Creato da tanksgodisfriday il 26/03/2006
Cose varie al PC, sul Web e nella mente. Puoi scrivermi a: tanksgodisfriday@libero.it
 

 

« Strumenti di Office sul ...È infedele? te lo dice S... »

Cloudready: un assaggio di Chromebook su un vecchio pc

Post n°1821 pubblicato il 06 Marzo 2016 da tanksgodisfriday
 
Foto di tanksgodisfriday

Un paio di settimane fa mi sono accorto del fenomeno Cloudready: come assaggiare l’experience Chromebook su un vecchio pc. 
Il software di Cloudready consente infatti di trasformare un vecchio pc in un Chromium OS, molto simile a un Google Chromebook
Il software viene proposto in tre versioni: quella free (che ho scaricato io), la versione per Educators, e quella per Enterprise, presentata ancora come coming soon. La versione per Educators prevede una console da cui l’insegnante può gestire i “Chromebook” della classe.

Rubando un paio d’ore a una serata, si scarica su chiavetta il sistema operativo open source Chromium OS e lo si installa su un pc, va bene anche se vecchio, ma non troppo. Istruzioni complete in inglese qui. In italiano si trovano diversi articoli sul web, come ad esempio questo
Per provare Cloudready ho utilizzato il mio Acer Aspire One D260, uscito intorno al 2011, con memoria portata da 1 GB a 2 GB. Non era nella lista dei pc compatibili, ma non ho avuto problemi.


Valutazione? 
Non è un Chromebook. Il browser, ad esempio è il Chromium e non il Chrome, e di un paio di release più vecchio dell’attuale release. 
La differenza reale la fa ovviamente l’hw, specialmente se si recupera un pc deboluccio come ho fatto io: la cpu è praticamente sempre al 100% e la navigazione internet non è fluidissima (es. Youtube). 
Non parliamo poi della velocità delle app, come ad esempio Fogli (equivalente di excel). 
Sullo stesso hw, per fare un confronto, si comporta molto meglio XUbuntu; però la schermata Chromebook fa più figo.

Volendo spendere una cinquantina di euro, si potrebbe provare a sostituire il disco con un SSD. La voglia mi è venuta, ma me la sono anche fatta passare con relativa facilità.

Qualche complicazione si ha se si desidera conservare il sistema operativo presente sul pc, installandogli accanto Chromeready. Dovrebbe essere possibile con Windows (ma l’ho rimosso da entrambi i miei pc personali), non con la famiglia Ubuntu. 
Sull'altro mio netbook, un LG X110, ho provato a installare Cloudready, affiancandogli poi Xubuntu; qualcosa non è andato alla perfezione, però, visto che nel boot di Cloudready vedo schermate che dovrebbero essere nascoste.


Conclusione: 
Se vi avanza un pc, vecchio, ma che non sia troppo povero di CPU, e abbia almeno un paio di giga di memoria, si può provare. Direi però che Ubuntu / Xubuntu sono ancora la scelta giusta per recuperare vecchi pc. 
Se invece l’avventura Chromeready dovesse decollare, senza spegnersi nel giro di qualche anno, potrebbe addirittura essere il modo giusto per avere l’experience Chromebook a fianco di quella Windows, sul laptop di lavoro. 
Si vedrà.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

Area personale

 

Ultimi commenti

Translate!

 

Ultime visite al Blog

due.pigiannigarzottotanksgodisfridaycatone6565sparusolalilith_0404pavpaoCinziaBlackgorefedemauri1970insiemeartescienzaluciana_amatofarfixanatol1965nenamorena08rosylom82Sarida
 
 

networkedblogs.com