Creato da PeterAjello il 08/09/2006
Politica
 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Maggio 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
        1 2 3
4 5 6 7 8 9 10
11 12 13 14 15 16 17
18 19 20 21 22 23 24
25 26 27 28 29 30 31
 
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

Ultime visite al Blog

Noneraunsognofilo60MARIONeDAMIELantonio1307.aaper_sguardodiciucciostrong_passionpsicologiaforensegocceinvisibilibryseide2010zitti.exeagriarealuciabianchi23falco58dglmedeiosthemaker0
 

Ultimi commenti

Cosplay Costumes Cosplay Wigs Movie TV Cosplay School...
Inviato da: cosplay
il 29/06/2010 alle 05:49
 
ho salvato un tuo post ..lo porto nel mio cuore!
Inviato da: filo60
il 23/06/2009 alle 14:01
 
Un bacio..un pensiero...un ricordo...Mena
Inviato da: filo60
il 26/12/2008 alle 15:21
 
passo di qui semplicemente perchè mi ricordo.....sempre!!M.
Inviato da: Anonimo
il 13/06/2008 alle 16:53
 
Auguri per una serena e felice Pasqua...Kemper Boyd
Inviato da: Anonimo
il 23/03/2008 alle 16:45
 
 

Chi può scrivere sul blog

Solo i membri di questo Blog possono pubblicare messaggi e tutti possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

Post N° 16

Post n°16 pubblicato il 20 Ottobre 2006 da PeterAjello

immagine

 
 
 

Post N° 15

Post n°15 pubblicato il 17 Ottobre 2006 da PeterAjello

immagine

 

Pensando a un commento di themaker0….....

 

L'unico professore della mia vita di studente che mi ha fatto amare la materia, è stato quello di italiano. Un uomo già allora anziano,  adesso avrebbe 215 anni almeno! Un ometto gracile, gli occhi spesso lacrimosi per via dell'età e dei sigari toscani fumati in gioventù, ma due fessure di intenso azzurro, occhi ironici e attenti come quelli di un vecchio lupo, smaliziato da due guerre mondiali e da quella civile, così crudele dalle mie parti... Era anche padre di un mio amico e coetaneo che frequentava la mia stessa scuola ma in una sezione diversa.

Quanto ho invidiato il mio amico! Quanto ho desiderato che il suo fosse invece il mio vero padre! Avrei fatto cambio  con il mio, un tipo duro, simpatico, molte donne e qualcuna davvero innamorata (l'ho beccato in flagrante...e anche mia madre a suo tempo lo fece). Però,il professore, anche se anziano e fuori moda con il suo vecchio Burberry’s e i pantaloni di lana pesante anche durante la stagione calda mi piaceva, eccome! Era proprio quello giusto, il padre che volevo per me. Chissà se il prof. Bosso, quello era il suo cognome, aveva intuito qualcosa…Non è andata così naturalmente e io dell'eredità di 4 puttane oramai decrepite, i muri degli alloggi se ne sono andati con l’ultima, non seppi proprio che farne.  Francesco, il mio compagno suo figlio invece, s'è ritrovato con un corposo background fatto di bei libri e di un insostituibile patrimonio educativo ricco di una umanità intelligente e dolce come il mio vecchio professore. E sai che ti dico? Che non sempre l’erba dei vicini sembra più verde della nostra: spesso lo è davvero. P.Aj.

 
 
 

Post N° 14

Post n°14 pubblicato il 17 Ottobre 2006 da PeterAjello

immagine

Altro e ultimo messaggio di Themaker0:

stessa url, stesso programma come sa anche la mamma:

http://blog.libero.it/Themaker0/

HOW TO TAROCC YOUR COUNTER(Come taroccare il tuo contatore, guida facile!)

...Ehi dico a te , si tu che hai come me un blog che nessuno si caga o quasi, e che subisci le angherie di tutti quelli che se la tirano perche' hanno un blog molto visitato, te che scrivi oramai da mesi ma il contatore del tuo Blog resta sempre su 3 o 4 cifre sgnificative...1000, 2000  visite in tutti questi mesi , tutto questo ti fa' sentire uno sfigato?....sei imbarazzato?...quando entri in un'altro Blog molto visitato hai il complesso di inferiorita'?....beh rilassati...perche' il malefico contatore verra' neutralizzato , crescera' a dismisura e tu potrai atteggiarti a Figo/a della community...tutto questo in pochi passi , quindi mettiti comodo e segui alla lettera i seguenti passi...se invece non sei interessato non ti curar di tutto cio' e passa!

HOW TO TAROCC YOUR COUNTER

Torniamo a noi:

1)Per Prima cosa eliminate il vostro vecchio contatore :

    1.1) Gestione Blog -> Personalizza Template -> Cliccate sulla X del riquadro del vostro contatore-> e in seguito cliccate sul link Salva in alto a destra.

