Riprendo a scrivere

Post n°70 pubblicato il 10 Gennaio 2007 da Piero_Caravaggio
 
Tag: Annunci


Dopo una lunga assenza riprendo a scrivere.
A presto.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Nostalgie perdute

Post n°69 pubblicato il 24 Novembre 2006 da Piero_Caravaggio
 

immagine

Riprendo in mano la penna, la intingo lentamente nel calamaio della mia mente. Quando provo a scrivere qualcosa, dalla penna non viene fuori nulla. Forse il calamaio è vuoto, o forse l'inchiostro si è volatilizzato, fatto sta che dalla penna non esce alcunché. Non saprei dire cosa è accaduto. So solo che ho fatto "tabula rasa" di ciò che sapevo, di ciò che credevo, di ciò che ero.
Un vecchio disco di Alberto Rabbagliati canta un "silenzioso slow"... all'improvviso un ricordo raffiora, in modo lieve e discreto, quasi in sottofondo, lo annuso come un segugio, senza dare nell'occhio. Arrossisco. Non capisco il motivo di tanto stupore. Cerco di indagare, di ricordare, ma è tutto inutile... Non riesco a percepire chi c'è dietro il sipario del ricordo.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Angolazioni visuali

Post n°68 pubblicato il 19 Novembre 2006 da Piero_Caravaggio

immagineNei giorni successivi rimasi a casa. Non volli vedere nessuno, eccezion fatta per mia madre. Del resto non poteva essere altrimenti, visto che, a parte l'infermiera, non si fidava di alcuno. La Signora Marta era sparita per un pò dalla circolazione e io non potei fare a meno di tirare un altro sospiro di sollievo. La sua presenza per me era diventata oltremodo ingombrante. Provavo un senso di profonda ripulsa allorquando la vedevo. Eppure dovevo essermi abituato alla sua presenza, visto che era un'amica di vecchia data. Probabilmente, gli ultimi sviluppi della nostra vicenda, mi avevano talmente "toccato" che alla supina sopportazione era subentrato un deciso rifiuto. Avevo appena fissato questi pensieri, quando, ad un tratto, sentii squillare il telefono. Rimasi immobile e, subito dopo, non sapendo che fare, mi sdraiai sul letto in attesa che il telefono smettesse di squillare. Così avvertito mi diedi a fissare lo sguardo su una piccola fotografia che era sul comodino accanto al letto. La foto in questione era un vecchio ritratto di famiglia. Man mano che la osservavo incominciai a deformare le immagini ivi rappresentate, come se una lente ne portasse fuori fuoco la definizione. Chissà se è possibile cambiare la realtà con l'ausilio di diverse lenti?

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Ritirata

Post n°67 pubblicato il 06 Ottobre 2006 da Piero_Caravaggio

immagine

Dopo alcuni tentativi andati a vuoto, la Sig.ra Marta realizzò che era inutile continuare in quella direzione. Tuttavia, da perfetta arpia scioperata qual era, non aveva affatto rinunciato a me; non si dava per vinta molto facilmente. La sua non era una sconfitta - pensava - ma la conseguenza del mio essere "malato" (credeva). Prima di uscire mi assicurai che la Signora Marta se ne fosse andata realmente. Il rumore della porta mi diede il primo avviso. Aspettai ancora un poco, quando, ad un tratto, vidi il suo corpulento ondeggiare farsi avanti giù per il cortile. Poi chiuse il cancello alle sue spalle e attraversò la strada. Tirai un sospiro di sollievo e uscii finalmente dal bagno.
Il sollievo durò molto poco perchè, conoscendola, sapevo che la cosa non sarebbe finita così. Marta era una donna molto superba, abituata ad essere riverita e, una cosa del genere, non l'avrebbe certo resa docile. Tutt'altro! La divertiva l'idea di possedere cose e persone a suo piacimento. Provava piacere a intrufolarsi nella vita altrui. E provava ancor più piacere quando riusciva nei suoi proponimenti. Quando una cosa del genere accadeva, allora rideva clamorosamente, in modo del tutto inaspettato, tanto che, se era insieme a qualcuno, doveva poi giustificare con qualche clamorosa bugia, il suo improvvispo scatto d'ilarità.

Ricordo che una volta, quando ero adolescente, le confessai di "vedere" cose strane.
"In Sogno"
-fece con un lieve sorriso? "Non solo" - risposi io. Mi disse che ero pazzo. Al mio turbamento rispose in modo divertito, quasi triviale, come una qualsiasi donna di strada. La divertiva vedermi a disagio o provocare scompiglio nella mia povera testa di adolescente. Quando rimanevamo da soli mi provocava in tutti i modi, lasciando intendere che il non approffittare era un chiaro sintomo di scarsa virilità. Fu quella la trappola che mi fece cadere nella "buca". Ma adesso, evindentemente, era necessario escogitare qualcosa di estremamente diverso. Sapevo che aveva in mente qualcosa, ma non sapevo cosa. Il fatto che si fosse "arresa" tanto facilmente, non mi aveva affatto reso tranquillo.

i
l quadro: la Battaglia di Merignano (battaglia dei Giganti)
 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 

Il Corpo

Post n°66 pubblicato il 20 Settembre 2006 da Piero_Caravaggio
 

"Nella sua parte superiore, il nostro organismo è predestinato ad
attività nobili : vedere, udire, respirare, pensare, parlare...
La sua parte inferiore, invece, digerisce, elimina, evacua,
funzioni queste considerate come più triviali. Ma queste
attività, le prime nobili, le altre triviali, si trovano nello
stesso individuo e se questi volesse rifiutare le ultime con il
pretesto che esse non sono né spirituali né estetiche, egli
morirebbe. Non si può separare l'alto dal basso. Le facoltà
superiori attingono delle energie dalle funzioni inferiori:
queste ultime sono come le radici dell'albero. Grazie ad esse
l'uomo riesce ad attingere gli elementi che in seguito
trasformerà e distribuirà sotto forma di foglie, di fiori e di
frutti, vale a dire di pensieri, sentimenti e azioni."

Omraam Mikhaël Aïvanhov

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
 

Tag

 

Archivio messaggi

 
 << Aprile 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
      1 2 3 4
5 6 7 8 9 10 11
12 13 14 15 16 17 18
19 20 21 22 23 24 25
26 27 28 29 30    
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

Ultime visite al Blog

diletta.castelliDIAMANTE.ARCOBALENOkreativdiana_89maipiuscemap.barletta2010gilgamesh_2008thepianistofmoonbravailamanuelabannGattainquietasoeleiside.rely1940knowcoo
 

Chi può scrivere sul blog

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom