante uno che fa rap?
(Rispondi)
aristofanes
aristofanes il 29/01/06 alle 23:07 via WEB
E si potrebbero fare una quantità di esempi. Non so se hai notato che a Sanremo, nella categoria dei "big", c'infilano sempre qualcuno che non si sa bene come abbia potuto meritare quella categoria. Così a memoria, a parte Mango (che quando fece il "big" a Sanremo l'unica cosa di un certo rilievo che aveva fatto era partecipare al festival dell'anno prima e risultare nell'occasione eliminato), mi si affacciano nella memoria personaggi come Nino Buonocore, Mariella Nava, i Cattivi Pensieri, Sergio Cammariere... Insomma un casino di gente contrabbandata per "cantante famoso" quando in realtà non aveva i titoli per esserlo (almeno al momento della partecipazione e forse anche successivamente). Lo stesso Vasco Rossi di "Vita spericolata" non si sapeva, il giorno prima del festival, se doveva fare il "big" o il giovane... La verità è che non c'è rispetto per il pubblico, che viene trattato il più delle volte come gregge di pecore. A questo pubblico viene intanto ammannita una distinzione fra cantanti che ormai non ha più ragion d'essere, considerando che le vendite sono per tutti ormai vicine allo zero (masterizzare e acquistare CD "tarocchi" sono senz'altro comportamenti esecrabili, perchè fraudolenti, eppure ormai entrati in maniera prepotente negli usi e costumi dell'italiano medio). Perchè, con molta onestà, non ci si chiede il motivo? Anni fa ero buon lettore di "Musica & Dischi", le cui pagine intorno al 1994/95 furono teatro di una polemica fra il direttore della rivista stessa e un discografico della "BMG Ariola". Il quale ultimo era stato messo lì per realizzare piani elaborati da altri, che nulla avevano a che fare con il popolo italiano e che anch'egli probabilmente sapeva destinati al fallimento. Con il risultato che i dischi, che magari non si vendevano neanche prima del '94, dopo quella data non è che ne abbiano venduti granchè. Ricordo, era il periodo tra la fine degli anni settanta e l'inizio degli ottanta, che il lunedì successivo alla settimana del festival mi recavo presso il più vicino negozio di dischi e acquistavo una decina di singoletti. Adesso non esiste più neanche il prodotto da acquistare. Probabilmente alla "BMG Ariola", se ancora avessero veramente voluto vendere qualche disco, serviva più un sociologo che non un discografico...
(Rispondi)
friend2dgl
friend2dgl il 30/01/06 alle 17:25 via WEB
Aristofanes.....sono pienamente daccordo con te.Non c'è rispetto per il pubblico.Daltronde se le voci son vere le classifiche e le hit parade non si fanno tanto per dischi venduti ma per copie stampate.Praticamente se io ho abbastanza soldi per stampare 10 milioni di copie e non ne vendo manco una,sarò ugualmente in hit parade.
(Rispondi)
aristofanes
aristofanes il 30/01/06 alle 18:46 via WEB
Caro Friend, questo che dici è anche il motivo per cui i dischi di cantanti sulla cresta dell'onda tipo Antonacci o Nek sono consuetudinariamente in cima alle classifiche. Poi il negoziante deve fare i conti con l'invenduto e, per rientrare un pò nelle spese, tenta di piazzare le copie rimaste in magazzino a un prezzo molto ridotto rispetto a quello d'origine. Però Nek è un "big"...
(Rispondi)
carmelofd
carmelofd il 23/02/06 alle 18:14 via WEB
E perche Cocciante non ha copiato il titolo di Don backy " Poesia" ? Salve ragazzi ho visto che Don ha dato un taglio ai vecchi messaggi, mi sono perso gli ultimi inerventi, peccato. Dai si ricomincia, aspettiamo sabato per sfogarci e dire le nostre opinioni su ciò che si discuterà, poi abbiamo il 2 marzo il nostro Don dal sig Costanzo al mattino e che dire? Mettiamoci a lavoro che ne abbiamo tanto in questo 10 giorni a venire. Io già fremo da ciò che sentirò e da ciò che farò con le email da mandare a chi di dovere, io devo farli scoppiare, Don deve tornare grande perche lo è. Ciao a tutti.
(Rispondi)
fanstudio
fanstudio il 28/02/06 alle 14:08 via WEB
Desidero esprimere, anche in questo caso, la mia totale solidarietà con il nostro grande Don. Quando sabato sera ho sentito quel tale affermare che Don Backy dice il falso, ero sicura che dopo ci sarebbe stata una replica da parte del nostro Artista. Non è stato così e mi stupisce il fatto che il responsabile del servizio non si sia reso conto di quanto questo svolgimento fosse ingiusto. E’ veramente incredibile constatare che la falsità, già artefice di molti danni nei confronti di Don, sia stata usata contro di lui in modo simmetrico, nel senso che dopo averla subita, viene anche indicato come una persona che dice il falso. Chi crede nella giustizia, seguita a chiederla anche quando la bilancia pende dalla parte opposta, perciò spero che Don possa avere la possibilità di dimostrare pubblicamente che dice il vero. Questa possibilità, secondo me, dovrebbe essere fornita da chi ha permesso che il delicatissimo argomento trattato si concludesse con la frase “ Don Backy dice il falso”. Mi scuso per la fretta. Un caro saluto a tutti. Renata
(Rispondi)
angela1954
angela1954 il 01/07/06 alle 16:26 via WEB
Ciao Don passavo di qua ......... non è vero sono entrata per mandarti un grande saluto e tutta la mia simpatia angela
(Rispondi)
raf570
raf570 il 19/08/06 alle 21:10 via WEB
(Rispondi)
cumpagn
cumpagn il 26/11/06 alle 11:14 via WEB
Ciao scrivo da Mantova, città legata a Don Backy... Don riformate i Fuggiaschi!!!!!!!!!!!!