2) adesso dovete creare un box personalizzato :

   2.1) Gestione Blog -> Box Personalizzato -> Nuovo -> a questo punto vi apparira il solito editor ->Cliccate su "modifica HTML" e inserite il seguente Tag , cioe' ricopiate quello che e' trovate scritto cliccando qui

dove con NOMEUTENTEBLOGMOLTOVISITATo devi sostituire appunto il nome di un  BLOG con molte visite, per nome intendo quello che trovate nella barra degli indirizzo   del vostro Browser e cioe' la parte evidenziata:

http://blog.libero.it/Themaker0/view.php?nocache=1160140743

in questo caso sara' Themaker0 .

in questo modo prenderete diciamo in prestito il contatore del suddetto utente .Salvate il tutto e adesso siete pronti per aggiungere il vostro contatore nuovo fiammante.

2.2) dopo aver inserito il tag scrivete nel Titolo del Box : "Non contarmi non e' cosi che conto"

3) Adesso vi tocca aggiungerlo come si fa? semplice:

   3.1)Gestione Blog->Personalizza Template ->Aggiungi Box ->Cliccate poi  "Box personalizzato Non contarmi non e' cosi che conto!"

   3.2) Cliccate poi sul link salva in alto a destra ...il gioco e' fatto avete il votro contatore da strafighi....Buon divertimento.

P.S:Probabilmente questa mia provocazione mi costera' la bannazione, in tal caso saluto anticipatamente tutti gli amici che ho conosciuto qui nella community e non vi preoccupate perche' sono duro a morire!...Vi Abbraccio!

P.S:Chiedo venia alle ArabFelici per l'indebito prestito del contatore!Quando lo rivolete basta chiederlo,ve lo rido subito indietro!!!

 

 
 
 

Post N° 13

Post n°13 pubblicato il 17 Ottobre 2006 da PeterAjello

immagine
Amore a prima vista per uno stile che non annoia:

 

 Di   la sua url:  

                                      http://blog.libero.it/Themaker0/

Ma che Bell'uomo Flavio BriatoreIeri ascoltavo la stupenda intervista di Lucia Annunziata  a Flavio Briatore...e' stato un momento commuovente , ha segnato la mia esistenza, avevo gli occhi colmi di lacrime , non ho ancora capito se a provocare la mia commozione e' stata la fatica di guardare gli occhi dell' Annunziata che si mandano scambievolmente a FFanculo!  o se per le emerite cazzate sparate da Briatore, molto fotografato ultimamente per il perizoma che usa sfoggiare , che evidentemente piu che separargli le chiappe gli ha segato il cervello,  infatti il suo ammasso amorfo di materia grigia ammuffita  suggeriva che i potenti , i ricchi  della nostra penisola sono dei martiri, persone invidiate soltanto per il loro stato sociale, demonizate perche' sono riuscite a farsi i soldi,  tartassate e giustificate se per non chiudere l'azienda commettono qualche piccolo reato tipo evadere il fisco , falsi in bilancio e bla bla bla...il problema non e' che tu hai i soldi e io non ce li ho!!NOOO...assolutamente il problema sta nel fatto che tu per sfoggiare il tuo culo flaccido e imperizomato sul tuo mega panfilo in sardegna insiema alla modella zoccolona di turno, hai sicuramente CORROTTO , IMBROGLIATORUBATO tutto a scapito della collettivita...Insomma ragazzi a 30Anni ho capito che a 60anni voglio esporre le mie chiappe flaccide su un grande panfilo in sardegna , pippare coca con una modella narcodipendente che me la dia solo perche' sono ricco...ma per fare questo ho bisogno di un vostro consiglio sul come fare i soldi!

Per questo vi faccio un domandone:

Come suggerireste a Themaker0 di fare i soldi velocemente ?

a)  Una bella truffa informatica ai danni di Briatore , che cazzo ce ne frega se perde qualche milione di euro ne ha a sufficienza per se e le prossime 5 generazioni!

b)  Rapire Briatore per poi farlo prostitutire sui viali Bolognesi , mettendo ben in vista i suoi super erotici chiapponi flaccidi..!

c) Rubare la scorta di coca che Briatore tiene a casa per poi rivenderla alla Camorra Napoletana , che a sua volta la rivendera' all' ignaro Briatore , duplicando cosi gli introiti e mettendo in circolazione denaro contante per dare una spinta all'economia del paese! 

d) No  TheMaker0 ! a me Briatore sta simpatico , se vuoi fare i soldi , metti i tacchi a spillo vai sui viali ,vedrai che un maniaco che ti incapretta lo trovi!

Oppure dammi il tuo personalissimo suggerimento...pero' fallo presto perchè ogni secondo  che passa mi fa' avvicinare ai sessanta e voglio arrivarci pronto !!.....;) 

 

 Themaker0   DAL BLOG

 
 
 

Post N° 12

Post n°12 pubblicato il 17 Ottobre 2006 da PeterAjello

immagine

 

Se ci sei, accendi la radio

e chiama...

