Creato da Pinturicchio94 il 16/07/2012

FOOTBALL SCOUT

UNA LENTE D'INGRANDIMENTO SU GIOCATORI POCO CONOSCIUTI E CAMPIONI DI IERI, OGGI E SOPRATTUTTO DOMANI, MA ANCHE UN FOCUS SU TUTTE LE NOVITA' DEL MONDO DEL CALCIO; PER FINIRE ANCHE UNA FINESTRA SULLE NOSTRE ESPERIENZE CALCISTICHE

AREA PERSONALE

 

FACEBOOK

 
 

FACEBOOK

 
 
 

 

CERCA IN QUESTO BLOG

  Trova
 

TAG

 

ARCHIVIO MESSAGGI

 
 << Maggio 2024 >> 
 
LuMaMeGiVeSaDo
 
    1 2 3 4 5
6 7 8 9 10 11 12
13 14 15 16 17 18 19
20 21 22 23 24 25 26
27 28 29 30 31    
 
 

ULTIME VISITE AL BLOG

BlueVelvet69orsetto86albertogiov.siciliasolonoidgl11milan53tesdan.dcontarina5gabriel.burlatabacchi_aldodott.raffaelerusso0iocinquealeparentedeslinegeronimo5dgl0annitospera
 

ULTIMI COMMENTI

Sto preparando alcune cose e vado ci rileggiamo giovedi 27...
Inviato da: ROMA_SPQR
il 21/12/2012 alle 21:40
 
grazie per il bellissimo articolo :)
Inviato da: matteo montorsi
il 05/10/2012 alle 18:51
 
buona serata e un...... buon inizio...
Inviato da: ginevra1154
il 01/10/2012 alle 00:43
 
ciao ragazzo dove sei a cena a piazza venezia??? ahahah a...
Inviato da: ROMA_SPQR
il 24/09/2012 alle 21:01
 
ahahha grazie per la visita!! tanto tu non ci sei xD...
Inviato da: Pinturicchio94
il 21/09/2012 alle 23:29
 
 

CONTATTA L'AUTORE

Nickname: Pinturicchio94
Se copi, violi le regole della Community Sesso: M
Età: 30
Prov: PZ
 

PAGINA FACEBOOK:

Vincenzo Aregall Gazzaneo

PROFILO TWITTER

GazzaElPelado

 

 
Citazioni nei Blog Amici: 3
 

I MIEI LINK PREFERITI

CHI PUò SCRIVERE SUL BLOG

Tutti gli utenti registrati possono pubblicare messaggi in questo Blog e tutti possono pubblicare commenti.
 

 

« C'E' CHI SCENDE E CHI SALE...PEDRO OBIANG - TUTTOFARE... »