(Rispondi)
fantasy.65
fantasy.65 il 29/10/07 alle 00:24 via WEB
... solo un saluto ... è un pò tardino per fare commenti ...
(Rispondi)
zivagoff
zivagoff il 20/03/09 alle 11:16 via WEB
Ciao.....nn sono passato sul nuovo..quando posso butto un occhio qui..lo faccio con piacere...saluti a tutti e grazie Adriana...Sù Adele, vedila di gonfiarla quella ruota, basta armarsi di buoni propositi e sano e incosciente ottimismo...ciao a tutti. F.
(Rispondi)
zivagoff
zivagoff il 24/03/09 alle 10:23 via WEB
Ciao Joseph, bentrovato...il fatto è che di là tanti di noi nn riescono più ad entrare ( anche qui cmq. cominciano ad esserci problemi)..Tutto bene??? Cosa si fa di là? Ricordo che all'apertura del nuovo blog c'erano tanti "nuovi" e tutti entusiasti, è ancora così??? Rammento che qualcuno aveva avanzato delle iniziative, stanno andando avanti?? Su dai..mettici al corrente..Aspettiamo tue notizie. ciao a tutti.
(Rispondi)
toorresa
toorresa il 25/03/09 alle 03:44 via WEB
pneumonocele, pied, soma online danaite, debouchement, levitra vardenafil viscidosis, evanescent, buy levitra with no prescription dermobranchiate, microvesicle, levitra 20mg sciurine, intrameningeal, best levitra prices voluntaryism, fundic, buy cialis online pylethrombosis, enneagon, levitra online subinfection, halobacteriaceae, levitra without prescriptions excitosecretory, impervious, generic levitra online holster, spicule, drug impotence levitra microsaccades, hyperthyroidism, levitra mg basialis, acid, canadian levitra pharmacy leukosialin, tympanometry, purchase generic cialis pills online flaccid, ecotaxis, levitra online eremophilia, monocarp, cheap levitra
(Rispondi)
autoretesti
autoretesti il 08/07/09 alle 10:02 via WEB
Passo per augurarti una felice giornata.
(Rispondi)
Amico_53
Amico_53 il 19/07/09 alle 21:43 via WEB
E' tanto che non passavo di qui-sapete cosa bisogna fare per entrare nel nuovo blog di Don?-un saluto affettuoso a tutti.
(Rispondi)
regina56
regina56 il 21/07/09 alle 00:04 via WEB
http://www.donbacky.info/?p=25 oppure vai su Google - blog don backy - Cari amici. Ciao, Amico 53.
(Rispondi)
Amico_53
Amico_53 il 25/07/09 alle 11:50 via WEB
Ciao regina 56 - il problema è un altro - entro nel blog ma sotto la scritta Cari Amici trovo una schermata nera - sai come fare? - è bello risentirti, ciao a tutti.
(Rispondi)
regina56
regina56 il 25/07/09 alle 19:48 via WEB
Carissimo Amico53, scusami; in effetti avrei dovuto ricordare che a febbraio alcuni di noi avevano avuto il tuo stesso problema. Dopo qualche tempo, Paolo ha mandato il post che ti allego di seguito: sicuramente anche tu riuscirai a risolvere il problema: -"A me è bastato fare gli aggiornamenti di Windows XP(Service Pack 3), con il cambio da Internet Explorer 6 a Internet Explorer 7. Scrivo questo in quanto potrebbe essere un’indicazione valida anche per coloro che non riescono a visualizzare la pagina."- Spero di esserti stata utile e sopratutto spero di leggerti sul nuovo blog. In ogni caso, fammi sapere. A prestissimo. Adele.
(Rispondi)
zivagoff
zivagoff il 07/09/09 alle 22:37 via WEB
Vedo che c’è bella sintonia tra voi due…persino i concerti riuscite a scambiarvi…. se nn è complicità questa…Ma ditemi , avrete avuto occasione di incontrarvi anche di persona o no..? Adri che dire..bello, bello davvero il tuo video, in pratica è un racconto per immagini, peraltro di un luogo suggestivo… Quasi si percepesce, man mano che le immagini scorrono, l’attesa di quel che sarà…A proposito di concerti, sì è vero che Don propone( almeno nelle piazze) quei 10/11 pezzi più conosciuti ( dagli altri), ma ricordo che in occasione di un concerto a Potenza , erano i primissimi anni ’90 e da poco era uscito l’album “FINALMENTE” , ebbene, in quella occasione interpretò almeno 3-4 pezzi di questo album..fra questi , una che io amo particolarmente: ALI. Canzone che, anche grazie a quel “genio” di Pippa- Baudo, non ebbe l’onore, la fortuna e il palcoscenico che meritava…non fu infatti ammessa a S.Remo..Però come contraltare, ricordo ancora come se fosse oggi, la bella recensione che fece dell’album e segnatamente di questo testo, sottolineando più di qualche verso il (non solo) simpatico Mollica sul TG1…..Qualcuno di voi lo ricorda quel servizio?? E visto che ci sono...perchè nè tu Adriana, nè Anna mai avete pensato di farci un video?? Un saluto care "pettegole"..e nò che nn lo siete....ps. credo che tra nn molto potrò essere anche io di là..
(Rispondi)
Gli Ospiti sono gli utenti non iscritti alla Community di Libero.