In "Libera Uscita", dal mio provvisorio ritiro, da una ancor più provvisoria spina telefonica, si compie  quello che per me è ancora il miracolo e cioè il futuro che si fa presente. Il materializzarsi di uno strano televisore su cui disegnare e scrivere quello che desidero e SOPRA DI TUTTO, inviare un pezzo di fantasia e di pensiero al mondo intero e a te Filo60.

Filo60! Ci sei? E se ci sei batti un tasto. Mi va tanto il tuo commento perché sta accompagnando il mio desiderio di postare un messaggio che parla ancora, spero per l'ultima volta, (salvo particolari situazioni, ovviamente...)di Boycott. 

Boycott, il genio della sempre opportuna apparizione mediatica.

E non è poco! Boycott è in gamba.

La parola "Boycott" coniuga l'esistenza di un essere umano Non trovi esteticamente esaltante quest'uomo nella sua integra forza e nell'impeccabilità dei suoi 25 anni (magari ne ha 55 anche se non lo credo naturalmente)? Beh, io si e senza ironie facili o stroncature più o meno di cattivo gusto, più o meno sottili..umano, di una persona tenace, uno che non amerei avere come nemico. Boycott, che se questa fosse davvero una guerra, una faida o una semplice rissa da strada, si fa felino di razza, veloce, scattante, pronto. Gli occhi che inchiodano il bersaglio, il rapido impeccabile calcolo della forza e della distanza necessarie, il compattamento di nervi, muscoli, tendini d'acciaio in una postura che sa di potenza animale  e una  ferrea volontà necessaria per guidare questa incredibile energia al momento opportuno. Stak!...ecco: il balzo s'è compiuto, perfetto, elegante, rapido, mortale senza crudeltà inutile, nessun compiacimento psicopatologico. Il taglio del grande chirurgo: tutto giusto, nulla al caso, proporzioni e profondità esatte.

Beh, Filo60, io approfitto ed estrapolo le tue parole, il tuo "si continua a parlare della stessa cosa" e ancora ..."perché non compare, si difende, partecipa, s'avvicina"....perché questa eterea presenza che non si manifesta, algido spirito che volutamente aleggia intorno alle nostre parole, alle nostre più terrene figure...?  L'abbiamo appena detto: Boycott è un combattente, uno stratega che sa che se non partecipa personalmente, la diatriba continua e noi gli facciamo un sacco di pubblicità (parlarne bene o male, fa niente, basta che se ne parli…eh la vecchia nonna contadina!). Insomma, un tipo di quelli probabilmente tosti, una persona che ha passione per ciò che fa, per quello che vuole ottenere. Vorrei terminare augurandomi (perché in fondo poco m'importa della sua partecipazione) che la sua rimanga una sorta di febbre dell'oro che modernizzata, è divenuta febbre da contatore numerico di presenze.

Speriamo che alla fine, egli incanali le sue energie diventando un più esperto politologo dietro la cui figura rimangano saldamente ancorati buonsenso e "amore" per gli altri. Possa il futuro non tentarlo in facili scambi di forze e piaceri ricevuti e fatti, con politici di dubbia moralità!

Dai, Filo60!... faccio un po' ridere, non trovi? Sembro un cretino ancienne regime che sbrodola retorica, in equilibrio su di un vecchio water closed. Quasi, quasi mi vien voglia di gridarmi dietro, prima che lo facciano altri, qualcosa del tipo....Ehi!...non stare in piedi, imbecille!...siediti su sto water che  almeno stai tranquillo e soprattutto, dimmi chi è il tuo pusher...... che gli giro alla larga!!!

P.Aj.

 

 
 
 

Post N° 11

Post n°11 pubblicato il 12 Ottobre 2006 da facentefunzione2006

immagine

Passo ogni tanto e vedo che alcuni visitatori sostano nel blog. Ho pensato allora di informare chi vi capitasse per la prima volta che questo è un blog un po' anomalo e i post veri e propri sono quelli dal Numero 2 al Numero 7. Una menzione anche ai commenti che, a mio parere, sono parte integrante della vita di questo blog. Non è un caso infatti  che spesso siano più lunghi del post stesso. Volevo ringraziarvi per i messaggi molto gentili che ho ricevuto in privato e scusarmi se non risponderò ma preferisco che sia P.Aj al suo ritorno a dare le risposte alle domande che a volte mi ponete.  Ciao FF

immagine

 
 
 

Post N° 10

Post n°10 pubblicato il 09 Ottobre 2006 da facentefunzione2006

immagine

Il caffè è pronto

Alle 10 mi sono collegato dicendo a mia moglie di cominciare a preparare il caffè che l'avrei raggiunta in 15 minuti. Ormai a postare ci metto poco, però per precauzione, così che il caffè non diventasse freddo, mi sono preso 10 minuti in più. Il blog da cui recuperare il post di P.Aj l'avevo già cercato quindi sarebbe stata questione di un attimo. Mi ero segnato anche il numero del messaggio e il titolo. N°247 "Brutti sogni" e il link    http://blog.libero.it/elaborando/.
Accendo la sigaretta e senza accorgermene sto osservando un disegno lasciato nell'aria da un'evoluzione aerea. E' davvero incredibile. I premi Nobel alle ricerche più inutili, penso a mio figlio e mi chiedo se anche lui in tasca ha un cellulare di quelli che gli insegnanti non sentono. "il caffè è pronto" "Arrivo, versalo intanto" Mia moglie mi chiama spazientita.      ciao FF

