Creato da hesse_f il 04/12/2009
blog

Area personale

 

Ultimi commenti

http://www.youtube.com/watch?v=Wa6TYe6ocTA
Inviato da: k
il 11/04/2013 alle 04:30
 
intanto che il tempo passa :-) abbiamo un nuovo...
Inviato da: filo
il 24/03/2013 alle 12:12
 
Io ho venduto persino casa. Sono rimasto sotto ad un...
Inviato da: Man_xos
il 27/11/2012 alle 18:05
 
Non Ŕ il caso di cambiare Post? Sembra un Santo...
Inviato da: Noneraunsogno
il 16/08/2012 alle 12:26
 
Ho i brividi, ci credi?
Inviato da: SpettaCheArrivo
il 24/05/2012 alle 12:10
 
 

Ultime visite al Blog

Noneraunsognochatlerougemariomancino.mcarloverrijunor93santiago.gamboafreddissimaansa007l.detoffolislavkoradicfrederaickripartodazero0mpt2003luboposols.kjaer
 

 

Archivio messaggi

 
 << Giugno 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
1 2 3 4 5 6 7
8 9 10 11 12 13 14
15 16 17 18 19 20 21
22 23 24 25 26 27 28
29 30          
 
 
 
Citazioni nei Blog Amici: 5
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 

DIRE O NON DIRE

Questo blog non rappresenta un prodotto  di editoria e/o una testata giornalistica poiché viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62/2001. Le immagini pubblicate e video sono tutte tratte da internet e quindi valutate di pubblico dominio: qualora il loro uso violasse diritti d’autore, lo si comunichi all’autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L’autore dichiara inoltre di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi all’autore, nemmeno se  il commento viene espresso in forma anonima o criptata.

 

 

 

 

« buonasera dottorePER COLPA DI GIUDA »

NONOSTANTE CHE SILVIO C'E'

Post n°69 pubblicato il 28 Ottobre 2010 da hesse_f

 

"NONOSTANTE CHE SILVIO C'E"

 

 

io che sono un'abitudinaria e resto ancorata agli stessi modi di dire e ai soliti cliché per lustri, lo chiamerò ancora per una volta "imperativo categorico", ma solo qui, all'inizio, sperando, prima della fine del post , di aver sostituito il detto kantiano con il più comune "fare una cosa per se (stessa)". Sto parlando di quelle azioni che devi proprio compiere, di quelle parole che devi proprio dire, se vuoi riuscire al mattino a guardarti allo specchio e, tutto sommato, essere contento di te. Davanti e dentro a quello specchio ci sei solo tu e con te stesso, in genere, non bari. Cui prodest? Qualche tempo fa, alla radio, parlando di grandi mentitori, l'esperto di turno, dopo aver fatto le divisioni di rito tra bugie con le gambe corte e quelle con le gambe lunghe, e dopo averci informati, che hanno senso solo quelle con le gambe lunghe, forse perchè più svelte nella fuga in caso di smascheramento, ho pensato, con la mia solita ironia a buon mercato, ha sentenziato che si può mentire a tutti, parenti, amici, amanti, datori di lavoro, persino al tuo confessore, ma che non ha alcun senso farlo con se stessi." In tal caso", concludeva " Sei un coglione". Forse un po' brusca e poco elegante, ma, a pensarci bene, non lontana dal vero quest'affermazione, perchè di nuovo "Cui prodest?" Tornando al "fare una cosa per se ( stessa)", la Bignardi ha scritto su un settimanale, che Obama sta portando avanti una scelta faticosa nell'appoggiare la costruzione di una moschea a Ground Zero, perché da qualsiasi parte la si guardi non gli porterà amici, per di più, aggiungo io, proprio mentre si stanno avvicinando le elezioni di medio termine. Nessuno lo obbligava a prendere posizione, e come spesso si fa in politica, avrebbe potuto parlare a vuoto, e, girarla e rigirarla, fino a non dare una risposta. Ma lui ha voluto essere chiaro e la risposta, fosse anche solo "per fare una cosa per se" l'ha data. La Bignardi, paragonava questa scelta di Obama, pur su piani diversi, con la riposta avuta da una signora 80enne che aveva fatto la staffetta partigiana, e che, in un'intervista, alla domanda della giornalista, "Alla luce dell'Italia di oggi, ha avuto senso fare quello che lei ha fatto, rischiare la propria vita, quella dei familiari, degli amici?" "Non si poteva fare diversamente" ha risposto in modo immediato e disarmante. Parole leggere come il vento per chi le sa e le può pronunciare, ma pesanti come macigni per chi vive all'insegna del calcolo e dei distinguo. E' questo che mi stupisce dell'uomo, perchè, quando sembra che davvero più in basso di così non si possa andare, che il fondo sia proprio sotto ai nostri piedi, vedo, il presidente del paese più ricco del mondo che fa una scelta politically incorrect, o una signora che nonostante il risultato vergognoso che ha davanti, nonostante questa Italia di serie zeta, se tornasse indietro, rischierebbe la vita, per questo paese, nello stesso, identico, modo.       "Nonostante che Silvio c'è!"

 

a.b.

 

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog

Contatta l'autore

Nickname: hesse_f
Se copi, violi le regole della Community Sesso: F
EtÓ: 64
Prov: MI
 

I miei Blog Amici

 

FACEBOOK

 
 

PENNA CALAMAIO

Il Blog di Tutti
che fa conoscere anche Te!

Visitalo

collabora e diffondi l'iniziativa.

 

 

FIRMA PER LIBERADONNA

LIBERADONNA

 

 

Tag