ALEX DEL PIERO - AUSTRALIAN TOP PLAYER

Post n°12 pubblicato il 05 Settembre 2012 da Pinturicchio94
 

Vi presento un attaccante davvero molto, molto forte. E' una seconda punta, che nella sua carriera ha fatto anche il centravanti, la mezzapunta, l'ala. E' abilissimo nell'uno contro uno, nel dribbling, è ambidestro e ama concludere sempre a giro sul secondo palo. Tecnica sopraffina, segna e manda in porta i compagni con giocate spettacolari, come le sue punizioni. Leader sul campo, leader anche nella vita. Attualmente molto più forte di Bendtner, Quagliarella, Matri, sarebbe il top player ideale per la Juve. Già, perchè se non avete capito di chi sto parlando (uno sconosciuto 38enne, Alex Del Piero), sarebbe stato utilissimo ancora sul campo alla Juventus, più di qualsiasi altro top player, sarebbe stato utilissimo e basta, più di qualsiasi altro. Ma è inutile provare malinconia per un giocatore che quest'anno avrebbe giocato la sua ventesima stagione in bianconero, con la possibilità di vincere il suo nono scudetto, la seconda coppa italia, la seconda Champions, con la possibilità di migliorare ancora tutti i suoi record. Ha dato tutto alla Juve, a dato tutto al calcio italiano, ha dato tutto a tutti noi. Ed ha ricevuto tutto dalla Juve, dal calcio italiano, da tutti noi, comprese le critiche dei detrattori, che lo hanno reso sempre più forte, invecchiando, un po' come il vino. E Del Piero è un po' come il vino, capace di farti piacere, di farti piangere, di inebriarti, di ubriacarti, così come fa in campo. Ma Del Piero non è solo un top player, non è solo una bandiera, un fenomeno, Del Piero è qualcosa di più, Del Piero ormai è diventato un marchio, Del Piero è una personalità, Del Piero è stile, un uomo che ha costruito un modello attorno la sua figura, la sua professionalità, il suo carisma, il suo modo di vivere. Del Piero è Del Piero. Del Piero è anche rimpianti, quelli dei tifosi bianconeri. "Mia mamma oggi ha smesso di tifare Juventus. Io non ci riesco, ma comunque la stimo" dice un tifoso bianconero su Twitter, ripreso da Sky. Oggi tutti i tifosi delpieristi, juventini, del calcio in generale, erano davanti alla tv, per seguire un pezzo di storia, quella che oggi Alex ha definitivamente concluso col calcio italiano, e ha iniziato in Australia. Mai una polemica e una parola fuori posto, come sempre, solo emozione (tanta), pacatezza, entusiasmo. Quello che doveva dire sul passato Del Piero lo ha già detto, e non lo cambia perchè a lui interessa solo il futuro, da vivere, conquistare da vincere. Molti si sono chiesti: perchè a Sidney? un campionato di modesto livello, un continente in cui il calcio quasi non esiste? Non è proprio così. Del Piero ha rifiutato l'Italia perchè ama troppo la Juve, ha rifiutato l'Europa perchè ama troppo l'Italia, e perchè, tutto quello che si poteva fare, si poteva vincere, in questo continente (e anche oltre) l'ha vinto, l'ha fatto. E Del Piero è uno che ama la sfida, il confronto, superarsi, migliorare, godere per successi che non ha ancora avuto, divertirsi. E il progetto australiano, è la dimostrazione di come ancora una volta Del Piero abbia stupito, e si sia superato. La terra più lontana dall'Europa, e al contempo diversa e bellissima, tutta da scoprire. Una terra di emigrati italiani, che più sentono la mancanza, più sentono l'amore verso l'Italia. La passione verso quegli sport come il Rugby, che più vanno in Oceania. Un progetto che prevede lanciare definitivamente il calcio australiano, con Del Piero assoluto protagonista, uomo immagine, "ambasciatore", un po' com'è Beckham in USA (ecco perchè forse non è voluto andare negli USA). E' questa la sfida affascinante, più di tutte, che ha colpito ADP, oltre al fatto che là non dovrà giocarsi il posto da titolare con nessuno, perchè il più forte di tutti, ma allo stesso tempo deve lottare, dare il massimo per portare la sua squadra, FC Sidney a vincere il suo terzo titolo in otto anni. Cosa quest'ultima forse prioritaria, perchè in Del Piero ciò che freme, spinge più di tutto, è ancora la voglia di giocare, di stupire, di vincere, non a caso si è allenato tutta l'estate e sarà pronto per la prima di campionato. Avesse potuto sarebbe stato ancore il top player della Juve. Fosse stato per soldi, sarebbe andato in America o in Thailandia, fosse andato solo per divertirsi e cambiare, sarebbe andato in Svizzera, fosse andato per togliersi qualche sassolino dalla scarpa sarebbe andato al Liverpool o al Palermo, fosse andato per essere considerato una star 24 ore su 24, sarebbe andato in Giappone. Invece è andato in Australia, perchè, in fondo, si chiama Alessandro Del Piero, lui sì, vero top player, in assoluto, un uomo che si spiega da queste parole:

"Un giorno a mio figlio potrò raccontare di aver giocato con Alex Del Piero...Good luck capitano!!" (Leonardo Bonucci, tweet di pochi munuti fa)

 
Rispondi al commento:
ROMA_SPQR
ROMA_SPQR il 05/09/12 alle 19:27 via WEB
in bocca al lupo Alex... ciao Pintu
 
* Tuo nome
Utente Libero? Effettua il Login
* Tua e-mail
La tua mail non verrà pubblicata
Tuo sito
Es. http://www.tuosito.it
 
* Testo
 
Sono consentiti i tag html: <a href="">, <b>, <i>, <p>, <br>
Il testo del messaggio non può superare i 30000 caratteri.
Ricorda che puoi inviare i commenti ai messaggi anche via SMS.
Invia al numero 3202023203 scrivendo prima del messaggio:
#numero_messaggio#nome_moblog

*campo obbligatorio

Copia qui:
 
Get the Ultime notizie sportive - La Gazzetta dello Sport widget and many other great free widgets at Widgetbox! Not seeing a widget? (More info)
 

 

 

 

 

BlogItalia - La directory italiana dei blog

 
RSS (Really simple syndication) Feed Atom
 
 
 

© Italiaonline S.p.A. 2024Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963