Il pendolo

immagine

 Io ne possiedo uno, di famiglia ed è l'ultimo testimone di una casata destinata fortunatamente ad estinguersi con la mia morte dato che non ho figli. LUI ( il pendolo mio), ha visto lo svolgersi degli accadimenti storici di quasi tutto il secolo passato....la nascita del fascismo, la 2°guerra mondiale, le mani di mio nonno che lo ha caricato pazientemente nel suo ufficio di ufficiale di regime per almeno una ventina d'anni e quelle dei gendarmi che sono venuti ad arrestarlo dopo il 25 Aprile….e infine (non più caricato), ha sopportato la sua immobilità per anni e anni. Poi, verso la fine degli anni '90 quando ereditato è passato finalmente a me, ha visto le mie di mani (mani di antifascista, tengo a precisare) che lo hanno amorevolmente caricato, e riconsegnato alla sua giusta ripresa "lavorativa". Da quel momento in poi, ha ricominciato ad “analizzare” il procedere storico e sociale del mondo e a sbellicarsi dalle risate mentre osserva in vece della televisione o di un buon DVD, tutte le possibili e quotidiane felicità e aberrazioni di una mediocre vita piccolo borghese. Insomma, è ritornato all’antica e splendente immagine (almeno per me) di un oggetto magico, permeato di mistero e di un forte pathos, un simbolo vero e proprio. Nonostante che gli orologi a batteria siano assai più precisi e meno costosi di quelli meccanici, LUI continuerà nella sua opera un po’ obsoleta quando io avrò raggiunto Manitù, le 92 vergini mussulmane e San Pietro chiavi in mano e da tempo avrò messo la parola fine a quest’ ultima noiosa considerazione sulla caducità della vita e a questo commento logorroico e inutile. (così, lungo che manco lo rileggo e mi scuso a priori per gli eventuali errori sintattici e ortografici).  

 P.Aj.

 
 
 

Post N° 9

Post n°9 pubblicato il 06 Ottobre 2006 da facentefunzione2006

immagine

MI PRESENTO

Se aveste idea della fatica che ho fatto a iscrivermi a libero mi avreste di sicuro preso tra voi con il nome di PeterAjello. Non c'è niente da fare. C'è chi nasce in un secolo e lo vive pienamente e chi è costretto ad adattarsi alle trasformazioni arracancando in una strada sempre in salita. Sono nato nel secolo sbagliato anche per la velocità dei cambiamenti a cui abbiamo assistito, appena mi sembra di essere in pari con il mondo e di aver compreso un qualcosa che dovevo assolutamente imparare ecco subito la nuova proposta imperdibile e necessaria.
Vovevate sapere chi sono? Un amico di P.Aj dai tempi dell'università. Sempre
qualche passo dietro di lui, meno sicuro e meno coraggioso. L'ho criticato all'apertura di questo blog cercando di spiegargli che non sarebbe stata una passeggiata perchè non è facile cercare di aprire un varco nelle certezze altrui. Soprattutto se i colori sono gli stessi. Gli ho fatto l'esempio della rielezione di Bush. Nonostante lo scontento e le critiche al presidente uscente l'america ha preferito "al nuovo" ciò che già conosceva. Mi avete chiesto di presentarmi, ecco l'ho fatto.

Un saluto   FF (facentefunzione2006)

 
 
 

Post N° 8

Post n°8 pubblicato il 05 Ottobre 2006 da PeterAjello

 immagine

Il taxi ti sta aspettando...

quindi il treno fino alla destinazione. P.Aj sarà assente per qualche tempo. Mi aveva chiesto di prendere il suo posto in questo periodo, ma per me che non ho mai avuto un blog, prendere in mano e continuare "il lavoro" di un altro è parso in questo momento un'impresa troppo difficile. Forse scriverò qualcosa o forse no. Vedremo. Di sicuro posterò alcuni commenti scritti da P.Aj in altri blog che io trovo estremamente godibili.  A presto.

PS: scusate se non mi sono spiegato bene. PeterAjello, sarà assente per un po'. Nel post N° 5, nel N° 7 con il "testamento spirituale" e con "chiudere il blog e morire ecc..ecc"  e un po' anche qua e la aveva avvisato che avrebbe lasciato il blog vacante e che forse un suo amico lo avrebbe portato avanti. Ma come scrivevo prima, la mia inesperienza, che già si palesa  in questa spiegazione che vi devo dare, è troppo evidente e pletorica. E così è inutile che mi crei un nuovo nick per postare solo qualche scritto di P.Aj. Del resto vi ho avvisato e lui farà lo stesso il giorno del suo rientro. Scusate per la confusione ma per me, che vivo nel periodo Illuminista e non nel mondo d'oggi aver a che fare con questi diabolici strumenti è una sofferenza continua. A presto.

