Creato da estremalatitudine il 19/06/2008

estremalatitudine

racconti di vita, di sesso

 

 

« corto 128

Padrone

Post n°467 pubblicato il 01 Novembre 2017 da estremalatitudine
 

Adesso aveva passato il segno. Basta! Non ne poteva più. Scoparsi quella troia che stava nell'ufficio di fronte al suo.... Insopportabile! 

Gliene aveva perdonate anche troppe, ma questa era l'ultima. Aveva deciso ed era salita in camera a fare la valigia per tornare da sua madre. La casa per il momento gliela lasciava. Anche perché i ragazzi.... Poi si vedrà, si disse.

E quando glielo aveva detto? Lui aveva riso: non era colpa sua, era stata lei che gli si era buttata addosso, quella troia. Lui non poteva rifiutarsi. Non si nega mai un desiderio ad una signora. Non è educazione. E aveva riso, ancora. "E poi - aveva continuato - a te non ho mai fatto mancare niente. Non una notte. Non una volta. Sono sempre stato pronto e non ho mai smesso di desiderarti neanche un attimo. Le altre non c'entrano. Siamo io e te."

Col cazzo, aveva pensato lei. Sì era vero che da quel punto di vista lui non le aveva mai fatto mancare niente, anzi. Aveva sempre una fame! Bastava che lei si chinasse a raccogliere qualcosa che a lui veniva già voglia. E in quei momenti le mormorava: "solo tu, solo tu me lo fai tirare così. Mi fai impazzire"

D'altronde che quella gli si fosse buttata addosso era credibile. Lui era incredibilmente bello, alto, importante, grosso, carismatico, con un sorriso e una risata contagiosa. L'aveva sposato per quello. Tutte le sue amiche gli sbavavano dietro e chissà quante si era scopato, quello stronzo.

Ma quelle era l'ultima. Tutti i giorni doveva vederla e andarci in mensa. Troppo. Cazzo! Troppo!

Intanto che riempiva la valigia della propria biancheria intima, lui rientrò in casa e la chiamò. Non rispose. I ragazzi non c'erano. Nessuno rispose.

Lui continuò a cercarla, finché lo sentì salire le scale. Lo vide entrare in camera nello specchio. Lui la vide e si mise a ridere. Lei guardandolo nello specchio lo vide nudo a cavalcioni di quella troia. Le sue braccia. Il movimento del suo bacino. Il suo culo nervoso che andava su e giù. Con un flash vide la propria mano su quel culo, sul suo culo, sul culo di suo marito, del suo uomo, che lo tirava a sé. Quante volte!

"Cazzo stai facendo scema?!?"

Lei non rispose e abbassando la testa continuò a raccogliere le ultime mutandine e a buttarle nella valigia. Era troppo. Quella volta era troppo. Non gliela avrebbe fatta passare liscia.

Come se le avesse intuito, lui le venne vicino e da dietro l'abbracciò stringendole il seno tra le sua braccia. Per minuti la tenne così senza dire nulla. Poi la girò su se stessa e la baciò. Lei tirò indietro il viso e cercò di spingerlo via. Troppo forte per lei. Anche se avesse davvero voluto.

Lui la spinse con violenza verso il letto e poi, con un'ultima spinta sulle spalle, la fece cadere di schiena sul copriletto di lana ruvida. Chianatosi quel che bastava, le tirò su la gonna e senza toglierle le mutandine prese a baciarla. La sua lingua. Pochi minuti. Giusto il tempo. Poi si rialzò, si sfilò i pantaloni e gli si mise di fianco in ginocchio. "Ho voglia"

Era pronto. Anche lei.

Dopo, mentre la stava prendendo con forza, lei si disse ancora una volta che quella era l'ultima. Poi, al successivo affondo, cercò di trattenere un mugolio profondo di piacere e non ci pensò più.

 
 
 
Vai alla Home Page del blog

TAG

 

QUEL CHE C'È E QUEL CHE NON C'È

Qui ci sono storie di sesso. Non necessariamente tutte eccitanti, ma a volte sì. Non necessariamente tutte esplicite, ma a volte sì.

Qui non c'è vita vera, ma solo letteratura, ovvero vita attraverso la tastiera.

Se non vi va di leggere di questi argomenti, lasciate stare.

Se vi interessano, spero di riuscire ad essere all'altezza delle vostre attese.

 

ULTIME VISITE AL BLOG

Signorina_Golightlydnicola1964pietro.alzari1VeraImXfettaxdonneover40dgljimmy_makedamjan.naciniemilio_dibenedettopa.ro.lejuschidonnasofia69sagredo58giogio696rocco55_1
 

FACEBOOK

 
 
 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Dicembre 2021 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

AREA PERSONALE

 

TAG

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 
Citazioni nei Blog Amici: 9
 

CHI PUÒ SCRIVERE SUL BLOG

Solo l'autore può pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom