Creato da: alysa22 il 19/01/2012
le favole?

L'araba fenice

 

Area personale

 

Archivio messaggi

 
 << Settembre 2020 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
  1 2 3 4 5 6
7 8 9 10 11 12 13
14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27
28 29 30        
 
 

Cerca in questo Blog

  Trova
 

FACEBOOK

 
 
Citazioni nei Blog Amici: 1
 

Ultime visite al Blog

PikoloFioreste.giosrlci_li_e_gi_aStayin_alivelucage77sidopaulvioletta14fin_che_ci_sonogas.comlaraadalysa22williams30sawij.1WIDE_RED
 

Chi puņ scrivere sul blog

Solo l'autore puņ pubblicare messaggi in questo Blog e tutti gli utenti registrati possono pubblicare commenti.
 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 

 

 
« in attesa,come dal mio d...io,cosi... »

inquieta

Post n°5 pubblicato il 28 Gennaio 2012 da alysa22

Vorrei alzarmi alla mattina,mettere giù i piedi dal letto e cercare di essere un pochino migliore rispetto a ieri.

Vorrei essere in grado di tramutare tutte le mie ansie,i miei stati d'animo negativi,le mie preoccupazioni,in qualcosa che mi facesse smuovere da questo stato di apatia.

Una volta riuscivo a reagire,a dare un senso vero alle mie giornate. Adesso sembra che tutto quello che faccio sia inutile. Inutile per me,inutile per chi mi sta vicino...

Non si tratta solo di "mal d'amore". No,questa volta non c'entra l'amore. 

C'entra la mancanza. La mancanza di mia mamma. 

Sono passati due anni. Due maledetti anni,e io a questo non posso porre rimedio.

Dovrei alzarmi alla mattina e cercare di essere un pochino migliore rispetto a ieri,e certi giorni riesco ad impegnarmi che quasi quasi sembra di riuscirci. Vedo a colori. Altre volte è come se tornassi indietro di dieci giorni.
Retrocedo in serie C....anche D..... 

Quel vuoto,quella sensazione di mancanza totale è qualcosa che va al di la di me stessa... va al di la della mia forza interiore. E' una mancanza,dove ne il tempo,ne la vita,riusciranno mai a colmare.

Forse per questo sono cosi morbosa negli altri rapporti,forse per questo vivo cosi male "gli allontanamenti" , forse per questo mi sento morire quando non so come stanno davvero le cose. La mia paura più grande sono gli abbandoni.

E' vero...ci sono abbandoni e abbandoni... ma implicano sempre una sofferenza.Grande o piccola è sempre una sofferenza. 

Sono stanca.

Non è bello essere cosi sensibili.

Vorrei alzarmi alla mattina,mettere giù i piedi dal letto,e avere la forza di affrontare ogni cosa,ma mi rendo conto di pretendere un pò troppo da me stessa. Per ora....forse anche dagli altri inconsapevolmente.

E quella luce che è a intermittenza sta cominciando a scocciarmi.

Questa settimana mi ha messo a dura prova... ho avuto anche paura ad aprirli gli occhi alla mattina per non dover vedere che cosa sarebbe accaduto durante la giornata. Se questa mancanza sarebbe stata "fissa" oppure se qualcosa mi avrebbe fatto distogliere il pensiero almeno per un pochino .

No questa volta nn c'entra l'amore. [parolone per adesso...]. Ma se ci fosse stato,forse questa settimana sarebbe stata migliore.Anzi sicuro.

Odio dover dipendere da questo in parte. Odio dover attribuire il mio umore a questo.

La scossa fortissima di ieri ha scatenato in me un malessere che oggi non riesco proprio a togliermi di dosso. Mi sono ritornate in mente troppe cose che mi hanno mandato decisamente in confusione. Mi sento inquieta oggi.

Vorrei tanto che apparisse magicamente quella lucina... ma ne dubito. 

Sono sicura che se apparisse però, mi sentirei meno sola.

Oggi dovrebbe essere migliore di ieri,ma non c'è certo stando a  g u a r d a r e  che lo diventa... 

Il tempo che c'è poi non aiuta.

 
Condividi e segnala Condividi e segnala - permalink - Segnala abuso
 
 
Vai alla Home Page del blog