 
 
 

Post N° 7

Post n°7 pubblicato il 04 Ottobre 2006 da PeterAjello

                           immagine                

Chiudere (il blog) e Morire c'è sempre tempo (risposta a gnappa82)

Evidentemente se hai messo "un" o "il" blog di Boycott sul tuo spazio "blog Amici" è perchè ti piaceva, contrariamente non l'avresti fatto.

Io mica ho mai commentato il blog e gli eventuali suoi più o meno reconditi significati. Io ho commentato, parlato, evidenziato, ecco, sì, evidenziato direi che è la parola adatta,  colui che ha SCRITTO il blog. Un po' come quando mi capita di vedere un quadro ed   esprimo come tanti altri, anche un commento sull’autore, a prescindere se l’opera mi sia piaciuta o meno....

Non si fa? Si fa eccome!! I critici per esempio non fanno altro: commentano le opere e gli artisti, la loro vita, i significati dei loro atti, perfino i loro atteggiamenti, addirittura la gestualità o le terminologie usate nei loro discorsi ecc...ecc...(per esempio quante volte abbiamo letto...Picasso, nonostante fosse perfido ha creato opere ineguagliabili, oppure, Caravaggio nei suoi chiaro-scuri rifletteva un'interiorità talvolta malata e complessa....).

Ho la sensazione che stia venendo fuori una sorta di compattamento del tipo "innocentista" o "colpevolista" o magari "...di sinistra" o "...di destra...." o, peggio ancora, è "una mia amica/o" oppure "non è una mia amica/ o" e francamente spero di non attrarre antipatie inutili nell'esprimere una mia opinione.

Molto bene, anzi, benissimo: secondo me noi tutti stiamo vivendo un accadimento istruttivo a dir poco. Stiamo vivendo in piccolo alla nascita dell'intolleranza. Vorrei  che tu non mi fraintendessi. Certo è che non penso affatto che tu sia un intollerante perché

 n°1) Non ti conosco superficialmente e tanto meno intimamente 

n°2) Tu stai esprimendo attraverso una frase interrogativa una tua opinione o mi stai spingendo ad esprimerne una. Cioè, stai facendo esattamente quello che io ho fatto all'apertura del mio blog: un atto libero. 

Dunque se io ti rispondessi scortesemente perché magari mi sento  "attaccato" sarei un imbecille arrogante, un intollerante reazionario , viceversa, non escludendo comunque queste ipotesi ( talvolta capita di esserlo), sto cercando di dare un senso alle mie parole basandomi sul compimento di un'azione libera e intelligente da te perpetrata: il blog di boycott nel tuo blog amici. Benissimo: mi sarebbe dispiaciuto invece trovarci l'eventuale blog di un ex-attivista di ORDINE NUOVO, questo sì che mi sarebbe dispiaciuto. Invece non mi sarebbe dispiaciuto trovare gnappa82 su un sito di destra, perché magari gnappa82 è andato a visitarselo per capire meglio quello che può passare tra le sinapsi di un tipo come per esempio Stefano Delle Chiaie...

E' intelligente leggere un blog, qualunque esso sia e quello di cui parla boycott è spesso condivisibile. Boycott rappresenta senza dubbio un uomo appartenente alla vastissima tribù del popolo della sinistra progressista...

Insomma, capisco, capisco che sono un logorroico e leggermi richiede troppo tempo. Chiedo scusa per questo ma io so raccontare solo così, sezionando le palle della gente fino a rompergliele del tutto. In nome di tutto ciò, forse avrei dovuto cercare di spiegare con più chiarezza  l'essenza del mio pensiero e del mio intendimento.  Il tuo gesto è probabilmente un atto generoso, un compattamento con persone (e non sto parlando di boycott naturalmente) che io non mi sono mai nemmeno sognato di attaccare.

 Nel  regno crudele del profitto ad ogni costo i bloggers come poliziotti girano armati di penna e carta, tastiera e pulsanti, guardano, commentano, mettono in allerta gli amici, bloggers come rappresentanti delle avanguardie di un pensiero libero scevro da ingerenze politiche e da potentati economici...ecco come mi piacerebbe che fosse  la rete e PER ADESSO ancora lo è.

Hai mai notato quanto può apparire simpatico un ladro che ruba per campare e quanto invece è odioso uno sbirro che ruba? Uno sbirro che taglieggia, che rubicchia la monetina....dio che pena. Personalmente quando mi capita di trovarne uno o quando i miei sospetti che pure sono condivisi da altri si fanno mirati, e beh, allora grido come un aquila, mi faccio sentire, avviso gli amici…..

Ho sbagliato? La sensazione era solo una mera illusione? Non importa: a me piace tenere alta la soglia dell'attenzione. E' una frase che ho letto molto tempo fa in un libro scritto da uno sciamano: "TENERE ALTA LA SOGLIA DELL'ATTENZIONE"....Ok, P.AJ

 
 
 

Post N° 6

Post n°6 pubblicato il 03 Ottobre 2006 da PeterAjello

   

immagine

Incidente di percorso?

 (questo è il famoso messaggio questua di Boycott, viatico a scopo pubblicitario. Ne ho pubblicato uno tra i tanti che mi avete mandato in privato, grazie P.Aj)

Da:Boycott  

                                  Data:  01/08/06 11:28:42 

immagine
Testo del messaggio:
immagine
Grazie per aver visitato il mio blog...spero ti sia piaciuto...se sì ti chiedo di metterlo tra i tuoi blog amici...

Torna presto

Ciao ^_^

 
 
 

Post N° 5

Post n°5 pubblicato il 02 Ottobre 2006 da PeterAjello

                   immagine   

Baracca, burattini e patetici trenini (testamento spirituale)

E’ da qualche giorno che ci penso. Mi siedo, incomincio a scrivere ma poi annullo il file che ho intitolato testamento spirituale di un blog che si è fatto uomo. Sì, perché i blog non sono blog, in realtà sono esseri umani. Chi cazzo è Fagocitante (peraltro orribile nome)? Fagocitante è il mio blog, dunque sono io, PeterAjello che tra parentesi non è nemmeno il mio nome vero.

Dunque “Testamento spirituale” va bene secondo me.

Oggi mi sono alzato tardissimo come al solito e ho scorso un po’ di messaggi, qualche commento e improvvisamente ho scoperto l’acqua calda e cioè che non esiste al momento una precisa definizione di cos’è un blog, almeno nessuno è riuscito a darmene una anche solo accademica che mi soddisfacesse per cui, l’intuizione che mi ha afferrato prepotentemente è stata che il blog altri non è che una delle tante occasioni di ricerca di contatti umani, quelli che ai miei tempi si consumavano dagli oratori ai suburbi malfamati dei quartieri dove si imparava a rubare, dai bar ai club di canottaggio, dalle associazioni politiche ai movimenti spontaneisti della strada…

Il CONTATTO, la felicità estrema di scendere le scale di casa tre scalini per volta e uscire di corsa per raggiungere la panchina del viale dove già qualche amico si trovava seduto ad aspettarti e insieme a lui e agli altri vivere qualche ora e andare in giro alla scoperta di un mondo che di anno in anno si faceva sempre più complesso: la scuola, i primi lavoretti del cazzo, le donne, ohh, quelle poi sì, quello era il contatto più bello, più magico di tutti…

Ecco, il blog è una parte di tutto questo e il modem è il complice, il viatico per raggiungere le panchine dei viali.

Insomma, molti mi prenderanno per il culo dicendo o pensando che sono un povero scemo, che il blog è molto più di questo, che il blog è confronto, che il blog è la critica mondata dalle censure dei padroni indiscussi delle testate giornalistiche e delle televisioni, che il blog..che il blog…che il blog…Che il blog è il vecchio viale, il blog è il vecchio viale solo che quando inizia a piovere non si avverte l’odore dell’asfalto bagnato e i colori rimangono sempre inalterati. E allora, cessata la mia partecipazione alla vita politico sociale di questo paese, anzi, avendola sempre osteggiata e danneggiata, oggi ho capito che devo chiudere il negozio, restituire le licenze e andarmi a cercare la vecchia panchina. Ogni tanto verrò a farmi un giro mentre il tourbillon di nomi cambierà e io leggerò di cose nuove “ma che sono già successe” e penserò alla complessità e alla bellezza della natura umana, almeno, cercherò di farlo visto che fino a non molto tempo fa sono stato in guerra con essa (mi spiace ma questa frase è volutamente ermetica: non sono dal confessore, non credo al sacramento della confessione e un uomo non può sempre raccontare tutto, magari potesse..).

Bene, mi sono riletto, mi sono compiaciuto e fatto i complimenti. E’ bello ascoltarsi e sbrodolarsi del proprio ego senza che nessuno ci obblighi a mettersi il tovagliolino…sul vecchio viale te lo fanno notare con meno complimenti e forse è questo che mi manca.

Comunque, c’è una persona che prenderà il mio posto e andrà avanti sempre sotto il nome di Fagocitante quindi la saracinesca sarà nuovamente aperta ma la gestione sarà un’altra. Buonasera. P.Aj

 
 
 

Post N° 4

Post n°4 pubblicato il 19 Settembre 2006 da PeterAjello

Risposta a Rigitans

Il tuo commento ha equilibrio e lucidità in linea con la persona che mi aspettavo. Vado subito al sodo perché spero non ci sia bisogno di premesse imbonitrici per spiegarmi. Mi definisco un po’ polemico a differenza di altri che mi giudicano semplicemente coerente e non voglio passare per una persona che provoca sterilmente.Ci ho pensato bene prima di iniziare questo blog e ancora adesso non ne sono pienamente convinto dato che il lavoro di Boycott è, per certi versi, davvero notevole.

E’ vero che prendo spunto da quelle che tu chiami sottigliezze (e lo sono) ma è attraverso queste letture che potrebbero sembrare minori che si arriva ad un giudizio globale delle persone, e non  generico e difettoso. In un certo senso è quello che si chiama “leggere tra le righe” che tanto mi è servito negli anni della militanza per non essere assorbito dalla linea generale e per continuare a ragionare con la mia testa e non con un cervello collettivo. Sto accingendomi a questo lavoro odioso di commentare  una persona che oltretutto non conosco. Non è che mi piaccia, ma oramai mi sono fin troppo chiari i percorsi di certe persone: la celebrazione di se stesse attraverso il blog per arrivare…a qualcos’altro. Perché non ho la stessa opinione nei tuoi riguardi o di Lenin86 o di che1978 o di squisi, di Giovanni Maiolo..e potrei citarne tanti altri.

Per esempio, ti ho letto nella difesa del blog MondoJazz  e ho di nuovo ravvisato parole equilibrate e intelligenti Consigliavi alla persona che voleva parlare a tutti i costi di politica di venire da te. Con questo non ho mai pensato che tu volessi fagocitare un ennesimo navigatore della rete perchè il tuo mi è parso semplicemente un consiglio semi/ironico e ragionevole.

(Tra parentesi mi sono anche chiesto come mai dopo quella polemica ho trovato MondoJazz tra i blog di prima pagina di LIBERO per un po’ di volte. E stessa cosa per Boycott quando se ne andato in Messico…Purtroppo sono fatto così…mi faccio un sacco di domande!!) .

Tu scrivi e trasudi un pensiero onesto nelle intenzioni e un “amore” per il sociale. Boycott trasuda convenienza personale e culto di se. Ho militato per anni nel movimento studentesco all’università e non ho mai dubitato per esempio, dell’onestà di Capanna che infatti non mi ha deluso nel tempo. Tanti altri, in quel momento convinti e onesti nelle loro idee, una volta finito il momento eroico dell’epoca ed entrati nel mondo del lavoro, hanno cambiato opportunisticamente casacca indossando quella di yuppy rampante. Guarda caso, sono quasi tutti finiti in Forza Italia.  

Da cosa avresti potuto distinguere già allora gli uni dagli altri? Non i contenuti, che erano uguali per tutti, ma dalla forma, dagli atteggiamenti, dall’umiltà e la sincerità con cui si ponevano, da quelle inezie che tu mi dici non aver importanza. Con l’esserci e basta, senza voler “contare” per forza e soprattutto senza voler contare (stavolta in senso aritmetico) i 500 che gli bazzicano sul blog. E a questo proposito ho un paio di cosette che chiarirò in un prossimo post.

Siamo tutti esseri umani con le nostre debolezze ma a me, un ladro che ruba può non piacere, ma uno sbirro che va contro la legge, quello si che mi infastidisce, e molto…forse è una frase sibillina la mia, ma ci sono troppi Boycott che s’aggirano nei luoghi di potere.

Sono quelli che ti ritrovi nei gangli di comando dove gente così non dovrebbero stare. Lo so, il mondo va avanti pieno di elementi che fanno le cose per puro compiacimento e tornaconto personale, ma in politica No. In politica, lasciami esternare questa magnifica utopia: chi mi governa (la gente) dovrebbe avere lo spessore morale di un santo.

Comunque….stavolta non voglio lasciarla passare: se sbaglierò, se il mio sarà un abbaglio chiederò venia riconoscendolo, ma sicuramente non sarà così e sicuramente non scriverò in modo da distruggere questo capolavoro di scopiazzature di tendenza che è il suo blog (peraltro molto raffinato nelle scelte e nei tempi) anche perché non sarebbe facile e nemmeno giusto, però una ridimensionata ci vorrebbe.

Prova a cambiare leggermente ottica mentre lo leggi…prova.

 
 
 

Post N° 3

Post n°3 pubblicato il 18 Settembre 2006 da PeterAjello

Domanda:

 E’ dettata da una forma maniacale e paranoica questa sensazione che provo ogni volta che leggo il blog di Boycott?
 La sensazione è che chi scrive è bravo, fin troppo. C’è un alone di compiacenza e di complicità su una linea simile a quella per esempio di Grillo ma la differenza sta nel cuore di questi blogger. Grillo è comprovatamene un duro e una persona che ai tempi ha avuto il coraggio di compromettere una brillantissima carriera in Rai o Mediaset che sia e sono anni che combatte dando la sensazione di un grande amore per la gente, un amore disinteressato, un lavoro, il suo, improntato ad una coscienza sociale rara. 
Viceversa, Boycott ha un’impronta tecnicamente ineccepibile e cioè l’attenta ricerca delle notizie, la trasposizione delle idee sue sapientemente commiste a quelle di tendenza e un grande, continuo, lavoro, un lavoro davvero serio ma che, ed ecco il PUNTO, uno scrivere che mi da l’impressione di essere svolto a fini personali e un sottile, calibrato lavorio subliminale teso a ritagliarsi per il futuro, uno spazio in politica (del tipo che te lo ritrovi sulla prossima lista elettorale) che spiegherò pian piano, a tappe.
Per esempio (dal suo blog il messsaggio n°246 Messico e nuvole), una vera apologia. Boycott racconta:


Vado al massimo! Vado in Messico! Eh,già...proprio così. Cari lettori, amici, nemici e voi tutti: domani mattina ore 6.45 parte l'aereo che mi porterà in Mexico. Ma non vado in vacanza come fa la maggior parte degli italiani. Vado in missione. Passo da fare il volontario per il servizio civile presso un informagiovani a fare il volontario per l'associazione Afsai di Roma in collaborazione con l'associazione messicana Vimex.

Bastano queste tre righe per mostrarvi la differenza tra noi, cioè"la maggior parte degli italiani che va in vacanza" (in verità quest'anno abbiamo saltato a beneficio dei libri scolastici dei nostri figli) dopo aver lavorato otto ore tutti i giorni, e  Boycott, un vero eroe, un indefesso lavoratore per i poveri messicani,che  magnifica con toni entusiastici il suo operato. Una persona in gamba che non ha fini personali non scriverebbe mai così. Le cose si fanno senza fare apologia del proprio operato e della propria persona.
Come per la beneficenza la si fa e non la si rende pubblica.

 
 
 

Post N° 2

Post n°2 pubblicato il 18 Settembre 2006 da PeterAjello

 

Sto seguendo da un po’ il blog di Boycott.

Questo signore ci informa ogni giorni  dell’attualità politica e noi, fiduciosi, piano piano lo iscriviamo nei preferiti. Per “noi” intendo, la gente che scrive in rete, coloro che partecipano ad un news-group o che redigono un blog o semplicemente che pasticciano e vanno a zonzo per siti, quelli che a poco a poco si stanno ritagliando uno spazio LIBERO dalle ingerenze dei pescecani e delle multinazionali, noi TUTTI insomma,quelli che si sentono appartenenti ad un nuovo modo di intendere società e costumi.

 

Il suo blog è quasi ineccepibile, non una sbavatura, non una digressione, perfetto, puntato, martellante sul politico e sul sociale. Niente è lasciato all’ impulso del momento. Se parla di amore, lui parla di amore cibernetico o ne parla sempre e solo come fenomeno sociale..Il lavoro che non c’è, la casa che non si trova, tutto talmente perfetto da sembrare finto. In breve si respira un’atmosfera asettica.

Se, passi dal suo blog, anche solo per sbaglio puoi star certo che il giorno dopo ti trovi in privato la sua richiesta di essere messo nel blog amici, una questua che non ho mai visto fare da nessuno. Ci sono altri blog così. Per esempio, Rigitans, Lenin86, Che1978 che hanno la stessa impronta, la stessa energia ma molta, molta più autenticità.

(continua...)

 
 
 

Post N° 1

Post n°1 pubblicato il 09 Settembre 2006 da PeterAjello

Non voglio

Non voglio aprire un Blog. A me i Blog piace godermeli, leggermi quelli degli altri. Poi mi apro un dibattito in solitudine e ho un contraddittorio formidabile. Una volta ero diverso e mi piaceva la compagnia, poi sono diventato misantropo.

Oggi sono appollaiato come una cornacchia sul Blog di questa Hesse, davanti al titolo “I politici al lavoro”. Non l’ ho neppure letto bloccato da una schifezza che con il dito fa l’autostop.

Speriamo che se lo carichi uno di quelli cattivi che dico io e se lo mangi in insalata, gente che ti mangia e non ti defeca nemmeno. Non ne ha bisogno, perché ha dei cingoli d’acciaio nello stomaco e la rabbia tranquilla di chi ti fa saltare la testa come per andare a bersi un caffè. Si, sì, speriamo che sia uno dei vecchi amici a caricarselo, così si dirà:

- Ho visto una faccia di merda salire in un auto e poi più niente-

-         Come niente, scusi?-

-         Ma sì, niente le dico. E’ sparito...op: non c’era più-

-         Orca, tre secondi di paura!

-         Paura? Terrore infinito, di morte senza ritorno, di sparizione senza un cadavere dove altri coglioni come lui possano andarlo a trovare. Gli fa pure un piacere ai Rocca del cazzo o ai Bondi che non devono nemmeno scomodarsi il 2 di Novembre...-

 

Improvvisamente mi viene da associare, da accostare due volti per una sola ideologia, quella della pastasciutta, anche se in realtà le ideologie sono due, quella fascista e quella comunista.

Per oggi mi fermo: giunture e sinapsi sono grippate, mica voglio fare il prezioso. Domani o dopo si riprende il discorso perché non rammento il blog che ho visitato di cui voglio parlare e che mi ha schiodato dalla mia posizione privilegiata di osservatore, semplice lettore.

Quello che ho intravisto mi ha preoccupato. A domani.